Segui i nostri social

Pantelleria

Morto Amedeo di Savoia-Aosta, il principe che amava Pantelleria

Avatar

Pubblicato

il

«All’isola resterà il ricordo del suo amore e un magnifico giardino di interesse scientifico e ambientale».

Si conclude così il lungo messaggio di Enzo Bonamo Ferrandes in ricordo di Amedeo Duca d’Aosta che oggi, all’età di 77 anni, è morto per un arresto cardiaco.

«Aveva fortemente amato l’isola di Pantelleria – ha scritto Bonomo Ferrandes – definendola “il mio sogno mediterraneo” e, dopo aver acquistato casa e giardino, aveva costituito un’autentica collezione di piante succulente, provenienti da tutto il mondo, come splendida raccolta botanica a cielo aperto. Nell’isola aveva anche intessuto importanti amicizie e spesso era stato invitato a partecipare a cerimonie ed eventi, pur conducendo una vita sostanzialmente ritirata e austera».

Il Principe è morto ad Arezzo anche se era solito passare l’inverno a Pantelleria, soprattutto negli ultimi anni.

Un amore, quello per l’Isola, nato durante un’azione di guarda pesca nel Canale di Sicilia quando era un Ufficiale di Marina e concluso con l’acquisto di un dammuso a Sciuveki – insieme alla moglie Silvia –, diventando cittadino onorario dell’Isola.

In più libri aveva scritto della sua esperienza sull’Isola e dei suoi rapporti con la comunità pantesca, non tralasciando la sua passione per le piante grasse e la storia del suo giardino fatto di essenze esotiche, alberi rari e piante di ogni angolo del mondo.

«Qui a Pantelleria – aveva dichiarato in una vecchia intervista – si sta a meraviglia. E poi io sono un ex marinaio e avere il mare a due passi mi riempie di gioia».
Un amore per l’Isola diverso dagli altri vip. E, forse, anche più forte. Perché il Principe non si limitava a risiedere a Pantelleria, ma la viveva. E lo faceva rapportandosi con i panteschi, di cui amava la festosità, e respirando i profumi e i colori di Pantelleria, dove aveva passato il lockdown. Proprio in quel periodo, poi, apprezzò ancor di più gli abitanti dell’Isola.

«Devo dire che qui – aveva detto in una recente intervista ho ricevuto delle grandi lezioni di senso civico dai cittadini in quanto, anche se le prime indicazioni da parte del governo non sono state molto chiare e quelle che c’erano non sono state facili da applicare, la gente di qui si è comportata in modo esemplare. La coda fuori dalla banca, ordinata, fuori dalla posta, dai negozi, tutti rispettosi, silenziosi, composti. Insomma, una cittadina ideale dove ho passato dei sereni mesi nonostante la situazione che ci circonda».

Con la sua morte, annunciata dai familiari con un comunicato, ha lasciato grandi eredità. A Pantelleria lascia il suo ricordo di amante dell’isola e l’incanto del suo giardino. Al figlio Ajmone, invece, lascia l’eredità più grande: quella di successore pretendente al Trono d’Italia, con la speranza che possa amare Pantelleria proprio come aveva fatto il padre.

Maria Chiara Conticello

Maria Chiara Conticello è nata a Erice il 25 febbraio 1998. Nel 2020 si è laureata in Scienze dell'Informazione: Comunicazione Pubblica e Tecniche Giornalistiche presso l'Università di Messina. Dal 2020 collabora con il giornale Online Prima Pagina Trapani. Nel 2021 avvia una collaborazione con il Giornale di Pantelleria. Attualmente frequenta il Corso di Laurea Magistrale in Scienze dello Spettacolo.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Pantelleria, oggi la 1ª Commissione Consigliare discuterà la modifica del Piano Regolatore Generale

Avatar

Pubblicato

il

Quest’oggi si tiene la seduta della prima Commissione Consigliare del Comune di Pantelleria, avente ad oggetto nell’ordine del giorno, la modifica del Piano Regolatore Generale.

Scopo di tale decisione è la realizzazione di un nuovo parcheggio presso l’Aeroporto.

La seduta potrà essere seguita anche in diretta streaming su youtube da questo link: Diretta Commissione Consigliare

Di seguito il documento:

 

Leggi la notizia

Pantelleria

Stasera Pantelleria su Tg1 con Francesco Lanzino e le sue mule

Avatar

Pubblicato

il

Oggi all’edizione serale del Tg1, delle ore 20,00, potremo assistere al’intervista a Francesco Woodvivor Lanzino,
protagonista del progetto “a passo di mulo”.

L’intraprendente palermitano è partito circa sei mesi fada Pantelleria a dorso delle sue due mule, Gina, Agnese e dell’Asinella Pantesca Iris.

Dopo un percorso di oltre 1000 chilometri, la tappa finale sarà Torino. Intanto Lanzino si trova alla Fiera del Cavallo di Verona dove è stato accolto con le sue cavalcature. Tra di esse, dicevamo, vi è una asino femmina del parco Demanio San Matteo, Allevamento Asino Pantesco in Erice (Regione Siciliana).

Rimanete aggiornati con Il Giornale di Pantelleria su tutti i fatti di attualità, cronaca, cultura e altro ancora. 
Leggi la notizia

Lavori Pubblici

Pantelleria – Rione S. Giacomo, manto stradale pericoloso. La segnalazione del PD

Avatar

Pubblicato

il

Il Partito Democratico – Circolo di Pantelleria ha segnalato al Sindaco e al Responsabile del Settore II del Comune di Pantelleria lo stato di precaria manutenzione in cui versa il manto stradale del Rione San
Giacomo di Pantelleria centro, chiedendo che vengano programmati i necessari interventi di sistemazione del suddetto manto stradale al fine di risanare situazioni di possibile pericolo per l’incolumità pubblica.
“Abbiamo ricevuto diverse segnalazioni – spiega Giuseppe La Francesca dirigente e Responsabile provinciale Isole Minori del Partito Democratico – da nostri concittadini residenti nel quartiere popolare di San Giacomo e abbiamo avuto modo di costatare personalmente il pessimo stato di manutenzione in cui versa il manto stradale, in un rione altamente popolato e quindi con seri pericoli per l’incolumità pubblica”.
“Pochi mesi fa grazie all’intervento dell’Istituto Autonomo Case Popolari – continua La Francesca – si sono ultimati i lavori di manutenzione dei prospetti delle sei palazzine del Rione San Giacomo, un intervento di sistemazione anche del manto stradale ridarebbe fra l’altro il giusto decoro all’intero quartiere, in un’ottica sempre più ampia di riqualificazione del nostro centro urbano”.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency