Segui i nostri social

Cronaca

Pantelleria, spettacolare esercitazione della Guardia Costiera. Le operazioni spiegate dal Comandante Terrone – Foto e Video

Direttore

Pubblicato

-

Si è svolta questa mattina una tanto suggestiva quanto delicata esercitazione, eseguita dalla Guardia Costiera di Pantelleria.

Da terra, abbiamo intercettato il comandante dell’Ufficio Marittimo, il Ten. di Vasc. che ci ha spiegato a cosa stavamo assistendo.

Comandante, che tipo di operazione è?E’ una esercitazione congiunta tra mezzo navale e mezzo aereo, propedeutica alle attività operative, in caso di emergenza reale. La manovra ha un nome tecnico specifico:   Hi Line. Si tratta di una procedura di avvicinamento dall’elicottero tramite una cima guidata: la cima viene lanciata dall’elicottero, poi afferrata dal personale della motovedetta, che pian piano si avvicina alla verticale.

Questo consente un passaggio in sicurezza di materiale ma soprattutto di persone. E’ una procedura ad elevato rischio, in posizione quasi ferma sulla verticale di un altro mezzo. Nonostante il rischiio, questo tipo di procedura ha dato sempre frutti positivi “.

Quali sono i limiti per questo tipo di operazioni? “Naturalmente esistono dei limiti operativi dettati dalle condizioni del mare, ma specie per l’elicottero che non deve trovarsi con vento a traverso, per non entrare nella zona rossa, ad elevato rischio.

E’ un aspetto cui dobbiamo prestare la massima attenzione perchè se non operiamo noi in sicurezza, non possiamo portare soccorso.

Che altezza arriva l’elicottero dalla motovedetta e chi troviamo sul mezzo marittimo? “Siamo intorno tra i 50 e i 70 piedi (cioè tra i 15 e 20 metri circa). Al momento sulla motovedetta abbiamo inserito i tre equipaggi completi che trovano sull’isola e che si ruotano nell’esercitazione, in base anche alle direttive del Comando Generale. 

La morfologia dell’isola e il suo mare pongono limiti e rischi ulteriori per le operazioni? “Attualmente siamo a Bue Marino, quindi una zona di ridosso, per esercitarci in sicurezza per poi spingere fino ai limiti massimi. Ma il mare di Pantelleria è difficile e offre sempre condizioni particolari di mare e vento.”

Da quello che vediamo, comandante, la difficoltà non è solo del mezzo aereo di stare in sospeso e fermo, ma anche di quello navale, specie ecco in un mare come oggi con forte corrente. E’ così? “L’esercizio è proprio quello da parte del pilota dell’elicottero ma anche del comandante della motovedetta non è facile entrare nel vortice di coda e l’addestramento sta proprio in quello: trovare la posizione ottimale per eseguire l’operazione in sicurezza.”

 

Video

 

 

 

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lavoro

First CISL e il nuovo contratto di lavoro

Redazione

Pubblicato

il

FIRST CISL E IL NUOVO CONTRATTO DI LAVORO Responso unanime dalle assemblee unitarie. Nelle 9 province siciliane le lavoratrici e i lavoratori del settore bancario hanno detto sì all’accordo di rinnovo del Ccnl, siglato il 23 novembre 2023, tra sindacati del credito e Abi. Per Fabrizio Greco, segretario generale di First Cisl Sicilia: “non abbiamo trattato solo l’aspetto economico, rilevanti i temi dell’occupazione, del welfare, dei diritti sociali, dell’orario di lavoro, della partecipazione

alla vita delle aziende”

In tutte le province siciliane il nuovo Contratto di lavoro del settore delle banche ha ricevuto l’ok.

Molto partecipate le assemblee unitarie indette da Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin, svoltesi dal 6 al 22 febbraio. “Abbiamo riscontrato un diffuso interesse – spiega il segretario generale First Cisl Sicilia, Fabrizio Greco – nonostante la parte economica fosse già stata riconosciuta. Ricordo che, con la retribuzione di dicembre ‘23, sono stati corrisposti gli aumenti e gli arretrati con il pieno ripristino della base di calcolo del tfr”. Greco concorda con il segretario generale di First Cisl, Riccardo Colombani, nel definire il nuovo contratto “di svolta e innovativo” aggiungendo che non è soltanto parte economica. “Di assoluto rilievo – dice Greco – anche gli aspetti connessi alla normativa, strumento fondamentale per gestire i cambiamenti in atto nel settore bancario. Assicuro però che continueremo a non perdere di vista tematiche che hanno forti ricadute sociali come la desertificazione bancaria o quelle connesse all’organizzazione del lavoro, pressioni commerciali incluse, che le aziende costantemente aggiornano ricorrendo alla tecnologia. E proprio per governarne gli effetti che abbiamo spinto sulla partecipazione dei lavoratori alla vita delle aziende. E’ una battaglia identitaria della Cisl la cui giustezza è stata finalmente riconosciuta in sede di rinnovo contrattuale”.

Il segretario generale di First Cisl Sicilia, Fabrizio Greco guarda alle sfide future che attendono il sindacato: “abbiamo puntato a contenere gli effetti delle riorganizzazioni aziendali potenziando il Foc, il fondo per l’occupazione, ciò per consentire il ricambio generazionale. Pensionamenti ed esodi hanno progressivamente ridotto la platea dei bancari ma anche la perdita di storici marchi siciliani assorbiti, e con essi lo spostamento fuori regione dei centri decisionali, ha assestato un duro colpo all’economia. C’è necessità di banche di prossimità. JPMorgan e Bank of America hanno posto uno stop alle chiusure di filiali puntando sulle riaperture. Speriamo che la loro azione possa rappresentare una contagiosa inversione di tendenza e ricordare agli istituti di credito la loro funzione sociale. I territori senza servizi finanziari cedono allo spopolamento – conclude Greco – questo fenomeno deve attivare, non solo i sindacati, ma anche le istituzioni. In Sicilia si rischia di perdere altri pezzi fondamentali della nostra storia economica. Banca Sant’Angelo ha comunicato di essere alla ricerca di un partner bancario. Come First Cisl drizziamo le antenne a salvaguardia dei posti di lavoro e degli sportelli”.

Leggi la notizia

Cronaca

Santa Ninfa, dà fuoco ai vestiti della convivente. Misure cautelari per pregiudicato

Redazione

Pubblicato

il

SANTA NINFA: PRENDE I VESTITI DELLA CONVIVENTE E GLI DA
FUOCO. MISURA CAUTELARE PER UN PREGIUDICATO 30ENNE

I Carabinieri della Stazione di Santa Ninfa hanno dato esecuzione ad un’ordinanza
applicativa di misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare e contestuale
divieto di avvicinamento alla persona offesa emessa dal tribunale di Sciacca nei confronti
di 30enne del luogo (gravato da pregiudizi di polizia) per il reato di maltrattamenti contro
familiari conviventi.
L’odierno provvedimento scaturisce dalle risultanze investigative dei Carabinieri di Santa
Ninfa, pienamente condivise dall’A.G., che hanno documentato i reiterati maltrattamenti
nei confronti della compagna convivente. In particolare, nell’ultimo grave episodio,
avvenuto pochi giorni addietro a seguito di una lite per futili motivi, l’uomo avrebbe preso
abiti e vestiti della donna e gli avrebbe dato fuoco.

Leggi la notizia

Ambiente

Pantelleria, sospensione energia elettrica a Kazzen e altre zone. Ecco quando

Direttore

Pubblicato

il

Il giorno venerdì primo marzo, è programmato il distacco di corrente elettrica in contrada Kazzen e altre zone limitrofe

I dettagli

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza