Segui i nostri social

Politica

Palermo, lunedì 13 maggio presentazione del libro “Piano B. Uno spartito per rigenerare l’Italia”

Matteo Ferrandes

Pubblicato

-

Non un partito ma uno «spartito» che valorizzi il ruolo della società civile

lunedì 13 maggio all’Istituto di formazione politica Pedro Arrupe alle 17.30 in via Franz Lehar, 6

PALERMO – La società civile deve essere più partecipe e protagonista delle scelte politiche, culturali e sociali. Pertanto, non c’è bisogno di un nuovo partito ma di uno «spartito», un manifesto per rilanciare il ruolo politico della società civile, grande ricchezza del nostro Paese. Di questo si parlerà lunedì 13 maggio alle 17.30 all’istituto Pedro Arrupe. Al centro ci sarà la presentazione del libro “Piano B. Uno spartito per rigenerare l’Italia” firmato da 15 studiosi.

Dopo l’introduzione di p. Gianni Notari (direttore dell’istituto), la tavola rotonda sarà coordinata dal giornalista Vincenzo Morgante. A confrontarsi sul tema, in particolare, saranno Giuseppe Notarstefano (presidente di Azione Cattolica), Marcella Mallen (presidente dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile), Gianluca Galletti (Presidente dell’UCID) e Antonio La Spina (sociologo e docente universitario alla Luiss). Concluderà i lavori Leonardo Becchetti (professore ordinario di Economia politica presso l’Università di Tor Vergata).

Piano B muove dalla certezza che l’attuale modello di sviluppo è malato e il progresso economico di per sé non garantisce la felicità: la domanda più profonda di «ben-vivere» ci spinge a porre l’attenzione su altri fattori, come la salute, l’istruzione, la qualità della vita relazionale, la crescita e la ricchezza delle opportunità. Per realizzare questo progetto, alle due mani tradizionali dell’economia (mercato e istituzioni) deve unirsi una terza mano – delle imprese e delle organizzazioni sociali responsabili – e una quarta – della cittadinanza attiva. Un sistema a quattro mani è l’unico in grado di promuovere la crescita e la vitalità della società civile, che è la vera forza della democrazia. La sfida per un futuro più desiderabile passa da un rilancio della partecipazione. Per rispondere alla complessità del presente, Piano B propone dunque un nuovo paradigma sociale e civile, declinato in diciassette parole fondative e fortemente legato ai concetti di generatività, solidarietà e sostenibilità, presenti nel pensiero e nelle azioni di papa Francesco.

“L’idea del piano B, come progetto collettivo – ha detto p. Gianni Notari –, parte dalla necessità forte di cambiare concretamente rotta perchè i modelli dettati dai partiti non rispondono più alle esigenze delle persone. Per questo, è necessario un nuovo metodo per la trasformazione della società che metta la valorizzazione della persona al centro dei processi partecipativi, creando sinergia di vita a tutti i livelli. L’obiettivo è quello di proporre un’alternativa al modello di sviluppo dominante per avere un benessere diffuso equo e sostenibile. Ci confronteremo per capire come realizzare il Piano B che ha come anima la nostra Costituzione. Per la cittadinanza potrebbe essere un buon momento di discernimento personale in vista delle prossime elezioni europee”. 

Politica

Pantelleria, Giuseppe Palermo (Lega), linea chiara su Referendum Parco

Redazione

Pubblicato

il

Lega Pantelleria, ieri riunione dei dirigenti

Linea chiara sul referendum Parco

Si lavora per collegamenti aerei invernali con Roma

Ieri sera si è tenuta una riunione dei dirigenti della sezione locale della Lega Pantelleria, durante la quale l’Assessore Federico Tremarco e la Consigliera Comunale Mariuccia Silvia hanno fatto il punto sul primo anno di amministrazione.

L’incontro ha rappresentato un momento di confronto e riflessione sugli obiettivi raggiunti e sulle sfide future per il territorio.

L’Assessore Tremarco ha sottolineato l’importanza del lavoro svolto fino ad ora, evidenziando i progetti realizzati e quelli in corso per i trasporti ed il turismo.

La Consigliera Silvia ha ribadito l’impegno della Lega nel sostenere iniziative che possano valorizzare l’isola e le sue potenzialità, puntando su sviluppo economico e sociale sostenibile.

Durante la riunione, sono stati affrontati diversi punti relativi alle prossime attività della Lega locale.

L’ex Consigliere Comunale e portavoce del gruppo locale Giuseppe Palermo ha dichiarato: “Abbiamo discusso ampiamente delle future iniziative della Lega a Pantelleria. Sul referendum riguardante il Parco, il gruppo ha una linea chiara che verrà trattata al momento opportuno. Inoltre, siamo già al lavoro sui voli diretti per Roma anche durante la stagione invernale, per sostenere il turismo e migliorare la connettività dell’isola.”

Il gruppo della Lega Pantelleria ribadisce il suo impegno nel continuare a lavorare con determinazione per il benessere della comunità, ponendo particolare attenzione alle esigenze del territorio e dei suoi abitanti.

Pantelleria 12.06.2024

F.to il portavoce politico Lega Pantelleria

Giuseppe Palermo

Leggi la notizia

Personaggi

Anniversario Berlusconi – Caruso (FI) “Comunità siciliana di FI prosegue suo impegno, grata per insegnamenti e passione”

Redazione

Pubblicato

il

“Ad un anno dalla sua scomparsa, Silvio Berlusconi continua ad essere il nostro punto di riferimento. Nel suo nome, migliaia di cittadini, amministratori locali, imprenditori, persone animate dal suo sogno liberale continuano a portare avanti il suo lavoro.
Certamente mancano a tutti noi la sua passione e la sua energia, ma nel suo ricordo prosegue un impegno per fare dell’Italia il paese delle libertà all’interno del progetto europeo ed atlantista.
Tutta la comunità siciliana di Forza Italia ha dimostrato proprio in questi giorni quanto forte sia questo impegno, quanto radicata sia la volontà di andare avanti. Crediamo sia questo il modo migliore per dimostrare a Silvio Berlusconi la nostra immensa gratitudine per i regali che ci ha fatto con la sua visione, la sua passione, i suoi insegnamenti.”

Lo dichiara Marcello Caruso, coordinatore di Forza Italia in Sicilia, nel primo anniversario della morte di Silvio Berlusconi

Leggi la notizia

Elezioni

Amministrative 2024, tutti i neo sindaci della Sicilia

Direttore

Pubblicato

il

L’appuntamento elettorale del 2024 ha visto ben 37 comuni della Sicilia impegnati nel rinnovo delle amministrazioni.
Chi è salito alla reggenza?

Nel palermitano
 

A Bagheria Filippo Tripoli di Italia Viva vince con oltre il 70% dei voti, alla guida di una coalizione trasversale che comprende il Pd, Cateno De Luca e Azione. Nel centrodestra diviso si piazza prima Tommaso Gargano, sopra il 17%, mentre Pina Provino della nuova Dc è intorno al 7, seguita da Rosario Giammanco. “I dati premiano una coalizione riformista e popolare che in questi cinque anni si è concentrata sugli interessi superiori della comunità, rimanendo coerente al mandato ricevuto”, commenta il dem Daniele Vella.

 
A Monreale confermato Alberto Arcidiacono

Corleone a Walter Rà. Giuseppe Minutilla  a San Mauro Castelverde, Pippo Palmeri a Roccamena, a Borgetto Roberto Davì e a Cinisi Vera Abbate. A Palazzo Adriano Nicolò Granà, unico candidato, ì come Piero Calogero D’Anna a Bompietro.

Caltanissetta e Gela al ballottaggio
 Nel primo comune sono in disputa il candidato di centrodestra Walter Tesauro; a fargli compagnia dovrebbe essere la civica Annalisa Petitto
 
Per Gela la sfida sarà tra Grazia Consentino, di centrodestra ma con l’appoggio di Iv, e Terenziano Di Stefano di centrosinistra mentre Mazzarino elegge sindaco Mimmo Faraci.

Racalmuto, trionfa Calogero Bongiorno

Passiamo all’Agrigentino

. Ad Alessandria della Rocca vittoria  di Salvatore Mangione mentre Caltabellotta di Biagio Marciante. A Campobello di Licata Vito Terrana, a Naro Melchiorre Dalacchi e a Santa Elisabetta Liborio Gaziano. A
 
Nel Catanese

Ad Aci Castello vittoria di Carmelo Scandurra, a Motta Sant’Anastasia Antonio Bellia mentre a Ragalna  Nino Caruso. A Zafferana Etnea conferma  l’uscente Salvatore Russo.

Nel Trapanese saranno in quattro a vestire la fascia tricolore. 

Vito Scalisi si impone a Salemi, Michele Saitta a Salaparuta mentre a Castelvetrano Giovanni Lentini. A Mazara del Vallo centra la rielezione l’uscente Salvatore Quinci –

 

Brolo, vince sbancando per la quinta volta Pippo Laccoto,Condrò si impone Giuseppe Catanese e a Falcone Carmelo Paratore. Forza d’Agrò  Bruno Miliadò mentre a Leni la spunta Ireneo Giardinello.
Longi incorona Calogero Lazzara, a Mandanici  Armando Carpo e a Oliveri Francesco Iarrera. A Rometta Antonino Cirino, Spadafora a Lillo Pistone.

Nel Siracusano è Pachino, che deve ancora aspettare per il suo sindaco, dopo il ballottaggio si sfideranno Barbara Fronterrè e Giuseppe Gambuzza.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza