Segui i nostri social

Elezioni

Regionali – Enna, all’Assemblea Siciliana si candida l’assessore di Pantelleria Angelo Parisi (M5S)

Redazione

Pubblicato

-

PARISI (M5S): “METTERÒ A DISPOSIZIONE DEL
TERRITORIO ENNESE E DELLA SICILIA
L’ESPERIENZA MATURATA IN QUESTI ANNI”
SI PRESENTA IL CANDIDATO ALL’ASSEMBLEA REGIONALE
SICILIANA NEL COLLEGIO DI ENNA PER IL MOVIMENTO 5 STELLE

Ho scelto di accettare la proposta di candidatura che mi è pervenuta dagli attivisti del
Movimento 5 Stelle della Provincia di Enna.
Dopo ciò che è successo in Provincia, con tre rappresentanti che hanno deciso di cambiare
casacca abbandonando elettori e programmi elettorali con cui hanno ricevuto i voti, c’era bisogno di
ripartire con unità per lavorare al rilancio del territorio e portare “dentro i palazzi” la voce di chi
condivide i valori della legalità, della lotta al malaffare, dell’equità sociale, dello sviluppo
sostenibile.
Per chi non mi conoscesse, ho una laurea in Ingegneria e sono Assessore al Comune di
Pantelleria dal mese di marzo del 2019 con diverse deleghe, tra le quali quelle ai lavori pubblici,
all’ambiente, all’urbanistica, alla pubblica istruzione.
Prima di essere nominato Assessore, svolgevo la professione di Ingegnere, occupandomi
prevalentemente di energie rinnovabili e impianti elettrici e termici nel settore civile e terziario.
Ho collaborato con i gruppi parlamentari europei e regionali del Movimento 5 Stelle e con il
CETRI-TIRES, Circolo Europeo per la Terza Rivoluzione Industriale, che diffonde i principi di
Jeremy Rifkin, nella redazione di studi e piani riguardanti le energie rinnovabili e la sostenibilità
ambientale: un piano energetico per l’Isola di Pantelleria, uno studio per una Taranto senza ILVA,
un piano energetico per la Sicilia, i cui obiettivi sono poi confluiti nel Programma elettorale del
Movimento 5 Stelle per le regionali siciliane del 2017, quando fui designato da Giancarlo
Cancelleri come assessore all’energia e ai servizi di pubblica utilità di un eventuale governo.
Da Assessore al Comune di Pantelleria ho utilizzato le mie conoscenze per risolvere i piccoli
e grandi problemi che affliggono un territorio bellissimo, ma allo stesso tempo difficile, come
quello di un’isola lontana oltre 120 km dalla Sicilia.
I frutti di questo lavoro hanno portato ad ottenere una serie di finanziamenti per
infrastrutture che hanno già visto la luce o che la vedranno nei prossimi mesi. Complessivamente le
opere pubbliche che saranno realizzate a Pantelleria, grazie al lavoro che è stato svolto in questi
anni, ammontano a quasi 100 milioni di euro.

L’elenco degli interventi è lungo: efficientamento energetico degli edifici comunali; messa
in sicurezza, ristrutturazione ed efficientamento energetico di quasi tutti gli edifici di edilizia
popolare di proprietà comunale; ristrutturazione e riqualificazione di immobili comunali lasciati in
stato di abbandono; messa in sicurezza di aree ad alto rischio idrogeologico; impianti ad energia
rinnovabile; riqualificazione di aree e vie urbane; depurazione delle acque reflue; nuovi tratti di
acquedotto; riduzione delle perdite delle reti idriche esistenti; impianti per il trattamento della
frazione umida dei rifiuti e per la selezione della frazione secca; infrastrutture per la mobilità
sostenibile.
Inoltre, siamo riusciti ad ottenere dall’Assemblea Territoriale Idrica di Trapani la deroga
della gestione del sistema idrico integrato che, così, resterà comunale e non passerà al gestore
unico. In questo modo, abbiamo voluto dare attuazione ad una delle nostre stelle: quella dell’acqua
pubblica.
Questo è ciò che ho fatto e l’esperienza che metterò a disposizione del territorio ennese e
della Sicilia nel caso in cui dovessi essere scelto dagli elettori.
Quanto fatto dai Governi Conte, poi, dimostra che il Movimento 5 Stelle riesce a portare
avanti e difendere i punti del suo programma, di non piegarsi ai vari “potentati”, di resistere al
richiamo delle sirene e, così facendo, di riuscire a realizzarli a prescindere dai compagni di viaggio.
Se oggi l’Italia non è più nel club dei Paesi europei che non hanno alcuna misura di sostegno
per i più bisognosi, è grazie al Reddito di Cittadinanza voluto dal Movimento 5 Stelle che ha ridato
dignità a tante persone.
Se oggi in Italia il numero dei parlamentari è simile a quello di altre democrazie occidentali,
è grazie alla riforma costituzionale voluta dal Movimento 5 Stelle.
Se oggi l’Italia è la locomotiva d’Europa per la ripresa economica, è grazie alle misure
volute e difese fortemente dal Movimento 5 Stelle.
Se oggi l’Italia ha oltre 200 miliardi di euro di risorse europee da poter utilizzare in
investimenti e per sanare il gap infrastrutturale tra il Meridione ed il resto del Paese, è grazie
all’attività svolta dal Movimento 5 Stelle in Europa.
Tutto questo dovrebbe essere una forma di garanzia per gli elettori che non si ritrovano
davanti ad una forza politica che continua a promettere sempre le stesse cose.
In fondo, basta dare uno sguardo alle proposte delle altre forze politiche.
Sembra di essere ritornati a 30 anni fa. Invece di applaudire di fronte alle loro proposte,
bisognerebbe chiedersi il motivo per cui negli anni in cui queste forze hanno governato l’Italia, non
ne hanno realizzata nemmeno una. Non sarà perché non sono prioritarie o perché sono impossibili e
dannose?
Mi chiedo in che modo questi signori vogliono aiutare le famiglie e le imprese a pagare le
bollette energetiche? Con il ponte sullo stretto? Con gli inceneritori? O con le centrali nucleari di
quarta generazione che non esistono?
L’unica soluzione per risolvere definitivamente il problema della dipendenza energetica è
non dipendere più dalla “droga” rappresentata dalle fonti fossili, non basta cambiare “spacciatore”.
Per questo c’è bisogno da una parte di incrementare gli investimenti nelle fonti rinnovabili
per accelerare la “disintossicazione” e dall’altra di intervenire con misure straordinarie, dettate dal
momento particolare, per far sì che il prezzo finale dei prodotti energetici pagato dagli utenti sia
“normale” e non porti famiglie ed imprese al fallimento.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Elezioni

Misiliscemi, venerdì Peralta chiude campagna elettorale amministrative del 13 novembre

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

Venerdì Giuseppe Peralta chiude la sua campagna elettorale 

Verso la chiusura: il candidato sindaco di Misiliscemi, Giuseppe Peralta, concluderà la sua campagna elettorale venerdì 11 novembre alle ore 18:30, presso il B&B “Le Case di Anna e Carla” in Strada Marsala 175 a Rilievo (sulla Strada Statale 115). Oltre al candidato sindaco saranno presenti i designanti assessori e i rappresentati della lista “Misiliscemi Insieme”.

Interverranno i deputati regionali Mimmo Turano e Dario Safina. I designati assessori sono Enzo Daidone e Tony Crapanzano. La lista, invece, è composta da: Rocco Greco, Vincenza Bono, Francesco Brascia, Antonino D’Angelo, Clara di Benedetto, Alessia Gervasi, Leonarda Giacalone detta Irene, Francesco Giammanco, Nicolò Martinico, Antonio Novara, Domenica Palermo, Leonardo Peralta.

«Trasparenza. Programmi realistici, snelli ma nello stesso tempo duttili e versatili che ben si armonizzano con le reali ed effettive potenzialità di questo nuovo ente e dalla concreta possibilità di aderire ai bandi sovracomunali: questi i nostri obiettivi – afferma il candidato sindaco – . Bisogna costruire un nuovo Comune: Misiliscemi deve essere guidato da chi è competente. Bisogna creare le nuove politiche sociali per il nostro territorio».

Leggi la notizia

Elezioni

Misiliscemi, Peralta lancia la sua candidatura a sindaco

Redazione

Pubblicato

il

Trasparenza e programmi realistici: Giuseppe Peralta lancia la sua candidatura a sindaco di Misiliscemi

Entusiasmo e voglia concreta di raccontare una storia nuova ma basata sulla tradizione. In questo clima si è aperta la campagna elettorale del candidato sindaco di Misiliscemi Giuseppe Peralta che, insieme alla sua squadra di governo e ai candidati per il Consiglio comunale della lista “Misiliscemi Insieme”, ha illustrato alla cittadinanza i suoi punti programmatici. 

Presenza massiccia a Rilievo dove – nonostante la grande sala – molti sono stati costretti a seguire da fuori. «Una passione che ci fa capire che siamo sulla giusta via – afferma Giuseppe Peralta, medico in pensione che si è candidato a guidare Misiliscemi – , la gente è stufa di sentirsi dire cose non vere. Basta fake news, dobbiamo dire agli abitanti del neoComune come sono i fatti e su questo abbiamo basato il nostro programma». 
Otto i punti principali: sicurezza e decoro; viabilità e trasporti; riqualificazione del territorio, ambiente e rifiuti; politiche sociali e sanità; giovani e sport; urbanistica, lavori pubblici e servizi; turismo e cultura; trasparenza e informazione.

«La lista “Misiliscemi insieme” – spiega Peralta –  è costituita da un gruppo di cittadine e cittadini che vogliono condividere un progetto amministrativo partecipato con la propria comunità. Agire secondo il principio della democrazia partecipata dal basso, nella condivisione e fusione delle differenti esperienze».

I designati assessori sono Enzo Daidone e Tony Crapanzano. La lista, invece, è composta da: Rocco Greco, Vincenza Bono, Francesco Brascia, Antonino D’Angelo, Clara di Benedetto, Alessia Gervasi, Leonarda Giacalone detta Irene, Francesco Giammanco, Nicolò Martinico, Antonio Novara, Domenica Palermo, Leonardo Peralta.

«Intendiamo porre al centro del nostro operato il territorio e la sua cura – aggiunge – , impresa non facile e né così scontata, considerando i 93 chilometri quadri di estensione. Oltretutto attraversato da due arterie stradali provinciali ad intenso traffico, sulle quali in sinergia con Regione Sicilia e i Comuni limitrofi è stato già sottoscritto un Accordo di Programma per interventi sulla sicurezza stradale che porterà alla realizzazione di un percorso ciclo-pedonale sulla strada provinciale 21».

Al primo incontro hanno preso la parola tutti i candidati che hanno spiegato ai numerosi presenti perché hanno deciso di scendere in campo. Una squadra affiatata che ha mostrato competenza: conoscere Misiliscemi, conoscere le leggi e capace di spiegare le evoluzioni del nuovo Comune. 
«Trasparenza. Programmi realistici, snelli ma nello stesso tempo duttili e versatili che ben si armonizzano con le reali ed effettive potenzialità di questo nuovo ente e dalla concreta possibilità di aderire ai bandi sovracomunali: questi i nostri obiettivi» ha concluso il candidato sindaco Giuseppe Peralta.

Leggi la notizia

Elezioni

Misiliscemi, Giuseppe Peralta inaugura la sua campagna elettorale

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

Tutto pronto. La campagna elettorale del candidato sindaco di Misiliscemi, Giuseppe Peralta, è pronta ad iniziare ufficialmente. Martedì 25 ottobre alle ore 18:30, presso il B&B “Le Case di Anna e Carla” in Strada Marsala 175 a Rilievo (sulla Strada Statale 115) si svolgerà il primo incontro tra il candidato sindaco, i rappresentati della lista “Misiliscemi Insieme” e i designati assessori con la cittadinanza, amici, sostenitori e stampa.

Sarà la prima di una serie di incontri pubblici che i rappresentati di “Misiliscemi Insieme” svolgeranno sul territorio misilese. I designati assessori sono Vincenzo Daidone e Antonino Crapanzano. La lista, invece, è composta da: Rocco Greco, Vincenza Bono, Francesco Brascia, Antonino D’Angelo, Clara di Benedetto, Alessia Gervasi, Leonarda Giacalone detta Irene, Francesco Giammanco, Nicolò Martinico, Antonino Novara, Domenica Palermo, Leonardo Peralta.

“Siamo pronti, con entusiasmo, ad aprire la nostra campagna elettorale” ha commentato Giuseppe Peralta. “Una campagna elettorale storica che porterà all’elezione del primo sindaco e del primo Consiglio comunale di Misiliscemi. Siamo pronti a dire la nostra e a presentare le nostre idee”. La lista “Misiliscemi Insieme” è costituita da un gruppo di cittadine e cittadini che vogliono condividere un progetto amministrativo partecipato con la propria comunità.

“L’obiettivo principale è essere al servizio della comunità – sottolinea il candidato sindaco di Misiliscemi Giuseppe Peralta – e dobbiamo dotare questo Comune di una macchina burocratica autonoma nel più breve tempo possibile, cercando di attivare tutti gli strumenti di legge disponibili per completare l’intera pianta organica necessaria allo svolgimento di una normale attività amministrativa”.
Martedì 25 ottobre alle ore 18:30 tutti i candidati saranno presenti all’incontro e saranno lieti di rispondere alle domande dei cittadini.
 
***
 

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza