Segui i nostri social

Cronaca

Pantelleria e la buona sanità. Targhe agli operatori Pronto Soccorso, eroi di Ivan e tantissime altre persone

Direttore

Pubblicato

-

Si parla troppo spesso di malasanità e meno di buona sanità.

Così una famiglia di Pantelleria, Acabo-Alcamo, per dare il proprio segnale in una visione positiva e ottimistica dell’organizzazione  ospedaliera e dell’emergenza sull’isola,  oggi, si è recata presso il P.S.  dell’Ospedale Nagar, per ringraziare l’equipe dei soccorritori del 118 per aver salvato la vita al loro figliolo.

Ma lasciamo che siano i protagonisti a parlare tramite la lettera che il dolce Ivan ha dedicato ai suoi eroi.

 

Ai soccorritori della postazione del 118

e a tutta l’equipe del Pronto Soccorso dell’Ospedale Nagar di Pantelleria

Sono il ragazzo al quale avete salvato la vita e fatto rinascere per la seconda volta.

Mi presento: sono Acabo Ivan.

Attraverso questa lettera, da parte mia e della mia famiglia, desidero ringraziarvi di tutto!

Forse per voi è stata l’ennesima giornata di lavoro, l’ennesima chiamata, l’ennesimo paziente da salvare, ma per noi avervi incrociato è stata una vera fortuna: una seconda possibilità che la vita mi ha dato.

Un miracolo, letto nei vostri occhi stanchi ma soddisfatti.

E’ passato, ormai, un mese da quando mi avete soccorso e, nonostante lo spavento e la voglia di guardare oltre, non c’è giorno in cui il nostro pensiero non vada a voi, eroi, e al vostro operato.

Ci siamo resi conto che, per voi, non basta un semplice grazie: sentiamo il dovere e il bisogno di dirvelo a gran voce, pubblicamente per farvi sapere quanto vi apprezziamo e vi stimiamo per il lavoro che avete fatto e continuate a fare.

Siete stati veloci, dinamici e ben organizzati.

Avete salvato una vista, anzi la vita di una intera famiglia, con grande professionalità e dedizione.

Quel fatidico martedì, 8 febbraio 2022, alle ore 19,30, a Pantelleria, ero nella mia abitazione, insieme ai miei famigliari, quando sono stato colto da un malore.

A loro arrivo i sanitari del 118 mi trovavano privo di coscienza, cianotico e già in stato di coma. Subito si sono adoperati in manovre e prime cure, nel tentativo di farmi riprendere conoscenza; ma, purtroppo non è andata così.

Immediatamente sono stato trasportato in ambulanza fino al Pronto Soccorso, per le prime cure.

Il tutto avveniva precipitosamente, ma tengo ancora precisare e sottolineare la tempestività e la professionalità dei soccorritori di Pantelleria.

Da qui la corsa all’Ospedale Ingrassia di Palermo, dove venivo ricoverato in rianimazione. In questo nosocomio, venivo sottoposto a tutte le indagini cliniche e terapie per il mio caso. Anche qui, il personale medico e paramedico tutto si è preso cura di me con grande professionalità e umanità, senza mai farmi sentire solo, nonostante le restrizioni da Covid-19.

Concludo con un pensiero: il più delle volte si parla di sanità riferendoci a cosa non va, ai disservizi, ai nefasti accadimenti. Ma, vista la mia personale esperienza, mi sento in dovere di sottolineare l’efficienza, invece, la bravura e la competenza di tutti, ma in particolare dei signori: Lo Coco Stefano e Graziano Giuseppe.

A nome di tutta la mia famiglia Acabo-Alcamo un pensiero particolarmente sentito va all’unità sanitaria di soccorso del 118 e il suo personale, gli operatori dell’elisoccorso, tutti i medici dell’Ospedale Ingrassia di Palermo.

In verità, non basta un grazie, per avermi soccorso, salvato e fatto rinascere.

Ivan Acabo

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Politica

Pantelleria, dopo Consiglio del 4 giugno altra seduta del mese. Vediamo perchè

Direttore

Pubblicato

il

Dopo il Consiglio Comunale, annunciato questa mattina, datato martedì 4 giugno 2024, l’Amministrazione ha stabilito una seconda assise per questo mese.

Nello schema seguente, i motivi e la data

Per chi non avesse letto la notizia di questa mattina: 
Pantelleria, convocato Consiglio Comunale: rimozione consigliere, approvazione documento sanità, incendi

Leggi la notizia

Ambiente

Pantelleria, disinfestazione del territorio

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

E’ fissato per domani 30 maggio l’operazione di disinfestazione e derattizzazione di tutto il territorio comunale di Pantelleria.
L’avviso reso pubblico solo oggi, così riporta

Leggi la notizia

Ambiente

Cinisi-Terrasini, Cicciokayak con la sua canoa coinvolge i giovani nella sua missione ambientale

Direttore

Pubblicato

il

Un’altra delle imprese per la salvaguardia dell’ambiente marino di  Francesco Tocco 

Francesco Tocco, conosciuto come Cicciokayak, il nostro irrefrenabile canoista ambientalista, la scorsa domenica 26 maggio nelle coste della provincia di Palermo ha recuperato tanti rifiuti di ogni tipo. L’operazione è stata supportata da un bel gruppo di ragazzi e grazie la collaborazione della barca Daytona Boat, li abbiamo portati sulla terra ferma nel molo di Terrasini ove l’amministrazione comunale tempestivamente ha recuperato i rifiuti conferendoli presso il ccr di locale.

La nostra testata ha seguito le spedizioni ecologiche a colpi di pagaia, specie quando Cicciokayak ha raggiunto Pantelleria, dove ha compiuto la circumnavigazione dell’isola per raccogliere il pattume che incontrava a galleggiare nel mare.

Il mare di Pantelleria ripulito da Cicciokayak e i suoi compagni di pagaia

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza