Segui i nostri social

News

Trapani, Capitaneria di Porto ospita convegno: “Pescaplastica” organizzato da Cooperativa Produttori Pesca

Marilu Giacalone

Pubblicato

-

Questa mattina presso la Capitaneria di Porto di Trapani si è svolto il Convegno intitolato “PESCAPLASTICA”, promosso dalla Cooperativa Organizzazione di Produttori della Pesca di Trapani e delle Isole Egadi.

Il progetto, rivolto alle marinerie siciliane, ha avuto come scopo quello di individuare ed applicare un modello virtuoso di gestione e utilizzo dei rifiuti marini, dando pieno compimento ed attuazione al concetto di economia circolare, partendo dalle opportunità offerte dal programma operativo del Fondo europeo per la politica marittima, la pesca e l’acquacoltura (FEAMP 2014/2020), che mira a promuovere una ripresa basata sul raggiungimento degli obiettivi di crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva stabiliti dalla Commissione Europea nell’ambito della strategia comune dello sviluppo della pesca.

Nel corso dell’incontro è stata focalizzata l’attenzione sul problema della valorizzazione delle plastiche raccolte in mare, partendo dalla considerazione che i rifiuti rappresentano una risorsa preziosa anche nel campo della produzione energetica. In particolare, i processi finalizzati alla conversione di alcuni tipi di rifiuti plastici in carburante od in altri composti chimici costituiscono un interessante campo di sperimentazione delle potenzialità di sviluppo delle filiere della “pesca delle plastiche”, allo scopo di favorire il confronto, la condivisione e lo scambio di conoscenze e buone pratiche fra i soggetti operanti nei settori di riferimento. All’inizio del Convegno e della sessione dei lavori, il Comandante della Capitaneria di Porto di Trapani, Capitano di Vascello (CP) Guglielmo CASSONE, ha voluto portare il suo saluto all’Ente organizzatore, sottolineando l’utilità di tali iniziative e rimarcando come la collaborazione, oramai da tempo istaurata, tra la Capitaneria e l’Organizzazione di produttori di Trapani e delle isole Egadi è divenuta sempre più proficua e preziosa, per consentire un’attività di pesca intelligente ed ecocompatibile, che consenta di agevolare la transizione verso una pesca sempre più sostenibile, affinché i consumatori finali abbiano accesso ad un’alimentazione sana e nutriente, il tutto collegato con un altrettanto sviluppo sostenibile ed inclusivo delle comunità che dipendono dalla pesca, nel rispetto delle normative vigenti e delle politiche marittime intersettoriali.

Al termine del Convegno ed a chiusura dei lavori, è altresì, intervento il Dirigente Generale del Dipartimento regionale pesca ed acquacoltura della Regione Siciliana, Dott. Andrea PULIZZI, che ha voluto portare il proprio saluto istituzionale alla meritevole iniziativa organizzata.

News

Trapani, rapina furto e uso indebito di carte di credito: 4 indagati

Redazione

Pubblicato

il

TRAPANI: ESECUZIONE DI 4 MISURE CAUTELARI PER RAPINA, FURTO E

INDEBITO UTILIZZO DI CARTE DI CREDITO

I Carabinieri della Compagnia di Trapani hanno dato esecuzione ad un’ordinanza
applicativa di misura cautelare, emessa dal Tribunale di Trapani, nei confronti di 4 soggetti
trapanesi (3 uomini di 25, 34 e 53 anni ed una donna 37enne, tutti gravati da pregiudizi di
polizia) per i reati di rapina in abitazione, furto e indebito utilizzo di carte di credito e di
pagamento.
L’attività d’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Trapani e avviata a
seguito della denuncia per rapina subita nello scorso mese di ottobre da un 48enne del
luogo, consentiva di acquisire gravi indizi di colpevolezza nei confronti dei quattro indagati,
documentando che:
– la 37enne ed il 34enne (quest’ultimo con volto parzialmente travisato e armato di
coltello) avrebbero dapprima perpetrato una rapina in abitazione asportando alla
vittima il telefono cellulare e il portafoglio contenete denaro contante (€ 200 circa) e
due carte prepagate con le quali avrebbero effettuato, nei giorni successivi, acquisti in
esercizi commerciali di Trapani (per l’importo di € 200 circa);
– il 34enne, dopo pochi giorni, avrebbe tentato di perpetrare un’altra rapina in abitazione
(sempre a mezzo di minaccia con un coltello) e rubato un’autovettura parcheggiato
sulla pubblica via di Trapani. Nel medesimo periodo, in concorso con il 25enne e il
53enne, si sarebbe introdotto in un panificio di Custonaci, asportando elettrodomestici
e generi alimentari.
A conclusione dell’attività e sulla base degli elementi emersi, il 34enne è stato tradotto
presso il carcere di Trapani, la 37enne agli arresti domiciliari (con braccialetto elettronico)
e gli altri due sottoposti al divieto di dimora nei rispettivi comuni di Trapani ed Erice, con il
divieto di allontanarsi dalle proprie abitazioni durante le ore notturne.

Leggi la notizia

News

Disperso da giorni tra Grecia e Italia: salvato dalla Guardia Costiera. Il nocchiero spagnolo aveva rotta per la Sicilia

Redazione

Pubblicato

il

 
Disperso da giorni tra Grecia e Italia: salvato dalla Guardia Costiera

Complessa operazione di salvataggio condotta dalla Guardia Costiera dal pomeriggio di ieri fino alle luci dell’alba. Non si avevano più notizie da giorni di un uomo di nazionalità spagnola che aveva iniziato, l’11 aprile, una navigazione in solitario dall’isola di Creta verso la Sicilia, a bordo di un’imbarcazione a vela di 12 metri. Dopo aver ricevuto l’informazione dal centro di soccorso del Pireo (Grecia) e acquisita una segnalazione satellitare che indicava la possibile presenza dell’unità a 110 miglia da Capo Spartivento (circa 200 km dalle coste calabresi) si è messa in moto la macchina di soccorso della Guardia Costiera coordinata dalla Direzione marittima di Reggio Calabria, con un aereo decollato da Catania, una motovedetta partita da Roccella Jonica e due mercantili dirottati in zona alla ricerca del natante. 

Con pessime condizioni meteo, 40 nodi di vento e mare 5 in peggioramento, veniva finalmente avvistata dall’aeromobile della Guardia Costiera la “Black Bit”, con il suo navigatore solitario che riusciva a lanciare segnali luminosi per farsi individuare, per poi essere raggiunta – nel cuore della notte – dalla CP311 di Roccella Jonica che prendeva a bordo il malcapitato mettendolo finalmente in salvo. Dopo le prime cure prestate a bordo della motovedetta, l’avventuroso velista veniva affidato ai sanitari del 118 all’arrivo al porto di Roccella stamani.

Leggi la notizia

Cultura

La scrittrice Marinella Tumino, unica siciliana a Parigi al seminario di studi sulla Shoah

Redazione

Pubblicato

il

Pensare e insegnare, ma anche fare memoria. Sono questi i tre cardini principali per ricordare la Shoah. Ciò è anche l’obiettivo principe su cui ruoterà la dodicesima edizione del seminario, Università italiana di 1^ livello del Mémorial de la Shoah, che si svolgerà a Parigi da domenica 21 aprile a venerdì 26. Tantissime le richieste di adesione pervenute da nazionalità diverse di cui sono originari gli aventi diritto che sono stati ammessi a frequentare il corso in base a titoli accademici, riconoscimenti letterari e relative pubblicazioni. In numero di trenta risultano quelli scelti dalle varie regioni d’Italia, dei quali solo una risulta chiamata per la regione Sicilia.

Si tratta di una ragusana: Marinella Tumino, docente di materie letterarie presso un istituto tecnico di Ragusa, ricercatrice indipendente nel campo della Shoah. Non poche le pubblicazioni al suo attivo, tra cui “Quel treno per la Polonia”, 2011, resoconto del viaggio fatto ad Auschwitz insieme ai suoi studenti; “L’urlo del Danubio”, 2018, giunto alla terza edizione e vincitore di diversi premi.

Il seminario di studi, cui parteciperà Marinella Tumino, si terrà presso il Mémorial de la Shoah che si trova nei pressi del bellissimo quartiere storico del Marais. Il programma prevede conferenze magistrali, workshop e visite guidate (anche al Mémorial de la Shoah di Drancy).

“Sono emozionata – commenta Marinella Tumino – e pienamente soddisfatta per essere stata ammessa al seminario di studi e mi inorgoglisce essere l’unica proveniente dalla Sicilia. Saremo nei pressi del Marais che è un quartiere di Parigi situato sulla riva destra della Senna. È un luogo ricco di storia, arte, cultura, tendenze e spirito bohémien. Qui si trovano siti culturali di grande rilevanza. Tra i suoi palazzi nobiliari, si snoda anche un quartiere ebraico di tutto rilievo”.

 

Giuseppe Nativo

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza