Segui i nostri social

Comunicati stampa

Fumuso (IV) sulle elezioni americane: “Aspettando un Biden a Pantelleria”

Avatar

Pubblicato

il

Non vedo Biden all’orizzonte! Un Biden che unisca e che faccia ritornare alla buona politica, ma individuo tanti  Trump che imitano la bestia salviniana.

Qualcuno mi potrebbe obiettare che cosa c’entriamo noi con l’elezione presidenziale americana ?  Niente è tutto risponderei!  Niente, perché non cambia nessun assetto geopolitico, né a livello nazionale né a livello locale. Tutto invece,  per l’influenza che ha sempre avuto l’America in Italia e nel mondo intero.

È inutile negarlo che con la vittoria di Trump quattro  anni fa, abbiamo avuto il nascere della politica nazionalistica, negazionistica  è populista in genere. Si disse allora. “è  stato un voto di pancia che di testa!”

E i risultati in questi quattro anni si sono visti, basta ricordare le varie inchieste che hanno svelato gli accordi con Putin con Ergolan,  che hanno portato a una politica espansionistica e nazionalistica in Europa della Russia. Gli attacchi per annettersi i vari stati russi,  o gli attacchi in Turchia contro la democrazia interna e i curdi.  Per non parlare poi dei  revival  dei gruppi di destra estremi, per non parlare del fronte nazionalista di Orban a cui ha aderito capitan Monojto e la destra italiana in genere.  Infatti contro i presunti brogli elettorali denunciati da Trump sono scese Le Milizie Armate di estrema destra che hanno tentato di attaccare i  seggi elettorali. Si sono cavalcati gli umori delle persone, invece che incanalare nella giusta direzione, rendendo ingovernabile questo paese.

Brogli elettorali denunciati  da Trump ma di cui lui è leader; basta ricordare la passata elezione presidenziale e le violazioni dell’account della rivale e le notizie sulle sulle malattie e sugli altre cose private, le falk news provenienti dalla Russia , che hanno determinato la sua vittoria.

Brogli elettorali in cui gruppi repubblicani sono maestri, basta parlare della Vittoria strappata a Gore per i 200 voti nel Texas prima delle elezione di Obama. La destra americana sa come agire, ma il voto Popolare per la contro tutte le malefatte di Trump ne ha determinato la sconfitta.

Spero che si ritorni alla buona politica  del  confronto, delle mediazioni e delle competenze soprattutto.  Abbiamo vissuto un lungo periodo di dilettanti allo sbaraglio, che qui in Italia hanno determinato e determinano tanti guai. Spero soprattutto che si abbatti una certa politica nefasta, ma non le istanze della gente.

 Ma tornando a noi, tutto quello che ho scritto sopra vale anche per la nostra isola, ma soprattutto non vedo Biden all’orizzonte, un Biden che unisca e non divida.  Ma individuo tanti  Trump, che imitando la bestia salviniana che, intasando Facebook e quant’altro, con polemiche sterile e inutili che invece di indebolire l’avversario, lo rendono più forte.

Si imita “Capitan Monojto “ e si parla di tutto e male, insomma  invoco un Biden isolano, anche se all’orizzonte non vedo nessuno.

Disclaimer

Questo contenuto è proprietà intellettuale della Nous Editore srls, senza tacito consenso ne' è vietata ogni riproduzione, totale e parziale di testi e immagini, anche in forma di link

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comunicati stampa

Green Pass Isole minori, ottenuta deroga per servizi essenziali anche ai non vaccinati. Lo annuncia On. Mazzetti (FI)

Avatar

Pubblicato

il

Roma, 8 gennaio. “Gli scarsi collegamenti e il cronico isolamento insieme all’introduzione del Super Green Pass avrebbero potuto tagliare fuori una parte di cittadini delle isole minori che hanno scelto di non vaccinarsi o che, per le già citate problematiche, non hanno potuto ancora. Ricordiamo, infatti, che gli ospedali o i presidi sanitari sono quasi tutti sul continente. Stanti le regole attuali, senza il vaccino non potrebbero prendere un traghetto, unico mezzo, né per un esame o intervento e nemmeno per una prima dose.

Molti sindaci delle isole minori, a cominciare da Sergio Ortelli del Giglio, avevano rilevato il problema e, grazie al Ministro Mariastella Gelmini che su mia sollecitazione e con l’appoggio del ministro Giovannini abbiamo deciso di trovare un rimedio.

Come Forza Italia la nostra posizione sul vaccino e sulle certificazioni è limpida, cionondimeno non possiamo non riscontrare in questo caso una grave menomazione dei diritti e per questo abbiamo chiesto e ottenuto l’equiparazione dei cittadini delle isole, seppur non vaccinati, non sempre perché no vax, ma per altre problematiche come donne in gravidanza o studenti che devono frequentare scuole di diverso livello o agli altri che non vogliono o non hanno ancora ricevuto il vaccino.

Abbiamo quindi ottenuto una deroga tramite ordinanza del Ministro Speranza per i servizi essenziali come scuola e sanità, dunque una completa e giusta equiparazione”. Lo dichiara Erica Mazzetti, Deputata di Forza Italia e consigliere politico del ministero Gelmini.

Leggi la notizia

Comunicati stampa

Contenzioso sulla gestione del patrimonio: la Regione Siciliana risparmia 28 milioni di euro

Avatar

Pubblicato

il

Si riporta il testo del Comunicato Stampa diramato questa mattina relativo alla sentenza PSP.
Va inteso che al  5 capoverso “per le casse comunali” diventa “per la Regione Siciliana” 

NOTA STAMPA

Contenzioso sulla gestione del patrimonio: la Regione Siciliana risparmia 28 milioni €

PALERMO, 19 ottobre 2021. La Regione Siciliana, tramite l’Assessorato all’economia nel 2011, ha correttamente interrotto i rapporti con PSP società consortile con la quale aveva sottoscritto un contratto per la gestione e valorizzazione del patrimonio immobiliare nel lontano 2006.

Non sussiste, quindi, nessun recesso anticipato da parte dell’Assessorato e, conseguentemente, non poteva esser riconosciuta alcuna forma di indennizzo o risarcimento danni alla Societa che aveva espletato il controverso censimento del patrimonio immobiliare regionale. Mentre resta incontroverso il pagamento dei residui 3 ,5 milioni per attività inerenti la costituzione del fondo immobiliare e catastali.

Con un’importante sentenza la Corte d’appello di Roma (n. 6045/2021) ha parzialmente annullato il lodo arbitrale n. 79 del 6 novembre 2013 che aveva visto, per alcuni aspetti, vincitrice la Società e che aveva imposto un versamento alle casse regionali di oltre 11.882.542,67 nel del 2015, in particolare 5,5 milioni € per il recesso anticipato, ritenuto illegittimo e con il riconoscimento di un conseguente congruo indennizzo (2 milioni €).

La sentenza, importante sopratutto perché riconosce la legittimità dell’azione amministrativa, adesso ribalta in gran parte le conclusioni del lodo arbitrale  riconoscendo che l’Assessorato all’economia si era correttamente opposto ad ogni possibilità di prosecuzione dei rapporti contrattuali avviati nel 2006, imponendo la restituzione di ben 7,5 milioni € oltre interessi e rivalutazione.

Rigettata anche la domanda di risarcimento danni per oltre 20 milioni € che la società aveva ribadito anche in sede di impugnazione del lodo con domanda incidentale, che porta ad un risparmio complessivo per la Regione Siciliana di oltre 28 milioni € il risultato economico della pronuncia della Corte d’appello romana.

Il Dipartimento delle Finanze e del credito, che aveva dovuto pagare la somma con provvedimento del 2015, adesso provvederà a richiedere la restituzione delle somme indicate.

“E’ stato corretto interrompere i rapporti con il privato poiché erano cessati rapporti contrattuali  – afferma Gaetano Armao, Assessore all’economia e Vicepresidente della Regione, che avviò 10 anni fa il contenzioso con la Società respingendone le pretese – ed oggi la giustizia riconosce la legittimità dell’azione amministrativa. Un ringraziamento va alle strutture dell’Assessorato all’economia ed all’Avvocatura dello Stato per la difesa in giudizio”.

Leggi la notizia

Comunicati stampa

HelloFly sceglie Trapani come base italiana per i voli charter

Avatar

Pubblicato

il

Bufo (Airgest): «Trapani Birgi è uno scalo friendly per le start up e le nuove iniziative. Presenza strategica per il mercato business e leisure»
È già atterrato all’aeroporto di Trapani-Birgi l’aeromobile Saab 2000 da 50 posti con cui HelloFly vola abitualmente collegando i paesi del Mediterraneo. La compagnia maltese ha scelto Trapani come base italiana, posizionando un aeromobile presso lo scalo Vincenzo Florio per rispondere alle esigenze del mercato business e leisure.
La compagnia aerea HelloFly e l’aeromobile basato a Trapani Birgi
HelloFly, virtual airline maltese che opera in collaborazione con il vettore estone Nyxair, da Trapani-Birgi è pronta a raggiungere qualsiasi destinazione di corto raggio per operazioni charter ad hoc a condizioni vantaggiose per clienti leisure, business e corporate in cerca di un partner affidabile e di un aeromobile performante, veloce e adatto per un traffico regional.
L’aeromobile HelloFly, infatti, è un bimotore turboelica commerciale tra i più veloci sul mercato e può raggiungere una velocità massima di 665 km/h, combinando prestazioni affidabili con bassissimi costi operativi. Il Saab 2000 è già a disposizione di tour operator, aziende, società sportive e broker, anche di altre regioni, per volare da e per i principali aeroporti italiani, europei ed extra-Ue. Per informazioni: [email protected] e Hellofly.it.
Il commento del direttore di Airgest, Michele Bufo
“La presenza di Hellofly a Trapani in un settore così strategico e moderno – afferma Michele Bufo, direttore generale di Airgest, società di gestione dell’aeroporto di Trapani Birgi – è un ulteriore contributo allo sviluppo dell’aeroporto e delle attività economiche del territorio. Ci piace pensare che il nostro scalo sia un luogo friendly per le start up e favorevole alle nuove iniziative».
Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency