Segui i nostri social

Pantelleria

Il Parco di Pantelleria garantisce rispetto precauzioni anti-covid. Focolaio sotto controllo

Avatar

Pubblicato

il

 

 

Nessun allarmismo per i contagi Covid tanto da escludere la zona Rossa. Il focolaio riscontrato, a seguito di una festa in cui sono stati contagiati i non vaccinati, resta circoscritto sotto l’attento controllo delle autorità sanitarie. Esemplare il lavoro svolto dagli operatori ospedalieri che monitorano i contagi con tamponi, fatti costantemente, di cui molti con esito negativo, tanto da escludere il diffondersi sconsiderato del virus. Quello che è accaduto a Pantelleria è una casistica assolutamente nella norma, in virtù di alcune leggerezze che si verificano, purtroppo, sul territorio nazionale ad ampio raggio.

I vertici dell’Ente Parco Nazionale Isola di Pantelleria e gli operatori turistici dell’isola, così come già fatto dall’amministrazione comunale e dal Sindaco, prendono posizione per chiarire le circostanze in cui sta andando avanti la stagione estiva e ufficializzano il proseguo di tutte le attività turistiche, secondo il rispetto della normativa Covid e in totale sicurezza.

Nell’area Parco, il personale addetto mantiene attive tutte le misure di prevenzione, consentendo ai visitatori di godersi serenamente la vacanza senza alcuna preoccupazione. È possibile effettuare tutte le attività esperienziali dal trekking alla bike, dalle degustazioni al mare, in totale sicurezza per le vaccinazioni effettuate su tutta la comunità pantesca, per la salubrità dell’ambiente e per il rispetto delle precauzioni sanitarie. Il riscontro di questi casi Covid è stato il deterrente per completare la vaccinazione sulla popolazione pantesca e scongiurare il rischio, almeno, fra i residenti che si sono tutti adeguati alla campagna vaccinale.

È possibile, quindi, mantenere i propri programmi estivi, senza paure, conseguenza di un procurato allarme verificatosi per evidenti inadempienze e superficialità.

Per scongiurare errori simili, il Parco chiede a viaggiatori e residenti di mostrare grande maturità e attenzione per proseguire le vacanze in grande serenità e armonia con il contesto paesaggistico, con i maggiori luoghi di attrazione e di degustazione, evitando assembramenti e l’utilizzo permanente di disinfettanti e mascherine nonché sottoporsi spontaneamente al tampone per muoversi in sicurezza e rispettare se stessi e gli altri.

 

 

Nota stampa

Disclaimer

Questo contenuto è proprietà intellettuale della Nous Editore srls, senza tacito consenso ne è vietata ogni riproduzione, totale e parziale di testi e immagini, anche in forma di link

Pantelleria

Pantelleria. Catturato airone bianco all’aeroporto – FOTO e VIDEO

Giuliana Raffaelli

Pubblicato

il

È stato catturato stamattina un airone bianco maggiore che da due giorni stazionava nell’area di competenza dell’aeroporto dell’isola.

Appresa la notizia, il presidente del Parco Salvatore Gabriele si è subito attivato per contattare le componenti che potevano garantire un immediato intervento di soccorso.

Autorizzati dall’Enac, il geologo Carmine Vitale dell’Ente Parco e Michele Tremarco della locale sezione delle Guardie Ambientali (ANPANA), insieme a una squadra dei Vigili del Fuoco, sono giunti sul posto.

Lo splendido esemplare di ardeide, dal piumaggio completamente bianco e dal becco giallo e tarsi neri, si trovava  all’interno di una delle vasche di raccolta dell’acqua (profonda sei metri, con pochissima acqua all’interno) adiacente alla pista e all’area carburante.

Una squadra munita di imbracatura di sicurezza si è calata nella vasca per catturare l’esemplare. Riposto in un trasportino, è stato poi condotto all’Ente Parco, e rifocillato con gamberetti (con l’assistenza del biologo Andrea Biddittu e dell’esperto in avifauna Pietro Ferrandes). Tenuto in osservazione per alcune ore, si è deciso di liberarlo (nella zona Arenella), in modo che possa riprendere il suo percorso migratorio.

Non è raro, a Pantelleria, imbattersi in aironi e fenicotteri durante il periodo autunnale (o all’inizio dell’inverno). L’isola, infatti, si trova in mezzo al Mediterraneo sulle principali rotte migratorie degli uccelli e rappresenta luogo di sosta e riposo durante il lungo viaggio tra Europa e Africa.

I magnifici volatili trovano normalmente riparo nelle acque del Lago Specchio di Venere (il Bagno dell’acqua). Curioso è invece imbattersi in uno di loro in zona aeroportuale. Fatto che, oltre a sottolineare un probabile “disorientamento” dell’esemplare, avrebbe potuto creare problemi al traffico aereo. Di qui la necessità di spostarlo.

 

(Foto di Leonardo Puleo. Video di Andrea Biddittu)

Giuliana Raffaelli

 

Leggi la notizia

Cronaca

Sequestro da record di hashish a Pantelleria: Carabinieri trovano 138 chili di droga. 3 panteschi ai domiciliari

Avatar

Pubblicato

il

Un milione di euro il valore del sequestro

 

I Carabinieri di Pantelleria hanno rintracciato e posto sotto sequestro 138 chili di hashish, suddivisi in oltre 1.300 panetti pronti per essere smerciati al di fuori dell’isola, con un ricavato di  oltre il milione di euro.

L’operazione dei militari dura da tempo e dopo giorni di appostamenti e pedinamenti a carico di tre panteschi, hanno fatto irruzione in una casa abbandonata, dove spesso si recavano gli indagati: un quarantenne e una coppia di trentenni, tra cui una ragazza originaria di Lodi ma ormai stabilitasi sull’isola. I giovani hanno consegnato subito nove panetti di hashish del peso di chilo.

Durante la perquisizione nell’abitazione della coppia, sono stati trovati trolley da viaggio contenenti oltre 1.300 panetti perfettamente confezionati e pronti per essere smerciati al di fuori dell’isola.

I tre sono arrestati con l’accusa di detenzione di ingente quantitativo di sostanze stupefacenti, ma, su disposizione del GIP, all’udienza di convalida, è stata concessa loro la pena alternativa degli arresti domiciliari.

 

Foto di repertorio

 

Leggi la notizia

Pantelleria

Pantelleria, La Francesca (PD): screening gratuito al colon retto nelle isole minori come in terraferma

Avatar

Pubblicato

il

Prevedere anche nell’Isola di Pantelleria e nelle Isole Egadi delle giornate appositamente dedicate allo screening gratuito del colon retto, da svolgere anche presso i presidi sanitari esistenti. E’ questo quanto chiede Giuseppe La Francesca, Responsabile Isole Minori del Partito Democratico della provincia di Trapani “Dalla stampa abbiamo appreso – dichiara La Francesca – che l’ASP di Trapani, in collaborazione con le farmacie della provincia convenzionate, ha avviato la campagna di screening gratuito del colon retto. Consultando il sito dell’ASP di Trapani si è potuto accertare però che in nessuna farmacia dell’Isola di Pantelleria e delle Isole Egadi sarà possibile eseguire detto screening”. “Considerato che lo screening al colon retto – continua il dirigente provinciale del Partito Democratico – consente l’individuazione di gravi patologie, trovo non plausibile che gli abitanti delle isole minori della provincia di Trapani non potranno usufruire di questa importante campagna preventiva”. Auspico – chiude La Francesca – che la richiesta inviata direttamente al centro gestione screening dell’ASP di Trapani possa trovare immediato accoglimento, al fine di non lasciare indietro gli abitanti delle quattro isole minori della provincia di Trapani, che dal punto di visto sanitario soffrono già gravi disagi.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency