Segui i nostri social

Elezioni

Trapani, progetto Waterfront, la replica di Tancrida a Miceli: ecco cosa si dicono i candidati sindaco

Direttore

Pubblicato

-

«Il candidato Miceli (candidato come Sindaco, ma sembra che non abbia nemmeno la certezza di arrivare secondo, quindi probabilmente opterà per la candidatura al Consiglio comunale in Fratelli d’Italia) è evidentemente poco esperto di conduzione della pubblica amministrazione. Per affrontare temi importanti, dovrebbe informarsi in modo approfondito e poi fornire notizie corrette e complete. Il porto ha la sua autonomia: la programmazione e progettazione delle infrastrutture in relazione alle prospettive di attività marittime rientrano nella competenza dell’Autorità di Sistema Portuale. Tuttavia, il porto è parte fondamentale della città di Trapani, e ogni progetto che lo riguarda nel suo rapporto con la città, necessariamente passa attraverso il confronto con la mia Amministrazione, coordinandosi con le esigenze urbanistiche e di sviluppo delle attività della città, così come per la tutela dei pescatori e della tradizione trapanese. Con il presidente Pasqualino Monti e il suo staff, la nostra Amministrazione comunale (dal sottoscritto sindaco, agli assessori, al rappresentante della città nel comitato di gestione dell’autorità, l’avvocato Nicola Adragna) ha avuto un confronto costante, di grande collaborazione e sintonia, e talvolta anche contrastato. Ogni progetto sulle aree portuali, che riguarda anche lo sviluppo urbanistico e le attività produttive della città, è passato attraverso l’approvazione della mia amministrazione e del Comune di Trapani. Questo vale per la riperimetrazione delle aree, per la ZES, per le esigenze dei pescatori trapanesi e anche per il progetto di sistemazione del Waterfront. Miceli ignora la grande mole di attività svolta dalla mia amministrazione in modo sistematico e di collaborazione con Monti per individuare le indicazioni di indirizzo per i progettisti e dimentica che il progetto risultato vincitore è stato presentato pubblicamente e congiuntamente dall’Autorità di Sistema e dal Comune di Trapani la scorsa estate. Miceli dimostra di non essere informato e di parlare a sproposito con intenti esclusivamente denigratori. La prova? Casualmente, nell’elencare i progettisti del nuovo waterfront, ha volutamente omesso di citare l’unico trapanese che ha fatto parte di quel gruppo di lavoro con un apporto non irrilevante, l’architetto Vito Corte. Domandiamoci come mai…».
Con queste parole, il sindaco e candidato sindaco Giacomo Tranchida replica alle affermazioni del candidato Miceli su questo tema.

Ecco la nota di Maurizio Miceli

I finanziamenti del Waterfront sono merito dell’Autorità Portuale “Smontiamo le fake news, basta con le bugie di Tranchida”

“Smontiamo le fake news, avviamo l’operazione verità. I finanziamenti del Waterfront sono arrivati solo ed esclusivamente grazie al lavoro dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale guidata da Pasqualino Monti”. Per Maurizio Miceli, candidato sindaco del Centrodestra, è arrivato il momento di smontare le “bugie” che Giacomo Tranchida racconta agli elettori trapanesi con la sua narrazione dei milioni e milioni di finanziamento annunciati in campagna elettorale.

“Tranchida vende qualcosa del quale non ha nessun merito – spiega Maurizio Miceli -. Trapani avrà la riqualificazione del porto grazie al lavoro di Pasqualino Monti”.

Il finanziamento complessivo per gli interventi al porto ammonta a circa 100 milioni ed il progetto è il frutto del lavoro corale del raggruppamento temporaneo di progettisti costituito da Technital Spa, Valle 3.0 srl, Peluffo &partners srl e da altri professionisti.

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Elezioni

Leali per Pantelleria congeda Angelo Fumuso e lui lancia una petizione

Redazione

Pubblicato

il

Riceviamo e pubblichiamo testualmente

Lanciamo una petizione per indicare quale opposizione serva all’isola

Il 16 Dicembre 2023 alle ore 08,43, Angela Siragusa, mi ha rimosso dalla chat di Leali per Lesa Maestà. Me ne  sono fatta una ragione ! Lo sapevo che venendo a pubblicare l’articolo (*) avrei avuta questa reazione.

Dopo due elezioni perse dal gruppo di Angela Siragusa, proporre il solito gruppo  e la solita capogruppo e futura candidata sindaco, mi era sembrata e mi sembra una proposta suicida. C’è di bisogno di rivisitare tutta l’opposizione e di proporre un nuovo gruppo .

In questo senso sono state le mie proposte di formare una coalizione di tutte le forze che hanno fatto parte della lista “ Leali “, per poi proporre un allargamento a tutta l’opposizione. Questa la mia grande colpa ! Questa è la lesa Maestà !

Creare una discussione su quale opposizione è più conveniente oggi  per l’isola !

Avevo proposto ai primi di Settembre una coalizione che comprendesse tutti i gruppi che componevano la lista elettorale, proposta che è stata approvata da tutta Leali, per poi subire diversi stop e go.

Abbiamo aspettato più di quattro mesi, dopo tanti stop e go, per fare una riunione generale e cinque, e per quella del direttivo sei..

C’è voluta un ‘azione dall’interno per indire il primo direttivo, invitando tutti i componenti. Insomma si camminava a spallate senza una condivisione completa per affermare un modus da coalizione. Me ne sono reso conto ed ho avanzato la proposta di una nuova coalizione !

Per non parlare delle tre mozioni che ho presentato per delle interrogazioni cadute nel silenzio per mesi.

Fin dai tempi della campagna elettorale abbiamo sempre chiesto ad Angela Siragusa di sciogliere un nodo : Leali è espressione di un gruppo o è una coalizione ? Nodo che si ripropone anche oggi nella gestione dell’opposizione : gruppo o coalizione? e quale coalizione? Il gruppo storico di Leali ? Una coalizione vera, coi componenti  della lista ? Oppure allargarla a tutte le forze dell’opposizione ?
Il problema sta tutto qui ! Il problema è solo di natura politica e non personale ! E’ questo il problema oggi ! il modo di intendere il nostro ruolo e chi deve rappresentare l’opposizione, visto che abbiamo perso le elezioni, anche per poco.
Il tema attuale oggi è quello di intercettare le aspettative, le istanze e le aspirazioni dei panteschi portandole all’attenzione del Consiglio Comunale (sia ai consiglieri di maggioranza che a quelli di opposizione) e all’attenzione dell’ attuale amministrazione.

Per questo chiedo a tutta la comunità Pantesca di esprimersi in merito. Leali rappresenta tutta l’opposizione o no ? Ci vuole una nuova opposizione ? E quale ?

 Questo è il senso della petizione.
Angelo Fumuso

* L’articolo cui fa riferimento Fumuso è il seguente

Lavoriamo x Pantelleria” Lavora per un opposizione forte e più rappresentativa
lavoriamoxpantelleria Scritto il 29 Novembre 2023  

Non possiamo fare opposizione seguendo vecchi schieramenti e vecchie logiche . Occorre un tavolo di coordinamento con i rappresentanti di tutte le forze politiche che non hanno vinto le elezioni.

“Alla fine aveva ragione Aurelio Mustacciuoli, finite le elezioni, la Lista “Leali per Pantelleria” , non avendo vinto, si è sciolta come coalizione. Anche perché non ha più senso di esistere come proposta di governo nella configurazione in cui si è presentata a queste elezioni.
Le prossime elezioni sono lontane e si vedrà nel tempo se emergeranno altre forze politiche, se si formeranno altre alleanze e se ci saranno altri candidati.

Fin dai tempi della campagna elettorale abbiamo sempre chiesto ad Angela Siragusa di sciogliere un nodo : Leali è espressione di un gruppo o è una coalizione ? Nodo che si ripropone oggi nella gestione dell’opposizione : gruppo o coalizione?
Il problema sta tutto qui ! Il problema è solo di natura politica e non personale ! E’ questo il problema oggi ! il modo di intendere il nostro ruolo d’opposizione, visto che abbiamo perso le elezioni, anche per poco
Il tema attuale è invece quello di intercettare le aspettative, le istanze e le aspirazioni dei panteschi portandole all’attenzione del Consiglio Comunale (sia ai consiglieri di maggioranza che a quelli di opposizione) e all’attenzione della attuale amministrazione.

“Lavoriamo per Pantelleria” a tal fine sta cercando la collaborazione di tutte le forze politiche e si sta interfacciando con i politici provinciali e regionali della propria area di riferimento. Inoltre continua a dialogare con i vecchi alleati della coalizione Leali per Pantelleria, pur occupando una diversa area nello scacchiere politico pantesco, che è quella centrale.
Per ottenere risultati più incisivi, tuttavia, propongo un tavolo di coordinamento con i rappresentanti delle forze politiche che non hanno vinto le elezioni, in particolare quelle del gruppo storico di Leali (PD e Pantelleria Popolare), “Progetto per Pantelleria” e i Cinque Stelle e la Nuova DC.
In caso contrario “Lavoriamo per Pantelleria” si muoverà autonomamente nell’interesse dell’isola e dei Panteschi.

Angelo Fumuso, Lavoriamo x Pantelleria”

 

Leggi la notizia

Elezioni

Elezioni sindacali unitarie, la Uil Pubblica Amministrazione di Palermo e Trapani conquista il primo posto

Redazione

Pubblicato

il

Elezioni sindacali unitarie, la Uil Pubblica Amministrazione di Palermo e Trapani conquista il primo posto con oltre il 48% di preferenze all’Ufficio Interdistrettuale dell’Esecuzione Penale Esterna. Eletti i funzionari Claudio Viola e Alessandra Lorefice

 

La Uil Pubblica Amministrazione è il primo sindacato, in termini di rappresentanza numerica, all’Ufficio Interdistrettuale dell’Esecuzione Penale Esterna di Palermo e Trapani.

Questo l’esito delle elezioni sindacali unitarie, che assegnano alla sigla un lusinghiero 48,38% : un risultato elettorale che raddoppia i seggi conquistati nella precedente tornata e il numero di iscritti.

Seguono CISL FP, FP CGIL e FLP, che hanno eletto un rappresentante ciascuno.

A evidenziare l’importanza del risultato sono Alfonso Farruggia e Gioacchina Catanzaro, rispettivamente segretario generale della UILPA Sicilia e segretaria generale della sigla a Trapani.

Nello specifico, la sigla sindacale ha conquistato due seggi su cinque: eletti, Claudio Viola e Alessandra Lorefice, giovani laureati da poco assunti, rispettivamente funzionario di servizio sociale nella sede di Palermo e funzionaria amministrativa nella sede di Trapani. 

“Il risultato – sottolineano i due segretari – è frutto di un impegno sindacale continuo, anche durante situazioni avverse quali l’emergenza sanitaria”.

“Senza dimenticare – precisano – che il primo posto conquistato rappresenta un riconoscimento del duro lavoro svolto nell’ambito di diverse vertenze sindacali”.

Le posizioni della UILPA, infatti, sono state costantemente riconosciute anche in varie vertenze giudiziarie.

“La vittoria, in luoghi di lavoro ora accorpati come sede elettorale – osservano –è un successo tangibile legato alla costante dedizione espressa dalla Uil Pubblica Amministrazione e riflette la fiducia che i dipendenti ripongono nei confronti della nostra organizzazione sindacale”.

“Esprimiamo gratitudine – proseguono– verso coloro che hanno scelto la UILPA e li invitiamo a essere parte attiva, oggi più che mai, del percorso di crescita dell’organizzazione sindacale”.

“Avvertiamo, certamente, la maggiore responsabilità affidataci – spiegano– e la necessità di intensificare ulteriormente l’impegno a tutela dei diritti dei lavoratori degli uffici di Palermo e Trapani”.

Alfonso Farruggia e Gioacchina Catanzaro manifestano particolare attenzione per alcune criticità quali la carenza di organico e i carichi di lavoro eccessivi.

“Affronteremo le sfide e le difficoltà quotidiane – concludono – con maggiore determinazione per garantire la salvaguardia dei diritti del personale : la UILPA guarda al futuro con speranza, nella consapevolezza di rappresentare una forza sindacale che aspira a un cambiamento generazionale positivo, nell’interesse esclusivo dei lavoratori”.

Leggi la notizia

Elezioni

Pantelleria, ecco come iscriversi all’Albo degli Scrutatori. L’avviso

Direttore

Pubblicato

il

Il Comune di Pantelleria ha emesso avviso pubblico per invitare i residenti ad iscriversi all’Albo degli Scrutatori dell’Ufficio Elettorale.
Di seguito il documento  che invita la cittadinanza ad una partecipazione attiva alla vita politica e amministrativa dell’isola.

Il documento integrale:

asph466811

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza