Segui i nostri social

Cultura

Pantelleria – Acropoli San Marco, vicesindaco Pineda risponde alle critiche su chiusura sito archeologico

Direttore

Pubblicato

-

Egregio Direttore, dopo aver letto quanto pubblicato su più testate, ritengo doveroso un intervento che possa fare chiarezza.

Molte critiche sono state mosse a questa Amministrazione per la chiusura dell’Acropoli di San Marco, quando, invece, sarebbe stato opportuno chiedersi come mai nessuno, in precedenza, avesse mai assunto tale decisione, pur conoscendo le molteplici criticità che il sito presentava (e presenta).

Responsabilmente, dopo anni in cui l’Acropoli veniva visitata senza che vi fosse la minima tutela per la sicurezza dei fruitori, il sindaco, con propria Ordinanza, ne ha disposto la chiusura. Facile gridare “Allo scandalo” e chiederne la riapertura, ma a coloro che criticano questa decisione, vorrei chiedere se sanno che il sito di San Marco è di proprietà del comune e non del Parco Archeologico e, che, quindi, nel caso in cui qualcuno dei visitatori avesse avuto un incidente, ne avrebbe risposto il sindaco. Alla luce di tutto ciò, chi avrebbe potuto continuare a chiedere gli occhi di fronte alla situazione di assoluta precarietà presentata dall’Acropoli?

Naturalmente, era ed è impensabile una soluzione immediata, dato che per risolvere le diverse criticità occorrono tempi più lunghi, risorse e un apposito progetto, ma per rassicurare quanti si stanno spendendo per far credere che questa Amministrazione non abbia a cuore la cultura, comunico ai miei concittadini che ci siamo subito attivati per ipotizzare un percorso che, con un sistema di passerelle mobili, possa consentire, in seguito, di visitare il sito in sicurezza.

Tutto questo era stato già riferito alla Commissione riunitasi in data 17/07, commissione alla quale era presente anche il capogruppo dell’opposizione, che, stando a quanto si legge, probabilmente ha omesso di trasferire le informazioni acquisite agli altri componenti del proprio gruppo. L’attenzione per Pantelleria da parte di questa amministrazione emerge dai tanti piccoli interventi che si stanno realizzando giorno dopo giorno e si concretizzerà con nuove azioni rivolte anche alla tutela e alla valorizzazione del nostro immenso patrimonio storico e archeologico: dopo anni di totale abbandono sono state avviate, infatti, le giuste interlocuzioni per individuare opportune soluzioni a problemi finora irrisolti.
Grazie per lo spazio concessomi.

L’assessore alla cultura
Prof.ssa Adele Pineda

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura

Ragusa, al Centro Studi Rossitto la conferenza “Antonio Brancati, martire della Resistenza”

Redazione

Pubblicato

il

Antonio Brancati, martire della Resistenza

 

Martedì 23 aprile 2024, alle ore 18.00, al Centro studi “Feliciano Rossitto” – Via Ettore Majorana, 5 – Ragusa -, si terrà un’iniziativa storico-culturale dal titolo “Antonio Brancati, Martire della Resistenza”. Giovanni Brancati parlerà della vita dello zio Antonio (classe 1920, di Ispica) che all’età di 23 anni è stato condannato a morte assieme ad altri 10 giovani. La fucilazione è eseguita il 22 marzo 1944. La strage è consumata presso Maiano Lavacchio, località rurale nelle campagne tra Grosseto e Magliano in Toscana.

Dopo i saluti di Giorgio Chessari (presidente del Centro studi F. Rossitto) interverrà Gianni Battaglia (presidente Associazione Nazionale Partigiani d’Italia – Ragusa).

L’iniziativa è resa possibile grazie alla collaborazione del Centro studi F. Rossitto con l’ANPI di Ragusa.

 

Antonio Brancati nasce a Ispica (Rg) il 21 dicembre 1920. Conseguito il diploma di maestro elementare, si era iscritto all’Università per laurearsi in medicina. Chiamato alle armi, era diventato allievo ufficiale di Fanteria. All’annuncio dell’armistizio, Brancati tentò inutilmente di tornare in Sicilia e, datosi alla macchia con altri commilitoni riuscì, il 1° marzo del 1944, a mettersi in contatto col Gruppo di organizzazione del Comitato militare del CLN di Grosseto. Divenuto partigiano combattente, pochi giorni dopo il giovane fu sorpreso, con altri dieci suoi compagni, sul Monte Bottigli, durante un rastrellamento nazifascista. Subito processati da un improvvisato Tribunale straordinario, Brancati e i suoi compagni furono fucilati vicino alla scuola di Maiano Lavacchio. Era il 22 marzo 1944.

fonte: https://www.anpi.it/biografia/antonio-brancati

 

Giuseppe Nativo

Leggi la notizia

Cultura

Palermo, in arrivo ai Cantieri Culturali Zisa l’expò del vinile per “Record store day”

Redazione

Pubblicato

il

AI CANTIERI CULTURALI ALLA ZISA ARRIVA L’EXPÒ DEL VINILE EDIZIONE “RECORD STORE DAY”: ALLO SPAZIO NOZ SI FESTEGGIA LA GIORNATA DEDICATA AI NEGOZI DI DISCHI DI TUTTO IL

MONDO

Aprile è il mese cui i proprietari dei negozi di dischi, con il loro staff, alcuni artisti e diversi clienti, celebrano il ruolo, importantissimo sul piano culturale, che svolgono questi luoghi all’interno della loro comunità. Sabato 20 si celebra infatti il Record Store Day, una giornata mondiale che coinvolge ovviamente anche numerosi collezionisti e semplici appassionati. Anche Palermo tra le città che prenderanno parte ai festeggiamenti. Per l’occasione, infatti, l’Associazione Artigianando organizza l’“Expò del vinile – Record Store day 2024” un’edizione speciale che si svolgerà all’interno dello Spazio NOZ (Nuove Officine Zisa), ai Cantieri Culturali alla Zisa, sabato 20, dalle 10 alle 23, e domenica 21 aprile, dalle 10:00 alle 22:00 (Ingresso libero). L’area del Noz dispone anche di un ampio e comodo parcheggio gratuito. All’interno del padiglione 20 di Via Paolo Gili 4 (in fondo al viale principale a sx), i molti appassionati di musica e amatori, ma anche i semplici curiosi, potranno trovare diversi spazi con oggetti da collezionismo, attrezzature musicali, moda vintage, spazi handmade e ovviamente migliaia di vinili e cd e tanta e diversa musica da ascoltare, oggetti di culto da conservare e tanto altro. «L’Expò del vinile – dichiara Luca Tumminia, organizzatore e Presidente dell’Associazione – è uno degli eventi che organizzo che amo molto. Il disco in vinile mi ha sempre affascinato: la copertina, le foto al suo interno, le edizioni speciali. Sapere che ancora oggi sono moltissimi a cercarlo e a ricercarlo mi rende felice. Il disco è un bellissimo oggetto che ha rischiato di scomparire per sempre e avremmo davvero perso qualcosa di speciale. È una vera e propria opera d’arte in miniatura che bisogna continuare a salvaguardare. Quando ho saputo qualche anno fa – conclude – del Record Store Day ho subito pensato che anche Palermo doveva prendere parte ai festeggiamenti». Nato nel 2007 nei soli Stati Uniti, coinvolgendo più di 1400 punti vendita presenti, il Record Store Day è oggi diventato un appuntamento fisso organizzato da ogni negoziante di dischi presente in tutto il mondo. Inoltre, vista l’importanza e la grande attenzione mediatica che questa giornata ha ormai raggiunto in questi anni, diverse etichette discografiche, dalle più grandi alle più piccole, realizzano appositamente alcuni prodotti promozionali e programmano uscite discografiche, in vinile o in CD e diverse ristampe, molte delle quali in edizioni speciali, per festeggiarla.

Evento https://www.facebook.com/events/1070646737343052?locale=it_IT

Leggi la notizia

Cultura

75 Anni di avventure con Tex a Trapani

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

 
 
Trapani ospita una straordinaria esposizione in onore del leggendario Ranger Tex Willer, celebrando i suoi 75 anni di epiche avventure a fumetti (e non solo). La mostra avrà luogo presso Palazzo Cavarretta, sede del Consiglio comunale di Trapani, situato in via Torrearsa 1, e sarà aperta al pubblico con ingresso gratuito dal 4 al 26 maggio.

L’inaugurazione di 75 anni con Tex, in presenza del curatore Matteo Belfiore che ha messo a disposizione la sua collezione privata, si terrà sabato 4 maggio alle ore 18:00, offrendo ai visitatori l’opportunità di immergersi nell’universo del Ranger.

L’esposizione di Palazzo Cavarretta presenterà una selezione di disegni, illustrazioni, copertine e tavole originali che narrano l’evoluzione del fumetto e del suo protagonista nel corso degli anni. «Dal 1948 Tex è il personaggio più famoso e iconico della cultura popolare del nostro Paese. Non credo esista in Italia una casa dove non sia mai entrato un fumetto di Tex o un singolo italiano che non sappia di chi stiamo parlando. Questa mostra non vuole solo mostrare il fumetto in senso stretto che tutti conoscono ma sarà possibile ammirare questo eroe attraverso l’Arte che lo rappresenta, Arte con la A maiuscola», dichiara il curatore Matteo Belfiore.

Durante Trapani Comix & Games, dal 24 al 26 maggio, saranno inoltre organizzati tour guidati dal curatore Matteo Belfiore e da alcuni autori che si sono cimentati con Tex, tra cui la disegnatrice e colorista trapanese Laura Piazza e lo sceneggiatore Tito Faraci. Inoltre, il programma del festival ospiterà dagli incontri dedicati al mitico ranger e al fumetto western.

«Trapani Comix si apre, nuovamente, verso la città con un evento OFF totalmente gratuito e fruibile da tutti» affermano i Nerd Attack, organizzatori del Trapani Comix. «Un’iniziativa che ci inorgoglisce per il supporto ricevuto da Sergio Bonelli Editore. Ringraziamo il Comune di Trapani e l’intero Consiglio Comunale per la location e il nostro responsabile dell’area fumetti, Marco Rizzo, che ha fortemente voluto questa mostra».

L’ingresso gratuito consentirà a tutti gli appassionati e ai curiosi di scoprire e celebrare il patrimonio di Tex Willer, un’icona della cultura italiana e internazionale.

L’iniziativa fa parte delle attività collaterali di Trapani Comix & Games, il Festival Mediterraneo della Pop Culture, che si svolgerà il prossimo 24, 25 e 26 maggio presso Villa Margherita di Trapani. La manifestazione attira appassionati di fumetti, anime, giochi da tavolo, videogiochi e cosplay da tutta Italia.

Per ulteriori informazioni e aggiornamenti, si prega di visitare il sito internet di Trapani Comix & Games e i suoi canali social.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza