Segui i nostri social

Cultura

Palermo, lunedì 28 al via il seminario su autonomie locali “Sistema di governo intermedio”

Marilu Giacalone

Pubblicato

-

DEMS-UNIPA – Seminario: “Il sistema di governo intermedio: Province
regionali, Liberi consorzi, Città metropolitane in Sicilia, alla ricerca di un
nuovo assetto” – Aula Magna “P. Borsellino” – 28.11.22, ore 15

Le vicende delle autonomie territoriali intermedie in Sicilia, e più
specificatamente della loro organizzazione e delle relative funzioni, richiedono un
urgente intervento riformatore – come evidenziato dalla Corte costituzionale, da
ultimo con la pronuncia interpretativa di rigetto n. 240 del 2021, ma anche dalle forze
politiche – che adesso è affidato al Parlamento Siciliano appena insediato.
Il Giudice delle leggi ha sottolineato quanto la perdurante operatività dei
Liberi consorzi e delle Città metropolitane e l’attribuzione ad esse di determinate
funzioni fondamentali, non di mero coordinamento, renda: “urgente un riassetto degli
organi di queste ultime, risultando del tutto ingiustificato il diverso trattamento riservato agli elettori residenti nel territorio della Città metropolitana rispetto a quello delineato per gli elettori residenti nelle Province”.

Non si tratta, come noto, proprio per la vigenza della legge n. 56 del 2014 e
dei limiti declinati dalla stessa giurisprudenza costituzionale all’esercizio della
competenza legislativa esclusiva, di un orizzonte privo di controverse prospettive.
La normativa statale, infatti, non solo risente della mancata approvazione
del disegno di riforma costituzionale alla quale era strutturalmente connessa, ma reca
altresì l’autoqualificazione di legge contenente principi di grande riforma economica
e sociale (art. 1, comma 5, “I principi della presente legge valgono come principi di grande
riforma economica e sociale per la disciplina di città e aree metropolitane da adottare dalla Regione Sardegna, dalla Regione siciliana e dalla Regione Friuli-Venezia Giulia, in conformità ai rispettivi statuti”) con il chiaro intento di circoscrivere la potestà legislativa primaria regionale.
Proprio al fine di scandagliare il contesto ordinamentale entro il quale potrà
intervenire il legislatore regionale l’Università di Palermo-Dipartimento di Scienze politiche e delle relazioni internazionali ha promosso un seminario di studi, con i saluti del
Direttore Prof. Costantino Visconti, e le relazioni dei Professori Gaetano Armao,
Riccardo Ursi e Roberto Di Maria, per il prossimo 28 di novembre alle ore 15, con
l’obiettivo di offrire un contributo scientifico all’ampio e crescente dibattito pubblico
sugli enti di area vasta.

Il seminario potrà essere seguito anche sulla piattaforma TEAMS nei
termini indicati dall’allegato invito.P

Spettacolo

Trapani, torna il 21 giugno la Festa della Musica all’aeroporto. Concerto gratis in area Land Side

Redazione

Pubblicato

il

Tema dell’edizione 2024 della manifestazione che coinvolge gli scali nazionali è l’importanza del riciclo

L’aeroporto di Trapani-Birgi, gestito dalla società Airgest, venerdì 21 giugno, in occasione della Festa della Musica, edizione 2024, offrirà una rappresentazione, realizzata in collaborazione con l’Ente Luglio Musicale Trapanese, eseguita dai loro artisti e da quelli del Conservatorio Antonio Scontrino di Trapani. Durante lo spettacolo, che inizierà alle ore 09,30 alle 13,00, nell’area Land Side, sarà proposto un variegato repertorio che spazia dal genere classico al contemporaneo, dalla Traviata ad Astor Piazzolla. Ingresso libero.

Il tema dell’edizione 2024 della Festa della Musica è dedicato alle bande musicali e sostiene l’impegno di Erion WEEE, sistema collettivo scelto dai principali produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche, nel sensibilizzare i cittadini sull’importanza dell’economia circolare e del corretto conferimento dei rifiuti RAEE. Un’occasione per attuare comportamenti virtuosi e fare del bene all’ambiente.

Il programma della Festa della Musica 2024 a Trapani

Faranno parte dello spettacolo offerto gratuitamente ai viaggiatori in transito dall’aeroporto di Trapani Birgi, il quartetto di flauti formato da Maria Aurora Modica, Cecilia Giurlanda, Ilenia Cruciata e Chiara Vassallo; Davide Scardino con la sua chitarra; l’ensemble cameristico, formato da Stefania Alcamo, Micaela Avdyli, Valentina La Colla D’Angelo, Michele Lipari, Giorgia Modica, Alessandro Simone Patti, Miriam Randazzo, Desireè Saladino, Katia Michela Santo, Daniela Pia Maria Urso, diretto da Francesco Masi. La conclusione sarà affidata al Drepanum Brass Quintet.

Leggi la notizia

Cultura

Ustica, un solo maturando agli esami di Stato

Direttore

Pubblicato

il

Deve ancora compiere 19 anni, è di Ustica ed ha un primato: essere l’unico candidato della piccola isola siciliana a misurarsi nei tanto temuti esami di maturità a.s. 2023/24.

Come diverse Isole Minori siciliane, Ustica molpato spesso è teatro di emergenze e disagi come quello di essere l’unico studente dell’Istituto Tecnico Economico locale.

Come riporta Sicilia Fan 

Gaetano Caminita, che frequenta l’Istituto Tecnico Economico di Ustica ha sostenuto l’esame di maturità alla presenza del direttore dell’Ufficio scolastico regionale per la Sicilia, Giuseppe Pierro, testimone di questo momento unico.
 

L’importanza dell’istruzione nelle aree remote

Gaetano, che compirà 19 anni il prossimo 22 giugno, ha frequentato le scuole di Ustica sin dalla tenera età.
È uno dei 46.291 giovani che hanno affrontato questa mattina la prima prova scritta dell’Esame di Stato, ma la sua situazione è davvero unica. Delle 32 ore settimanali previste dal curriculum del suo indirizzo, Turismo, Gaetano ha frequentato la metà come unico studente di quinta e l’altra metà insieme ad altri otto studenti di quarta.

 
 

L’Istituto Tecnico Economico di Ustica da lui frequentato fa parte dell’Istituto Omnicomprensivo di secondo grado ‘Saveria Profeta’. Durante l’anno scolastico 2023-2024, la scuola ha ospitato complessivamente 110 studenti, dai 3 ai 18 anni e Gaetano è stato uno degli studenti più coinvolti nelle attività scolastiche e culturali, partecipando anche al film “Infinitamente piccolo” del regista Pasquale Scimeca, che affronta il tema della solitudine e dei confini naturali che caratterizzano la vita dei giovani di Ustica nei lunghi mesi invernali.

Il caso di Gaetano e della scuola di Ustica speriamo resti isolato, specie al traguardo scolastico più importante, ma rappresenta il significato della preparazione e dell’istruzione da affrontare fino in fondo e in ogni dove, con la proiezione del proprio futuro roseo e pieno di successi professionali e personali.

Ad majora, Gaetano!

Leggi la notizia

Cultura

Pantelleria, festa SS Pietro e Paolo con tante attività della tradizione. Occhio all’ordinanza

Direttore

Pubblicato

il

I Ss. Pietro e Paolo sono festeggiati nella tradizione pantesca da sempre, ora dopo anni di “fermo attività”, l’Associazione La Mulattiera  riaccenderà la consuetudine  con eventi che nella storia cultura dell’isola sono stati sempre rappresentativi. 
Il giorno 29 giugno si parte dalle ore 11,00 con l’entusiasmante gara degli otpimist, organizzata dal Circolo velico di Pantelleria, che rivedremo regista nella regata delle lance alle ore 15.00.

Dallo sport allo spettacolo, dalle regate delle storiche lance pantesche, alla corsa con i sacchi, alle botti a maree e molto altro ancora per una giornata di divertimento assicurato.

A tal proposito, il comandante della Polizia Municipale ha disposto la chiusura alla circolazione le vie meglio specificate nello screen di seguito allegato

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza