Segui i nostri social

Meteo

Meteo, ciclone sull’Italia: neve, pioggia e venti freddi di burrasca

Giovanni Di Micco

Pubblicato

-

TALIA ALLE PRESE CON ARIA ARTICA E UN VORTICE CICLONICO: FORTE MALTEMPO SOPRATTUTTO AL CENTRO-SUD, CON PIOGGE LOCALMENTE INTENSE E NEVE FINO A BASSA QUOTA.
ATTENZIONE ANCHE AL VENTO: RAFFICHE DI BURRASCA E RISCHIO MAREGGIATE.
 
 
La vasta area di bassa pressione associata a una massa d’aria di origine artica resterà posizionata sul Mediterraneo centrale e l’Italia, mantenendo una situazione climatica decisamente invernale. Nelle ultime ore l’aria fredda si è propagata fino alle regioni meridionali, rendendo il raffreddamento diffuso da nord a sud.
 
All’interno dell’area depressionaria si sta muovendo un’intensa perturbazione responsabile del maltempo in particolare sul basso Tirreno e sul medio Adriatico, con molte piogge e neve fino a quote molto basse nel settore appenninico centrale e lungo l’Adriatico, dalla Romagna al nord della Puglia. L’intenso ciclone che accompagna la perturbazione, in risalita sul medio Adriatico, manterrà molto intensa la ventilazione, con raffiche fino a burrascose e rischio di mareggiate.
 
Fra domenica pomeriggio e lunedì un’altra perturbazione si muoverà dallo Ionio all’Adriatico raggiungendo anche il Nord: sono attese, quindi, altre precipitazioni localmente moderate con neve a quote collinari ma a tratti fino in pianura in Emilia Romagna e bassa pianura padana. Secondo gli ultimi aggiornamenti, questa circolazione di aria artica continuerà a insistere in corrispondenza dell’Italia fino a metà della prossima settimana, seppur decisamente attenuata.
 
 
LE PREVISIONI PER LE PROSSIME ORE
 
Sabato cielo poco nuvoloso o velato al Nord-Ovest, con nubi più estese su Lombardia orientale e Liguria di levante; abbastanza soleggiato anche sulla Sicilia orientale; parzialmente nuvoloso sulle Alpi orientali e sull’Emilia occidentale; qualche temporanea ampia schiarita possibile nel sud-est della Sardegna e della Sicilia.
Altrove cielo da nuvoloso a coperto. Precipitazioni diffuse e a tratti intense sulle regioni centrali adriatiche fino alla Puglia garganica, nevose a quote molto basse nell’immediato entroterra (100-400 metri), localmente miste a pioggia fino in costa nelle Marche specie nel settore settentrionale. Nevicate più deboli e intermittenti in Romagna, Umbria e Toscana orientale. Piogge e locali rovesci o temporali in Campania, Calabria e sporadicamente anche sulla Puglia meridionale: quota neve nelle zone interne montuose oltre i 500-800 metri. Qualche precipitazione isolata possibile anche lungo le coste settentrionali e occidentali della Sardegna e sulla Sicilia occidentale.
 
Temperature massime stazionarie o in ulteriore calo, sotto la media in quasi tutta l’Italia.
Ventoso per venti settentrionali al Centro-Nord e in Sardegna, occidentali al Sud e in Sicilia: raffiche di burrasca sul medio Adriatico attorno al minimo del ciclone che accompagna la perturbazione. Mari: mossi i settori nord ed est del Ligure, l’alto Tirreno e il settore nord dell’alto Adriatico; molto mossi o agitati gli altri.
 
 
LE PREVISIONI PER DOMANI
 
Domenica nelle Alpi e sulle regioni di Nord-Ovest cielo generalmente poco nuvoloso, con tempo a tratti anche soleggiato; ampie schiarite anche su Abruzzo, Molise, Lazio centrale e Sardegna. Cielo da nuvoloso a coperto nel resto d’Italia. Precipitazioni più probabili su Emilia centro-orientale, Romagna e Marche settentrionali, anche moderate e nevose localmente fino in pianura; parziale coinvolgimento anche dell’Umbria e della Toscana con neve a quote collinari di 200-400 metri.
Al Sud e sulla Sicilia tempo instabile, con alcune piogge intermittenti, anche a carattere di rovescio, più diffuse nella seconda parte della giornata; quota neve intorno ai 600-900 metri nei rilievi. Qualche pioggia più sporadica possibile lungo le coste del basso Lazio e della Sardegna nord-orientale.
 
Temperature pienamente invernali e inferiori alla norma. All’alba gelate diffuse al Nord.
Venti a rotazione ciclonica attorno al centro della depressione, posizionato tra il Tirreno e il settore peninsulare. Forti raffiche di Bora sull’alto Adriatico, in estensione in serata anche all’Adriatico centrale. Rinforzi di Grecale anche sulla Toscana e sull’alto Tirreno, di Tramontana in Liguria e Sardegna, da sud-sudest sulla Puglia meridionale.
Mari: fino a molto mossi alto Adriatico, Canale d’Otranto, Mare e Canale di Sardegna; in prevalenza mossi o localmente poco mossi sotto costa i restanti bacini.
 
 
LE PREVISIONI PER LUNEDÌ
 
Al mattino ultime schiarite al Nord-Ovest, in prevalenza soleggiato su Basilicata, Puglia centro-meridionale, Calabria ionica e Sicilia centro-orientale. Altrove prevalenza di nuvole, più compatte sul medio e alto Adriatico. Precipitazioni diffuse e anche moderate su Emilia orientale, Romagna, Marche, nord dell’Abruzzo; a carattere più isolato su Toscana e Umbria. Neve oltre i 200-400 metri.
Locali piogge anche sul basso Tirreno e nel nord-est della Sardegna; col passare delle ore i fenomeni risaliranno verso le Venezie e l’Emilia centrale, con neve fino ai 300 metri nelle Prealpi e a lambire la pianura nella pedemontana emiliana. Nubi in addensamento verso il Nord-Ovest.
Nel pomeriggio e in serata migliora su bassa Toscana, Abruzzo, Molise e Puglia. Deboli precipitazioni sparse in estensione verso il resto del Nord, ma più scarsi o del tutto assenti nel nord del Piemonte e della Lombardia e in Valle d’Aosta. Quota neve in rialzo nei settori prealpini e alpini occidentali fin verso i 400-700 metri, a quote inferiori (100-300 metri) su basso Piemonte, Liguria, Oltrepò, Appennino settentrionale e zone limitrofe fino al nord delle Marche.
 
Temperature minime intorno allo zero al Nord con conseguenti possibili gelate anche in pianura; massime senza grandi variazioni, con lievi cali sulle pianure del Nord e lievi aumenti al Sud.
Venti moderati o forti di Tramontana in Liguria e di Bora sull’alto Adriatico; locali rinforzi anche intorno alle Isole, venti più deboli altrove. Mari da mossi a molto mossi, fino ad agitati l’alto Adriatico e il Ligure al largo.
 
 
 
È possibile consultare le previsioni nel dettaglio sul sito www.iconameteo.it.
Per chiarimenti e approfondimenti siamo a disposizione al numero 026602181, selezionando il tasto 1 “Produzione TV”. 
 
 
 
 

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Meteo

Meteo, tempo stabile e clima mite con l’anticiclone delle Azzorre, ma da domenica potrebbe tornare gelo

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

ESPANSIONE DELL’ANTICICLONE DELLE AZZORRE: AL VIA UNA FASE METEOROLOGICA CARATTERIZZATA DA TEMPO STABILE E CLIMA PIÙ MITE

 

L’anticiclone delle Azzorre si estende verso l’Europa occidentale, sopra l’Italia e verso il Mediterraneo. L’esordio del mese di febbraio su gran parte del nostro Paese sarà quindi -affermano i meteorologi di Meteo Expert- caratterizzato da tempo in generale stabile e da assenza di precipitazioni, con correnti che ad alta quota soffiano da nord-ovest. Le Alpi proteggono la Penisola e la valle padana dalle masse d’aria relativamente più fredde e umide che a tratti affluiscono verso l’Europa centrale. Le temperature tenderanno pertanto a salire, portandosi su valori superiori alla norma soprattutto sulle regioni settentrionali. Un nuovo raffreddamento sembra possibile tra domenica e l’inizio della prossima settimana.

 

PREVISIONI PER LE PROSSIME ORE

 

Su tutte le regioni condizioni di tempo stabile. Da segnalare il passaggio di poche nubi ad alta quota con temporanee velature nei settori occidentali della Penisola e un aumento della nuvolosità di tipo basso sulla Sardegna occidentale, in Liguria, su parte delle regioni tirreniche fino alla Campania e sulla Sicilia occidentale. Nel primo mattino banchi di nebbia in diradamento nel Polesine. In serata nubi in aumento su tutta la Sicilia e sulla Calabria tirrenica; qualche piovasco possibile nel Trapanese. Temperature massime in lieve calo nel settore tirrenico, in leggero aumento sulle pianure del Nord-Ovest e sul medio e basso Adriatico. Maestrale da moderato a teso sul Mare e sul Canale di Sardegna, venti da deboli a moderati occidentali sul Canale di Sicilia; episodi di Foehn nelle valli alpine nord-occidentali; venti generalmente deboli altrove. Mari: molto mossi il Mare ed il Canale di Sardegna; fino a mossi Canale di Sicilia e basso Ionio, per lo più poco mossi i restanti bacini.

 

PREVISIONI PER DOMANI, GIOVEDÌ 2 FEBBRAIO

 

Lungo la barriera alpina centro-orientale cielo nuvoloso, con alcune nevicate sul nord dell’Alto Adige, più sporadiche anche nelle zone di confine del Cadore e della Carnia. Tempo soleggiato nel resto del Nord, con possibili nebbie nel primo mattino sulla bassa val padana, principalmente nel settore orientale. Al Centro-Sud cielo in prevalenza poco nuvoloso sulle regioni adriatiche e dell’alto Ionio, sul Lazio centro-meridionale e nel nord della Campania; nuvolosità variabile altrove, più densa e insistente fra Calabria tirrenica e nord della Sicilia. Temperature per lo più in aumento nelle minime, pressoché stazionarie nelle massime. Foehn nelle valli alpine e localmente fino in pianura sul Nord-Ovest, Maestrale moderato sul Mare di Sardegna e nei canali delle Isole; altrove venti in prevalenza deboli. Mari: molto mosso il Mare di Sardegna, mossi i canali delle Isole; per lo più calmi o poco mossi i restanti bacini.

 

PREVISIONI PER VENERDÌ 3 FEBBRAIO

 

Su tutte le regioni tempo stabile e prevalentemente soleggiato. Da segnalare il passaggio di velature e locali addensamenti più estesi nel settore alpino orientale. Al mattino nebbie a banchi o nubi molto basse sulla val padana orientale, su pianure e valli di Toscana e Umbria, in progressivo diradamento.

In serata nubi in aumento al Nord-Est con possibili nevicate nelle Alpi oltre gli 800-1200 m; velature più diffuse e tendenza a locali addensamenti in Liguria e nel settore tirrenico. Temperature massime in lieve flessione al Sud peninsulare, senza grandi variazioni altrove. Possibile Foehn nelle valli alpine, rinforzi di Maestrale tra Puglia e alto Ionio; altrove venti in prevalenza deboli. Mari: mossi il Mare di Sardegna e il basso Adriatico; per lo più calmi o poco mossi i restanti bacini.

 

È possibile consultare le previsioni nel dettaglio sul sito www.iconameteo.it.
Per chiarimenti e approfondimenti siamo a disposizione al numero 026602181, selezionando il tasto 1 “Produzione TV”.

 

Leggi la notizia

Meteo

Meteo, primi giorni di febbraio all’insegna dell’anticiclone delle Azzorre

Giovanni Di Micco

Pubblicato

il

L’INIZIO DI FEBBRAIO SI PREANNUNCIA STABILE, SECCO E NON PARTICOLARMENTE FREDDO SULL’ITALIA CON TEMPERATURE NUOVAMENTE OLTRE LA NORMA AL NORD
 
La circolazione atmosferica a livello continentale si modifica in favore di un imponente blocco operato dall’Anticiclone delle Azzorre che si espande verso la regione alpina e il Mediterraneo centro occidentale. Ne conseguirà una deviazione delle perturbazioni nord atlantiche e delle masse d’aria di origine artica verso l’Europa orientale, i Balcani, l’Egeo e la Turchia.
 
Sull’Italia, dunque, ci attende un inizio di febbraio stabile, secco e non particolarmente freddo – affermano i meteorologi di Meteo Expert -, con temperature che tenderanno di nuovo a portarsi oltre la norma sulle regioni settentrionali.
 
 
 
PREVISIONI PER LE PROSSIME ORE
 
Sulle regioni centro-settentrionali tempo soleggiato salvo la presenza, in mattinata, di banchi di nebbia nel settore centrale della bassa valle padana. Al Sud cielo sereno sin da mattino lungo le coste campane, nuvolosità irregolare altrove. Nelle prime ore della giornata saranno possibili brevi e isolati episodi di pioggia su Molise, Puglia, bassa Calabria, nordest della Sicilia e Sardegna sudoccidentale. Nel pomeriggio cielo ancora nuvoloso in Sicilia, specie sul nord della regione, ampi rasserenamenti nel resto del Sud e tendenza a schiarite anche sulla Sardegna.
Temperature quasi ovunque in lieve aumento.
Venti deboli al Nord e sulle regioni centrali; moderati settentrionali al Sud e sulla Sicilia, fino a forti sul Salento, su Canale d’Otranto, Ionio, Canali di Sicilia e Sardegna.
Mari: molto mossi o agitati il mare di Sardegna, i canali di Sicilia e di Sardegna; mossi o molto mossi Adriatico meridionale, Ionio e basso Tirreno; per lo più calmi o poco mossi i restanti settori.
 
 
 
PREVISIONI PER DOMANI, MERCOLEDÌ 1 FEBBRAIO 
 
Su tutte le regioni condizioni di tempo stabile. Da segnalare il passaggio di nubi ad alta quota con temporanee velature dapprima al Nord e poi al Centro, e un aumento della nuvolosità di tipo basso sulla Sardegna occidentale, in Liguria, su parte delle regioni tirreniche fino alla Campania e sulla Sicilia occidentale. Nel primo mattino possibili banchi di nebbia sulla bassa valle padana orientale. In serata nubi in aumento su tutta la Sicilia e sulla Calabria tirrenica.
Temperature minime in calo al Sud e nelle Isole, per lo più in rialzo al Centronord ma con ancora possibili locali gelate a bassa quota; massime stabili o in leggero rialzo. Venti di Maestrale da moderato a teso sul Mare e Canale di Sardegna; venti da deboli a moderati occidentali nel Canale di Sicilia; episodi di Foehn nelle valli alpine nordoccidentali; venti generalmente deboli altrove.
Mari: molto mossi il Mare ed il Canale di Sardegna; per lo più poco mossi i restanti bacini.
 
 
 
PREVISIONI PER GIOVEDÌ 2 FEBBRAIO
 
Nelle Alpi più settentrionali cielo nuvoloso, con alcune nevicate sul nord dell’Alto Adige e sulle Dolomiti settentrionali. Tempo soleggiato nel resto del Nord, con possibili nebbie nel primo mattino sulla bassa val padana, principalmente nel settore orientale. Al Centro-Sud cielo in prevalenza poco nuvoloso sulle regioni adriatiche; nuvolosità variabile sulle isole e sui settori tirrenici, più densa e insistente fra Calabria e Sicilia.
Temperature per lo più in aumento nelle minime, pressoché stabili nelle massime.
Venti di Foehn nelle valli alpine e localmente fino in pianura sul Nordovest; Maestrale moderato sul Mare di Sardegna e sui canali delle Isole; altrove venti in prevalenza deboli.
Mari: mossi il Mare di Sardegna e i canali delle Isole; per lo più poco mossi i restanti bacini.
 

È possibile consultare le previsioni nel dettaglio sul sito www.iconameteo.it.
Per chiarimenti e approfondimenti siamo a disposizione al numero 026602181, selezionando il tasto 1 “Produzione TV”. 
 
 
 
 
 
 

Leggi la notizia

Meteo

Meteo, clima più stabile e freddo in attenuazione fino alla parte centrale della settimana

Giovanni Di Micco

Pubblicato

il

L’ANTICICLONE DELLE AZZORRE SI ESPANDE VERSO L’ITALIA IN QUESTI ULTIMI GIORNI DI GENNAIO E POTREBBE PROSEGUIRE FINO ALLA PARTE CENTRALE DELLA SETTIMANA. SOLO TRA STASERA E DOMANI UN DEBOLE FRONTE LAMBIRÀ LE ALPI E SUCCESSIVAMENTE IL SUD E LA SICILIA 
 
In questi primi giorni della settimana l’Anticiclone delle Azzorre, che si è già esteso verso l’Europa occidentale, tende a espandersi anche verso l’Italia insieme a una massa d’aria più temperata, con un conseguente rialzo delle temperature. Nel flusso di correnti settentrionali che scorre lungo il margine orientale dell’alta pressione, si muove un debole fronte che lambisce stasera le Alpi orientali, tra stanotte e domattina il Sud e la Sicilia. La parte centrale della settimana sarà all’insegna della stabilità anticiclonica con correnti nord-occidentali in quota prevalentemente asciutte.
 
Più incerta l’evoluzione per la fine della settimana. L’Italia infatti si troverà sempre nel margine orientale dell’anticiclone in ulteriore rigonfiamento verso le alte latitudini fino alle Isole Britanniche – affermano i meteorologi di Meteo Expert -, e quindi sarà interessata da un teso flusso settentrionale. Aria fredda in discesa dalle latitudini artiche e diretta verso i Balcani potrebbe lambire le nostre regioni più orientali. I prossimi aggiornamenti chiariranno meglio l’entità di questo interessamento in termini di raffreddamento ed eventuali fenomeni.
 
 
 
PREVISIONI PER LE PROSSIME ORE
 
Tempo generalmente soleggiato sulle regioni centro-settentrionali, dove potranno transitare delle velature passeggere mentre un po’ di nuvole basse tenderanno ad addensarsi tra il pomeriggio e la sera nel Levante ligure, in Toscana e in Umbria. In serata nubi in aumento nel nord dell’Alto Adige con la possibilità di qualche fiocco di neve nelle zone di confine. Cielo irregolarmente nuvoloso sul resto del Paese, con addensamenti soprattutto in Puglia, sulla Basilicata, sulla bassa Calabria, nel nord della Sicilia e, dal pomeriggio, sulla Sardegna occidentale; altrove non mancheranno alcune schiarite. Verso sera qualche goccia di pioggia nel sudovest della Calabria.
Temperature massime stazionarie o in contenuto rialzo al Centro-Nord, su Campania e Sardegna.
Venti da deboli a moderati nord-occidentali sui mari attorno alla Penisola e sulle Isole, in ulteriore rinforzo dalla sera sulla Sardegna; Libeccio teso sul Ligure meridionale e orientale; generalmente deboli altrove, salvo rinforzi di Föhn nelle valli alpine.
Mari: in prevalenza mossi quelli del Sud e intorno alle Isole e il basso Ligure; calmi o poco mossi i restanti bacini.
 
 
 
PREVISIONI PER DOMANI, MARTEDÌ 31 GENNAIO
 
Sulle regioni centro-settentrionali tempo ben soleggiato, salvo per la formazione, nelle ore più fredde, di banchi di nebbia nel settore centrale della bassa valle padana. Al Sud cielo sereno sin da mattino lungo le coste campane, nuvolosità irregolare altrove. Non si escludono deboli piogge o pioviggini su Molise, Puglia, bassa Calabria, nordest della Sicilia e Sardegna occidentale. Nel pomeriggio ancora qualche goccia di pioggia non esclusa nel Messinese; tendenza a rasserenamenti nel resto del Sud peninsulare.
Temperature quasi ovunque in lieve aumento. All’alba deboli gelate diffuse al Nord e nelle aree interne a bassa quota del Centro. Massime fino ai 12-14 gradi delle coste tirreniche e delle Isole.
Venti deboli al Nord e sulle regioni centrali; moderati settentrionali al Sud e sulla Sicilia, con forti raffiche su Canale d’Otranto, Ionio e nei Canali di Sicilia e Sardegna.
Mari: molto mossi o agitati il mare di Sardegna, i canali di Sicilia e di Sardegna; mossi o molto mossi Adriatico meridionale, Ionio e basso Tirreno; per lo più calmi o poco mossi i restanti settori.
 
 
 
PREVISIONI PER MERCOLEDÌ 1 FEBBRAIO
 
Su tutte le regioni condizioni di tempo stabile e in prevalenza soleggiato. Da segnalare il passaggio di nubi ad alta quota, dapprima al Nord e poi al Centro, e un aumento della nuvolosità a bassa quota sulla Sardegna, in Liguria, sulle regioni tirreniche fino alla Campania e sulla Sicilia occidentale. Nel primo mattino possibili banchi di nebbia sulla bassa valle padana a cavallo del corso del Po. In serata nubi in aumento nelle Alpi centro orientali, specie nei settori di confine, e sulla Sicilia con qualche piovasco possibile nel Trapanese e lungo le coste sud-orientali.
Temperature minime in calo al Sud e nelle Isole, per lo più in rialzo al Centronord ma con ancora possibili gelate a bassa quota. Massime stabili o in leggero rialzo con valori nella norma o leggermente al di sopra.
Venti di Maestrale da moderato a forte sul mare e Canale di Sardegna; venti deboli o moderati occidentali nel Canale di Sicilia, settentrionali sullo Ionio al largo; generalmente deboli altrove.
Mari: mossi o molto mossi il mare di Sardegna, i Canali delle Isole e lo Ionio; per lo più calmi o poco mossi i restanti bacini.
 

È possibile consultare le previsioni nel dettaglio sul sito www.iconameteo.it.
Per chiarimenti e approfondimenti siamo a disposizione al numero 026602181, selezionando il tasto 1 “Produzione TV”. 
 
 
 
 
 
 

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza