Tutta l’anima dell’isola in un libro: "Pantelleria, il gusto delle contrade"

Cosa distingue un popolo da un altro? Cos’è la cultura di un popolo? Perché è  importante conservare una tradizione?
Queste domande trovano facile risposta nel libro “Pantelleria, il gusto delle contrade”, scritto da diverse penne, raccordate poi dalle tre ideatrici di una simile opera: Loredana Salerno, Giuseppina Blanda e Caterina Culoma hanno racchiuso tutta l’anima dell’isola nel loro libro!
Esse, con l’eleganza, la sagacia e la peculiarità tipiche delle fimmine pantische hanno realizzato un itinerario enogastronomico per tutta l’isola di Pantelleria, un viaggio che sotto le spoglie di “cucina” si compie nella cultura dell’Isola del Vento.
Pantelleria non è solo mare, natura, locali notturni, escursioni in bicicletta e altre amenità da turismo di massa.

20728130_123945621573417_542385636293609748_n

La presentazione del libro al Castello

Pantelleria è cultura che si dirama attraverso le sue contrade, la gente, il dialetto e la cucina.
Dietro l’espediente della tradizione culinaria, noteremo che, leggendo e assaporando ciascuna pagina con gli occhi e la fantasia, le nostre curatrici colte e illuminate parlano anche di usanze e  costumi non soltanto pantesche in genere.
La particolarità di Pantelleria è di non essere affatto piccola e, già da tempi antichi, era suddivisa in contrade; ognuna di queste ha la sua tradizione.
Sembrerà strano, ma è così: cambia il sapore della caponata da una località all’altra, o lo stesso cous cous. Un elemento in più o in meno o diverso, nel piatto, può mutare il sapore.
21369421_130771104224202_7598487904747174348_n
Un tempo, le varie zone erano chiuse a sé, vuoi per le distanze, vuoi per una maggior tutela delle stesse dalle invasioni che sin dai tempi dei fenici si sono susseguite a costo di sangue e scambi forzati di cultura, anche normanna, spagnola, arabe e altre dominazioni ancora.
La lontananza, poi, dalla Sicilia e dai Continenti, ha reso il suo popolo così forte da essere assolutamente autonomo.
Il mestiere tradizionale è quello dell’agricoltore, rappresentando la pesca un passatempo, quando era possibile per condizioni di mare e di sicurezza.
Tutto questo emerge nello scorrere delle immagini e delle ricette, dei nomi delle contrade e delle storie raccontate, dopo un grande lavoro di acquisizione di notizie e ricerche storiche.

“Pantelleria, il gusto delle contrade” ti fa cogliere la fragranza dell’origano, appena colto, la sapidità del cappero, l’arte di modellare la pasta per i mustazzoli o per i ravioli amari, affinché non si aprano al bollire dell’acqua di cottura.
Del resto, la cultura della cucina, di un piatto racchiude tutto il sapere di un popolo (ogni festività ha un o più pietanze dedicati), le sue esigenze primarie e le contaminazioni succedutesi nel tempo e negli incontri con altre civiltà.
Tra i tanti libri che parlano di Pantelleria, questo, probabilmente è quello più accattivante, poiché accompagnato da immagini suggestive e poetiche che istillano il desiderio di esseri lì, tra le rocce di ossidiana, i giardini e le garchè della seducente Perla Nera, sferzata, si, dai venti del Mediterraneo, ma anche lambita da tanto sapere e passione.
Questa opera rappresenta un forziere in cui custodire il grande e prezioso tesoro della cultura pantesca, così come sollecitato dalle stesse Loredana, Giuseppina e Caterina nella dedica:
Ai nostri padri, per il duro lavoro svolto.
Alle nostre madri, scrigni di saggezza.
Ai nostri mariti, che hanno condiviso e sostenuto questo lavoro.
Ai nostri figli, che possano conservare, valorizzare e tramandare.”
Marina Cozzo
(A Pantelleria il libro è acquistabile presso L’emporio del Gusto di Fabrizia Boni e la Libreria Maccotta)
20767853_124367804864532_3119285051459500454_n

© Riproduzione Riservata. 

News Recenti (Scorri a destra per leggerne altre)

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

RESTA SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE

Iscrivendoti riceverai le ultime notizie via mail, potrai disattivare l'iscrizione in qualsiasi momento. Leggi la nostra Privacy Policy.

Commenti

avatar
  Iscriviti  
Notificami
Argomenti: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ricevi le notizie via mail

Iscrivendoti riceverai le ultime notizie via mail, potrai disattivare l'iscrizione in qualsiasi momento. Leggi la nostra Privacy Policy.

Menu