Segui i nostri social

Elezioni

Regionali, Eliana Esposito (SI) firma un patto con i siciliani

Redazione

Pubblicato

il

ELIANA ESPOSITO METTE NERO SU BIANCO E FIRMA UN PATTO CON I SICILIANI

“Se dovessi essere eletta Presidente della Regione Siciliana, mi impegno sin dal primo giorno di insediamento a fare quanto in mio potere per l’attuazione integrale dello Statuto e a pretendere che alla Sicilia e ai Siciliani vengano garantiti tutti i diritti costituzionali previsti da esso e fino ad ora negati con la complicità della classe politica e dirigente che ha occupato indegnamente gli scranni istituzionali”. Comincia così il documento che Eliana Esposito, candidata alla Presidenza della Regione Siciliana per “Siciliani Liberi”, ha voluto redigere e firmare ieri. L’aspirante Presidente indipendentista ha voluto mettere nero su bianco per essere quanto più chiara possibile.

“Molti politici hanno promesso a parole l’attuazione dello Statuto, salvo poi, una volta andati al potere, rimangiarsi tutto quanto precedentemente detto; verba volant, scripta manent: ho voluto che le mie promesse – che innanzitutto faccio a me stessa – restassero indelebilmente scritte”.

Nel documento, tra i vari punti, la riattivazione dell’Alta Corte, l’istituzione di un’Agenzia delle Entrate siciliana per far rimanere le tasse dei siciliani in Sicilia, l’impegno a essere presente ad ogni Consiglio dei Ministri che si terrà a Roma per le questioni che riguardano la Sicilia, la lotta alla Mafia.

Il documento è stato redatto in tre lingue: italiano, siciliano e inglese. Particolare attenzione pone la Esposito verso tutti quei siciliani, anche di seconda e terza generazione, emigrati in altri Paesi: “Il loro amore per la Sicilia è immenso: molti siciliani che vivono in Sicilia avrebbero davvero tanto da imparare da loro!” afferma la Esposito.

Oggi alle 17,30 parteciperà ad Altofonte, presso il salone dell’ex Collegio di Maria, a un convegno dal titolo “Comuni siciliani: fuori dalla crisi”.

Se dovessi essere eletta Presidente della Regione Siciliana, mi impegno sin dal primo giorno di insediamento a fare
quanto in mio potere per l’attuazione integrale dello Statuto e a pretendere che alla Sicilia e ai Siciliani vengano garantiti
tutti i diritti costituzionali previsti da esso e fino ad ora negati con la complicità della classe politica e dirigente che ha
occupato indegnamente gli scranni istituzionali.
Mi impegno a fare quanto in mio potere per riattivare l’Alta Corte, designando i giudici in quota Regione.
Mi impegno a costituire ed attivare una Agenzia delle Entrate siciliana necessaria alla esecuzione degli articoli finanziari
dello Statuto che prevedono che le risorse prodotte in Sicilia restino in Sicilia perché così prevedono le leggi
costituzionali.
Mi impegno ad attivare ogni iniziativa necessaria perché ogni grado di giudizio sia garantito in Sicilia così per la
Cassazione e per i contenziosi dei tribunali speciali per le imprese perché così prevedono le leggi costituzionali.
Mi impegno a presenziare ad ogni Consiglio dei Ministri che si terrà a Roma per le questioni che riguardano la Sicilia in
qualità di Ministro per la Regione Siciliana perché così prevedono le leggi costituzionali.
Mi impegno ad attivare tutte le iniziative parlamentari affinché il Parlamento Siciliano legiferi per le materie per le quali
la Sicilia ha competenza esclusiva, perché così prevedono le leggi costituzionali.
Mi impegno a eseguire ogni opportuna necessità perché la Sicilia diventi il Paradiso che merita di essere, perché così ha
voluto la natura.
Mi impegno a eseguire ogni iniziativa perché ai siciliani vengano garantiti tutti i benefici che l’istituzione regionale deve
offrirgli e che i siciliani meritano.
Mi impegno affinché la Sicilia non venga mai più messa in relazione a organizzazioni malavitose che sono funzionali a
garantire l’oppressione di questa terra e del suo popolo.
La Sicilia non deve più essere terra di Mafia ma modello di una società ricca e pacifica.
Mi impegno perché la Sicilia sia terra di pace e smilitarizzata, come previsto da trattati internazionali disattesi.
Mi impegno affinché si possa vivere in una Sicilia per i Siciliani perché la Sicilia e i Siciliani lo meritano.

LA SICILIA AI SICILIANI! Eliana Esposito
ANTUDO

PATTU CU LI SICILIANI

Siddu avissi a divintari Presidenti di la Regiuni Siciliana, a cuminciari di lu primu jornu di mannatu mi mpignu a fari tuttu
chiddu chi lu me putiri mi permetti p’attuari integralmenti lu Statutu e a pretènniri chi a la Sicilia e a li Siciliani ci vègnanu
garantuti tutti li diritti costituzionali previsti e, sinu a ora, negati cu la complicità di la classi pulìtica e dirigenti chi
indignamenti s’assetta nni li seggi istituzionali.
Mi mpignu a fari tuttu chiddu chi lu me putiri mi permetti pi fari rènniri arreri operativa l’Auta Curti, designannu li jùdici
di la parti di la Regiuni.
Mi mpignu a costituiri e attivari n’Agenzia di l’Entrati siciliana necessaria a l’esecuzioni di l’artìculi finanziarî di lu Statutu
chi prevìdinu ca li tassi pi chiddu ca si produci in Sicilia arrèstinu ‘n Sicilia pirchì accussì è previstu di li liggi costituzionali.
Mi mpignu a attivari ogni iniziativa necessaria affinchì ogni gradu di giudiziu sia garantutu in Sicilia pi la Cassazioni e pi li
contenziusi di li tribunali speciali pi li mprisi pirchì accussì è previstu di li liggi costituzionali.
Mi mpignu a èssiri presenti a ogni Cunsigghiu di li Ministri chi si teni a Roma pi li questioni chi ‘nterèssanu la Sicilia ‘n
qualità di Ministru pi la Regiuni Siciliana pirchì accussì prevìdinu li liggi costituzionali.
Mi mpignu a attivari tutti l’iniziativi parlamentari affinchì lu Parlamentu Sicilianu legiferi pi li materî pi li quali la Sicilia
havi cumpitenzia esclusiva, pirchì accussì prevìdinu li liggi costituzionali.
Mi mpignu a eseguiri ogni opportuna necessità affinchì la Sicilia diventi lu Paradisu chi mèrita di èssiri, pirchì accussì vosi
Matri Natura.
Mi mpignu a eseguiri ogni iniziativa affinchì a li siciliani ci vègnanu garantuti tutti li benifici chi l’istituzioni regiunali havi a
dari e chi li siciliani mèritanu.
Mi mpignu affinchì la Sicilia nun vegna chiù misa in relazioni a organizzazioni malavitusi chi sunnu funzionali a garantiri
l’oppressioni di sta terra e di lu so pòpulu.
La Sicilia nun havi a èssiri chiù terra di Mafia ma modellu di na società ricca e pacìfica.
Mi mpignu pirchì la Sicilia sia terra di paci e smilitarizzata, comu previstu di li trattati internazionali disattisi.
Mi mpignu affinchì si pozza vìviri nta na Sicilia pi li Siciliani pirchì la Sicilia e li Siciliani si lu mèritanu.

LA SICILIA A LI SICILIANI! Eliana Esposito
ANTUDO

Disclaimer

Questo contenuto è proprietà intellettuale della Nous Editore srls, senza tacito consenso ne è vietata ogni riproduzione, totale e parziale di testi e immagini, anche in forma di link

Elezioni

Elezioni – Marsala, l’appello al voto e chiusura campagna elettorale di Pellegrino

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

L’appello al voto dell’On. Stefano Pellegrino

Questa sera a Marsala, in Piazza Carmine, la chiusura della sua campagna elettorale

«Mancano ormai due giorni alle elezioni regionali. E tutti voi cittadini, come sancito dall’articolo 48 della Costituzione, siete chiamati ad esercitare il diritto di voto, che è un dovere civico – dichiara il deputato regionale di Forza Italia Stefano Pellegrino, Presidente della Commissione Affari Istituzionali all’Ars – Non è condivisibile che altri possano decidere il nostro destino, quello delle nostre famiglie, dei nostri figli, del nostro territorio. Vi chiedo pertanto di andare a votare e di essere protagonisti delle vostre decisioni, determinanti per il futuro della nostra provincia e della nostra regione. Faccio un appello alla responsabilità e a tutto quello che ci ha tenuti legati in questi anni: vi chiedo di sostenermi, ancora una volta, per portare avanti i progetti già iniziati, di cui potremmo presto raccogliere insieme i frutti. Questa sera vi aspetto per la chiusura della mia campagna elettorale a Marsala, in Piazza Carmine, alle ore 19.30. Sarà un’altra occasione di confronto prima del voto».

Leggi la notizia

Elezioni

AGRICOLTURA, NICOLÒ CATANIA (FdI): «RIFORMA CONSORZI BONIFICA NON PIÙ RINVIABILE»

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

«La riforma dei Consorzi di bonifica non è più rinviabile». Lo dice Nicolò Catania, sindaco di Partanna e candidato alle Regionali di domenica prossima con la lista Fratelli d’Italia. Sul punto dei Consorzi di bonifica il candidato Catania più volte è intervenuto nei diversi incontri svolti in provincia. «La questione deve essere affrontata su più aspetti – ha detto Catania – da un lato quello della gestione (debiti, personale) e dall’altro quello dell’impiantistica: non è più accettabile per gli agricoltori pagare canoni esosi e ritrovarsi con condotte colabrodo». Nicolò Catania, in alcuni incontri durante questa settimana, ha potuto constatare con mano l’esasperazione degli agricoltori: «Già qualche mese addietro sono sceso a fianco dei titolari di aziende agricole che si sono ritrovati a Castelvetrano per chiedere legittime pretese nei confronti dei Consorzi – ha detto ancora Catania – prima fra tutte quella della diminuzione dei canoni irrigui». Intanto la campagna elettorale volge al termine. Il candidato Catania comizierà stasera alle 21, in piazza Matteotti a Castelvetrano. La chiusura, invece, è in programma domani sera alle 21, in piazza Falcone-Borsellino a Partanna.

Leggi la notizia

Elezioni

Elezioni regionali – Gli appuntamenti di Giuseppe Bica (FdI) e il comizio a Trapani

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

Proseguono gli appuntamenti di Giuseppe Bica, candidato all’Assemblea Regionale Siciliana con il partito Fratelli d’Italia, nelle prossime elezioni regionali del 25 settembre. Nei giorni scorsi, insieme a Raoul Russo, candidato al Senato anch’esso con il partito Fratelli d’Italia, ha incontrato commercianti e imprenditori per uno scambio di idee e discutere insieme delle reali esigenze del territorio. Ieri, a Favignana, all’incontro con i cittadini presenti Michele Rallo e Livio Marrocco.

Questa sera, alle 21.00, Giuseppe Bica terrà un comizio elettorale alla Casina delle Palme, a Trapani. Interverranno: Michele Ritondo, Livio Marrocco, Raoul Russo e Carolina Varchi.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency