Segui i nostri social

Meteo

Meteo, forte maltempo con rischio di nubifragi e grandinate

Marilu Giacalone

Pubblicato

-

FORTE MALTEMPO, RISCHIO DI NUBIFRAGI E GRANDINATE.
SABATO ULTIMI FENOMENI AL CENTRO-SUD, POI RINFORZA L’ALTA PRESSIONE: A INIZIO OTTOBRE PREVALGONO TEMPO STABILE E CLIMA MITE PER LA STAGIONE
 
L’ampia area depressionaria che attualmente influenza la circolazione in gran parte dell’Europa tenderà tra oggi e domani ad approfondirsi in direzione del Mediterraneo centro-occidentale. L’Italia, sottoposta a un teso flusso sud-occidentale, sarà quindi interessata da un attivo passaggio perturbato con precipitazioni localmente abbondanti e sotto forma di rovesci o temporali che in più fasi coinvolgeranno soprattutto il settore tirrenico, quello ligure, l’ovest della Sardegna e parte del Nord.
 
La vivace ventilazione sud-occidentale continuerà a favorire temperature oltre la norma, sopra i 25 gradi, sul medio Adriatico e nelle regioni meridionali mentre dei cali sono attesi nelle aree più perturbate. Nel fine settimana la perturbazione tenderà ad allontanarsi con gli ultimi strascichi sul medio Adriatico e al Sud. Seguirà un rialzo della pressione con l’anticiclone che da domenica e all’inizio della prossima settimana dovrebbe garantire stabilità diffusa e clima mite per la stagione.
 
 
LE PREVISIONI PER LE PROSSIME ORE
 
Nuvolosità irregolare a tratti compatta, specie nei settori occidentali del Paese. Nel corso della giornata possibili piogge o temporali a carattere intermittente al Nord, sulle regioni tirreniche dalla Toscana al nord della Calabria, lungo l’Appennino, in Sardegna e, più sporadicamente, anche in Sicilia. Possibili fenomeni di forte intensità, specie in Sardegna, lungo il versante tirrenico del Centro-Sud e all’estremo Nord-Est.
 
Temperature massime stazionarie o in lieve flessione al Nord e sul Tirreno, locali aumenti nel resto del Paese. Sulle regioni centrali adriatiche, al Sud e sulle Isole si potranno superare i 25 gradi; punte di 30 sulla Sicilia ionica. Venti di Libeccio su tutti i mari e sulle regioni centro-meridionali, fino a localmente forte nel Golfo Ligure e lungo l’Appennino settentrionale.
Mari: da poco mossi a mossi Adriatico e Ionio; mossi o molto mossi gli altri, fino ad agitato il Ligure orientale.
 
 
LE PREVISIONI PER DOMANI
 
Schiarite per gran parte della giornata su Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e nord della Sicilia. Nel resto del Paese cielo da nuvoloso a coperto; piogge e temporali fin dal mattino in molte aree del Nord, in Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Campania e Sardegna, meno probabili su Alpi occidentali ed Emilia. Rischio di precipitazioni intense su Levante ligure, zone interne e tirreniche del Centro e in Sardegna. Fra pomeriggio e sera possibili piogge o rovesci anche in Sicilia e bassa Calabria. In serata precipitazioni in attenuazione al Nord.    
 
Temperature senza grosse variazioni, a parte dei locali rialzi al Sud e in Sicilia dove si potranno toccare punte di 28-30 gradi. Venti moderati o tesi sui mari e sulle regioni centro-meridionali: in prevalenza da sud o sudest, dal pomeriggio tenderanno a disporsi di Maestrale sulla Sardegna. Forti raffiche nelle aree temporalesche. Mari: generalmente mossi, fino a molto mossi il mare di Corsica, il mare e Canale di Sardegna e l’Adriatico centro-meridionale al largo.
 
 
LE PREVISIONI PER SABATO
 
Al mattino cielo ancora in generale nuvoloso; locali piogge o rovesci nelle zone interne del Centro e nell’area del Golfo di Trieste; possibili rovesci o temporali in Campania, estremo Sud e Sicilia. Nel pomeriggio schiarite al Centro-Nord e in Sardegna, specie in pianura e sulle aree costiere. Ancora nuvoloso al Sud e in Sicilia con possibili rovesci nel nord dell’isola. Alla sera possibile fase temporalesca fra Calabria e Sicilia con fenomeni localmente intensi.
 
Temperature in aumento nei valori massimi al Centro-Nord e in Sardegna. Ventoso per Maestrale su Sardegna, Tirreno e Stretto di Sicilia, per venti nord-orientali sullo Ionio. Leggermente ventilato anche nel resto del Paese. Mari: per lo più mossi o molto mossi quelli occidentali e il basso Ionio; da poco mossi a localmente mossi Adriatico e alto Ionio.
 
 
È possibile consultare le previsioni nel dettaglio sul sito www.iconameteo.it
Per chiarimenti e approfondimenti siamo a disposizione al numero 026602181, selezionando il tasto 1 “Produzione TV”.

 
Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Meteo

Meteo, veloce perturbazione al Centro-Nord, poi tregua dal maltempo martedì e mercoledì

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

UNA VELOCE PERTURBAZIONE (LA N.2 DEL MESE) ATTRAVERSA OGGI LE REGIONI CENTRO SETTENTRIONALI CON PIOGGE E NEVE SULLE ALPI. MARTEDÌ E MERCOLEDÌ MIGLIORA OVUNQUE MENTRE NEL PONTE DELL’IMMACOLATA SI CONFERMA L’ARRIVO DI UN INTENSO PEGGIORAMENTO AL CENTRO-NORD
 
In questo inizio di settimana osserviamo una perturbazione attraversare abbastanza velocemente il nord del Paese, con qualche effetto anche su parte delle regioni centrali; al Sud e sulle isole il tempo si presenta per lo più soleggiato e anche mite. Per martedì e mercoledì è previsto un miglioramento delle condizioni meteorologiche anche al Nord che favorirà la formazione di banchi di nebbia in pianura. Qualche rovescio potrà verificarsi solo localmente in Umbria, nelle Marche e in Toscana.
 
Le temperature resteranno al di sopra della norma – affermano i meteorologi di Meteo Expert -, particolarmente sulle regioni centro meridionali. Anche gli ultimi dati confermano il passaggio di una nuova intensa perturbazione sul Centro Nord Italia tra la seconda parte di giovedì 8 dicembre e venerdì.
 
 
 
PREVISIONI PER LE PROSSIME ORE
 
Tempo prevalentemente stabile e soleggiato lungo il medio mare Adriatico, al Sud e sulle isole dove il sole si alternerà a qualche innocuo e temporaneo passaggio nuvoloso. Nubi inizialmente compatte sul resto del Centronord con schiarite nel corso del giorno sul Nordovest. Al mattino precipitazioni diffuse sul nord della Lombardia e sul Nordest, nevose sopra 1000-1400 m. Rovesci sparsi in Toscana e sull’Umbria, isolati in Romagna. Nel pomeriggio migliora a Nordovest, precipitazioni deboli e residue sull’estremo Nordest, deboli nevicate sparse sulle Alpi centro orientali sopra 1000 m circa; brevi rovesci isolati sulla Toscana, in Umbria, occasionalmente sul nord delle Marche.
Temperature massime in leggero rialzo in Sardegna, sul Lazio e sul Nordest.
Venti moderati meridionali sul mar Tirreno centrale e settentrionale, generalmente deboli altrove.
Mari in prevalenza poco mossi; mossi medio e alto Tirreno, canale d’Otranto.
 
 
 
PREVISIONI PER DOMANI, MARTEDÌ 6 DICEMBRE
 
Al Nord cielo in prevalenza sereno, con qualche addensamento in Romagna e possibili nebbie al mattino sulle pianure. Tempo abbastanza soleggiato anche al Sud con cielo in prevalenza poco nuvoloso e nubi in aumento in serata, specialmente in Sicilia. Sulle regioni centrali cielo in prevalenza nuvoloso, con qualche schiarita più ampia nel nordovest della Toscana e possibilità di locali piogge o brevi rovesci nell’arco della giornata su Toscana, Umbria, nord delle Marche.
Temperature in lieve calo al Nord e sulle regioni centrali adriatiche; clima mite al Sud e sulle isole con punte di 17-20 gradi.
Venti per lo più deboli; soffieranno con moderata intensità dai quadranti meridionali sul Salento, sul mare Ionio e sul canale di Sicilia.
Mari: mossi lo Ionio, il Tirreno sud-occidentale, il canale di Sicilia ed il canale d’Otranto; in prevalenza poco mossi gli altri settori.
 
 
 
PREVISIONI PER MERCOLEDÌ 7 DICEMBRE
 
Una nuvolosità irregolare localmente anche compatta insisterà su buona parte delle regioni centrali e tra l’Emilia meridionale e la Romagna; locali piogge potranno interessare nell’arco della giornata Grossetano, Lazio centro-settentrionale, Umbria e Marche. Qualche annuvolamento sparso anche nel nordovest della Sardegna e sulla Puglia meridionale dove non si escludono brevi piovaschi nel Salento. Nella fascia centrale della Val Padana a cavallo del Po possibili nebbie mattutine, in successivo sollevamento e localmente persistenti anche nelle ore centrali del giorno. Cielo sereno o poco nuvoloso sul resto d’Italia. A fine giornata nubi in aumento al Nordovest, nel settore ligure, in Sardegna e sulla Sicilia occidentale.
Temperature stabili o in lieve calo; ancora piuttosto miti al Sud e sulle isole con punte fino ai 18-20 gradi.
Venti per lo più deboli con rinforzi di Scirocco nel canale d’Otranto e da ovest al largo nel canale di Sardegna dove i mari saranno mossi. In prevalenza poco mossi gli altri mari.
 

È possibile consultare le previsioni nel dettaglio sul sito www.iconameteo.it.
Per chiarimenti e approfondimenti siamo a disposizione al numero 026602181, selezionando il tasto 1 “Produzione TV”. 
 
 

Leggi la notizia

Meteo

Meteo, via vai di perturbazioni

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

OMENICA MALTEMPO IN GRADUALE ATTENUAZIONE AL CENTRO-SUD, INSISTE LA PIOGGIA AL NORD.
A FINE GIORNATA UNA NUOVA PERTURBAZIONE INVESTIRÀ IL NORD-OVEST: ENTRO DOMANI ATTRAVERSERÀ TUTTE LE REGIONI CENTRO-SETTENTRIONALI.
 
 
Si fanno ancora sentire gli ultimi effetti dell’intensa perturbazione numero 1 di dicembre, che ieri ha provocato forte maltempo in diverse regioni: oggi insisterà soprattutto sul nord della Lombardia e nelle regioni di Nord-Est. In gran parte del Centro-Sud, invece, si assisterà al ritorno di condizioni meteo gradualmente più stabili.
A fine giornata una nuova perturbazione atlantica (la n. 2 del mese) raggiungerà il Nord-Ovest – avvertono i meteorologi di Meteo Expert – , per poi attraversare rapidamente lunedì il resto del Centro-Nord, portando piogge su tutto il settore e altre nevicate sulle Alpi. Le regioni meridionali e le Isole saranno risparmiate dal sistema perturbato, e anzi godranno di condizioni di tempo soleggiato.
 
Successivamente per l’Italia si profila una breve fase stabile, con l’eccezione di qualche locale fenomeno martedì al Centro, mentre il ponte dell’Immacolata potrebbe aprirsi con l’arrivo di una nuova perturbazione. Si tratta di un’evoluzione che presenta ancora margini di incertezza, per cui vi invitiamo a seguire i prossimi aggiornamenti che permetteranno di conoscere maggiori dettagli.
 
 
LE PREVISIONI PER LE PROSSIME ORE
 
Prime ore della giornata con molte nuvole su gran parte d’Italia e rischio di rovesci o temporali localmente anche forti sulla Puglia meridionale, dove la Protezione Civile ha diramato l’allerta arancione. Piogge diffuse nelle Venezie, fenomeni più deboli e isolati nel resto del Centro-Nord, con limite della neve sulle Alpi oltre i 1000-1400 metri.
Dalla tarda mattinata tendenza a una graduale attenuazione dei fenomeni e passaggio a un tempo più soleggiato al Sud, in Sicilia e lungo il medio Adriatico; fenomeni più insistenti lungo le Alpi e al Nord-Est; quota neve in rialzo sopra 1200-1400 metri. Qualche pioggia sull’alta pianura lombarda; rovesci sporadici sul Lazio e sulla Toscana. Di sera nuovo deciso peggioramento al Nord-Ovest e sulla Toscana.
 
Temperature massime pomeridiane tra i 7 e 12 gradi al Nord, 13-17 al Centro, 18-22 al Sud e Isole.
Venti inizialmente forti da sud o di Scirocco in Adriatico, Puglia meridionale e Ionio in graduale attenuazione; venti di Libeccio fino a moderati nel Tirreno e in Sardegna; Tramontana in attenuazione in Liguria. Mari mossi o molto mossi, fino ad agitati l’Adriatico, il Canale d’Otranto e l’alto Ionio.
 
 
LE PREVISIONI PER DOMANI
 
Lunedì tempo prevalentemente stabile e soleggiato lungo il medio versante Adriatico, al Sud e sulle Isole, dove il sole si alternerà a qualche innocuo e temporaneo passaggio nuvoloso. Nubi inizialmente compatte sul resto del Centro-Nord con schiarite nel corso del giorno sul Nord-Ovest.
Al mattino precipitazioni diffuse sul nord della Lombardia, sull’alto Piemonte e sul Nordest, nevose sopra 1000-1400 metri. Rovesci sparsi in Toscana, sull’Umbria e nell’alto Lazio, isolati in Romagna. Nel pomeriggio migliora a Nord-Ovest, precipitazioni deboli e residue sull’Alto Adige sul Nord-Est, con neve sopra i 1.000 metri circa; brevi rovesci isolati sulla Toscana, in Umbria, occasionalmente sul nord delle Marche.
 
Temperature minime in calo al Sud; massime in rialzo in Sardegna e sul Nord-Est. Venti moderati meridionali sul mar Tirreno centrale, generalmente deboli altrove. Mari: in prevalenza poco mossi; mossi medio e alto Tirreno, canale d’Otranto.
 
 
LE PREVISIONI PER MARTEDÌ
 
Al Nord cielo in prevalenza sereno, con qualche residuo addensamento in Romagna e possibili nebbie al mattino sulle pianure, in temporaneo diradamento e sollevamento nelle ore centrali della giornata. Tempo abbastanza soleggiato anche al Sud con cielo da poco a parzialmente nuvoloso e nubi in aumento in serata; nuvolosità irregolare in transito sulle Isole, in particolare dal pomeriggio. Sulle regioni centrali cielo in prevalenza nuvoloso, con qualche schiarita più ampia nel nord-ovest della Toscana e possibilità di locali piogge o brevi rovesci nell’arco della giornata su bassa Toscana, Umbria, alto Lazio e Marche.
 
Temperature in lieve calo al Nord e sulle regioni centrali adriatiche; clima mite al Sud e sulle Isole maggiori.
Venti  per lo più deboli; soffieranno con moderata intensità dai quadranti meridionali sul Salento, sul mare Ionio e sul canale di Sicilia.
Mari: mossi lo Ionio, il Tirreno sud-occidentale, il canale di Sicilia ed il canale d’Otranto; in prevalenza poco mossi gli altri settori.
 
 
È possibile consultare le previsioni nel dettaglio sul sito www.iconameteo.it.
Per chiarimenti e approfondimenti siamo a disposizione al numero 026602181, selezionando il tasto 1 “Produzione TV”.

Leggi la notizia

Meteo

Messina – Alluvione, 293 mm di pioggia sui Peloritani: “Scappate ai piani alti”

Redazione

Pubblicato

il

Alluvione a Messina, 293mm di pioggia sui Peloritani: “scappate ai piani alti” | LIVE
Alluvione in corso nel messinese, le immagini e gli aggiornamenti in diretta
di Peppe Caridi da Meteoweb.eu
 
 
 
Situazione sempre più critica nel messinese tirrenico flagellato da una pesante alluvione provocata da un temporale autorigenerante alimentato dallo scirocco. A Barcellona Pozzo di Gotto l’accumulo pluviometrico è lievitato fino agli attuali 210mm di pioggia, e continua a diluviare. A Terme Vigliatore sono caduti 153mm di pioggia, ma i record sono nelle zone interne dove Novara di Sicilia è addirittura a 293mm di pioggia e Rodì ha raggiunto 251mm di pioggia.

 
Le temperature stanno rapidamente aumentando nelle zone alluvionate sotto i colpi dello scirocco: nonostante la pioggia insistente abbiamo +16°C a Barcellona Pozzo di Gotto, +15°C a Terme Vigliatore e +12°C a Novara di Sicilia, in rapido aumento.

La situazione è drammatica, a Barcellona Pozzo di Gotto il torrente Longano sta per esondare. Le autorità consigliano di rifugiarsi ai piani alti delle abitazioni.

Maltempo a Barcellona Pozzo di Gotto, il torrente Longano sul punto di esondare

Barcellona Pozzo di Gotto, il torrente Longano sempre più vicino agli argini

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza