Segui i nostri social

Sociale

Palermo, presentati i progetti sociali per i territori di 9 province e di 15 comuni: “IO SONO NEMO” e “E’ PRONTO A TAVOLA”

Matteo Ferrandes

Pubblicato

-

Presentati a Palermo, a Palazzo dei Normanni, i progetti sociali che si svolgeranno nei territori delle 9 province e di 15 comuni: “IO SONO NEMO” (MCL di Sicilia e di Mineo) per contrastare le solitudini involontarie e poi “E’ PRONTO A TAVOLA”

 (La Città Felice onlus) per un’agri-cultura sostenibile

C’era anche l’Assessore della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro della Regione Siciliana, Nunzia Albano, alla presentazione dei due progetti sociali finanziati dall’Assessorato della Famiglia e delle Politiche Sociali e del Lavoro della Regione Siciliana (Dipartimento regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali, che ha avuto luogo martedì mattina, nella Sala Gialla “Piersanti Mattarella” di Palazzo dei Normanni. Il primo progetto è “IO SONO NEMO” (accordo di programma 2019) ed è il progetto di MCL Sicilia e di MCL Mineo (Circolo ‘Don Rosario Pepe’) che vede coinvolte tutte e nove le province siciliane e 15 territori comunali, dove si svolgeranno svariate iniziative per il

contrasto alle solitudini involontarie a favore di almeno 250 destinatari over 65, con attività di animazione socio- culturale, che prevedono il loro diretto coinvolgimento. Il secondo progetto presentato – “E’ PRONTO A TAVOLA”

(accordi di programma 2020 e 2021) promosso dall’associazione di volontariato “La Città Felice” onlus – si basa invece su iniziative finalizzate a promuovere un’agricoltura sostenibile, alla ri-scoperta del patrimonio agricolo, enogastronomico dei territori. Ad aprire i lavori è stato il dott. Giorgio D’Antoni (Presidente MCL Sicilia) il quale ha esordito esprimendo i propri “apprezzamenti sull’iniziativa e sui due progetti che dimostrano ancora una volta l’impegno di MCL Sicilia che è qui a testimoniare l’impegno civile ed ecclesiale e a rappresentare la presenza nel sociale e nella collettività”. Nel corso del suo indirizzo di saluto, l’on. Serafina Marchetta (Deputato segretario ARS) ha sottolineato la “valenza sociale dei progetti che in Sicilia permetteranno di realizzare importanti e interessanti iniziative per contrastare le solitudini involontarie e promuovere un’agricoltura sostenibile”. Per l’on. Giuseppe Lombardo (Deputato questore ARS) è stato “un piacere per l’Assemblea Regionale Siciliana ospitare un’iniziativa di grande livello solidaristico, qual è quella presentata da MCL Sicilia, MCL Mineo e dall’associazione ‘La Città Felice’. La Regione Siciliana ha dato pieno sostegno a due progetti importanti ed interessanti, con elementi innovativi che vanno debitamente attenzionati”. Nel corso del suo atteso intervento, l’on. Nunzia Albano (Assessore regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro) ha affermato che “sono stati presentati due progetti affidati al Terzo settore quale organismo indispensabile per la nostra società, perché non sempre le istituzioni possono arrivare a custodire ed aiutare le fasce più deboli, gli anziani, gli immigrati. Per cui sono ben felice che questi due progetti siano stati finanziati dall’assessorato di cui ho delega e possano prendere il loro corso”. A presentare entrambi i progetti si è occupato il dott. Antonio Gambuzza (progettista sociale) spiegando e descrivendo contenuti e finalità, evidenziando nel contempo gli aspetti positivi e a chi sono rivolti. Il dott. Paolo Ragusa (Responsabile regionale Welfare e Terzo Settore MCL Sicilia) ha spiegato, fra le altre cose, che “in questi due progetti il Movimento Cristiano Lavoratori occupa spazi di cittadinanza attiva e di partecipazione civica. E lo facciamo certamente in una logica generativa, partendo da alcuni tempi specifici. Penso al contrasto del fenomeno delle solitudini involontarie, ma penso anche al tema della valorizzazione dei prodotti tipici locale attraverso i GAS”. Per il dott. Giancarlo Moretti (Membro esecutivo del Forum nazionale del Terzo Settore) è stata “una giornata importante perché sono stati presentati dei progetti che sono all’interno delle attività di interesse generale della riforma del Terzo settore. E questa è la parte positiva della riforma. Abbiamo faticato molto per trasmigrare, per entrare, ma oggi però ci sono anche delle cose positive. Questa è una di quelle, fondamentali per le attività di interesse generale”. Le conclusioni sono state affidate al dott. Antonio Di Matteo, Presidente generale MCL, il quale ha ribadito che “il Movimento Cristiano Lavoratori è sempre impegnato a realizzare iniziative concrete, come quella presentata qui a Palermo. E per me, sul piano personale, è una grande soddisfazione. A tal proposito, ringrazio i dirigenti di MCL Sicilia (che sono anche dirigenti nazionali), con i quali condivido un impegno che dura da parecchio tempo. La mia speranza, ma anche il mio augurio, è che i tanti giovani presenti oggi qui, possano raccogliere il testimone e impegnarsi nel nostro movimento”.

Sociale

Pantelleria, inaugurata piscina presso distaccamento aeroporto

Redazione

Pubblicato

il

INAUGURAZIONE PISCINA PRESSO IL DISTACCAMENTO AEROPORTUALE DI

PANTELLERIA.

È stata celebrata nella mattinata di venerdì 16 Febbraio, presso il Distaccamento Aeroportuale di Pantelleria, l’inaugurazione della piscina coperta recentemente ristrutturata alla presenza delle Autorità civili e militari dell’Isola di Pantelleria e di alcune massime autorità dell’Aeronautica Militare.

Di fatti, al taglio del nastro erano presenti il Comandante della Squadra Aerea, Generale di Squadra Aerea Alberto Biavati, e il Brigadier Generale Mario Sciandra, Capo del Servizio Infrastrutture dell’Aeronautica Militare.

La piscina, in virtù di un accordo firmato tra l’Aeronautica Militare e il Comune di Pantelleria, sarà messa a disposizione della popolazione dell’isola per scopi di carattere sociale, sportivo e terapeutico ed essendo l’unica piscina coperta sul territorio dell’isola, permetterà, anche nel periodo invernale, la formazione sportiva e/o la preparazione al nuoto per la popolazione.

Leggi la notizia

Sociale

Caltanissetta, AutCafè seleziona personale, candidature aperte e commissione composta anche da ragazzi affetti da spettro autistico

Redazione

Pubblicato

il

AutCafè, in via Rosso di San Secondo nr.122, seleziona personale per il bistrot dell’inclusione. La cooperativa sociale Etnos decide di inserire all’interno della commissione di selezione del personale i giovani con autismo che già vivono l’esperienza dell’AutCafè.

Questa scelta è determinata dal fatto che i ragazzi che sono parte integrante del progetto di inclusione socio-lavorativa possano essere protagonisti e decidere, insieme al personale dell’ufficio risorse umane, le figure da inserire nell’organico.

La commissione di valutazione delle candidature, svolta epocale con un approccio diverso al metodo di valutazione classico dei candidati, sarà composta, quindi, dalla figura incaricata dall’ufficio risorse umane ma anche da giovani affetti dal disturbo dello spettro autistico che sono il cuore pulsante del locale inclusivo, per garantire un processo di selezione innovativo ed equo.

Per chiunque fosse appassionato di progetti di cambiamento sociale e culturale, che abbia una visione più inclusiva e il coraggio di fare la differenza, allora AutCafe’ è il posto giusto. Si cercano due persone motivate e dinamiche per unirsi al team del bistrot in vista dell’apertura imminente di AutCafe’.

I requisiti:

Diploma di istruzione secondaria superiore conseguito presso un istituto professionale di Stato per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera (Ipseoa), non oltre i cinque anni dalla data di ottenimento;
età massima di 30 anni alla data di sottoscrizione del contratto di apprendistato.
Si offrono:

Contratti di apprendistato con durata minima di un anno e massima di tre anni;
retribuzione di 800 euro mensili;
opportunità di crescita professionale e umana.

Per le candidature bisogna inviare una mail a orientamentoetnos@gmail.com o contattare sulla pagina Facebook di AutCafe’.

AutCafe’ è molto più di un semplice bar e ristorante: è un’esperienza che promuove l’inclusione sociale e lavorativa, contribuendo a rendere il nostro mondo più bello e solidale. 

Leggi la notizia

Cultura

Turano: «30 milioni di euro per le scuole e 2,8 contro la violenza di genere»

Direttore

Pubblicato

il

Presidenza della Regione
«Progetti innovativi nel campo della pubblica istruzione e della promozione della cultura siciliana, un impegno finanziario di oltre 30 milioni di euro e il cambiamento radicale delle regole nella formazione professionale, che privilegino finalmente il criterio della domanda su quello dell’offerta». Sono i principali punti tracciati dall’assessore regionale all’Istruzione e formazione, Mimmo Turano, per migliorare l’offerta formativa e il benessere degli studenti più giovani e delle loro famiglie, intervenuto oggi alla conferenza programmatica “Le istituzioni contro la violenza di genere e sui minori”, organizzato a Valverde, in provincia di Catania, dal distretto socio-sanitario di Gravina di Catania e dal Comune etneo, guidato dal sindaco Domenico Caggegi, alla presenza fra gli altri, del direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale per la Sicilia, Giuseppe Pierro.

«Le scuole siciliane saranno libere di mettere in campo tutte le iniziative possibili per la crescita umana, sociale e culturale dei ragazzi, in una serie virtuosa di attività, anche pomeridiane ed estive, oltre l’orario curriculare – dice Turano spiegando i provvedimenti di prossima attuazione – Potranno rimanere aperte al di là dell’attività didattica, svolgendo parallelamente un’attività sociale, educativa, culturale, sportiva, teatrale».

Tante le misure messe in campo dall’assessorato, fra cui, in modo particolare «le circolari contro la violenza di genere “Arte di ogni genere”, con una dotazione di 2,8 milioni di euro, e gli interventi sul tempo d’estate nelle isole minori, mentre è in avvio l’avviso “Scuole aperte” su fondi Fse per le scuole medie, con un impegno di 27 milioni in tre anni e l’apertura di una finestra già nel prossimo mese di marzo. E ancora, la circolare per le scuole elementari dotata di fondi regionali per 2,5 milioni di euro in corso di pubblicazione – continua Turano – Gli istituti potranno così progettare e organizzare attività di doposcuola, escursioni culturali, iniziative di educazione civica e alla legalità, sport di qualsiasi genere, anche in partenariato con enti, onlus e associazioni. Saranno riconosciuti i costi dei pasti e favorite in ogni modo le aperture estive».
 
 
 
 
 
 

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza