Segui i nostri social

Sociale

Caltagirone (PA), studenti del Liceo Scienze Umane in visita al Centro Sils:”La scuola attenta alla salute mentale”

Direttore

Pubblicato

-

 

Quando oltre i banchi di scuola c’è anche la voglia di conoscere, scoprire, ascoltare e raccontare se stessi. In fondo siamo tutti figli dello stesso mondo. Siamo tutti speciali. Un’esperienza sorprendente alla scoperta di realtà che offre la possibilità e l’opportunità di poter stare bene.

È stato questo l’obiettivo formativo della visita didattica degli studenti e delle studentesse del Liceo delle Scienze Umane Paritario di Caltagirone al Centro Sils, un luogo che offre il servizio per l’integrazione socio-lavorativa di utenti con disabilità psichica. Il Centro Sils, è coordinato dal direttore del modulo Dsm Caltagirone-Palagonia, dr. Raffaele Barone con la partecipazione di tutti i moduli Dsm dell’Asp di Catania.

All’interno del Centro, gli studenti hanno avuto modo di conoscere i facilitatori sociali. Uomini e donne che hanno attraversato una sofferenza mentale e, nel loro percorso di terapia, aiutano gli altri. Ha accolto gli studenti, studentesse e docenti del Liceo delle Scienze Umane lo psicologo dott. Manuele Militello. Nel corso della visita lo psicologo ha accompagnato gli alunni e alunne nelle aule ricreative” dove all’interno vi sono quadri e disegni realizzati dagli stessi utenti. Infine, nell’aula grande, sono emersi argomenti come i disturbi e le malattie mentali con la preziosa testimonianza ed esperienza diretta degli utenti del centro Sils. Argomenti come ansia, depressione e gli effetti che ha causato la pandemia in particolar modo ai giovani studenti.

È stata una visita che ha avuto un riscontro più che positivo da parte degli studenti e studentesse, che hanno capito l’importanza della salute mentale e dell’aiuto che molti professionisti offrono nel caso di sofferenza.

“La scuola è presente e attenta al tema della salute mentale – ha detto il Preside Prof. Francesco Bunetto – in un’era così frenetica e digitale non si può pretendere di affidarsi solo alla didattica tradizionale, fatta di lezioni frontali e interrogazioni, ma anche andare alla scoperta di realtà, conoscere luoghi e persone che hanno storie uniche che vale la pena ascoltare. Per questo – conclude – i nostri studenti e le nostre studentesse hanno avuto e avranno modo di affacciarsi al mondo del lavoro”.

 

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura

Pantelleria, oggi commemorazione Giornata della Memoria

Redazione

Pubblicato

il

Si è tenuta in Aula Consiliare, a causa del freddo, la Cerimonia prevista per la Commemorazione delle vittime della Giornata della Memoria.

Alla presenza delle Forze Militari e Civili dell’isola, dei rappresentanti delle scuole, delle associazioni e di vari cittadini, c’è stato il saluto istituzionale e l’illustrazione del perché esiste la Giornata della Memoria e quanta parte deve ancora avere nelle nostre vite quotidiane e in quello che lasciamo alle prossime generazioni da parte del Vicesindaco Maurizio Caldo, seguita da un’introduzione al programma dell’evento fatto dall’Assessore Francesca Marrucci che ha ricordato i passaggi importanti sia della Shoah, che della Storia, sottolineando il messaggio forte che questo evento tragico ci trasmette e l’importanza di tramandarlo alle nuove generazioni, in particolare ha sottolineato il pericolo della mancanza di memoria e della progressiva disaffezione verso questa Giornata denunciata anche dalla Senatrice Liliana Segre.

Il Presidente del Consiglio Comunale, Erik Vallini ha ricordato nel suo intervento quanti conflitti, persecuzioni e discriminazioni ci sono ancora nel mondo e l’Assessore Leonardo Ferreri ha evidenziato le parole chiave della Giornata della Memoria, in un elenco tristemente attuale e che deve far riflettere.

Il Prof. Bernardo ha portato il saluto del Preside Antonio Provenza, oggi fuori isola.
Agli interventi si sono alternate tre brevi proiezioni, una sulla Seconda Guerra Mondiale e su come si è arrivati alla ‘Soluzione Finale’, uno con l’intervento di qualche giorno fa della Sen. Segre ed infine una commovente serie di testimonianze di deportati italiani ebrei, con la quale si è conclusa la cerimonia.
Un ringraziamento a quanti sono intervenuti, nella speranza che la memoria di mantenga viva, insieme alle emozioni, e ci aiuti a non continuare a commettere gli stessi errori.

Leggi la notizia

Sociale

Campobello, Pantelleria presente alla manifestazione “La Sicilia è nostra non di cosa nostra”

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

PER IL COMUNE SARANNO PRESENTI IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE, ERIK VALLINI E IL CAPOGRUPPO DI MAGGIORANZA STEFANO SCALTRITI

 

MERCOLEDÌ 25 GENNAIO, I DUE CORTEI DI CAMPOBELLO E CASTELVETRANO SI CONGIUNGERANNO PER DIRE UN NO NETTO ALLA MAFIA.

 

Il sindaco Giuseppe Castiglione e il sindaco Enzo Alfano, a nome delle amministrazioni di Campobello e di Castelvetrano e congiuntamente ai rispettivi presidenti del Consiglio Comunale, hanno indetto una manifestazione cittadina che si chiamerà “La Sicilia è nostra e non è di Cosa Nostra”, promossa per domani, 25 gennaio, con inizio alle ore 18.00 con ritrovo presso il vicolo San Vito, dinanzi il covo di Matteo Messina Denaro.

I cittadini di Campobello si riuniranno dinanzi la chiesa “Madonna di Fatima” e sfileranno in corteo sino a congiungersi con i cittadini di Castelvetrano, che arriveranno dalla parte opposta del paese (al confine di Castelvetrano), per gridare insieme un forte NO alla mafia.

Per il Comune di Pantelleria parteciperanno il Presidente del Consiglio Comunale, Erik Vallini, e il Capogruppo di Maggioranza, Stefano Scaltriti.

«Uniti possiamo essere ancora più forti contro la mafia – afferma il Sindaco Castiglione – In questa manifestazione, che è stata voluta anche dai tantissimi cittadini onesti e laboriosi che rappresentano il vero volto di Campobello e di Castelvetrano, abbiamo voluto coinvolgere anche gli altri sindaci della provincia, perché vogliamo mandare un messaggio forte e univoco di contrasto alla criminalità, ribadendo il nostro sentito ringraziamento alle Forze dell’Ordine che, con la cattura di Messina Denaro, hanno finalmente liberato il nostro territorio da questo terribile e opprimente male».

«Abbiamo raccolto subito l’invito dei Primi Cittadini di Campobello e Castelvetrano – dichiara il Presidente del Consiglio Comunale di Pantelleria, Erik Vallini – perché una presa di posizione ed un’affermazione netta del desiderio di legalità e giustizia deve arrivare da tutta la Sicilia, anche dalle parti più remote come la nostra isola di Pantelleria. In questi anni di mandato abbiamo sempre rivolto una particolare attenzione alla lotta alla mafia, al lavoro con le giovani generazioni per non dimenticare e ad un messaggio chiaro che con la mafia né si tratta né si convive. Mutuando la celebre frase di Paolo Borsellino: ‘La lotta alla mafia dev’essere innanzitutto un movimento culturale che abitui tutti a sentire la bellezza del fresco profumo della libertà che si oppone al puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità e quindi della complicità.’»

Leggi la notizia

Sociale

Pantelleria – Giornata della Memoria, “Il dovere di ricordare” il 27 gennaio a La Tinozza

Redazione

Pubblicato

il

IL DOVERE DI RICORDARE

Venerdì 27 gennaio alle 17:00, presso il circolo “La Tinozza”, si terrà il secondo appuntamento del
“Caffè dei giovani”, il caffè letterario del Comitato Promotore per l’Arte, la Cultura e il Territorio
“Preziosa Pantelleria” curato dagli studenti della 5^ B del Liceo delle Scienze Umane dell’Istituto
d'Istruzione Secondaria Superiore “Vincenzo Almanza”.
L’evento avrà luogo nella “Giornata della Memoria” per commemorare le vittime delle
persecuzioni razziali, etniche e religiose operate dal regime nazi-fascista.
Il pomeriggio sarà incentrato su un percorso di letture, immagini e musiche ispirate al tema della
Shoah e principalmente a brevi passi tratti da due romanzi: “Il piccolo burattinaio di Varsavia” di
Eva Weaver e “La ragazza che giocava a scacchi ad Auschwitz” dell’autrice statunitense Gabriella
Saab. Entrambi i romanzi hanno per protagonisti dei ragazzi e, pur trattandosi di narrazioni
romanzate, traggono ispirazione da storie vere.

Il “Caffè dei giovani” è un progetto che nasce, nell’ambito dei Percorsi per le Competenze
Trasversali e l’Orientamento (PCTO), dalla sinergia tra il Comitato Promotore Preziosa Pantelleria e
l’I.S.O.I.S di Pantelleria, in collaborazione con il circolo “La Tinozza”, che ha offerto la disponibilità
dei locali. Il progetto indirizzato alla 5^ B del Liceo delle Scienze Umane vede i giovani promotori e
attori di eventi culturali e riflessioni su temi sociali, letterari, di storia e attualità.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza