Segui i nostri social

Sociale

SICILIA CHIAMA PAESI BASSI, IL “RED HEAD SICILY” GEMELLATO CON “REDHEAD DAYS”

Redazione

Pubblicato

-

Il festival dei rossi naturali – l’unico del Sud Italia – si svolgerà sabato 27 agosto nella frazione di Tre Fontane, a Campobello di Mazara [TRE FONTANE/TRAPANI] Il “Red Head Sicily” si gemella con il “Redhead Days” nei Paesi Bassi. È questa la novità della quarta edizione del raduno delle persone coi capelli e le barbe rossi naturali che quest’anno in Sicilia si svolgerà sabato 27 agosto presso il lido “Monnalisa beach” della frazione di Tre Fontane, a Campobello di Mazara. I due festival – l’uno in Sicilia e l’altro nei Paesi Bassi – si svolgeranno in concomitanza di data e, per la prima volta, i rossi del Nord Europa e quelli siciliani potranno incontrarsi, seppur virtualmente, in un collegamento video che si svolgerà a partire dalle ore 15 di sabato 27. L’incontro tra le due comunità, a distanza di quasi 2.000 chilometri, avverrà grazie all’accordo di amicizia tra gli organizzatori del “Red Head Sicily” (Enrico Malato, Max Firreri e Filippo Peralta) e Bart Rouwenhorst, direttore artistico del Festival “Redhead Days” che ogni anno nei Paesi Bassi raduna migliaia di rossi del Nord Europa.

 

«Da Tre Fontane mostreremo ai nostri amici dell’Olanda il mare e la magnifica spiaggia a misura di bambini, premiata anche quest’anno con la bandiera verde dell’Associazione nazionale pediatri – spiega Enrico Malato, vice presidente del “Red Head Sicily” – e questo grazie alla piena collaborazione della Pro Loco “Costa di Cusa”, che sostiene il nostro progetto. L’obiettivo sarà quello, per il prossimo anno, di far venire i rossi del Nord Europa qui, per godersi mare e divertimento in occasione del nostro evento».

 

Dopo tre edizioni a Favignana e Marsala, quest’anno a Tre Fontane il festival (l’unico del genere nel Sud Italia) si svolgerà a partire dalle 10 e sino alle 20. Testimonial dell’evento sarà l’attore Fabrizio Bracconeri. Dopo la registrazione dei partecipanti, sono previsti due momenti di gioco sulla spiaggia (alle ore 11,30 e nel pomeriggio alle 17,30) e l’animazione con la diretta radio di “Radio Azimut Network”. Durante la giornata si svolgeranno diversi shooting fotografici. Alle 18,45 aperiRed con musica.

Sociale

Mazara del Vallo, torna Blue Sea Land, dal 7 all’11 dicembre: la pace tra popoli del Mediterraneo passa anche dalla tavola

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

Quattro giorni di convegni, dibattiti, cooking show e spettacoli tra i vicoli del centro storico di Mazara

Blue Sea Land, l’expo dei cluster del Mediterraneo, dell’Africa e del Medio Oriente, torna con la sua XI edizione, in una versione inedita invernale, dal 7 all’11 dicembre, a Mazara del Vallo. La manifestazione, organizzata dal Distretto della Pesca e Crescita Blu, con il supporto della Regione siciliana, è nata con l’obiettivo di sviluppare cooperazioni diplomatiche, economiche e scientifiche tra i numerosi paesi, che si estendono dal Mediterraneo all’Oceano Indiano. La partecipazione agli eventi e ai cooking show è gratuita.

Il programma di Blue Sea Land 2022

Nell’edizione 2022 i visitatori torneranno a percorrere le piazze e le vie del centro storico per vivere un’esperienza culturale ed enogastronomica, insieme agli eventi scientifici. Mercoledì 7 dicembre, alle ore 18, a Mazara del Vallo, ci sarà il taglio del nastro del villaggio fieristico, con circa quaranta stand, degustazioni, spettacoli musicali ed altri eventi artistici e culturali, alla presenza del presidente del Distretto della Pesca, Nino Carlino, del sindaco di Mazara del Vallo, Salvatore Quinci.

L’XI edizione di Blue Sea Land proporrà workshop, convegni ed eventi che si svolgeranno al Teatro Garibaldi di via del Carmine, 15, al Dipartimento Pesca in piazza della Repubblica, in Sala La Bruna del Collegio dei Gesuiti e alla Galleria Sicilia del Palazzo dei Carmelitani, e si avvarranno del contributo di illustri accademici, economisti e diplomatici. Verranno introdotti progetti, idee e sinergie che ruotano attorno al tema della manifestazione, e cioè, la cultura mediterranea e l’economia sostenibile. Gli operatori del settore, inoltre, potranno partecipare ad incontri di cooperazione economica e commerciale e consolidare o penetrare nuovi mercati.

I cooking show di Blue Sea Land 2022

Dall’08 all’11 dicembre, presso lo stand istituzionale del Dipartimento Pesca, in piazza della Repubblica, ci saranno numerosi cooking show denominati “Camici & Grembiuli”, con 25 posti disponibili per ciascuno, la prenotazione sarà possibile dal 7 dicembre. Sono attese una ventina di delegazioni straniere, guidate da consoli e ambasciatori, provenienti da Tunisia, Algeria, Burkina Faso, Burundi, Costa d’Avorio, Ghana, Libia, Marocco, Mauritania, Nigeria, Senegal, Tanzania, Uganda e Kenya. A Blue Sea Land 2022 parteciperanno con diverse attività anche le scuole superiori di Mazara del Vallo e, allo stand del Masaf, ministero dell’Agricoltura, sovranità alimentare e foreste ci saranno i cooking show degli studenti.

Il commento del presidente del Distretto della Pesca, Nino Carlino

«Blue Sea Land guarda verso il sud del mondo, costruisce ponti e diventa cerniera di cooperazione tra i paesi che si affacciano sul Mediterraneo valorizzandone le diversità – afferma il presidente del Distretto della Pesca e Crescita Blu, Nino Carlino -. Insieme alla Regione siciliana e con l’Osservatorio della Pesca del Mediterraneo, è stato realizzato negli anni un lavoro di cooperazione economico-istituzionale, con una costante attività di promozione e sviluppo fra gli operatori economici di queste aree, atta a perseguire un miglioramento dello stile di vita tra le popolazioni, lo sviluppo economico e sociale dei Paesi che vi aderiscono, e anche e soprattutto per la difesa dei diritti umani, perché la pace tra i popoli del Mediterraneo passa anche dalla tavola».

Leggi la notizia

Cultura

Pantelleria, precetto natalizio interforze anche a Mazara. Vescovo “Il sonno della coscienza non ci travolga”

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

Ieri e oggi il Vescovo di Mazara del Vallo monsignor Angelo Giurdanella ha presieduto il Precetto natalizio interforze sia sull’isola di Pantelleria (in chiesa madre) che a Mazara del Vallo (in Cattedrale). Nell’Omelia il Vescovo ha ribadito che «non possiamo non accorgerci di quello che accade attorno a noi».

E ha poi richiamato l’attenzione al «sonno della coscienza che mai deve travolgerci». «Dobbiamo guardare al Natale ma non senza l’altro», ha detto ancora monsignor Giurdanella. Alle due celebrazioni hanno preso parte anche don Antonino Pozzo, Cappellano del Comando regionale Sicilia Guardia di Finanza e don Salvatore Falzone, Cappellano del Comando regionale Sicilia Carabinieri e don Salvatore Cipri, già prete a Pantelleria.

Leggi la notizia

Ambiente

Gangi (PA), 38 alberi per altrettanti nuovi nati nel 2022. L’iniziativa dell’ordine francescano

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

GANGI, 38 ALBERI PER I NUOVI NATI NEL 2022, INIZIATIVA DELL’ORDINE FRANCESCANO SECOLARE DI SICILIA

Un albero per ogni nato. A Gangi ieri (domenica 27 novembre) l’area antistante la scuola primaria, plesso “Don Bosco”, si è arricchita di 38 nuovi alberi piantati per ogni bambino nato, adottato o affidato nel 2022. L’iniziativa, al suo secondo anno, è dell’Ordine Francescano secolare di Sicilia “Immacolata Concezione” in collaborazione con il Comune di Gangi, istituto comprensivo “Francesco Paolo Polizzano” e all’ente Parco delle Madonie.

Prima della piantumazione si è tenuta la celebrazione della Santa messa al Santuario dello Spirito Santo (foto) a cura di don Paolo Cassaniti, assieme alle famiglie interessate, con i bambini nati nel 2022, erano presenti: Antonella Ferraro per l’Ordine Francescano secolare di Sicilia “Immacolata Concezione”, il sindaco di Gangi Giuseppe Ferrarello, il presidente del Parco delle Madonie, Angelo Merlino, il preside dell’Istituto Comprensivo Francesco Serio, il presidente del consiglio comunale di Gangi Concetta Quattrocchi, presenti i consiglieri comunali Carmelo Giunta, Danila Spallina e Valentina Farinella. Ai genitori dei bambini neonati è stata consegnata una pergamena per ricordare la giornata dedicata alle famiglie e all’eco sostenibilità ambientale.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza