in ,

Pantelleria, è morto Tommasino D’Aietti, detto “u’ papà”. Ai funerali tutta Khamma l’ha pianto

Nei giorni scorsi è venuto a mancare Tommasino D’Aietti, detto “‘ù papà”.

All’età di 83 anni, si è spento nella sua casa dove, alla notizia, tutta la contrada di Khamma è accorsa.

Due giorni fa i funerali erano ossequiati da un lunghissimo corteo di persone che hanno accompagnato la salma fino alla Chiesa di San Francesco.

Era un agricoltore infaticabile e gli piaceva ritrovarsi con i suoi amici per una giocata a carte, un ballo al Circolo Trieste o una bevuta di vino.

Uomo di grande generosità e amabilità non lesinava in gentilezza e cortesia, con il suo sorriso dolce immancabile.

Probabilmente, il soprannome “u’ papà” da questo deriva: il fare paterno e benevolo che aveva con la gente.

Ecco come una persona può lasciare la sua traccia sulla terra.

Scritto da Marina Cozzo

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma.
Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi.
Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia.
Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio.
Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Commenti

0 commenti

La Street Art di Alessio B a Pantelleria. Due opere note in tutto il mondo cuore del Centro

Pantelleria-Cinema San Gaetano: questo fine settimana “Bohemian Rhapsody”