Segui i nostri social

Cronaca

Favignana vandalizzata: distrutte illuminazioni del Castello e della sua strada. L’indignazione del Sindaco Forgione

Direttore

Pubblicato

il

Favignana, nella notte tra l’11 e il 12 maggio, ha subito un grave atto vandalico: l’illuminazione del Castello di Santa Caterina e della strada che porta ad esso sono state distrutte.

Il Sindaco delle Egadi, Francesco Forgione, ha manifestato in una video tutta la sua indignazione per un gesto non avversante la pubblica amministrazione, bensì la comunità intera del piccolo arcipelago.

Inoltre, ha spiegato chiaramente che per affrontare ora le spese per ripristinare le luci sarà necessario assimilarle al bilancio, con un aggravio per i contribuenti egadini di non poco rilievo.

Sia l’antica mulattiera che il maniero erano stati dotati dell’ultima illuminazione da non tantissimo tempo.

Ora quei due richiami turistici importanti sono stati oscurati per dispetto e senza un guadagno per nessuno, nemmeno per gli stolti esecutori.

Si tratta di una vera chicca storica quella del Castello che risiede sul monte Santa Caterina e da cui prende il nome.  Nel IX secolo i Saraceni costruirono una torre di avvistamento (tipica edificazione saracena sparsa in tantissime località italiane), ma  Normanni, una volta conquistata la trasformarono in fortino, poi ampliato dall’allora Signore di Favignana Andrea Riccio nel XV secolo nella forma e dimensioni che vediamo ancora oggi.

Il primo cittadino ha dichiarato di sporgere denuncia contro ignoti presso i Carabinieri dell’isola.

 

Disclaimer

Questo contenuto è proprietà intellettuale della Nous Editore srls, senza tacito consenso ne è vietata ogni riproduzione, totale e parziale di testi e immagini, anche in forma di link

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Cronaca

Castelvetrano, auto sequestrata va a fuoco. Denunciato proprietario: continuava ad usarla

Redazione

Pubblicato

il

Nella giornata di ieri i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Castelvetrano sono intervenuti, unitamente a personale dei Vigili del Fuoco, nei pressi della Contrada Fontanelle Marcite a causa di un incendio di sterpaglie. Giunti sul posto i militari dell’Arma accertavano che oltre le sterpaglie era andata a fuoco un’auto che risultava completamente distrutta dalle fiamme.

Dopo aver messo in sicurezza l’intera area, dopo che i Vigili del Fuoco avevano estinto le fiamme, i Carabinieri procedevano con l’accertamento del mezzo andato a fuoco constatando che lo stesso era stato pochi giorni prima posto sotto sequestro amministrativo in quanto sprovvisto di copertura assicurativa.

Il malcapitato 45enne, nominato custode dell’auto in quanto gli era stata affidata in custodia giudiziale, veniva denunciato per il reato di sottrazione o danneggiamento di cose sottoposte a sequestro in quanto avrebbe continuato ad utilizzare il mezzo senza autorizzazione. Le indagini degli inquirenti proseguono al fine di raccogliere ulteriori riscontri investigativi.

Leggi la notizia

Ambiente

Apis Silvatica: domani la firma della Dichiarazione di Pantelleria

Redazione

Pubblicato

il

La rappresentanza internazionale del mondo della ricerca sugli impollinatori si è ritrovata sull’isola di Pantelleria, nella settimana in corso, per approfondire i temi legati alle colonie non gestite di Apis mellifera; alla conservazione della sottospecie; all’interazione tra api gestite e api selvatiche. Monitoraggi e ricerche, testimonianze ed esperienze da diversi territori sono stati i contenuti del programma che culminerà nell’appuntamento di domani, venerdì 20 maggio, Giornata Mondiale delle Api, quando il comitato scientifico del convegno, i rappresentanti istituzionali del Ministero e della Regione, dei Parchi Nazionali, delle associazioni e degli istituti di studio e ricerca, firmeranno la DICHIARAZIONE DI PANTELLERIA, un documento contenente misure pratiche per la protezione delle colonie libere di Apis mellifera e degli impollinatori selvatici.

 

Ad aprire la giornata saranno il presidente del Parco Nazionale Isola di Pantelleria Salvatore Gabriele, e Maurizio Caldo, vicesindaco del Comune Pantelleria. Per l’occasione sono stati invitati ad intervenire l’On. Alessia Rotta, Presidente Commissione permanente VIII Ambiente, e Carlo Amodeo che porterà la sua importante esperienza da apicoltore parlando della forza della memoria genetica inalterata.

La direttrice del Parco di Pantelleria, Sonia Anelli, con Ignazio Floris, dell’Università di Sassari, presiederanno la sessione informativa sui temi del programma meeting che si inizierà con il confronto delle esperienze dei Parchi Nazionali di Pantelleria, della Majella, delle Cinque Terre.

I relatori, invece, saranno Floris e Meloni dell’Università di Sassari e di Vienna con le testimonianze e i racconti dalla Sardegna; Antonio Felicioli, Università di Pisa, approfondirà l’aspetto degli uccelli in relazione alle api; Pusceddu e Satta, dell’Università di Sassari parleranno della medicina sociale dall’ape da miele sino all’uomo. A concludere la giornata saranno i rappresentanti dell’ISPRA con la presentazione del monitoraggio degli impollinatori selvatici nei parchi nazionali italiani: condivisione di metodi e dati per la valutazione a livello nazionale.

 

L’appuntamento di domani è aperto alla partecipazione di tutti e si terrà presso il Cossyra Hotel di Pantelleria a partire dalle ore 9.30

Leggi la notizia

Cronaca

FAVIGNANA: PENE DEFINITIVE DA SCONTARE. IN CARCERE 2 SOGGETTI

Redazione

Pubblicato

il

 

I Carabinieri della Stazione di Favignana hanno tratto in arresto due soggetti che devono scontare la pena in un istituto penitenziario per reati commessi in passato. Il primo è un imprenditore di origini marsalesi ma residente da anni sull’isola classe ’90 a cui è stato notificato un provvedimento emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Palermo dovendo espiare la pena di 4 anni di reclusione per reati in materia di stupefacenti commessi nel 2017 a Marsala.

Il secondo invece di origini campane ma residente a Favignana il quale deve espiare una pena di 4 anni e 10 mesi di reclusione per il reato di tentata estorsione commesso in Campania nel 2011 e violazione degli obblighi inerenti la Sorveglianza Speciale commessi sull’isola nel 2019. Entrambi al termine degli atti di rito sono stati tradotti presso il carcere “Pietro Cerulli” di Trapani.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency