Segui i nostri social

Cronaca

L’ultimo spettacolo dell’Etna, fontane di lava e nubi di cenere: l’eruzione del 18-19 gennaio 2021

Giuliana Raffaelli

Pubblicato

il

Una eruzione breve ma intensa, senza dubbio, spettacolare, quella che “a muntagna” (così sono soliti chiamare l’Etna i catanesi) ha offerto ai suoi concittadini la scorsa notte (tra 18 e 19 gennaio). Dalle pendici sud-est del maestoso vulcano (3350 metri di altezza, 40 km di diametro alla base) sono fuoriuscite due colate di lava che hanno improvvisamente illuminato, in modo molto suggestivo, la buia notte catanese. Una notte particolarmente tenebrosa a causa delle dense nubi e un fenomeno particolarmente luminoso a causa dell’interazione tra lava e neve, come ha spiegato al TG3 il vulcanologo Boris Behncke dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), attualmente in forza all’Osservatorio etneo: “Il fenomeno luminoso è stato amplificato dalla presenza delle nuvole e del pennacchio stesso prodotto dall’attività e da forti interazioni tra le colate laviche e la neve caduta nelle ore precedenti”.

La prima colata si è diretta verso est nella Valle del Bove, mentre la seconda è scesa lungo i fianchi nord-est verso la Valle del Leone. L’eruzione, avvenuta quindi nella zona sommitale dell’Etna, è stato vista molto chiaramente da Catania a Taormina.

L’attività, accompagnata da sismi di intensità medio/alta, pur diminuita dalle 21 di ieri sera, sta continuando con quella che i vulcanologi definiscono “attività stromboliana”. Essa si manifesta con tipiche esplosioni continue di bassa/moderata intesnsità accompagnate da emissione di gas e brandelli di lava. La nube vulcanica che si è alzata dalla montagna ha depositato cenere sui suoi fianchi orientali e sulla frazione di Fleri (Zafferana Etnea).

I vulcanologi dell’INGV avevano osservato, a fine dicembre, una intensificazione dell’attività esplosiva di cui si conferma il trend.

Chissà se la scorsa notte i cittadini catanesi hanno esclamato “come è bello da vicino il nostro Etna!” così come fece Giuseppe Verga nel romanzo “Storia di una capinera”.

(Credit immagine: pagina facebook di Sebastiano Pagano)

Disclaimer

Questo contenuto è proprietà intellettuale della Nous Editore srls, senza tacito consenso ne è vietata ogni riproduzione, totale e parziale di testi e immagini, anche in forma di link

Laureata in Scienze Geologiche, ha acquisito il dottorato in Scienze della Terra all’Università di Urbino “Carlo Bo” con una tesi sui materiali lapidei utilizzati in architettura e sui loro problemi di conservazione. Si è poi specializzata nell’analisi dei materiali policristallini mediante tecniche di diffrazione di raggi X. Nel febbraio 2021 ha conseguito il Master in Giornalismo Scientifico all'Università Sapienza di Roma con lode e premio per la migliore tesi. La vocazione per la comunicazione della Scienza l’ha portata a partecipare a moltissime attività di divulgazione. Fino a quando è approdata sull’isola di Pantelleria. Per amore. Ed è stata una passione travolgente… per il blu del suo mare, per l’energia delle sue rocce, per l’ardore delle sue genti.

Pubblicità
1 Commento

1 Commento

  1. Avatar

    Vincenzo Pulvirenti

    20:37 - Gennaio 19, 2021 at 20:37

    Ho letto con particolare interesse l’articolo di Giuliana Raffaelli, e da vecchio geofisico formatosi anche alla scuola di vulcanologia dell’Università degli Studi di Catania diretta dal Ch.mo Prof. Alfred Rittmann, non posso che complimentarmi con l’autrice.
    Vincenzo Pulvirenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ambiente

Pantelleria, ogni martedì escursioni benessere e natura

Redazione

Pubblicato

il

Escursione benessere e natura

Martedì 16 Agosto 2022L’itinerario proposto con questa escursione conduce il visitatore tra i vari fenomeni termali dell’isola alla scoperta di quella che è una vera e propria SPA naturale. Sarà possibile cospargersi il corpo con i fanghi termali e rilassarsi immergendosi in vasche con acque calde. Non viene tralasciato l’aspetto naturalistico dato che le varie stazioni termali sono immerse nella lussureggiante vegetazione dell’isola.

  • Ogni martedì a partire dal 24 maggio e sino al 18 ottobre
  • Via Borgo Italia 49 (sede Pantelleria Island) ore 9.30
  • 4 ore in minibus con brevi tratti a piedi
  • Facile
  • Scarpe da ginnastica e abbigliamento leggero

L’iniziativa “Pantelleria in cammino” è volta a promuovere le proposte escursionistiche che coinvolgono le Guide Ufficiali del Parco Nazionale Isola di Pantelleria, La prenotazione delle escursioni è obbligatoria e sarà effettuata direttamente al soggetto proponente, unico responsabile dell’organizzazione della proposta.

Info & Prenotazioni: Travel & Island +390923911266 – E-mail: info@pantelleriaisland.it 30 euro a persona

da: Parco Pantelleria

Leggi la notizia

Cronaca

Salemi, scomparso da due giorni. L’appello del Sindaco Venturi

Redazione

Pubblicato

il

E’ la triste notizia che ha colpito Salemi, attraverso un post sulla pagina ufficiale del primo cittadino, Domenico Venturi.

 

Da quasi due giorni non si hanno notizie di un giovane di Salemi, Manuel Spagnolo, di 21 anni, scomparso nella notte tra il 10 e l’11 agosto. La prefettura di Trapani ha attivato il piano per le persone scomparse. Lancio un appello affinché chiunque sia in grado di fornire notizie utili per il ritrovamento del giovane comunichi ogni possibile informazione ai carabinieri o al Comando di polizia municipale

Leggi la notizia

Cronaca

Favignana, i cinofili dell’Arma per servizio antidroga: un arresto e 6 segnalazioni

Redazione

Pubblicato

il

FAVIGNANA. I CINOFILI DELL’ARMA SULL’ISOLA PER UN SERVIZIO ANTI DROGA: UN ARRESTO E 6 SEGNALAZIONI ALLA PREFETTURA I Carabinieri della Stazione di Favignana, a conclusione di un articolato servizio di controllo straordinario del territorio svolto con il supporto dei Carabinieri del Nucleo Cinofili di Palermo Villagrazia, hanno arrestato un 29enne del posto, già gravato da precedenti, per l’ipotesi di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Altre 6 persone sono state segnalate alla Prefettura di Trapani in qualità di assuntori non terapeutici di droga. In tale contesto, i militari dell’Arma hanno perquisito l’abitazione del 29enne, già sospettato di essere dedito a traffici illeciti, dove sono stati rinvenuti 35 gr di hashish nonché 4 involucri in cellophane di marijuana -per un peso complessivo di 45 gr- nascosti nella credenza della cucina. Materiale vario utile per il confezionamento delle dosi e un bilancino di precisione funzionante, invece, erano nascosti in un ripostiglio. Essendo emersi gravi indizi di colpevolezza in merito al reato contestato, i Carabinieri hanno arrestato il 29enne sottoponendolo agli arresti domiciliari, così come disposto dal Sostituto Procuratore di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trapani. In sede di udienza di convalida, il Giudice per le Indagini Preliminari, sulla base dello stato attuale degli atti, ha ravvisato la necessità di sottoporre l’uomo alla misura cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico. Nel prosieguo delle attività di controllo e di perquisizione, i Carabinieri hanno segnalato 6 persone all’Autorità Amministrativa poiché trovate in possesso di complessivi 6 gr di hashish. Le indagini degli inquirenti proseguono al fine di raccogliere ulteriori riscontri investigativi.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency