Segui i nostri social

Trasporti

Trapani, dal Fondo Sviluppo e Coesione ingenti investimenti per l’aeroporto Florio

Marilu Giacalone

Pubblicato

-

Dal Fondo Sviluppo e Coesione nazionale ingenti investimenti per l’aeroporto di Trapani

Tra le opere inserite la riqualificazione del sistema smistamento bagagli, delle aree check-in, partenze, controllo varchi, Schengen ed extra Schengen ed i bagni
Nei giorni scorsi sono stati annunciati gli interventi e i lavori pubblici finanziati con il Fondo Sviluppo e Coesione che vedono assegnare alla Sicilia 6,8 miliardi di euro e di cui una parte, pari a 13 milioni di euro, sarà destinata all’ammodernamento dell’aeroporto di Trapani Birgi. A renderlo ufficiale la firma congiunta della premier Giorgia Meloni, del ministro per gli Affari europei, il Sud, le politiche di Coesione e il Pnrr, Raffaele Fitto, e del presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani. Si tratta di una quota dei 32,4 miliardi dell’Fsc 2021-2027 imputati programmaticamente alle regioni e province autonome.

Il commento del presidente di Airgest, Salvatore Ombra

Airgest, società di gestione dello scalo Vincenzo Florio ha presentato all’assessorato alle Infrastrutture, schede progettuali per oltre 13 milioni di euro. “Siamo nella fase 3.0 di Airgest – ha commentato il presidente Salvatore Ombra – e questo è il risultato di un anno di preparazione, d’intesa con il presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani e dell’assessore alle Infrastrutture, Alessandro Aricò. I lavori – aggiunge -dovrebbero iniziare già nel 2025”.  

Il presidente Ombra esprime quindi grande soddisfazione “per un aeroporto che non si ferma mai e che è sempre pronto ad iniziare nuove fasi della sua vita e preziosa attività nel territorio trapanese. Gli ultimi investimenti importanti – ricorda Salvatore Ombra – risalgono alla mia passata presidenza negli anni 2007 e 2008. L’ulteriore crescita dell’aeroporto di Birgi sarà legata alla stazione ferroviaria che sorgerà di fronte al terminal ma per quello si attendono gli investimenti e i tempi di Ferrovie dello Stato Italiane”.

Il dettaglio delle schede progettuali

Nello specifico i fondi per l’aeroporto Trapani Birgi e per Airgest riguardano:

il miglioramento e la riqualificazione del sistema smistamento bagagli BHS per un importo di € 2.422.078,91;

l’ammodernamento e la riqualificazione dell’area check-in e dell’area accodamenti, al piano terra, per un importo di € 447.214,92;

l’ammodernamento e la riqualificazione delle partenze e del controllo varchi al primo piano per un importo di € 2.687.650,18;

l’ammodernamento e la riqualificazione delle partenze extra Schengen al primo piano per un importo di € 901.044,60;

l’ammodernamento e la riqualificazione degli arrivi extra Schengen al piano terra per un importo di € 1.120.903, 93;

l’ammodernamento e riqualificazione servizi igienici al piano terra e al primo piano per un importo di € 315.863,50;

la realizzazione dell’impianto di alimentazione elettrica per gli aerei 400 Hz sugli Stand 305-306-307 per un importo di € 402.600,00;

opere di sistemazione idraulica ed ambientali dell’impianto di depurazione al servizio dell’aeroporto civile Vincenzo Florio, per un importo di € 2.246.840, 02;

la ristrutturazione e l’adeguamento sismico della caserma dei Vigili del fuoco del distaccamento aeroportuale di Trapani per un importo di € 3.000.000,00.

Politica

Aeroporto Berlusconi – Bosco (PD Sicilia) “La politica si occupi di occupazione, sanità e istruzione” 

Redazione

Pubblicato

il

Edward Richard Junior Bosco – Dirigente PD Sicilia: “Basta con polemiche sterili sull’intitolazione dell’aeroporto di Malpensa, la politica si occupi di questioni prioritarie: occupazione, sanità e istruzione” 

In questi giorni, assistiamo a dibattiti politici sterili e insulsi, a dispetto di temi per lo sviluppo economico e sociale del Paese. Penso, ad esempio, alla sterile polemica sull’intitolazione dell’aeroporto di Malpensa a Silvio Berlusconi. Definirei questa una “effimera dialettica da scappati di casa”. La politica dovrebbe, invece, prendere posizione su alcuni temi importanti, che dovrebbero essere al centro del dibattito politico. 
In primis, mi preoccupa il comportamento antisindacale della RAI, che il 6 maggio scorso ha tentato di boicottare lo sciopero dei giornalisti. Qui si tratta di una questione fondamentale di libertà di sciopero, un diritto irrinunciabile per i lavoratori. 
Inoltre, ritengo cruciale affrontare le difficoltà che i giovani incontrano nel loro percorso di istruzione e inserimento nel mercato del lavoro. Temi come l’orientamento, il costo dell’istruzione e la transizione all’età adulta meritano la massima attenzione. 
Si dovrebbero potenziare i collegamenti tra istituzioni scolastiche, servizi pubblici per l’impiego e realtà produttive del territorio nazionale, per facilitare il matching tra domanda e offerta di lavoro. Questi collegamenti potrebbero favorire il dialogo e la co-progettazione, soprattutto al Sud, dove queste realtà spesso mancano. Le imprese del Nord potrebbero, inoltre, supportare gli istituti scolastici meridionali per renderli più competitivi. 
Il piano di studio scolastico e universitario dovrebbe essere rivisto secondo le esigenze del mondo del lavoro, per allinearli maggiormente alle competenze richieste dalle aziende, anticipando i cambiamenti del mercato del lavoro. Ciò potenzierebbe i servizi di orientamento e di accompagnamento all’ingresso nel mondo del lavoro, attraverso attività di job placement mirato. 
Non possiamo ignorare nemmeno il cambiamento nell’interazione sociale dei giovani, con un crescente divario generazionale all’interno delle famiglie. 
La pandemia ha, inoltre, evidenziato l’importanza di investire nella sanità, in particolare per quanto riguarda la salute mentale, ancora troppo spesso emarginata. Purtroppo, la Sanità ha visto ancora una volta una riduzione degli investimenti per la salute pubblica. 
Bosco, conclude:”In un’epoca di fragilità sociale, caratterizzata da un dilagante nichilismo e da eccessi del libero mercato, abbiamo bisogno di una politica che sappia sfidare e affascinare i cittadini, guidandoli con visione, dialettica e studio approfondito. 
La vera forza della politica risiede nelle idee, nella conoscenza che trasforma noi stessi e la società, diventando cultura. 
È giunto il momento di affrontare queste vere sfide sociali, superando le sterili dispute politiche.”

Leggi la notizia

Trasporti

Una coppia di Palermo riceve 500 euro per volo in ritardo Ryanair Trapani Malta

Redazione

Pubblicato

il

Il volo Trapani Malta ha portato un ritardo di oltre 7 ore, cambiando tutti i piani previsti in precedenza. Anziché atterrare alle 08:10, come previsto, il volo è giunto all’aeroporto di Malta solamente alle 15:30

Un ritardo di oltre sette ore per una coppia di Palermo, avvenuto il 2 giugno 2023, che ha portato non pochi disagi ai due viaggiatori e ad altri passeggeri del volo. Sulla questione è intervenuto il Giudice di Pace di Trapani, che, pochi giorni fa, ha disposto che Ryanair dovrà effettuare il pagamento di 500 euro nei confronti dei due passeggeri. «Il Giudice di Pace di Trapani – commentano da ItaliaRimborso, che ha fornito supporto ai passeggeri – ha applicato il Regolamento Comunitario 261/2004, che tutela i passeggeri aerei anche in casi di ritardo aereo.

Oltre le tre ore di ritardo, infatti, i passeggeri possono richiedere la compensazione pecuniaria. Nella fattispecie non vi erano circostanze di sciopero o di condizioni meteo avverse che incidessero sulla rotta aerea». ItaliaRimborso punta a far valere i diritti dei viaggiatori ed ancora una volta ha ricevuto una sentenza accolta, accaduto come il 98,1% dei casi.
Per attivare l’assistenza, senza alcun prezzo per il passeggero, è possibile farlo agevolmente, compilando il form presente nell’homepage del sito italiarimborso.it .

Leggi la notizia

Spettacolo

Taormina Film Festival, presentazione treno speciale Roma-Sicilia

caterina murana

Pubblicato

il

Presidenza della Regione
 

Il Taormina Film Festival, che quest’anno celebra la 70° edizione dal 12 al 19 luglio 2024, e Intercity, Main Partner del Festival, hanno presentato questa mattina uno speciale Intercity di Trenitalia, società capofila del Polo Passeggeri del Gruppo FS, brandizzato totalmente sia all’esterno che all’interno,con i ritratti degli attori e dei registi nazionali e internazionali più celebri: una “hall of fame” viaggiante, per ricreare la magia del grande schermo anche sulle rotaie.

Al binario 25 erano presenti Stefano Cuzzilla, presidente Trenitalia, Sergio Bonomo,  commissario straordinario Fondazione Taormina Arte Sicilia, Elvira Amata, assessore Turismo, Sport e Spettacolo Regione Siciliana, Domenico Scida, direttore business Intercity Trenitalia, Marco Müller, direttore artistico Taormina Film Festival, Gianna Fratta, direttrice artistica Fondazione Taormina Arte Sicilia, per festeggiare un sodalizio che ha il preciso obiettivo comune di promuovere il cinema, la cultura, l’arte e il turismo.

A varare il primo treno, con il suo brio e la sua vivacità, sarà l’attrice, scrittrice e produttrice Chiara Francini, che quest’anno presenterà al Taormina Film Festival la sera del 19 luglio alle 21 sul palcoscenico del Teatro Antico, una versione teatrale/multimediale di L’amore segreto di Ofelia, pièce del noto drammaturgo e attore cinematografico Steven Berkoff per la regia di Luigi De Angelis.

Elvira Amata, assessore regionale a Turismo, sport e spettacolo della Regione Siciliana, commenta così: «Un’ulteriore occasione di significativa promozione del Taormina Film Festival che si aggiunge alla stretta sinergia già avviata con Trenitalia e che – sono certa – contribuirà a regalare emozioni suggestive ai viaggiatori, implementando sempre più, attraverso nuovi strumenti immersivi, la valorizzazione del segmento cinematografico sul quale l’Assessorato continua costantemente a rafforzare ogni utile e proficua azione».

Il treno collegherà Roma e la Sicilia a partire dalla prima settimana di luglio, fino a settembre. A bordo, gli interni dei vagoni sono decorati con ulteriori scatti e con i colori e le grafiche della mostra, creando un’esperienza immersiva per i passeggeri. Durante il tragitto, le due carrozze si separeranno al momento dell’attraversamento dello Stretto di Messina, prendendo direzioni diverse con mete finali a Palermo e Siracusa, come a voler diffondere l’arte cinematografica nel modo più ampio possibile. Attualmente sono 4 gli Intercity Giorno e 6 gli Intercity Notte che arrivano quotidianamente in Sicilia, garantendo accessibilità e continuità territoriale con una delle operazioni di trasporto intermodale più affascinanti in Europa.

Il Taormina Film Festival è promosso dall’assessorato del Turismo, dello sport e dello spettacolo della Regione Siciliana e organizzato dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia con il sostegno della Sicilia Film Commission, del Comune di Taormina e del MiC, Ministero della Cultura – Direzione Generale cinema e audiovisivo.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza