Segui i nostri social

Sociale

Catania, Giusy e Mary testimonials del Comitato Abbattimento Barriere Architettoniche

Redazione

Pubblicato

-

La storia di Giusy e Mary, nominate testimonial dal CABA, impegnate per i diritti delle persone con

disabilità e integrazione

Il Comitato Abbattimento Barriere Architettoniche (CABA) che ha sede a Roma ha nominato come testimonial per l’integrazione e la famiglia, le siciliane Giusy Scirè e Mary Bellomo. Le due donne, già Miss Integrazione Special e Miss Integrazione Over, da anni girano l’Italia portando avanti il loro impegno civico nei confronti della disabilità e dell’integrazione. Mary Bellomo, 58 anni, originaria di Sortino, in provincia di Siracusa, si à ̈ sempre occupata di assistenza agli anziani e ai disabili nel suo lavoro, ma nella vita ha vissuto una serie di difficoltà in famiglia. Giusy Scirè è una donna disabile in carrozzina, siciliana di Militello in Val di Catania. Abbatte i pregiudizi e lancia un forte messaggio di uguaglianza. “Tutte abbiamo il diritto di andare in passerella – ha detto Giusy Scirè- perché siamo donne forti. Da Paternò, in provincia di Catania, dove si sono conosciute nell’ambito di una sfilata di moda, un nuovo viaggio, domenica, le attende a Reggio Calabria. Dal 22 al 26 maggio voleranno in Portogallo per rappresentare l’Italia all’iniziativa “Miss Mister Star Universe, accanto a 40 donne, tra ragazze e adulte, di varie nazionalità . “Giusy Scirè, ha dimostrato con la sua forza, il suo coraggio e la sua determinazione che tutti possono raggiungere i propri obiettivi applicando una forte costanza nella propria vita – afferma Giuseppe Battistoni, presidente del Comitato Abbattimento Barriere Architettoniche (CABA), che da anni à ̈ impegnato sul territorio nazionale con l’obiettivo di rimuovere gli ostacoli che limitano la libertà e l’uguaglianza delle persone con disabilità. Mary Bellomo ha vissuto la disabilità nella sua famiglia affrontandola a testa alta, senza paura, e dimostrandosi una moglie, una mamma ed una nonna eccezionale. Vivendo anche lei con coraggio e determinazione la propria vita. Senza arrendersi, sempre avanti e con il sorriso sulle labbra.

Sociale

Giornata Internazionale contro l’omofobia – Il Comune di Pantelleria così commenta

Redazione

Pubblicato

il

In occasione della Giornata Internazionale contro l’omofobia, l’Amministrazione Comunale di Pantelleria si esprime relativamente all’accettazione.

La Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia, la  transfobia (o IDAHOBIT, acronimo di International Day Against Homophobia, Biphobia, Transphobia) è una ricorrenza promossa dal Comitato Internazionale per la Giornata contro l’Omofobia e la Transfobia è riconosciuta dall’Unione europea e dalle Nazioni Unite[1] che si celebra dal 2004 il 17 maggio di ogni anno.

L’obiettivo della giornata è quello di promuovere e coordinare eventi internazionali di sensibilizzazione e prevenzione per contrastare il fenomeno dell’omofobia, della bifobia e della transfobia.

A tal proposito il Comune di Pantelleria così si esprime

G𝗜𝗢𝗥𝗡𝗔𝗧𝗔 𝗜𝗡𝗧𝗘𝗥𝗡𝗔𝗭𝗜𝗢𝗡𝗔𝗟𝗘 𝗖𝗢𝗡𝗧𝗥𝗢 𝗟’𝗢𝗠𝗢𝗟𝗘𝗦𝗕𝗢𝗕𝗜𝗧𝗥𝗔𝗡𝗦𝗙𝗢𝗕𝗜𝗔
Oggi celebriamo la Giornata Internazionale contro l’Omolesbobitransfobia con fermezza e determinazione. Il Comune di Pantelleria si schiera inequivocabilmente dalla parte dell’accettazione e dell’inclusione.

Leggi la notizia

Sociale

Mazara, 1° meeting diocesano per aggregazioni laicali

Direttore

Pubblicato

il

A MAZARA IL 1° MEETING DIOCESANO DELLE AGGREGAZIONI LAICALI

“Accogliamo la Parola con la gioia dello Spirito santo” è il titolo del 1° meeting diocesano delle aggregazioni laicali che si terrà domenica 19 maggio, presso l’auditorium dell’istituto tecnico “F. Ferrara” di Mazara del Vallo.

Alle 9 si terrà l’accoglienza; a seguire: invocazione allo Spirito Santo; saluti della coordinatrice della CDAL Erina Alagna e presentazione dei gruppi; ascolto della Parola e meditazione del Vescovo; al termine celebrazione della santa messa presieduta dal Vescovo. La Consulta è nata qualche mese addietro. Si è già riunito il Consiglio, al quale ha partecipato il Vescovo monsignor Angelo Giurdanella che ha indicato le priorità di quest’anno. Tra queste il censimento di tutti i gruppi, movimenti e associazioni ecclesiali presenti in Diocesi.

A tal fine è stato messo a disposizione un modulo online (https://forms.gle/1kBYUcmsep2744B7A) da poter compilare.

Ma tra le priorità c’è quello di redigere lo Statuto della Consulta. «Dovete essere facilitatori per tutte le aggregazioni laicali della nostra Diocesi – ha detto monsignor Giurdanella nell’ultimo incontro con la Consulta – perché possano esprimere la loro bellezza, per costruire insieme ed essere una Chiesa dove ognuno si senta accolto e apprezzato»

Leggi la notizia

Sociale

Cracolici: “Contro le mafie servono strumenti normativi condivisi con altri Paesi”

Redazione

Pubblicato

il

Palermo, 13 maggio – “Contro il crimine globalizzato serve un contrasto globale. Gli affari criminali delle mafie si consolidano attraverso il controllo del mercato degli stupefacenti. Nuove droghe sintetiche dai costi sempre più bassi inondano le nostre città, incontrando una domanda sempre più diffusa, specie tra i giovani. O

ccorre affinare le tecniche di individuazione dei flussi di denaro e trovare degli strumenti normativi comuni sia per i Paesi europei che per quelli del bacino euro – mediterraneo per intercettare l’obiettivo che 40 anni fa Pio La Torre individuò come lo strumento principe del contrasto: colpire i patrimoni dei mafiosi. Il tema della criminalità organizzata deve essere vissuto come un problema globale e non dei singoli Paesi”.

Lo ha detto Antonello Cracolici, presidente della commissione Antimafia all’Ars, intervenendo alla tavola rotonda organizzata a Palazzo dei Normanni dal Coppem (Comitato Permanente Partenariato Euromediterraneo dei Poteri Locali e Regionali) sulle connessioni tra la criminalità organizzata e il terrorismo internazionale.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza