Segui i nostri social

Sport

Pantelleria – Palermo, scaldano i motori Giuseppe La Gattuta e team per prossima straordinaria avventura Cape to Capo 24

Direttore

Pubblicato

-

Capetocapo 24
Overland food project

Dopo l’attraversata della Tunisia, Giuseppe La Gattuta, il nostro incredibile amico avventuriero, l’Indiana Jones palermitano naturalizzato pantesco, si prepara per un nuovo percorso africano incredibile.

Ecco come descrive il viaggio in programmazione per il 2024


Si partirà i primi di gennaio da Tangier Marocco, con rotta sud ma non tralasciando nulla di quelle che sono le bellezze che questo paese offre, sarà un rilassante zig zag tra città meravigliose, terreni impervi e dune magnifiche.

Il Team sarà formato da: La Gattuta, Riccardo Figa’, Andrea e Raimonda.

Verso fine gennaio ci sarà il primo avvicendamento nel gruppo, con l’arrivo di una vecchia conoscenza della prima Capetocapo. Si partirà quindi alla volta della Mauritania con rotta diretta verso la sua capitale Nouakchott, per poi visitare il sud ed attraversare il border per entrare in Senegal ed arrivare a Dakar attraversando alcune delle piste del famoso raid Parigi Dakar.


Altra sorpresa nella capitale senegalese sarà l’arrivo di un altro amico che si unirà a noi. Da ora in avanti diventa tosta, strade dissestate, adrenalina da border, rischio malaria, etc caratterizzeranno i passaggi in Guinea, Ivory Coast, Ghana, Benin e Togo;
Ovviamente in ogni paese visiteremo le straordinarie bellezze naturalistiche addentrandoci nei posti più remoti e percorrendo le piste più improbabili.

Come ormai molti amici sanno Capetocapo unisce 2 passioni, quella per i viaggi e quella per la cucina, quindi anche quest’anno stiamo contattando le delegazioni italiane nelle capitali dei paesi che attraverseremo, per organizzare un evento di degustazione con lezioni di cucina siciliana ed un evento di beneficenza dove offriremo un pranzo a base di cucina italiana, in una delle tante onlus che operano in questi paesi.
Il viaggio terminerà a Lome capitale del Togo ( l’idea era quella di arrivare a Cape Town…. Ma il tempo e’ tiranno😂).
Seguiteci come sempre ❤

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sport

Pantelleria, interdetti specchi di mare davanti a Bue Marino e Arenella. Ecco quando e perchè

Direttore

Pubblicato

il

Il Capo del Circondario Marittimo e Comandante del Porto di Pantelleria:
visto il calendario delle attività veliche e sportive presentato in data 16 Luglio 2024 dal Sig.
ALONGI Daniele, Presidente del Circolo Velico Isola di Pantelleria (quale
responsabile “Organizzatore”), con cui ha comunicato di effettuare le regate Classe
Open con la partecipazione di lance pantesche per i giorni 21 e 28 luglio 2024, nelle
acque antistanti le località “Arenella” (Campo A) e “Bue Marino” (Campo B) del
comune di Pantelleria in base alle condizioni meteo presenti e più favorevoli previste;
gli stralci cartografici allegati alla sopra citata istanza, riportanti l’indicazione delle
zone di mare interessate dallo svolgimento delle regate (non interessate dalle rotte di
transito traffico commerciale);

ORDINA
Articolo 1
(Interdizione del tratto di mare interessato dalla manifestazione)
Nei tratti di mare interessati dallo svolgimento delle manifestazioni (Allegati 1), dalle ore 09:30 e fino al termine delle regate veliche, è fatto obbligo a tutte le unità in transito nella zona di mare interessata alla predetta manifestazione di prestare la massima attenzione alle unità ed ai
partecipanti che sono impegnati nella manifestazione stessa e di non avvicinarsi e sostare a meno di 200 metri da essi.

Ordinanza 2024_13 Regate veliche 2024_Firmato

Leggi la notizia

Sport

Attraversa Stretto di Messina su una fune: 3.6 km camminando nel vuoto l’impresa di Jaan Roose

Direttore

Pubblicato

il

Attraversa su una fune sottilissima lo Stretto di Messina, partendo da una antenna a Villa San Giovanni e raggiungendo quella di Messina

Resterà nella storia e probabilmente qualcuno proverà l’impresa cercando di migliorare il record o assottigliare la fune, ma intanto oggi, Jaan Roose ha firmato un tratto di storia dello sport, delle imprese eccezionali e dello stretto più discusso d’Italia: 3.600 in 2h 56′ 32”.

Bardato di maglia a maniche lunghe, pantaloni lunghi per proteggersi dal sole, l’incredibile Jaan con fatica percorre quel sottilissimo percorso fatto di fibre, chiamato slackline,  a 250 metri di altezza dal mare.
Ad un certo punto, ad 80 metri dal traguardo, l’atleta 32enne estone perde l’equilibrio e cade. Riesce a rimettersi cavalcioni sul filo e poi a rialzarsi, per riprendere e concludere il percorso, senza battere il record.

Ma la sua performance equilibrista è indiscussa e lo spettacolo dell’impresa deve esser stato reciproco, tra gli spettatori che vedevano un uomo sospeso in mezzo al mare a oltre 200 metri d’altezza, e il funambolo che vedeva da quella posizione pazzesca due pezzi d’Italia meravigliosi.

Leggi la notizia

Sport

A GANGI UN WEEKEND AD AMMIRARE LE MITICHE HARLEY DAVIDSON E LE VECCHIE FIAT 500

Redazione

Pubblicato

il

A Gangi weekend dedicato agli amanti delle auto e moto. In due giorni il borgo più bello d’Italia è stato visitato dal moto raduno delle Harley Davidson e dal “3° Historic Car Meeting” raduno della mitica 500.

Domenica mattina, circa 50 motociclisti del gruppo “Etna Chapter Italy”, uno dei gruppi più numerosi ed amanti delle mitiche Harley Davidson in Sicilia, guidati dal direttore Carmelo Lisitano, hanno invaso con la loro simpatia il centro storico del Borgo più bello d’Italia(2014). Dopo una visita al santuario dello Spirito Santo è stato consentito loro il transito lungo corso Vitale, piazza del Popolo, corso Umberto I°, per raggiungere e sostare in Piazza San Paolo ed essere ammirate dagli amanti delle due ruote. A far da guida il gangitano Antonio Cammarata. Ad accoglierli il sindaco di Gangi Giuseppe Ferrarello, gli assessori: Mimmo Alfonzo, Stefano Sauro, Tiziana Ballistreri e la consigliera Valentina Farinella.

Più lunga la sosta delle mitiche Fiat 500 a Gangi. Per due giorni si è svolto il raduno in occasione del “3° Historic Car Meeting a Gangi”. La sezione di Palermo del Club, coordinata da Vincenzo Siragusa, ha scelto per il secondo anno consecutivo il borgo madonita per il raduno annuale che si è svolto in contemporanea con quello nazionale del Fiat 500 Club Italia, con sede a Garlenda, in Liguria. Appassionati del grande mito italiano in carovana hanno attraversato il centro cittadino prima di essere ricevuti, a palazzo Bongiorno, dal sindaco Giuseppe Ferrarello. Sedici gli equipaggi, 14 provenienti da Palermo e 2 da Marsala.

“Una due giorni dove gli amanti delle mitiche Harley Davidson e delle vecchie 500 hanno potuto ammirare le bellezze monumentali ed artistiche di Gangi – ha detto il sindaco Giuseppe Ferrarello- abbiamo accolto con entusiasmo la scelta dei due club di visitare il nostro borgo, li abbiamo accolti e accompagnati per una visita del paese. Anche questo è un modo per promuovere il brand Gangi nel mondo”.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza