Segui i nostri social

Economia

“Artigiano in Fiera”, al 20 novembre scadenza bando per 90 aziende agro-alimentari e artigiane. Ecco come partecipare

Marilu Giacalone

Pubblicato

-

Novanta aziende agro-alimentari e artigiane siciliane potranno partecipare alla 26ª edizione di “Artigiano in Fiera”, in programma a Milano presso Fieramilano Rho-Pero, dal 3 all’11 dicembre. La Regione ha prorogato a domenica 20 novembre la scadenza del bando col quale è possibile richiedere di aderire, e stamattina l’assessore regionale alle Attività produttive, Edy Tamajo, ha incontrato a Palermo, nella sede di via degli Emiri, le associazione di categoria. Erano presenti, tra gli altri, il direttore generale e il capo di gabinetto dell’assessorato, Carmelo Frittita e Maurizio Caracci, il delegato di Cna Sicilia, Francesco Cuccia, il presidente di Casartigiani Sicilia, Maurizio Pucceri, il funzionario delegato di Confartigianato Sicilia, Natale Ferla, e il presidente di Palermo di Claai Sicilia, Francesco Mandalà. 
 
«Oggi –  ha spiegato l’assessore Tamajo – è l’occasione per conoscerci e iniziare a lavorare. “Artigiano Fiera” è uno dei più importanti eventi del settore, in cui le aziende possono promuovere e vendere i propri prodotti al grande pubblico e sviluppare una rete di clienti che poi si ripropone durante l’anno. Mi piacerebbe portare in assessorato una nuova visione, perché o la politica va al passo con la società oppure abbiamo fallito tutti. Da parte mia c’è tanta voglia di fare e siamo aperti a ogni forma di proposta che sia proficua per la Sicilia. Spero, con l’aiuto delle categorie produttive, di riuscire a realizzare tante opportunità per la nostra terra». 
 
“Artigiano in Fiera” è giunta alla 26ª edizione e conta in media ogni anno circa un milione e mezzo di visitatori, con più di 3mila aziende che effettuano la vendita sui canali digitali. L’assessorato alle Attività produttive sarà presente quest’anno con una collettiva alla quale saranno ammesse un massimo di 90 aziende siciliane. Possono aderire piccole e medie imprese, consorzi e società consortili, costituiti anche in forma cooperativa, e reti di imprese. Le richieste di partecipazione vanno inviate all’indirizzo di posta elettronica certificata dipartimento.attivita.produttive@certmail.regione.sicilia.it, entro domenica 20 novembre.

In copertina l’assessore Tomajo con i rappresentati di categoria

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ambiente

Pantelleria, contributi a fondo perduto per smaltimento amianto

Direttore

Pubblicato

il

Contributo a fondo perduto per la rimozione e lo smaltimento di manufatti e materiali contenenti amianto nelle civili abitazioni

Il Comune di Pantelleria, tramite avviso pubblico di seguito riportato, rendo noto lo stanziamento di contributi a fondo perduto per lo smaltimento di manufatti di amianto.

Ecco l’avviso pubblico di riferimento

In copertina immagine dal web

Leggi la notizia

Ambiente

Agricoltura, 30 milioni del Psr Sicilia a florovivaismo e frutta in guscio: graduatorie pubblicate

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

Presidenza della Regione
Pubblicate dal dipartimento regionale dell’Agricoltura le graduatorie definitive dei Progetti integrati di filiera nei settori del florovivaismo e della frutta in guscio, a valere su fondi del Programma di sviluppo rurale 2014/2022, per un totale di circa 30 milioni di euro (15 milioni per ciascun comparto). 
 
Sono 6 i progetti ammessi a finanziamento per la “linea di intervento comparto florovivaistico” e altri 6 per il “comparto frutta a guscio” (mandorle, pistacchi, nocciole), mentre sono state escluse tre domande per ciascuna linea di intervento. I fondi serviranno a incentivare gli investimenti eco-compatibili, le tecnologie sostenibili, per favorire la competitività di questi settori e il raggiungimento di una qualità produttiva eccellente.
 
«Confermiamo l’impegno del governo regionale – dice l’assessore all’Agricoltura, Luca Sammartino – a sostenere le aziende agricole della Sicilia e a far crescere la competitività delle nostre produzioni, migliorandone la capacità di penetrazione nei mercati internazionali».
 
Le graduatorie definitive delle aziende ammesse e di quelle escluse sono pubblicate sul portale web istituzionale della Regione Siciliana ai seguenti link (comparto florovivaistico e comparto frutta a guscio).

Leggi la notizia

Cronaca

Pantelleria, richiesto intervento urgente Governo per disagi caro energia elettrica

Redazione

Pubblicato

il

E’ stata inoltrata una richiesta di intervento urgente per disagi caro energia elettrica Isola di Pantelleria, al Premier Giorgia Meloni, Al Ministro Infrastrutture Salvini, al Presidente Regione Siciliana Schifani, all’assessore reg. Di Mauro e al Sindaco Campo.

L’istanza così recita:

Gentilissimi Presidenti, Onorevoli Ministri, la presente missiva costituisce formale richiesta di intervento urgente, a causa del perdurare dell’insostenibilità dello scenario energetico, determinata dall’inarrestabilità del prezzo dell’energia elettrica che sta provocando difficoltà profondamente radicate nel tessuto economico e sociale dell’isola di Pantelleria.

L’allarmante scenario locale espone le nostre famiglie ad un reale rischio economico, riversandosi con evidenti difficoltà rispetto alla ripresa economica per l’intera isola.

Le bollette che stiamo ricevendo stanno mettendo in ginocchio molte famiglie e già si contano anche le realtà imprenditoriali a rischio chiusura per l’impossibilità di sostenere i nuovi costi dell’energia. Nonostante lo stanziamento di fondi del governo come sostegni economici, introdotto con la Legge di Bilancio, i risultati raggiunti non possono essere ritenuti sufficienti.

La situazione è ancor più grave se si considerano le spese giornaliere che le nostre famiglie sopportano, oggettivamente superiori rispetto al resto del paese: in primis perché

il costo del carburante e degli alimenti sono gravati dai costi di trasporto dalla terraferma, in secundis perché i residenti sono costretti a spostamenti continui verso la Sicilia per i tanti servizi che mancano sul territorio come la sanità.

La somma di queste componenti grava pesantemente sulla gestione del nostro bilancio familiare, specialmente su un territorio come il nostro dove il lavoro manca.

A Pantelleria l’unica società fornitrice dell’elettricità è la SMEDE Spa che a sua volta utilizza motori diesel per la produzione di energia. In questo scenario, il caro carburanti non aiuta sicuramente a risolvere i gravi disagi che stiamo vivendo e sopportando.

Nei mesi scorsi abbiamo chiesto ad ARERA una verifica delle tariffe esposte in bolletta e abbiamo ricevuto una risposta, allegata alla presente, che di sicuro non ci aiuta, specialmente oggi che la situazione si è aggravata. Per i motivi sopra esposti Vi chiediamo di trovare una soluzione percorribile che possa esserci di aiuto in tempi accettabili perché la situazione a Pantelleria è ormai ingestibile tanto quanto insostenibile.

Pantelleria, 29.01.2023

F.to Morgan Brignone – Consigliere Comunale e Coord. Fratelli d’Italia Pantelleria Giuseppe Palermo – Consigliere Comunale Lega per Salvini Premier Isola di Pantelleria G. Federico Tremarco – Coord. Comunale Lega per Salvini Premier Isola di Pantelleria Nicolò Barraco – Vice Coord. Comunale Lega per Salvini Premier Isola di Pantelleria Angelo Fumuso – Coord. Comunale Italia Viva Pantelleria Mariuccia Silvia – Componente Comitato Civico Luigi Fontanarosa – Componente Comitato Civico Michelangelo Lombardo – Componente Comitato Civico

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza