Segui i nostri social

News

Ieri si è spento Carmelo La Bionda: il padre della disco-music italiana era di Catania

Direttore

Pubblicato

-

E’ morto ieri mattina, a 73 anni, a Milano, Carmelo La Bionda, nella sua residenza milanese.
Il cantautore insieme al fratello Michelangelo formava il duo musicale ‘La Bionda’, conosciuto anche col nome artistico D. D. Sound e considerato tra gli inventori della disco music italiana. 

Era nato il 2 febbraio 1949 a Ramacca, in provincia di Catania, ma dopo pochi anni la famiglia si trasferiva Milano, dove ha vissuto il resto della sua vita.
I funerali si terranno martedì 8 novembre alle 14.30 alla chiesa di Santa Barbara a San Donato milanese.

I fratelli La Bionda hanno fatto ballare intere generazioni,  il loro più grande successo mondiale resta “One For You, One For Me”.

Era cresciuto in un quartiere popolare di Milano, San DOnato dove aveva anche conseguito il diploma di perito elettrotecnico, ma la sua passione era la musica e con Michelangelo,  aveva cominciato a scrivere canzoni nel 1970, spronato dalla casa discografica Ricordi. 

I fratelli La Bionda hanno debuttato come autori  con ‘Primo sole, primo fiore’ interpretata al Festival della canzone di Venezia dai Ricchi e Poveri, freschi della vittoria a Sanremo. I due poi collaborano poi con Mia Martini -per la quale Michelangelo scrive con Dario Baldan Bembo e Bruno Lauzi  ‘Piccolo Uomo’.
Nel giro di pochi anni riescono a imporsi nel mondo della musica internazionale a 360°, diventando: compositori, artisti, produttori discografici ed editori.

In copertina una immagine dal profilo facebook

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

News

Pantelleria – Isole Minori approvato emendamento On. Catania per riduzione costi trasporti

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

APPROVATI IN COMMISSIONE BILANCIO GLI EMENDAMENTI DELL’ONOREVOLE NICOLO’ CATANIA

Kitesurf Festival

Porta la firma dell’onorevole Nicolò Catania (FdI) l’emendamento approvato in Commissione bilancio all’Ars, col quale è stata inserita la somma di 50 mila euro nella legge Finanziaria per l’iniziativa “Kitesurf festival” che si terrà nel 2023 a Marsala.

Convitto audiofonolesi

Su proposta dell’onorevole Catania il Governo regionale ha adottato, invece, un provvedimento che stanzia 100 mila euro per la gestione didattica e amministrativa del Convitto audiofonolesi di Marsala; la somma servirà per il pieno funzionamento della struttura sulla quale, mesi addietro, sono emerse criticità gestionali dovute proprio alla mancanza di fondi. Il Governo ha anche fatto stanziare 150 mila euro per la rassegna estiva “Artemusicultura” di Partanna.

Costi biglietti Isole Minori

È passato in Commissione bilancio l’emendamento a firma tra gli altri anche dell’onorevole Nicolò Catania per lo stanziamento di una somma da utilizzare per l’abbattimento dei costi dei biglietti per le isole minori da parte di residenti e lavoratori pendolari. «Tra gli impegni che abbiamo assunto c’è anche l’inserimento in Finanziaria di un fondo di 400 mila euro che servirà per i Comuni dal quale possono attingere a fondo perduto le somme necessarie per la progettazione nell’ambito del SIRU (Sistema integrato di rango urbano)». Nell’ambito dell’attività parlamentare l’onorevole Catania ha contributo al fine di strutturare una migliore ripartizione dei fondi per la progettazione nei Comuni, garantendo il 50% a tutti gli enti e l’altro 50% in base al numero di abitanti: la somma stanziata è di 200 milioni per tutti i Comuni siciliani.

Precariato

Tra gli impegni del gruppo FdI anche interventi sul precariato, l’estensione oraria per il personale ASU, misure relative ai mutui per le giovani coppie, 20 milioni per i Siti Unesco, e 5,8 per le borse di studio in varie specializzazioni di Medicina. L’onorevole Catania ha tenuto a ringraziare per la «proficua collaborazione» l’Assessore regionale all’economia Marco Falcone e i colleghi del gruppo Fratelli d’Italia all’Assemblea Regionale Siciliana.

Leggi la notizia

Cronaca

Trapani, lesioni e minacce ai danni di un minorenne: denunciati due pregiudicati

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

I Carabinieri della Stazione di Borgo Annunziata hanno denunciato, per il reato di lesioni personali e minacce, due pregiudicati trapanesi di 43 e 26 anni i quali avrebbero aggredito e minacciato un giovane 17enne. A seguito di una dettagliata indagine degli uomini dell’Arma sarebbe emerso come i due soggetti, avrebbero prima istigato la vittima al litigio, con degli spintoni, per poi colpirlo di striscio alle spalle con un coltello procurandogli una escoriazione nella regione dorsale.

Nella giornata successiva inoltre il 17enne avrebbe ricevuto dal più grande dei due una serie di messaggi, tramite social network, dal tenore minaccioso rivolti anche ai suoi familiari.

Leggi la notizia

News

Banda Ultra Larga, la copertura della Sicilia maggiore del Lazio. La classifica

Redazione

Pubblicato

il

La regione Sicilia è coperta da Banda Ultra Larga?

L’avanzamento tecnologico degli ultimi decenni richiede che ci sia uno sviluppo anche delle infrastrutture che permettono l’utilizzo di queste tecnologie così innovative. 

Tra queste infrastrutture è anche estremamente importante lo sviluppo e l’espansione della banda ultra larga, che permetterebbe ai cittadini italiani di avere una connessione internet sempre più veloce. 

Per questo motivo lo Stato Italiano ha deciso di effettuare degli investimenti al riguardo e ha sviluppato un piano che ha l’obiettivo di estendere questa rete su tutto il territorio.

Che cos’è la Banda Ultra Larga?

La banda ultra larga è una rete che permette di navigare su internet ad una velocità di connessione che può andare dai 30 Mbps (banda larga) ai 100 Mbps (banda ultra larga). In sostanza se la propria abitazione è situata in un luogo coperto da banda ultra larga, sarà possibile installare la fibra ottica nella propria casa e quindi avere un’esperienza di navigazione molto più avanzata. 

Ma in Italia la banda ultra larga è presente in tutto il paese?

Purtroppo ancora, non tutti i comuni del territorio italiano sono dotati di questa rete.

Infatti il 66,6% del paese è munito di banda larga da almeno 30 Mbps e solamente il 20,3% dispone di banda ultra larga fino a 100 Mbps.

Grazie al piano banda ultra larga nazionale però, ci si augura che in un paio di anni, tutti i cittadini potranno usufruirne. 

Copertura della Banda Ultra Larga in Italia

In Italia, lo sviluppo della Banda Ultra Larga è seguito da una società chiamata Infratel. 

Fino ad oggi sono stati effettuati più di 4000 interventi in tutto il paese anche se guardando la mappa si può vedere come ci sia una differenza sostanziale fra regioni per quanto riguarda la copertura della banda. 

La regione Sicilia è 6° nella classifica nazionale Ma vediamo qual’è la situazione generale. 

Ecco la classifica delle regioni più coperte da banda ultra larga:

Veneto 
Sardegna
Toscana 
Campania
Calabria 
Sicilia 
Lombardia
Lazio
Puglia 
Abruzzo
Piemonte 
Marche 
Emilia-romagna 
Molise 
Umbria 
Basilicata 
Friuli-Venezia Giulia
Liguria 
Trentino-Alto Adige
Valle D’Aosta

Considerando sia i lavori già terminati e quelli in fase di realizzazione o pianificati, sul podio le regioni che attualmente sono maggiormente coperte da banda ultra larga sono Veneto, Sardegna e Toscana. Quelle invece in cui lo sviluppo di questa tecnologia sta procedendo a rilento sono Liguria, Trentino-Alto Adige e Valle D’Aosta. 

Uno degli elementi interessanti da notare in questa classifica è che non vi è disparità fra regioni del nord e regioni del sud. 

In questo caso infatti sono tanti territori del meridione come Sicilia, Calabria e Campania che si posizionano ai primi posti nella classifica, arrivando addirittura a superare la Lombardia, che solitamente è una delle regioni considerate più sviluppate a livello di infrastrutture come per esempio quelle riguardanti l’energia rinnovabile.

Per avere ulteriori informazioni riguardo alla copertura della Banda Ultra Larga, è possibile rivolgersi ai centri WindTre a Palermo più vicini alla propria abitazione.

Il Piano Banda Ultra Larga

Nel 2014, il governo ha sviluppato un piano chiamato Piano Banda Ultra Larga Nazionale. Esso stabilisce le linee guida per tutte le iniziative pubbliche che desiderano espandere la copertura della banda ultra larga. 

In particolar modo, il piano si pone l’obiettivo di espandere la connessione internet ultraveloce sulla maggior parte del territorio, fino a permettere ad almeno l’85% della popolazione di usufruire di tale tecnologia. Tutto questo in qualche anno. 

Al momento le risorse monetarie che il governo ha stanziato per questo piano sono circa 4 miliardi di euro. 

Il piano doveva terminare nel 2020 ma ancora oggi l’obiettivo finale non è stato raggiunto, anche a causa della pandemia che ha bloccato qualunque tipo di iniziativa in tutto il paese. Nonostante ciò il piano sta procedendo e le prospettive sembrano prospere. 

Fonte:  https://internet-casa.com/news/piano-banda-ultra-larga-italia/

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza