Segui i nostri social

Spettacolo

Davide Lo Surdo, leggenda vivente nella storia della musica 

Redazione

Pubblicato

-

Un italiano è entrato nella storia della musica insieme a Jimi Hendrix, Chuck Berry e altri grandi della chitarra.  Questo è Davide Lo Surdo, un giovane di soli 23 anni che è diventato una leggenda vivente. Questo grazie al riconoscimento da parte della rivista Rolling Stone come il chitarrista più veloce della storia della musica.

Questo riconoscimento non è per niente, Lo Surdo ha la capacità di suonare 129 note al secondo, il che lo rende unico.  Questo record, il chitarrista lo realizza suonando una sequenza di cinque arpeggi basati sulle prime tre corde della chitarra.

Grazie a questo, l’italiano ha vinto il “Premio Rising Star” ai Sanremo Music Awards, dove è stato anche riconosciuto come il chitarrista più veloce di tutti i tempi. Questo evento si è tenuto presso l’Hotel Hilton di Venezia, Italia

Inoltre, Davide Lo Surdo, grazie al suo talento e alla sua abilità unica, ha girato il mondo deliziando con la sua musica. Il chitarrista si è esibito in paesi in Asia, America, Sud America ed Europa. In questo modo, la sua chitarra ha girato paesi come: India, Messico, Brasile, Stati Uniti d’America, Germania, Svizzera, Londra, Regno Unito e Italia.

Come se non bastasse, la rivista messicana GuitarraMX ha anche riconosciuto il giovane musicista italiano. Questa rivista ha dedicato la copertina del numero di luglio 2021 a Lo Surdo e lo ha anche investito con il titolo di chitarrista più veloce della storia.

Una delle esibizioni più epiche del chitarrista più veloce della storia è stata nel novembre 2021, quando è stato l’ospite speciale al 15° anniversario della rivista Rolling Stone. L’evento è stato all’arena “Sambódromo do Anhembi” a San Paolo, in Brasile, dove 15.000 partecipanti hanno goduto del suo spettacolo.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Spettacolo

Domenica 25 seconda puntata di “Makari”. Disponibile in digitale colonna sonora di Ralf Hildenbeutel

Redazione

Pubblicato

il

Disponibile in digitale la colonna sonora originale, a firma di RALF HILDENBEUTEL ed edita da EDIZIONI CURCI e PALOMAR, della terza stagione della serie TV “MÀKARI”, in onda con la seconda puntata domenica 25 febbraio in prima serata su Rai1.
 

È disponibile in digitale la colonna sonora originale, firmata da RALF HILDENBEUTEL ed edita da EDIZIONI CURCI e PALOMAR, della terza stagione “MÀKARI” (https://orcd.co/makari-3-ost), la serie TV con la regia di Monica Vullo e Riccardo Mosca, in onda con la seconda puntata domenica 25 febbraio in prima serata su Rai1.

 

Dopo aver composto la colonna sonora delle prime due stagioni, Ralf Hildenbeutel, una delle figure chiave della scena elettronica di Francoforte dei primi anni ’90, torna a collaborare per la terza stagione della serie che vede nel cast Claudio Gioè, Domenico Centamore, Ester Pantano, Antonella Attili e Filippo Luna con Serena Iansiti, Eugenio Franceschini, Ninni Bruschetta e Tuccio Musumeci.

 

La colonna sonora è impreziosita dal brano “Caccia al Tesoro”, che ha visto Ralf Hildenbeutel collaborare con Ester Pantano, coautrice e interprete del brano.

 

«Per la colonna sonora della terza stagione di “Makàri”, mi sono concentrato su diverse nuove tracce per i personaggi e le storie di questa terza stagione – dichiara Ralf Hildenbeutel – Nel corso del tempo si è sviluppato il tipico “suono Màkari”, quindi anche nella terza stagione ho mescolato strumenti tradizionali, come il mandolino, le percussioni o anche l’arpa, con suoni contemporanei. Inoltre, è stato un piacere poter collaborare con Ester Pantano (che interpreta Suleima nella serie), che è anche cantante e co-autrice del brano “Caccia al Tesoro”. La traccia è presente nella serie così come nell’album contenente la colonna sonora». 

 

Questa la tracklist della colonna sonora: “Tarantella Màkari”, “Qualcosa di folle”, “Caccia al tesoro” feat. Ester Pantano, “Momenti di gelosia”, “Quori spezzati”, “Giochi di seduzione”, “Sogni di Màkari”, “Situazione difficile (Màkari 3)”, “Leone”, “Il caso Bernardo”, “Frutta dolce”, “Se non si conosce”, “Un nuovo crimine (Màkari 3)”, “Questi momenti strani”, “La via di Giulio” e “Riunione”.

 

“Màkari” è una produzione Palomar in collaborazione con Rai Fiction, prodotto da Carlo Degli Esposti e Nicola Serra con Max Gusberti. Le sceneggiature, tratte dalle opere di Gaetano Savatteri edite in Italia da Sellerio Editore, sono firmate da Leonardo Marini, Salvatore De Mola, Attilio Caselli, Carlotta Massimi e Ottavia Madeddu. Soggetto di serie a cura di Leonardo Marini.

 

Saverio Lamanna, lo sbirro di penna, insieme all’amata Suleima e al formidabile Piccionello, dovrà affrontare quattro nuovi casi di omicidio, che hanno al centro la terribile faida fra due sue ex fidanzate (“Il fatto viene dopo”), un mistero che affonda le radici nella tragica storia di Gibellina (“La città perfetta”), un antico amore di Marilù che viene ucciso nel corso di un festival letterario (“Tutti i libri del mondo”) e un presunto incidente all’interno di un bellissimo centro termale (”La segreta alchimia”). Ma non saranno solo questi delitti a mettere alla prova Lamanna. Mai come adesso Saverio e Suleima scopriranno che l’amore funziona proprio come la chimica: ci sono elementi che hanno una naturale capacità di attrarre e legarsi ad altri elementi, e quando lo fanno distruggono i precedenti legami con altre sostanze. Ed è così che l’arrivo di due nuovi personaggi, Michela e Giulio, rischia di trasformarsi in una catastrofe per i due beniamini. Perché Michela, se non ci fosse Suleima, sarebbe davvero perfetta per Saverio. E Giulio, se non ci fosse Saverio, sarebbe davvero perfetto per Suleima. No? Michela e Giulio arrivano come amici, ma sono tutt’altro che amici. In questo pericoloso gioco di affinità elettive Peppe Piccionello, da vera cassandra, sarà il solo a vederci chiaro fin dall’inizio. Riuscirà a impedire che avvenga l’irreparabile?

 

Nato a Francoforte nel 1969, RALF HILDENBEUTEL è un affermato compositore di colonne sonore per film e programmi televisivi. Ha iniziato a suonare il pianoforte all’età di nove anni ricevendo una formazione classica ma ha presto sviluppato gusti eclettici, diventando un grande fan del jazz e, successivamente, della musica elettronica prendendo come riferimento artisti del calibro di Jean-Michel Jarre e Kraftwerk. Ha lavorato come autore e produttore per l’iconica Eye Q Records di Sven Väth, Matthias Hoffmann e Heinz Roth, specializzata nella musica techno e ambient, che influenzò notevolmente il Sound of Frankfurt. Nel 1997 ha fondato la casa di produzione Schallbau con Hoffmann e Britzke, creando successi pop per artisti come Yvonne Catterfeld e Laith Al-Deen. Negli anni, si è dedicato principalmente alle colonne sonore, lavorando su oltre 30 produzioni internazionali.

 

www.edizionicurci.it

Leggi la notizia

Spettacolo

Tremestieri Etneo (CT), valorizzazione del territorio e promozione del prodotto enogastronomico tra arte, cultura e spettacolo

Redazione

Pubblicato

il

TREMESTIERI ETNEO, VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO E PROMOZIONE DEL PRODOTTO ENOGASTRONOMICO TRA ARTE, CULTURA E SPETTACOLO

Tremestieri Etneo (CT) – Promozione e valorizzazione del prodotto enogastronomico attraverso l’arte. E’ questa la mission dell’Amministrazione comunale di Tremestieri Etneo, guidata dal Sindaco Santi Rando, che promuove l’attrazione turistica legati allo sviluppo enogastronomico attraverso percorsi artistici e culturali. Grazie anche all’aiuto della Regione Siciliana, Assessorato dell’Agricoltura, la motivazione dell’amministrazione è quella di creare un legame di promozione con le eccellenze tipiche del territorio a vocazione vitivinicola, che crea attrazione verso tutti gli eventi culturali, musicali e di intrattenimento. 

Prossimi eventi in programma, tre giorni di teatro e a seguire le masterclass condotte dal Sommelier Roberto Raciti. 

Si parte Sabato 24 febbraio 2024 dalle ore 20.00 con Massimo Spata, il 25 con Gino Astorina nei locali del Centro Diurno, e il 26 febbraio con Gianluca Barbagallo nel Palmento Villa Immacolata, il tutto impreziosito dalla presentazione del noto conduttore siciliano Ruggero Sardo.

“E’ una nostra priorità e una missione che vogliamo portare avanti – ha detto il Sindaco di Tremestieri Etneo Santi Rando –  quello che è lo sviluppo turistico, ricettivo e commerciale, attraverso la riscoperta del prodotti tipici e le eccellenze del territorio – conclude – stiamo avendo una risposta importante e partecipazione non solo cittadina”.

Leggi la notizia

Spettacolo

Cinema, Festival di Berlino: due film sponsorizzati dalla Regione tra i protagonisti

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

Presidenza della Regione
La Regione Siciliana tra i protagonisti della 74ª edizione del Festival internazionale del cinema di Berlino, inaugurata il 15 febbraio scorso. Nella ristretta rosa dei titoli italiani presenti alla “Berlinale” figurano, infatti, due opere realizzate con il contributo dell’Assessorato regionale del Turismo, sport e spettacolo – Sicilia film commission: il film documentario della palermitana Costanza Quatriglio “Il cassetto segreto” e il lungometraggio di Carlo Sironi “Quell’estate con Iréne”, girato nell’Isola.

Nell’anno in cui l’Italia è stata scelta come “country in focus” nell’ambito dell’European film market del Festival, la Sicilia si presenta come uno dei territori maggiormente rappresentativi nel panorama audiovisivo internazionale, puntando a mantenere, anche per i prossimi anni, la propria attrattività nei confronti delle produzioni cinematografiche di qualità.

«La costante presenza di film sostenuti dalla Regione Siciliana nei principali festival cinematografici internazionali – dice l’assessore regionale al Turismo, Elvira Amata – conferma l’efficacia delle scelte del governo Schifani in materia di sostegno al settore audiovisivo nella nostra Isola, sia sotto il profilo dello sviluppo economico dello specifico comparto, sia nell’ottica di promozione cine-turistica del nostro territorio».

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza