Segui i nostri social

Cronaca

Ultim’ora. Spettacolo dall’Etna: paura, lapilli e cenere su Catania

Giuliana Raffaelli

Pubblicato

-

L’Etna è di nuovo in eruzione.

Ma questa volta fa anche un po’ paura. Poco dopo le 16 di oggi, “a muntagna” ha dato inizio a una nuova eruzione potente e, al tempo stesso, spettacolare: alte fontane di lava (di più di 50 metri) si alzano dal cratere sud-est e scendendo lungo il versante orientale del vulcano creando un fiume incandescente. Dalla stessa “bocca”, a circa 2000 metri di altezza, la fuoriuscita di lava ha prodotto un collasso, seppure limitato, del fianco del vulcano dando origine a un flusso piroclastico lungo la parete occidentale della valle del Bove. La colata lavica si sta attualmente espandendo anche in direzione nord, verso la Valle del Leone.

La città di Catania è investita da una pioggia di impalpabile cenere rossa, ma la situazione è critica in alcune zone più meridionali dell’area metropolitana (in particolare negli abitati di Mascalucia, Nicolosi, Pedara e Trecastagni) raggiunte da piccoli brandelli di lava e lapilli, che creano preoccupazione oltre a disagi e danni.

L’Ingv (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) riferisce che “l’ampiezza media del tremore vulcanico e i segnali infrasonici permangono su valori energeticamente elevati”.

La colonna di fumo e cenere che si leva dal vulcano è altissima: si stima abbia raggiunto l’altezza di 6.000 metri.  Preoccupazione anche per l’aeroporto della città: l’unità di crisi dello scalo catanese ha deciso di interrompere tutti i voli, in partenza e in arrivo, in quanto “La colonna di fumo e cenere emessa dal cratere di sud-est è alta oltre un chilometro e il buio non consente di garantire la sicurezza dei voli”.

(Credit immagine: pagina facebook Etna news, foto di Giuseppe Tonzuso)

Giuliana Raffaelli

 

 

Laureata in Scienze Geologiche, ha acquisito il dottorato in Scienze della Terra all’Università di Urbino “Carlo Bo” con una tesi sui materiali lapidei utilizzati in architettura e sui loro problemi di conservazione. Si è poi specializzata nell’analisi dei materiali policristallini mediante tecniche di diffrazione di raggi X. Nel febbraio 2021 ha conseguito il Master in Giornalismo Scientifico all'Università Sapienza di Roma con lode e premio per la migliore tesi. La vocazione per la comunicazione della Scienza l’ha portata a partecipare a moltissime attività di divulgazione. Fino a quando è approdata sull’isola di Pantelleria. Per amore. Ed è stata una passione travolgente… per il blu del suo mare, per l’energia delle sue rocce, per l’ardore delle sue genti.

Sanità

Sanità Sicilia, CIMEST: Tavoli tecnici? Buona notizia, ma se Volo non ci convoca sarà agitazione  

Redazione

Pubblicato

il

  

Palermo, 1 feb. – “La prossima istituzione dei tavoli tecnici per risolvere le criticità del sistema sanitario regionale comunicataci dall’assessore Volo ieri è una buona notizia, ma non è il passo che attendevamo. Ci auspicavamo che l’assessore ci desse un segno di vita dopo la richiesta di convocazione che abbiamo avanzato con gli altri sindacati del comparto al fine di programmare una migliore sanità territoriale, ma questo non è ancora avvenuto”. Lo affermano  Salvatore Calvaruso e Salvatore Gibiino, Coordinatori dell’Intersindacale CIMEST.    

“I tavoli tecnici – sottolineano il segretario nazionale del Sindacato Branca a Visita ed il segretario regionale della ARDISS-FKT – richiederanno mesi di confronti e dibattiti e potrebbero concludersi con un nulla di fatto. I cittadini siciliani non possono aspettare che si discuta ancora all’infinito su come risolvere i problemi della sanità della loro regione mentre li vivono quotidianamente e chi dovrebbe intervenire per risolverli non lo fa, semplicemente perché non vuole”.    

“La situazione – proseguono Gibiino e Calvaruso – è diventata insostenibile sia per i pazienti che per chi opera nel comparto al punto che il Codacons e altre associazioni per la tutela dei cittadini hanno deciso di muoversi con l’istituzione di una task force sanità composta da legali e medici”.   

“Alla Volo – concludono i due segretari  – ricordiamo che sabato a Caltanissetta si terrà l’assemblea di tutte le sigle sindacali della specialistica accreditata esterna e in assenza di una sua presa di coscienza sulla gravità della questione daremo il via allo stato di agitazione sospendendo per tre giorni le visite e non erogando più prestazioni in extra budget. Forse quando i cittadini infuriati faranno piovere denunce sul tavolo dell’assessore le promesse formulate tre mesi fa dal presidente Schifani avranno un riscontro nell’operato di chi finora ha solo traccheggiato”.

Leggi la notizia

Sanità

Richiami, salame ritirato per salmonella e listeria. Ecco lotto e marca

Direttore

Pubblicato

il

Il Ministero della Salute ha reso noto il richiamo di un genere di affettato, causa possibile presenza di salmonella e listeria.

Si tratta esattamente di salame sfuso:  Agrisalume Luiset prodotto dall’omonima ditta dell’astigiano.

Nel link di seguito il lotto specifico

Leggi la notizia

Ambiente

Pantelleria, sospensione elettricità domenica 5 febbraio in capoluogo. Ecco dove esattamente

Direttore

Pubblicato

il

La società SMEDE ha divulgato avviso pubblico di sospensione del servizio elettrico per il giorno domenica 5 febbraio 2023.
Di seguito l’avviso pubblico integrale con tutte le info

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza