Segui i nostri social

Spettacolo

Pantelleria – “Magia del Natale”, intervista al M° Loris Ferreri. Concerto con sorpresa finale

Direttore

Pubblicato

-

Trattando l’articolo annuncio del concerto “Magia del Natale” in scena il 9 dicembre presso la Chiesa Matrice di Pantelleria, abbiamo voluto conoscere meglio il direttore del Coro SS. Salvatore che darà vita alla manifestazione, il M° Loris Ferreri.

M° Ferreri, da quando esiste il coro? “Il coro è stato istituito sei anni fa 2017 e lo scorso anno abbiamo festeggiato il 5° anno di attività, esibendoci presso la Chiesa della Madonna della Margana.
Il concerto è stato eseguito da 12 elementi, mentre quest’anno siamo 33 voci.

Così sei anni fa ho reclutato quanti più giovani che potessero animare qualche messa feriale, oltre la domenica, quando ci sono altri cori. All’inizio c’erano bambini, ragazzi, poi sono arrivati alcuni adulti. Adesso quest’ultimi sono più numerosi.”

La collaborazione con la PGS

Ho letto della partecipazione con la PGS Madonna della Margana, sulla locandina dello spettacolo. Che significa? PGS è la Polisportiva Giovanile Salesiani, in questo caso è la PGS della Madonna della Margana con sede in Chiesa Matrice.
Con questa collaborazione, il mio coro sarà affiancato anche da 15 bambini, tutti piccolini e questo ci rende contenti.”


Avete realizzato progetti particolari?
“Si, per esempio, quest’anno ho avuto l’idea di realizzare tra luglio ed agosto, un tour esibendoci in tutte le chiesette delle contrade dell’isola, che nessun coro aveva mai fatto finora. Questa cosa ha reso felici sia i coristi, sia le tante persone che frequentano le chiesette, ma di solito non c’era mai nessuno a cantare.

Direttore di coro a soli 20 anni

Vuole raccontarci la sua formazione artistica? Come nasce direttore di coro? “Nel 2018 mi sono diplomato presso una scuola privata di Palermo su canto moderno. Continuo i miei studi, a Pantelleria,  nella scuola ASTARTE con il M° Letizia Stuppa.”

Gli accompagnatori del Coro Ss. Salvatore: Emanuele Pinna e Gianfranco Ferreri

Chi accompagna le esibizioni del coro? “Si chiama Emanuele Pinna, che negli anni ha già vinto diversi riconoscimenti. E’ uno studente sempre di Letizia Stuppa ed è un bravissimo pianista. Egli accompagnerà il coro suonando la tastiera, mentre la chitarra sarà suonata da mio padre, Gianfranco Ferreri, come fa da sei anni a questa parte.” 

In verità Emanuele è una nostra vecchia conoscenza per la sua grande passione oltre che per la musica anche per la vela.

Vi siete mai esibiti fuori dall’isola?Con il coro, no. Io si mi sono esibito a Marsala, insieme alla PGS, dove avevamo presentato uno spettacolo.”

Su cosa verterà la scelta musicale dei brani per il 9 dicembre “Magia del Natale” e avete in programma qualche altro concerto dopo quello? “Naturalmente vi saranno brani relativi al Natale, ma anche alla natura, facendo riferimento a San Francesco D’Assisi. Nello spettacolo si assisterà alla lettura di poesie di autrici famose ma anche nostrane con Rosanna Gabriele e Luigina Gabriele.
Rispetto ad altre date, si esibirà la PGS, mentre io ho già preso degli impegni e non potrò partecipare”.

Maestro, il suo intento è di andare avanti, facendo radicare questa realtà forte e un fiore all’occhiello dell’arte pantesca? “Io ho sempre avuto il desiderio che la moltitudine di cori sull’isola, faccia quello che ho fatto io quest’estate per esempio, il tour delle chiese. Ma sarebbe anche bello condividere con altri cori.

Finale a sorpresa

Concerto con finale a sorpresa è in verità una comunicazione che il M° Ferreri farà alla comunità in occasione appunto della serata.
A noi non è stato anticipato niente e dovremo aspettare il 9 dicembre, a conclusione della manifestazione, per sedare la curiosità nostra e dei nostri lettori.

M.C.

Pantelleria, la “Magia del Natale con il Coro Ss. Salvatore diretto dal M° Ferreri

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Spettacolo

Trapani, Teatro Di Stefano gremito per la prima della Turandot

caterina murana

Pubblicato

il

La 76ᵃ STAGIONE DELL’ENTE LUGLIO MUSICALE REGISTRA IL PRIMO

SOLD OUT DEL CARTELLONE ESTIVO

Un Teatro Di Stefano gremito quello che ieri sera, venerdì 12 luglio, ha accolto il debutto della 76ᵃ stagione “Favole, fiabe e altri racconti”: la Prima della “Turandot” ha registrato infatti il primo sold out del cartellone estivo promosso dall’Ente Luglio Musicale Trapanese. I lunghi applausi che il pubblico presente ha voluto dedicare a tutto il cast sul finale hanno sottolineato un grande successo dell’opera.

Il nuovo allestimento dell’Ente Luglio Musicale Trapanese, realizzata in coproduzione con il Teatro A. Rendano di Cosenza e l’Associazione Euritmus/Teatro Zandonai di Rovereto, ha omaggiato il centenario della scomparsa del compositore italiano. Per questa circostanza, il Direttore artistico dell’Ente Luglio Musicale Trapanese, Walter Roccaro, in sintonia con il Regista Daniele De Plano e la Direttrice d’orchestra Manuela Ranno, ha deciso di presentare l’opera nella versione “integralmente pucciniana”, senza alcun finale aggiuntivo, portando in scena ciò che musicalmente il compositore riuscì a concludere e a definire prima della sua scomparsa. Un terzo atto che, per scelta artistica, si conclude quindi con la tragica morte del personaggio di Liù, un momento carico di pathos ed emozione.

La Turandot replicherà domani, domenica 14 luglio, sempre alle ore 21:00 al teatro DI Stefano.

I Biglietti sono disponibile sia al botteghino sito all’interno di Villa Margherita (aperto dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20) che on line sul sito www.lugliomusicale.it

Leggi la notizia

Spettacolo

Marsala, “Musical sotto le stelle”: il 20 luglio a San Pietro di scena i brani più famosi del Musical Theatre

Redazione

Pubblicato

il

 
A partire dalle ore 21 West Side Story, Hair, Cats, Jesus Christ Superstar, Phantom of the Opera e molti altri rivivranno nel cortile del complesso monumentale San Pietro. Lo spettacolo organizzato dalla Nomea Produzioni vedrà in scena cantanti quali: Giuseppe Li Causi (direttore artistico), Evie Brettell, Andrea Di Bella, Silvia Ghirardini, Roberta Genna e i musicisti: Michael Toolan (Pianoforte), Dario Li Voti (Drums), Alessio Cordaro (Basso elettrico), Enzo Toscano (Violoncello), con la direzione musicale di Michael Toolan. Il 21 luglio nel teatro don bosco una masterclass a cura degli stessi artisti del Musical Theatre  
 
Un emozionante viaggio musicale nel magico mondo del Musical attraverso i brani delle opere che hanno fatto la storia di questo genere musicale: West Side Story, Hair, Cats, Jesus Christ Superstar, Phantom of the Opera. Si tratta dello spettacolo: “Musical sotto le stelle”, ideato e organizzato dalla Nomea Produzioni, presieduta da Giuseppe Li Causi, che si terrà sabato 20 luglio alle ore 21 nel complesso monumentale San Pietro. Un concerto che farà percorrere allo spettatore un viaggio fra le più belle partiture del Musical Theatre. In scena ci saranno: Giuseppe li Causi Direttore, artistico di fama nazionale nel mondo del Musical Theatre, insieme ad artisti internazionali come Michael Toolan ed Evie Brettel si esibiranno cantando dei famosissimi brani tratti dai musical più famosi arrangiati dal Maestro Michael Toolan. Un viaggio musicale supportato da una band diretta dallo stesso Maestro Toolan e così formata: i cantanti Giuseppe Li Causi, Evie Brettell, Andrea Di Bella, Silvia Ghirardini, con la partecipazione di Roberta Genna e i musicisti: Michael Toolan (Pianoforte), Dario Li Voti (Drums), Alessio Cordaro (Basso elettrico), Enzo Toscano (Violoncello). Direttore musicale dell’evento sarà Michael Toolan, direttore artistico Giuseppe Li Causi, direttore commerciale Andrea Figlioli con il management a cura di Marco Arangio.
 
Il giorno dopo, domenica 21 luglio, dalle ore 10/14 e 14/17, gli stessi artisti: Michael Toolan e Evie Brettell, insegnanti della prestigiosa scuola “Pineapple” di Londra, insieme a Giuseppe Li Causi terranno una masterclass sul musical/opera “Les Miserables” al Teatro Don Bosco dei Salesiani. Vi parteciperanno studenti di Musical Theatre provenienti da alcune accademie della Sicilia. Chiunque fosse interessato a partecipare, potrà trovare tutte le informazioni nella pagina facebook: Nomea – Nuovi Orientamenti Musical Entertainment Academy.
 
“Nell’anno accademico 2024/2025 – anticipa direttore artistico Giuseppe Li Causi – nel teatro Don Bosco di Marsala e nei locali annessi, nascerà una scuola di arti performative ad indirizzo Musical Theatre con insegnanti qualificati”. Queste le discipline che saranno insegnate: Canto, Danza, Recitazione, Tip Tap, Dizione, Storia del Musical, Storia del Teatro.
 
“Quello che a noi interessa – spiega Li Causi – è dare una formazione di base completa, per far accedere i nostri ragazzi ad importanti accademie di Musical Theatre nazionali, come la BSMT- di Bologna (che io stesso ho frequentato dal 2002/2006), fiore all’occhiello delle scuole italiane del Musical Theatre, riconosciuta dal MIUR come corso di laurea a tutti gli effetti. Lo scopo è formare artisti a tre dimensioni con una preparazione idonea a sostenere sia importanti accademie di fama nazionale e capaci di entrare in compagnie di performer professionisti”. Sabato 21 settembre nel Teatro Don Bosco si terrà un Open Day nel quale saranno presentati i corsi e i docenti delle varie discipline. Le audizioni conoscitive per gli aspiranti corsisti si terranno sabato 28 e domenica 29 Settembre.
 
La Scuola aprirà ufficialmente i primi di Ottobre 2024 e chiuderà l’anno accademico a metà Giugno 2025. I corsi triennali saranno così suddivisi: Junior:7/10; Regular: 11/13; Senior: 14.
 
Nel corso dell’anno accademico Nomea offrirà borse di studio ad allievi meritevoli e organizzerà una vacanza studio a Londra per consentire la partecipazione dei ragazzi ad alcune Masterclass del “Pineapple” di Londra.
Per informazioni e biglietti è possibile chiamare al numero: 3285691414
 
Oppure seguire la pagina facebook: Nomea – Nuovi Orientamenti Musical Entertainment Academy

Leggi la notizia

Personaggi

Lampedusa, M° Muti in concerto con strumenti particolari: archi realizzati con legni dei barconi

Direttore

Pubblicato

il

Strumenti musicali realizzati dai detenuti del Carcere di Milano con i fasciami dei barconi dei migranti

La musica come arte, socialità, emozioni 

Si è svolto, lo scorso 9 luglio, un grandioso concerto che ha visto il direttore d’orchestra Riccardo Muti protagonista di una serata lampedusana molto suggestiva.

Dopo delle parentesi poetiche e di altra espressione artistica, il maestro ha spiegato che la serata è dedicata alle Tragedie che da anni stanno sconvolgendo il nostro Mediterraneo, l’Europa e il mondo”.

Il maestro è stato invitato sull’isola per realizzare uno speciale intrattenimento musicale: gli strumenti ad arco, viole, violoncelli, violini, etc. che hanno dominato la scena, sono stati realizzati con i fasciami dei barconi dei migranti. 
Gli strumenti sono caratterizzati da colori insoliti per la loro natura, ma quelle tinte pastello un pò sbiadite sono proprio quelle originali degli scafi che hanno naufragato nel Mediterraneo, insieme a centinaia e migliaia di migranti.
“Barche che hanno trasportato uomini donne e bambini verso la speranza. Certe volte la speranza è arrivata in porto, certe volte sono state barche di morte.”

Il progetto di Arnoldo Mondadori ha fatto  sì che quel legname potesse diventare “Veicoli di armonia, bellezza e suoni.
Così l’imprenditore della cultura assoluta  ha portato quei brandelli di barche al Carcere di Milano. Ivi i detenuti si sono trasformati in liutai, seguiti da un Maestro, imparando l’arte di costruire questi strumenti musicali.

In copertina un frame dal video di “Lampedusa in due minuti”, la recente realtà dell’informazione pelagica sempre sul pezzo
Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza