Segui i nostri social

Cultura

Pantelleria, Circolo Velico presenta la nuova stagione con novità. Il calendario delle regate

Direttore

Pubblicato

-

Tutto pronto per la nuova stagione di regate 2024 del Circolo Velico Isola di Pantelleria.
Calendario alla mano: si parte da giugno con il vela day e poi tanti tantissimi appuntamenti con il mare, il vento e le lance pantesche.

Il Presidente Daniele Alongi caratterizzato da entusiasmo contagioso, è estremamente entusiasta “carico” nel presentarci le date e le competizioni marinare: “Si parte con il vela day per la promozione delle attività e mettere in assetto le lance pantesche.
“Poi dal 9 giugno scatterà la novità di quest’anno: un campionato, concordato con la famiglia di Chicco Valenza, costituito da 6 regate e che si protrarrà fino al 25 agosto. In questa data verranno dati due premi: uno è il Trofeo Challanger e l’altro è il rituale premio “Regata del Costruttore”, con l’andata e ritorno da Pantelleria Centro alla contrada di Grazia.”
“Le attività termineranno il 16 ottobre con la Regata di San Fortunato.
“In base alle anticipazioni che abbiamo, ci aspettiamo almeno 7/8 lance pantesche. Sua alcune di queste, troveremo alcuni allievi del Circolo Velico, visto che il livello dei ragazzi sulle derive è cresciuto molto. Essi potranno portare le loro esperienze e tattiche acquisite nei campi di regata molto complessi, sebbene la lancia sia una imbarcazione che richiede una conduzione particolare.
“Inoltre, i ragazzi conoscono spesso tante regole in più rispetto a molti adulti.
“L’entusiasmo del Circolo c’è, l’organizzazione procede alacremente nel back office, lavorando tutti i giorni anche per quanto riguarda tutta l’attrezzatura delle imbarcazioni.
“Le prove saranno articolate su campi tipici di boe, ma si vedranno delle differenze per le vele.”

Dicevamo si parte il 2 giugno, con la Festa della proclamazione della Repubblica Italiana con il veladay, una sessione di promozione dedicata alla vela. Si conclude la stagione con la rituale Regata di San Fortunato che cade il 16 dicembre

E’ possibile per chiunque assistere alle competizioni veliche sia da mare, rispettando i limiti dei campi di regata, sia da terra.
Per una Pantelleria tutta da vivere, anche tra il vento, lo schioccare delle vele e timoni ben impugnati, non perdetevi una delle chicche tra le offerte del turismo estivo dell’isola, a cura del Circolo Velico Isola di Pantelleria.

Il calendario in pdf scaricabile

CALENDARIO ATTIVITA’ SPORTIVA LANCE PANTESCHE ANNO 2024.pdf

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Cultura

“Vivere filosoficamente” di Davide Romano

Redazione

Pubblicato

il

 

Vivere filosoficamente significa adottare un approccio esistenziale alla vita basato sulla riflessione critica, la ricerca di significato e la pratica di virtù etiche. Piuttosto che limitarsi a esistere passivamente, vivere filosoficamente implica un impegno attivo nel comprendere se stessi, il mondo circostante e il significato dell’esistenza umana.

Chi vive filosoficamente tende a porre domande profonde su temi quali la natura della realtà, la conoscenza, l’etica, il senso della vita e il bene comune. Questa ricerca di conoscenza e saggezza non è solo un’esercitazione intellettuale, ma un percorso che guida le azioni quotidiane e le scelte morali.

Vivere filosoficamente richiede un costante esame di sé e del mondo, un’apertura alla diversità di pensiero e un impegno verso la coerenza tra le proprie convinzioni e il proprio comportamento. Implica anche un’attenzione particolare all’etica e alla giustizia sociale, poiché la filosofia non riguarda solo la ricerca della verità, ma anche il perseguimento del bene e della virtù.

Questo modo di vivere può manifestarsi in diverse forme, a seconda delle tradizioni filosofiche e delle convinzioni personali. Alcuni potrebbero trovare ispirazione nel pensiero di filosofi come Socrate, Epitteto o Kant, mentre altri potrebbero seguire tradizioni spirituali o etiche che incoraggiano una vita contemplativa e riflessiva.

In definitiva, vivere filosoficamente significa adottare un approccio consapevole e critico alla vita, cercando di vivere in armonia con i propri valori, di perseguire la saggezza e di contribuire al bene comune. È un impegno continuo verso la crescita personale e il miglioramento del mondo che ci circonda, attraverso la riflessione, l’azione e la compassione.

 Davide Romano

Leggi la notizia

Cultura

Università, Turano: «Subito 25 milioni per garantire le borse di studio»

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

Presidenza della Regione
«Subito 25 milioni di euro per fronteggiare l’emergenza borse di studio universitarie in Sicilia, conseguenza, fra l’altro, dell’aumento, di quasi il 50 per cento, delle richieste ammissibili. Il governo Schifani dimostra ancora una volta attenzione concreta sul tema del diritto allo studio non con un contributo una tantum, ma mettendo in campo ulteriori risorse per coprire le richieste». Lo dichiara l’assessore regionale all’Istruzione e alla formazione professionale Mimmo Turano che, insieme alla dirigente generale del dipartimento Istruzione Giovanna Segreto, ha incontrato i vertici di Ersu Palermo. Presenti al tavolo la presidente dell’ente Margherita Rizza, il direttore Ernesto Bruno e i rappresentanti degli studenti Irene Ferrara, Giovanni Milisenda e Francesco Salatiello. «Lo stanziamento – sottolinea ancora Turano – consentirà intanto, entro questo mese di aprile, di scorrere le graduatorie degli aventi diritto sia a Palermo che a Catania, Messina ed Enna. Ma il nostro impegno formale e sostanziale non si fermerà certo qui: condividerò al più presto con il governo regionale le criticità registrate, al fine di reperire ulteriori risorse sulle quali esiste già la piena disponibilità dell’assessorato dell’Economia. Un contributo determinante per avvicinarci all’obiettivo del pagamento del 100% delle borse di studio agli oltre 30 mila studenti richiedenti in Sicilia. Si tratta di ragazzi meritevoli, ma privi di mezzi finanziari per sostenere il percorso negli Atenei, nelle Accademie di belle arti, nei Conservatori di musica. Rispondiamo così agli affanni finanziari evidenziate dal cda dell’Ersu». «La situazione di difficoltà in cui si trova l’ente – spiega la presidente Rizza – non ha finora consentito di procedere al pagamento per l’anno accademico in corso di ulteriori borse di studio oltre alla percentuale del 47% già erogata a dicembre. Ad aggravare l’emergenza, l’aumento delle richieste valide, passate dalle circa 10 mila dell’anno accademico precedente a 14 mila di quello in corso, contestualmente alla previsione da parte del governo nazionale di un aumento dell’8,1% degli importi delle borse da erogare, senza un corrispondente incremento delle risorse nazionali».

Leggi la notizia

Spettacolo

Marsala, al via due spettacoli della ‘N.O.M.E.A. Produzioni’: “Lilith” e “Vigata Tour”

caterina murana

Pubblicato

il

 
Si tratta dei primi due eventi prodotti dall’associazione culturale ideata da Peppe Li Causi che nasce allo scopo di dar vita ad ogni forma di spettacolo o manifestazione legata a musica e cultura. Si parte il 10 aprile alle 21 nel teatro “E. Sollima” con Lilith”, opera teatrale scritta da Fabio D’Anna, con la regia di Tommaso Rallo. “Lilith ritorna sulla Terra poiché l’amore è malato, per spezzare la catena del padrone, per ripristinare il rispetto della donna e unire l’amore alla libertà di scegliere”. Il secondo appuntamento, fissato per mercoledì 24 aprile alle ore 21, è con “Vigata Tour”, una messa in scena di brani scelti del Maestro Camilleri dove la musicalità del testo incontra e sposa le musiche di Vincenzo Li Causi
 
 
Nasce a Marsala la “N.O.M.E.A. Produzioni” e dà il via alla realizzazione di spettacoli teatrali e musicali: si parte il 10 aprile con “Lilith” e si prosegue con “Vigata Tour”.
 
Un primo spettacolo che mette al centro la donna “disobbediente” per eccellenza e un altro che assicura una full immersion nel mondo delle opere storiche di Andrea Camilleri sono i primi due eventi organizzati dall’associazione culturale “N.O.M.E.A”. “Si tratta di una sigla – spiega il fondatore Peppe Li Causi che sta per: Nuovi Orientamenti Musical Entertainment Academy.  Lo scopo è quello di produrre e organizzare manifestazioni teatrali/musicali, culturali, ricreative, cinematografiche, rassegne, festival, conferenze, concorsi, premi, saggi, mostre, concerti, musical e ogni altra forma di spettacolo legata alla musica e alla cultura”.
 
Per il taglio del nastro, l’associazione culturale darà vita ad uno spettacolo dal titolo: “Lilith”, un’opera teatrale scritta da Fabio D’Anna, con la regia di Tommaso Rallo.
 
“Lilith è un personaggio di origine mesopotamica – spiega l’autore –, di cui si narra nella mitologia sumera, assiro-babilonese, nell’Antico Testamento e nel Talmud, prima donna creata da Dio insieme ad Adamo, al quale non volle sottomettersi. Dio creò allora, da una costola di Adamo, Eva affinché seguisse la sua legge. Lilith, emblema della disobbedienza, dedita alla trasgressione e alla lussuria, trasformata nella memoria collettiva in un demone, alla fine dell’ottocento è stata trasformata nel simbolo del femminile che non è succube del maschile. In quest’originale testo teatrale si svolge un serrato scontro dialettico tra Lilith ed Eva, quale lotta simbolica tra il femminile che soggiace al maschile e quello che reclama la parità dei diritti poiché fatto della stessa sostanza”.
 
Non si tratta di uno spettacolo che però si colloca nello spazio immaginario e irreale, ma si ancora all’oggi e il riferimento è chiaro. “Lilith ritorna sulla Terra poiché l’amore è malato, per spezzare la catena del padrone, per ripristinare il rispetto della donna e unire l’amore alla libertà di scegliere”, precisa Fabio D’Anna.
 
L’appuntamento è per mercoledì 10 aprile nel teatro comunale “E. Sollima” alle ore 21,00. Lo spettacolo conta sulle musiche originali di: Roberto Pellegrino e Alessandro Manzo. In scena gli attori: Cinzia Bochicchio, Angela Alagna, Bruno Di Marco, Azzurra Giardiello, Pippo Culotta e con la voce fuori campo di Stefania Parrinello.
 
Il secondo spettacolo in programma, mercoledì 24 aprile alle ore 21,00, sempre nel teatro comunale, è “Vigata Tour” costruito – spiega il regista Peppe Li Causi – su alcuni testi tratti dalle opere cosiddette “storiche” di Andrea Camilleri, sottoposte ad una elaborazione tale da configurarle come le tappe cruciali di un discorso teatrale unitario. Due professori universitari del Dams, nella prima parte dello spettacolo, e due alunni, nella seconda parte, ci faranno entrare nel mondo camilleriano. L’elaborazione consiste, in prima istanza, nella sceneggiatura degli episodi scelti, in modo da essere rappresentati come se si trattasse di testi propriamente teatrali. Qui la natura essenzialmente ritmico-musicale della scrittura camilleriana dove la musica, che pure ha una sua autonoma fisionomia nell’articolarsi del lavoro, non accompagna soltanto, né fa da sottofondo, ma diventa una realtà essenziale perché tutto ciò che sta nel testo camilleriano, e sotto la sua superficie, possa compiutamente esprimersi attraverso il compenetrarsi della musica insita nelle strutture stilistiche dell’autore con quella creata, in questo caso, da Vincenzo Li Causi, autore di alcune delle musiche di sottofondo”.
 
Adattamento testi di Calamia-Dixon-Li Causi, lo spettacolo si realizza con la regia di Peppe Li Causi e si avvale delle musiche originali di Vincenzo Li Causi.
Questi gli interpreti: Raffaele Muti, Antonio Lungo, Tommaso Rallo, Andrea Figlioli, Marilena Colicchia, Laura Saladino, Stefania Parrinello, Nadia Zannelli, Angela Alagna, Gianpiero Soperga, Alessandro Patito, Loredana Salerno.
 
Prima dello spettacolo serata, Vigata Tour sarà proposto nella stessa giornata, come matinée per le scuole.
 
Si tratta dei primi due venti della Nomea Produzioni che, aggiunge Li Causi “si prefigge di diventare una piattaforma artistica che promuove, organizza ed eventualmente gestisce laboratori artistici e culturali di levatura nazionale. Inoltre organizza anche master class di perfezionamento musicale, recitazione, danza, animazione, lezioni-concerto, seminari, stages, spettacoli itineranti ed ogni altra iniziativa atta a diffondere la conoscenza e la pratica musicale, sia tra gli adulti che tra i giovani. Teniamo a dire che Nomea, nella prossima stagione teatrale, si occuperà di produrre e portare a Marsala, Palermo ed Agrigento, grandi produzioni legate al mondo del musical theatre nazionale”.
 
Per informazioni e biglietti è possibile chiamare al numero: 3285691414

Può interessare: Marsala, al Teatro Sollima in scena “Lilith” di Fabio D’Anna

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza