Segui i nostri social

Sanità

Aggiornamento covid a Pantelleria e Provincia di Trapani

Redazione

Pubblicato

il

Ecco il bollettino quotidiano diramato dall’ufficio stampa dell’ASP di Trapani, relativo alla giornata di oggi 25 maggio 2022.

Ad oggi il numero dei positivi al covid-19, a Pantelleria, risulterebbe essere pari a 42, mentre ieri 24 maggio era pari a 40

 

Vediamo l’andamento in tutta provincia di Trapani

Il numero dei guariti in provincia vede  un numero totale di 102,331 Attuali positivi: 2817 (ultimo aggiornamento del23 maggio 2836); decessi: 662 ( 662) .

Ricoverati in terapia intensiva 0, ricoverati in terapia semi intensiva 7 in degenza ordinaria 38

Comune

Ieri

oggi

Alcamo

304

334

Buseto Palizzolo

24

24

Calatafimi Segesta

35

33

Campobello di Mazara

80

77

Castellammare del G.

88

85

Castelvetrano

158

172

Custonaci

38

38

Erice

176

171

Favignana

27

27

Gibellina

14

15

Marsala

541

534

Mazara del Vallo

337

336

Misiliscemi

25

26

Paceco

96

89

Pantelleria

40

42

Partanna

55

57

Petrosino

44

46

Poggioreale

16

20

Salaparuta

12

16

Salemi

60

65

San Vito Lo Capo

26

29

Santa Ninfa

24

22

Trapani

528

479

Valderice

76

69

Vita

12

11

 

 

Disclaimer

Questo contenuto è proprietà intellettuale della Nous Editore srls, senza tacito consenso ne è vietata ogni riproduzione, totale e parziale di testi e immagini, anche in forma di link

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Economia

Pantelleria, entro fine ottobre liquidazione partorienti seconda tranche

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

PANTELLERIA, ENTRO FINE OTTOBRE IN PAGAMENTO LA
SECONDA TRANCHE DEL CONTRIBUTO PARTORIENTI
Finalmente è arrivata nelle casse comunali la seconda tranche del contributo
partorienti da parte della Regione Siciliana relativa all’anno 2021.
In questi giorni gli Uffici Comunali stanno finendo di verificare le documentazioni
presentate dalle mamme e entro fine ottobre saranno liquidate tutte le richieste.

Leggi la notizia

Sanità

Sanità, Giuliano (UGL): “Ecco cosa rimane del SSN: insufficienti personale e strutture per garantire assistenza”

Direttore

Pubblicato

il

“Sono impietosi alcuni numeri che il quotidiano L’Indipendente ha reso noti in un
articolo. Leggiamo di 111 ospedali pubblici e 113 pronto soccorso che, nel decennio
2010-2020, hanno chiuso per 37.000 posti letto persi. Nelle strutture c’è carenza di
personale e sono stimati in 29.000 i professionisti mancanti di cui oltre 4.300 medici. A
pagarne le spese, oltre ai lavoratori del settore, sono i cittadini costretti in molti casi a
rinunciare alle cure o a dover optare per la soluzione privata” dichiara il Segretario
Nazionale della UGL Salute Gianluca Giuliano. “È palese come i tanto attesi
investimenti previsti dal Pnrr che l’ormai ex Ministro della Sanità Speranza aveva
cavalcato come panacea e risoluzione dei problemi restano uno dei tanti misteri
irrisolti proposti da chi è rimasto seduto sulla chiglia di comando. Diminuzione drastica
dei servizi, cronica carenza di personale, strutture e mezzi obsoleti. Questo, come
denunciamo da tempo, è quel che resta del catastrofico quadro della sanità italiana
che inseguendo il miraggio dell’assistenza territoriale vede assottigliarsi sempre più le
fila degli operatori impegnati. Bisogna intervenire rapidamente, tronare a rendere
attrattive con la massima urgenza tutte le professioni sanitarie garantendo contratti al
pari con le altre nazioni europee e puntando con forza sulla formazione e
l’aggiornamento. Questo per evitare il collasso definitivo di un sistema ormai allo
stremo” conclude il sindacalista.

Leggi la notizia

Sanità

Covid, il ministro Speranza proroga di un altro mese l’obbligo di mascherina in Ospedali e strutture sanitarie

Redazione

Pubblicato

il

Proroga di un mese dell’obbligo di utilizzare le mascherine per lavoratori, utenti e visitatori delle strutture sanitarie, socio-sanitarie e RSA, comprese le strutture di ospitalità e lungodegenza, le residenze sanitarie assistenziali, gli hospice, le strutture riabilitative, le strutture residenziali per anziani, anche non autosufficienti. E’ questa, secondo quanto si apprende, la decisione del governo uscente guidato da Mario Draghi (ma ancora in carica per almeno altre 2-3 settimane), l’ultimo colpo di coda del ministro della Salute Roberto Speranza che firmerà oggi un’ordinanza di proroga di un mese. L’obbligo di mascherina non verrà invece prorogato per i mezzi di trasporto… 

di Peppe Caridi su Meteoweb.it

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency