Segui i nostri social

Personaggi

Morte Bongiorno, On. Catania: “Se ne va persona di grande valore”

Giovanni Di Micco

Pubblicato

-

«Se ne va una persona di grande valore, che si è contraddistinta per l’impegno, la capacità, la lungimiranza, il servizio in favore del nostro territorio e della Sicilia tutta. Un imprenditore che ha dato lustro alla nostra terra, essendo d’esempio per l’abnegazione, e l’abilità e l’attitudine a collaborare, lavorando in sinergia per lo sviluppo e la crescita collettiva».

Lo dice il deputato regionale Nicola Catania (FdI), sindaco di Partanna per la morte del Presidente di Sicindustria Gregory Bongiorno. L’onorevole Catania ha proposto di rendere omaggio all’attività svolta da Bongiorno per il territorio della provincia di Trapani: «Chiederò la cointestazione dell’aeroporto di Trapani proprio a Bongiorno, che faceva parte dell’assemblea dei soci dello stesso scalo. Attueremo le opportune consultazioni per la richiesta alla Prefettura di una deroga ai dieci anni dalla morte, così come previsto dalle norme vigenti», ha concluso Catania.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura

Giornata della Memoria, la Segre “siate farfalle gialle che volano oltre il filo spinato”

Direttore

Pubblicato

il

Oggi, 27 gennaio, Giornata della Memoria, molteplici sono le iniziative che cadenzano la ricorrenza in Italia e tante le dichiarazioni dei big della cultura, della politica che ci invitano al ricordo di cosa sia stata la vita nei campi di concentramento e la segregazione razziale.

Nel 2020, al Parlamento Europeo, Liliana Segre durante un suo intervento aveva così dichiarato:
“Anche oggi fatico  a ricordare, ma mi è sembrato un grande dovere accet6tare questo invito e avere questa occasione per ricordare il male altrui. Ma anche per ricordare si può, una gamba davanti all’altra, essere come quella bambina di Terezin;  che chi andrà a Praga o già ci è stato e ha visitato il museo dei bambini che a Terezin potevano fare le recite o colorare coi pastelli; e che poi un giorno furono tutti deportati e uccisi ad Aushwitz per la colpa di esser nata, nati perchè erano bambini quindi potevano aver fatto del male a nessuno; c’è una bambina di cui non ricordo il nome che ha disegnato una farfalla gialla, che vola sopra i fili spinati.”

Qui la superstite dell’Olocausto, classe 1930, prende fiato per dare incienza alle sue parole che seguiranno: “Che quella farfalla gialla voli sempre sopra i fili spinati! 

La Segre, testimone attiva della Shoah italiana, è dal 15 aprile 2021 presidente della Commissione straordinaria per il contrasto dei fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza.
Con il suo discorso e la storia della farfalla gialla quel giorno aveva toccato l’animo dei suoi astanti, scaturendo e rinnovando commozione profonda, per non dimenticare.

Leggi la notizia

Economia

Morte Gregory Bongiorno: il cordoglio di Airgest e del presidente Salvatore Ombra

Direttore

Pubblicato

il

Il presidente di Airgest, Salvatore Ombra, esprime cordoglio per la scomparsa di Gregory Bongiorno, imprenditore e presidente di Confindustria, socio della società di gestione dell’aeroporto di Trapani Birgi. 

«Esterrefatti – ha scritto il presidente di Airgest, Salvatore Ombra – apprendiamo la notizia della prematura scomparsa di Gregory Bongiorno che, solo pochi giorni fa, è stato presente all’assemblea che mi ha confermato alla guida di Airgest, rappresentando la fiducia di Confindustria per il lavoro fatto insieme fino ad oggi. Uomo garbato, elegante e grande professionista – ha sottolineato Ombra – era sempre pronto ad offrire un consiglio e il suo supporto per il bene dell’aeroporto e del nostro territorio. Lascia un ricordo indelebile. Anche a nome di tutti i lavoratori di Airgest che hanno avuto l’onore di conoscerlo ed apprezzarlo, esprimo alla famiglia il nostro più profondo cordoglio».

Leggi la notizia

News

E’ morta Gina Lollobrigida: aveva 95 anni la grande diva del cinema italiano

Direttore

Pubblicato

il

È morta Gina Lollobrigida.
 
La grande protagonista del cinema italiano, Gina Lollobrigida, è deceduta all’età di 95 anni, dimessa da poco dall’Ospedale Sant’Eugenio di Roma.

Ivi era ricoverata a causa di un incidente domestico: una frattura al femore dopo poco la tornata elettorale che la vedeva candidata a Latina per il Senato.

Una carriera costellata di successi e che le è valsa, tra gli altri, sette David di Donatello: la sua fama è legata al nuovo cinema italiano del neorealismo: lavora con Pietro Germi (“La citta’ si difende”) e con Carlo Lizzani (“Achtung banditi”) alla metà esatta del secolo scorso ritagliandosi ruoli di vigorosa passionalita’ popolana in cui affina una recitazione da autodidatta imprimendole la sua personalità. Il primo successo personale è però fuori dai confini: il francese “Fanfan la Tulipe” con Gerard Philipe nel 1952. Recita per Rene Clair, Alessandro Blasetti, Mario Monicelli e Steno, Mario Soldati e finalmente diventa diva in patria con il trionfale “Pane amore e fantasia” di Luigi Comencini (1953) compreso un fortunato seguito sempre in coppia con Vittorio De Sica.

Negli ultimi anni si era dedicata soprattutto all’arte e alla fotografia, con molte mostre, non smetteva di fare progetti, l’ultimo un libro di disegni. 

Immagine da facebook

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza