Segui i nostri social

Meteo

METEO – Avanza l’anticiclone: entro sabato temperature anche di 8-10 gradi superiori alla norma

Redazione

Pubblicato

il

MENTRE IL SUD RIMANE ANCORA ESPOSTO A VENTI PIUTTOSTO FREDDI, UN POTENTE ANTICICLONE AVANZA VERSO LA NOSTRA PENISOLA A INIZIARE DALLE REGIONI DEL NORD. NEI GIORNI A SEGUIRE L’ARIA DIVERRÀ PIÙ MITE SU TUTTO IL PAESE, SOPRATTUTTO SABATO QUANDO SI POTRANNO VERIFICARE TEMPERATURE ANCHE DI 8-10 GRADI SUPERIORI ALLA NORMA, IN PARTICOLARE SULLE ALPI

Su tutta l’Italia la pressione è in aumento a causa dell’espansione di un potente anticiclone che dall’Europa centro occidentale tende a inglobare anche la nostra Penisola, ad iniziare dalle regioni settentrionali. Nella giornata odierna la massa d’aria diverrà più temperata sulle Alpi, mentre le regioni meridionali saranno ancora esposte a venti piuttosto freddi settentrionali provenienti dall’area balcanica.

Con il passare dei giorni l’aria diverrà più mite su tutto il Paese – affermano i meteorologi diIconaMeteo.it -, in particolare sabato, quando il centro dell’anticiclone si sarà spostato proprio sopra l’Italia e le temperature, particolarmente in montagna, faranno registrare valori anche di 8-10 gradi superiori alla norma. I dati a nostra disposizione indicano che questo periodo di stabilità si protrarrà almeno fino all’inizio della prossima settimana.

 

PREVISIONI PER LE PROSSIME ORE

Giornata con tempo ben soleggiato su gran parte del Paese. Segnaliamo solo modesti annuvolamenti in Sardegna, sulle regioni meridionali, specie sull’Appennino lucano e nel nordest della Calabria; una nuvolosità più estesa interesserà ancora la Sicilia, ma non sarà accompagnata da piogge di rilievo. Temperature: massime in lieve calo al Sud, in leggero rialzo al Centro-Nord e sulla Sardegna. I valori restano al di sotto della norma sul medio Adriatico e in gran parte del Sud. Venti: deboli sulla pianura padana; altrove ancora da moderati a tesi, da nord o nordest, con forti raffiche sul mar Ionio e sulla costa siciliana sud-orientale. Mari: calmi o poco mossi l’alto Adriatico e, sotto costa, il mar Tirreno e il mar Ligure; mossi o molto mossi i restanti bacini.

 

PREVISIONI PER VENERDÌ 14 GENNAIO

Tempo ben soleggiato su quasi tutta l’Italia, con pochi locali annuvolamenti al Sud e sulle Isole. Qualche addensamento temporaneamente più consistente dovrebbe interessare il nord della Sicilia e, in forma più sporadica, Gargano, Barese e Puglia meridionale. Temperature: minime in lieve calo al Sud e sulle Isole; all’alba diffuse gelate in pianura al Nord e nelle conche interne del Centro. Massime in rialzo ovunque, con valori superiori alla norma al Nord, miti per la stagione in particolare in quota sulle Alpi. Venti: da moderati a tesi di Maestrale su Adriatico centro-meridionale, Puglia, e mar Ionio; deboli altrove. Mari: fino a molto mossi il medio e basso Adriatico, lo Ionio e il Canale di Sicilia; localmente mossi il Tirreno sud-occidentale, il mare e canale di Sardegna; calmi o poco mossi i restanti bacini.

 

PREVISIONI PER SABATO 15 GENNAIO 

Giornata diffusamente soleggiata sull’Italia, con poche nuvole modeste nell’ovest della Sardegna, nel Reggino e nel nord della Sicilia, un po’ più consistenti in particolare intorno allo Stretto di Messina. Temperature: minime in rialzo, con gelate meno diffuse e probabili al Nord; massime per lo più in ulteriore aumento e quasi ovunque sopra le medie, con un’anomalia più evidente nelle zone collinari e montuose del Centro-Nord. Venti: in prevalenza moderati settentrionali sui mari centro-meridionali, su Calabria e Sicilia, fino a tesi nel Canale dell’isola, sul basso Adriatico e sul mar Ionio; venti per lo più deboli altrove. Mari: fino a molto mossi l’Adriatico meridionale, il Canale d’Otranto, lo Ionio e il Canale di Sicilia al largo; mossi il Tirreno centrale e meridionale e il Canale di Sardegna; calmi o poco mossi i restanti bacini.

Disclaimer

Questo contenuto è proprietà intellettuale della Nous Editore srls, senza tacito consenso ne è vietata ogni riproduzione, totale e parziale di testi e immagini, anche in forma di link

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Meteo

Meteo – Avvio di luglio rovente

Redazione

Pubblicato

il

ULTIMO GIORNO DI GIUGNO NEL SEGNO DI UNA LEGGERA ATTENUAZIONE DEL CALDO AFRICANO AL SUD DOVE SI INTENSIFICA NUOVAMENTE DOMANI, VENERDÌ 1 LUGLIO. NEL WEEKEND TEMPERATURE IN RIALZO SOPRATTUTTO AL NORD
Un campo di alta pressione protegge in questo ultimo giorno di giugno quasi tutto il nostro Paese dal passaggio di sistemi perturbati. Il grande caldo si sta attenuando leggermente sulle regioni meridionali, mentre al Nordest, al Centro e in Sardegna le temperature sono già in risalita.
Domani, primo giorno di luglio, il caldo si intensificherà di nuovo sulle isole e sui settori peninsulari, mentre i settori più settentrionali del Paese (in particolare le aree alpine) verranno sfiorate da una debole perturbazione in transito sull’Europa centrale. Nel fine settimana l’alta pressione africana si espanderà fino al Nord Italia – affermano i meteorologi di Meteo Expert -, le temperature aumenteranno quindi soprattutto sulle regioni settentrionali e su quelle del versante centrale tirrenico.
PREVISIONI PER LE PROSSIME ORE
Tempo in prevalenza soleggiato, a parte la presenza di un po’ di nuvolosità fin dal mattino sulle Alpi, in particolare in Piemonte, Valle d’Aosta e Alto Adige. Nel corso del pomeriggio qualche isolato rovescio o temporale potrà interessare le zone alpine, con maggiore insistenza quelle nord occidentali dove i fenomeni potranno proseguire anche in serata. Temperature massime in lieve calo su Puglia, Calabria e Sicilia, stazionarie o in leggero rialzo altrove; punte di 33-35 gradi nella bassa pianura padana, 35-38 gradi nelle zone interne del Centro- Sud e localmente vicine ai 40 gradi in Sicilia. Venti per lo più deboli, con rinforzi da est nel Canale di Sardegna. Mari in prevalenza poco mossi, tranne il Canale di Sardegna che resterà mosso.
PREVISIONI PER DOMANI, VENERDÌ 1 LUGLIO
Al Nord condizioni di spiccata variabilità, con un cielo tra il poco nuvoloso e l’irregolarmente nuvoloso. La nuvolosità più consistente interesserà il settore alpino e prealpino e sarà associata, sin dal mattino, ad alcuni locali rovesci e temporali, ma con un probabile miglioramento nel settore occidentale già dal pomeriggio. In serata precipitazioni in esaurimento. Al Centro-Sud tempo generalmente soleggiato, salvo locali e modesti annuvolamenti attorno ai rilievi e qualche velatura passeggera. Temperature: massime per lo più in leggero aumento, ad eccezione delle aree più settentrionali del Nord e all’estremo Nordovest dove saranno in lieve diminuzione; picchi di 33-34 gradi sulla bassa pianura padana, 36-38 gradi nelle zone interne del Centro-Sud, fino a sfiorare i 40 nelle Isole. Venti: per lo più deboli a carattere di brezza, salvo rinforzi da nord sul Mare di Sardegna che diverrà mosso; calmi o poco mossi, invece, i restanti bacini.
PREVISIONI PER SABATO 2 LUGLIO 
Su tutte le regioni tempo generalmente soleggiato e molto caldo, salvo il passaggio di innocue velature sulla Sardegna. Nelle ore pomeridiane formazione di cumuli attorno ai rilievi, più significativi in corrispondenza di quelli alpini e appenninici settentrionali, ma non associati a precipitazioni. Temperature: massime in aumento al Nord, dove saranno più probabili e diffuse le punte di 33-34 gradi; senza grandi variazioni al Centro-sud, dove oscilleranno tra 32 e 38 °C, con picchi fino a 39-40 nelle zone interne del Sud e delle Isole. Venti per lo più deboli e a regime di brezza. Mari: generalmente calmi o poco mossi.
Leggi la notizia

Meteo

Meteo – Breve tregua dal caldo, ma domani nuova impennata termica

Redazione

Pubblicato

il

DOPO I FORTI TEMPORALI DI IERI, LA PERTURBAZIONE SI ALLONTANA VERSO EST. TEMPORANEA ATTENUAZIONE DEL CALDO MA LA TREGUA SARÀ SOLO PARZIALE E DURERÀ POCO: DA GIOVEDÌ CALDO IN INTENSIFICAZIONE
La perturbazione temporalesca (la n.9 di giugno) che ha attraversato le regioni settentrionali nelle ultime 24 ore, si allontana rapidamente verso levante, con gli ultimi episodi di instabilità, nella giornata odierna, sul settore nord-orientale dell’Italia. La massa d’aria un poco meno calda che affluisce alle sue spalle si riversa in parte verso i mari ad ovest della Penisola, favorendo una temporanea attenuazione della fiammata africana sulle regioni centrali, sulla Sardegna e sul basso versante tirrenico.  A partire da domani, giovedì, il caldo- affermano i meteorologi Meteo Expert –  tornerà ad intensificarsi in tutto il Paese, particolarmente al Centro-sud dove, l’inizio di luglio, si preannuncia ancora bollente. Al Nord, da segnalare il passaggio della coda di un’altra perturbazione atlantica nella giornata di venerdì, ma con temporali limitati alla fascia alpina e alle pianure più settentrionali adiacenti: qui il caldo si farà sentire soprattutto a partire dal fine settimana.
PREVISIONI PER LE PROSSIME ORE
In giornata il tempo resterà localmente instabile attorno alle aree montuose del Triveneto dove saranno possibili alcuni rovesci o temporali isolati. Occasionalmente potranno essere coinvolte le Prealpi Bresciane e le fasce pedemontane di Veneto e Friuli. Per il resto, tempo soleggiato e caldo, a parte qualche banco nuvoloso che potrà insistere in Liguria, sull’alta Toscana e attorno all’Appennino settentrionale. Nel pomeriggio modesti cumuli in sviluppo lungo la dorsale appenninica centrale e attorno ai rilievi alpini centro-occidentali. Temperature: massime in rialzo al Nordovest; in diminuzione altrove. Si attenua un poco l’ondata di caldo anche al Sud. Venti per lo più deboli o localmente moderati sui mari. Mari in generale poco mossi; localmente mossi mare di Sardegna, mar Ligure, alto Ionio.
PREVISIONI PER GIOVEDÌ
Tempo in prevalenza soleggiato, a parte la presenza di un po’ di nuvolosità fin dal mattino sulle Alpi e nelle aree prealpine. Nel corso del pomeriggio qualche isolato rovescio o temporale potrà interessare le zone alpine, con maggiore insistenza quelle nord occidentali dove i fenomeni potranno proseguire anche in serata.
Temperature massime in lieve calo su Puglia, Calabria e Sicilia, stazionarie o in leggero rialzo altrove; punte di 33-35 gradi nella bassa pianura padana, 35-38 gradi nelle zone interne del Centro-Sud e localmente vicine ai 40 gradi in Sicilia. Venti per lo più deboli, con rinforzi da est nel Canale di Sardegna. Mari in prevalenza poco mossi, tranne il Canale di Sardegna che resterà mosso.
PREVISIONI PER VENERDÌ
Una perturbazione in transito a nord delle Alpi lambirà le regioni settentrionali causando annuvolamenti sparsi accompagnati da rovesci e temporali lungo l’arco alpino, con probabile miglioramento sul settore occidentale già dal pomeriggio. Non si escludono locali estensioni dei fenomeni alle fasce prealpine. In serata precipitazioni in attenuazione. Al Centro-Sud giornata soleggiata, con locali addensamenti sui monti e qualche velatura passeggera. Nel corso della giornata qualche potrà interessare anche la bassa pianura padana, la Liguria e le coste dell’alto Adriatico.
Temperature stazionarie o in leggero aumento, eccetto sulle Alpi e lungo le Prealpi dove saranno in diminuzione; possibili picchi di 33-34 gradi sulla bassa pianura padana, 35-38 gradi nelle zone interne del Centro-Sud. Venti per lo più deboli a carattere di brezza, salvo rinforzi di Maestrale nel Mare di Sardegna che diverrà mosso in giornata; calmi o poco mossi, invece, i restanti bacini.
Leggi la notizia

Meteo

Meteo – Temporali al Nord, caldo in attenuazione al Centro Sud

Redazione

Pubblicato

il

BREVE FASE TEMPORALESCA OGGI AL NORD CON POSSIBILI NUBIFRAGI, GRANDINATE E FORTI RAFFICHE DI VENTO. CALDO SEMPRE INTENSO AL SUD E IN SICILIA MENTRE MERCOLEDÌ SI ATTENUA LEGGERMENTE E TEMPORANEAMENTE SULLE REGIONI CENTRO MERIDIONALI
Un piccolo nucleo di aria più fresca e instabile si avvicina in questo martedì alle regioni settentrionali dove, a causa del contrasto con la massa d’aria molto calda giunta ieri, si potranno attivare fenomeni temporaleschi anche di forte intensità. Sulle regioni meridionali il clima sarà ancora estremamente caldo, mentre i venti di Maestrale apporteranno un po’ di sollievo sulla Sardegna occidentale. Mercoledì la perturbazione temporalesca (la n.9 di giugno) abbondonerà il Nordest e su tutto il Paese prevarranno di nuovo condizioni di stabilità.
L’ondata di caldo tenderà ad attenuarsi leggermente e temporaneamente anche sulle regioni centro-meridionali – affermano i meteorologi di Meteo Expert -, ma pur sempre in un contesto di temperature sensibilmente superiori alla norma. L’inizio di luglio si preannuncia ancora bollente in tutto il Centro-Sud con una ripresa dell’ondata di calore, mentre al Nord il caldo si intensificherà soprattutto a partire dal prossimo fine settimana.
PREVISIONI PER LE PROSSIME ORE
Sulle regioni di Nordovest rovesci e temporali in sviluppo in mattinata a partire da Valle d’Aosta e Piemonte, in successiva rapida estensione a Liguria e Lombardia. Nel corso del pomeriggio probabili temporali anche sulle aree montuose del Nordest, sull’Emilia occidentale e centrale. In serata il tempo risulterà localmente ancora perturbato su buona parte del Nord, con tendenza ad attenuazione dei fenomeni entro la notte a partire dall’estremo Nordovest. Attenzione perché i fenomeni potranno risultare intensi, associati a grandine e con il rischio di nubifragi. Sul resto del Paese tempo abbastanza soleggiato e molto caldo, nonostante il passaggio di nubi a quote medio-alte e locale formazione di cumuli lungo la dorsale appenninica. Possibili temporali isolati sulla Toscana e qualche goccia di pioggia, in mattinata, sulla Sardegna. Temperature: massime in sensibile calo sul Nord-Ovest; in calo anche su Alpi centro Orientali, Emilia occidentale, Toscana e Sardegna, in aumento su estremo Sud e Sicilia ionica. Eccetto che sul Nordovest e sulle coste occidentali della Sardegna, il clima sarà ancora estremamente caldo, con punte intorno ai 40 grandi al Centro-Sud, localmente oltre nelle aree interne del Sud e della Sicilia. Venti: moderati di Maestrale su mare e canale di Sardegna, moderati meridionali sul Tirreno occidentale; deboli a regime di brezza altrove. Probabili violente raffiche di vento forte nelle aree temporalesche del Nord. Mari: da mosso a molto mosso il Mare di Sardegna; localmente mossi gli altri mari più occidentali; calmi o poco mossi i restanti bacini.
PREVISIONI PER DOMANI, MERCOLEDÌ 29 GIUGNO
Tra la notte e le prime ore del mattino rovesci e temporali sparsi su Lombardia settentrionale e orientale, Trentino Alto Adige, Veneto centro-settentrionale e Friuli. In giornata il tempo resterà localmente ancora instabile attorno alle aree montuose del Triveneto dove saranno possibili alcuni rovesci o temporali isolati. Per il resto, tempo soleggiato e caldo, a parte qualche banco nuvoloso che potrà insistere in Liguria, sull’alta Toscana e attorno all’Appennino settentrionale. Nel pomeriggio modesti cumuli in sviluppo lungo la dorsale centrale e attorno ai rilievi alpini centro-occidentali. Temperature: in calo nei valori minimi sulle regioni centro-settentrionali e in Sardegna; massime in rialzo al Nordovest, in diminuzione sul Nordest, al Centro, sui settori tirrenici del Sud e delle Isole dove si attenua leggermente e temporaneamente la calura intensa. Clima ancora bollente al Sud e in Sicilia, con punte intorno ai 40 gradi nell’entroterra. Venti per lo più deboli o localmente moderati sui mari. Mari in generale poco mossi; localmente mossi mare di Sardegna, mar Ligure, alto Ionio.
PREVISIONI PER GIOVEDÌ 30 GIUGNO
Tempo in prevalenza soleggiato, a parte la presenza di un po’ di nuvolosità fin dal mattino su Alpi, vicine pianure del Nord-Ovest, Liguria centro-occidentale e Friuli Venezia Giulia; temporanei annuvolamenti anche lungo le coste del Tirreno sud-orientale. Nel corso del pomeriggio qualche isolato rovescio o temporale potrà interessare le zone alpine, con maggiore insistenza quelle occidentali dove i fenomeni saranno possibili anche in serata. Temperature massime in lieve calo su Puglia e Calabria, stazionarie o in leggero rialzo altrove. Il caldo resterà molto intenso soprattutto nelle Isole e all’estremo Sud. Venti per lo più deboli, con rinforzi da est nel Canale di Sardegna. Mari in prevalenza poco mossi, tranne il Canale di Sardegna
Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency