Segui i nostri social

Cronaca

Palermo – Operazione ‘Fairo’, Cracolici: plauso a carabinieri e magistratura. Al lavoro su progetti di contrasto nuove droghe

Matteo Ferrandes

Pubblicato

-

 
 
 
Palermo, 29 Mar – “Esprimo plauso e gratitudine ai carabinieri e alla magistratura per l’operazione condotta oggi a Palermo, a Ballarò, contro lo spaccio di stupefacenti. Insieme alla presenza delle forze dell’ordine, è necessario che vi siano tanti operatori di strada pronti a dare una mano a quei ragazzi e a quelle ragazze che scelgono la scorciatoia dello sballo. Occorre stroncare lo spaccio di morte che sta distruggendo la vita di tante famiglie e di tanti ragazzini. Sono impegnato affinché la regione possa fare la sua parte, sostenendo progetti di impegno sociale per debellare il drammatico fenomeno delle nuove droghe”.

Lo ha detto il presidente della commissione regionale antimafia, Antonello Cracolici, commentando l’operazione “Fairo” di oggi contro lo spaccio di crack a Palermo.

Economia

Attività produttive, bando “Sicilia che piace 2024”: avvisi da 1,3 milioni per Privati e imprese, Associazioni, Enti locali

Direttore

Pubblicato

il

Presidenza della Regione
L’assessorato regionale delle Attività produttive ha emanato il nuovo bando “Sicilia che piace 2024” per sostenere con contributi in conto capitale eventi, fiere e campagne promozionali dei prodotti e dei sistemi produttivi siciliani. Forte dell’esperienza dell’anno scorso, il dipartimento ha riproposto, con una dotazione finanziaria complessiva di 1,3 milioni di euro, la misura rivolta alle piccole realtà presenti nell’Isola che puntano alla crescita economica locale e alla diversificazione dell’offerta di prodotti e servizi, contribuendo a un impatto significativo sulle comunità in cui operano.

Gli avvisi sono tre.

  • Il primo è rivolto alle aziende private e prevede 600 mila euro per microimprese, rappresentanti legali, distretti produttivi e centri naturali commerciali; il finanziamento massimo per ogni progetto non potrà superare l’importo di 25 mila euro (iva compresa).

  • Il secondo avviso da 300 mila euro servirà a finanziare associazioni di categoria ed ex onlus, le cui proposte potranno ricevere un massimo di 20 mila euro ciascuna.

  • Un terzo avviso è rivolto agli enti locali, anche in forma associata, che risiedono in Sicilia, destinando 400 mila euro per finanziare ciascuna iniziativa con un massimo di 10 mila euro in conto capitale.

I tre avvisi di “Sicilia che piace” riguardano le imprese dei settori agroalimentare, artigianato, nautica ed economia del mare, lapideo e sistema casa, moda e oreficeria, tecnologie dell’informazione e della comunicazione, meccatronica. Sono escluse le iniziative inerenti il settore della produzione primaria dell’agricoltura, della pesca, dell’acquacoltura e il settore del turismo, che non rientrano negli ambiti di competenza dell’assessorato delle Attività produttive. Sono, inoltre, escluse le iniziative che riguardano i prodotti dell’agroalimentare, anche se trasformati, i cui marchi sono sottoposti a tutela da parte di un consorzio riconosciuto (prodotti Doc, Docg, Igt, Igp, Dop e Stg), in quanto oggetto di specifici interventi di sostegno, valorizzazione e internazionalizzazione da parte dell’assessorato dell’Agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca.

I tre avvisi saranno gestiti sulla piattaforma telematica https://export.regione.sicilia.it e le domande possono essere inviate dal 3 maggio al 16 maggio 2024.
Di seguito i link ai singoli avvisi di “Sicilia che piace 2024”: – Avviso per Privati e imprese – Avviso per Associazioni – Avviso per Enti locali

Leggi la notizia

Politica

Trapani – Opere di urbanizzazione a Villa Rosina, l’on Safina: “Ancora niente fondi dal governo di centrodestra”

Redazione

Pubblicato

il

 

Trapani, 16 aprile 2024 – “Il governo di centrodestra non ha ancora mantenuto l’impegno preso con i quasi 7000 abitanti di Villa Rosina nel maggio scorso. Aspettiamo ancora infatti che i due progetti per l’urbanizzazione del quartiere trapanese, per un totale di circa di quasi 15 milioni di euro, vengano finanziati”.

Così il deputato del PD, Dario Safina, presente stamattina in Commissione Unione Europea all’Ars, durante l’audizione sulle ipotesi di completamento di strade e rete fognaria del quartiere trapanese.

“Da quanto appreso da un’interlocuzione con gli uffici preposti – continua Safina – questi due progetti di rigenerazione urbana non sono inseriti tra quelli che verranno proposti al ministro Fitto come finanziabili all’interno dei Fondi di sviluppo e coesione, ma dovranno partecipare a un bando da circa 100 milioni di euro specifico sull’argomento. Dunque, ad oggi, nessuna certezza del finanziamento”.

 

“Il Comune di Trapani però – ha proseguito ancora il deputato trapanese – ha tutte le carte in regola per ottenere il finanziamento di queste opere alla luce della modifica della legge sugli Appalti. La nuova normativa prevede infatti che entrambi i progetti possano essere appaltati col sistema dell’appalto integrato. Per accedere ai fondi, dunque, non è più necessario avere già un progetto esecutivo ma è sufficiente un progetto preliminare aggiornato a quelli che sono i parametri della nuova legge sugli appalti. E il Comune di Trapani questi dati li ha”, ha concluso Safina.

Leggi la notizia

Politica

Audizione in Commissione UE. Bica ” Dialogo attivo con il Governo Regionale per la rigenerazione di Villa Rosina”

Redazione

Pubblicato

il

Audizione in Commissione UE. Bica ” Dialogo attivo con il Governo Regionale per la rigenerazione di Villa Rosina”

Oggi, presso la Commissione UE, si è tenuta un’importante audizione riguardante i lavori di urbanizzazione e delle opere fognarie di Villa Rosina, quartiere della città di Trapani.

In commissione erano presenti il Sindaco del Comune di Trapani Giacomo Tranchida, il Presidente dell’Associazione “Insieme per Villa Rosina”, e dirigenti generali del Dipartimento Programmazione e del Dipartimento acqua e rifiuti.
Durante l’incontro, è stata ribadita la volontà di coordinare gli sforzi per risolvere le gravi carenze infrastrutturali e igienico-sanitarie che affliggono il quartiere.

“Ho rassicurato sulla ferma volontà del Governo regionale e dell’Assessore alle Infrastrutture e Mobilità Alessandro Aricò di dare priorità al progetto di rigenerazione urbana della zona. Abbiamo discusso di unire i due stralci funzionali presentati dal Comune di Trapani con un investimento complessivo stimato intorno ai 14.500.000 euro che preveda l’impiego del Fondo di Sviluppo e Coesione dell’UE per ottimizzare e garantire una soluzione definitiva ai problemi di Villa Rosina. Mi assumo l’impegno di sostenere questa iniziativa all’interno del Governo regionale e di monitorare attentamente l’iter burocratico per garantire che i fondi FSC vengano impiegati per restituire dignità a una comunità residenziale che è stata trascurata per troppo tempo” ha dichiarato Giuseppe Bica, deputato regionale di Fratelli d’Italia. 

 

Nella foto allegata, da sinistra Salvatore Daidone, presidente dell’Associazione “Insieme per Villa Rosina” e Giuseppe Bica, deputato regionale.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza