Segui i nostri social

Lavoro

Palermo, siglato protocollo d’intesa tra Unicoop Sicilia e Centro per Impiego. Coppolino “Domanda e offerta si incontrano per nuove opportunità di lavoro”

Redazione

Pubblicato

-

SIGLATO UN PROTOCOLLO D’INTESA TRA UNICOOP SICILIA E CENTRO PER L’IMPIEGO DI PALERMO. COPPOLINO: “DOMANDA E OFFERTA SI INCONTRANO CON L’OBIETTIVO DI COSTRUIRE NUOVE OPPORTUNITÁ DI LAVORO” “É la prima volta che un servizio pubblico si mette in gioco, chiedendo supporto e sostegno ad un’associazione datoriale qual è Unicoop Sicilia. Una sinergia importante che ha come obiettivo l’individuazione di tutte quelle condizioni che possano generare domanda e offerta, nell’ottica della costruzione di nuove opportunità di lavoro”. É quanto afferma il presidente di Unicoop Sicilia, Felice Coppolino che, nei giorni scorsi, ha firmato un protocollo d’intesa con la dirigente del Centro per l’Impiego di Palermo e Monreale, Salvatrice Rizzo, per fare incontrare la domanda con l’offerta di lavoro. “Le cooperative, basate sui principi di equità e partecipazione – continua Coppolino – offrono un’alternativa alle dinamiche economiche tradizionali, promuovendo occasioni di sviluppo. Un investimento nel futuro che, oltre a creare occasioni di lavoro, muove un indotto utile alla crescita economica del nostro territorio”. “Noi già da anni, attraverso l’avvio dei CAT (Centri di assistenza tecnica), – aggiunge il presidente di Unicoop Sicilia – offriamo la possibilità di far conoscere tutte le risorse che la nostra associazione può mettere a disposizione, supportando così la nascita di un percorso imprenditoriale in forma cooperativa”. E anche la dirigente del Centro per l’Impiego, Salvatrice Rizzo, ha ribadito il “valore dell’accordo raggiunto che, grazie alle competenze delle persone del nostro gruppo di lavoro, permetterà di promuovere attività congiunte di webinar, recruiting day, condivisione di dati e best practices”. Il protocollo, all’articolo 4, infatti, prevede che il Centro per l’Impiego: “fornirà supporto e assistenza alle imprese che vogliano rivolgersi direttamente, o indirettamente per il tramite di Unicoop Sicilia e che necessitano di personale con specifici requisiti e dalla fase iniziale di pubblicazione delle opportunità occupazionali, sino alla conclusione del procedimento richiesto, fornendo supporto e assistenza nell’ambito delle proprie competenze. Organizzerà, inoltre, job day, career day, momenti formativi e informativi qualora richiesti mettendo a disposizione le competenze dei propri servizi e gli spazi utili del Centro per l’Impiego e/o gli spazi di Unicoop Sicilia”. L’accordo avrà una durata annuale e alla scadenza potrà essere rinnovato a discrezione delle parti.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lavoro

Decreto Milleproroghe è legge, Pisano: “Battaglia vinta, ora si proceda alla stabilizzazione dei precari”

Redazione

Pubblicato

il

La legge di conversione n. 18/2024 del dl Milleproroghe (DL 215/2023), che prevede la stabilizzazione per i precari dei comuni della Sicilia, è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 49 del 28 febbraio 2024. Soddisfatto l’onorevole Pisano: “Con la pubblicazione della legge di conversione del decreto Milleproroghe, con all’interno l’emendamento di cui sono firmatario che prevede la stabilizzazione dei precari degli Enti locali siciliani, si conclude l’iter legislativo che, tra le altre cose,  consente ai comuni di procedere all’assunzione a tempo indeterminato di centinaia di lavoratori. Una battaglia vinta ed un impegno mantenuto che mi rende particolarmente felice e orgoglioso si aprono le porte di un futuro sereno per centinaia di  famiglie”.

Leggi la notizia

Lavoro

Precari di enti siciliani in dissesto, Csa-Cisal: “Dal Milleproroghe via libera alla stabilizzazione”

Redazione

Pubblicato

il

Palermo, 29 febbraio 2024 – “Il Decreto Milleproroghe, approvato dal
Parlamento nazionale e pubblicato in Gazzetta ufficiale, consentirà
agli enti locali in dissesto della Sicilia di procedere alla
stabilizzazione di circa 1.200 lavoratori precari, grazie ai quali
vengono garantiti servizi essenziali ai cittadini.
Il Csa-Cisal ha sempre sostenuto la necessità di una previsione normativa nazionale e
non regionale per chiudere la vertenza e siamo pronti a collaborare
con i Comuni interessati per la trasformazione dei contratti a tempo
indeterminato”.
Lo dicono Giuseppe Badagliacca e Gianluca Cannella del
sindacato Csa-Cisal Sicilia.

Leggi la notizia

Lavoro

Carabinieri – Concorso ufficiali del Ruolo Tecnico. Domande entro 27 marzo

Redazione

Pubblicato

il

CONCORSO PER UFFICIALI DEL RUOLO TECNICO DELL’ARMA DEI CARABINIERI

Sono iniziate le procedure per la selezione e l’arruolamento di 17 Ufficiali del Ruolo Tecnico dell’Arma dei Carabinieri, suddivisi in:

  • 4 (quattro) posti per la specialità in medicina; 
  • 1 (uno) posto per la specialità veterinaria; 
  • 2 (due) posti per la specialità psicologia; –
  • 1 (uno) posto per la specialità investigazioni scientifiche – fisica;
  • 3 (tre) posti per la specialità telematica; 
  • 2 (due) posti per la specialità genio;
  • 1 (uno) posto per la specialità amministrazione e commissariato; e 3 posti, riservati a Carabinieri già in servizio: 
  • 1 (uno) posto per la specialità investigazioni scientifiche – fisica;
  • 1 (uno) posto per la specialità telematica;
  • 1 (uno) posto per la specialità amministrazione e commissariato.

Gli aspiranti potranno presentare la domanda online attraverso il sito www.carabinieri.it nell’area concorsi, seguendo l’apposito iter.

Decidere di arruolarsi nell’Arma e di indossare l’uniforme significa aderire ad un complesso di valori quali onore, lealtà e spirito di sacrificio, con la consapevolezza di entrare a far parte di una grande organizzazione fondata sulla tradizionale vicinanza al cittadino, a tutela della legalità ed in difesa dei più deboli.

La particolarità del ruolo tecnico è quella di mettere a disposizione il proprio bagaglio di conoscenze e la propria professionalità al servizio dell’Istituzione. Al concorso possono partecipare, per una sola specialità, i cittadini italiani in possesso di laurea magistrale dell’indirizzo di interesse che, alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande, non abbiano superato il 32° anno di età.

I vincitori del concorso saranno nominati Tenenti in servizio permanente nel ruolo tecnico dell’Arma dei Carabinieri e frequenteranno un corso della durata di un anno presso la Scuola Ufficiali Carabinieri, incentrato principalmente sullo studio di materie tecnico-professionali. La domanda di partecipazione dovrà essere inoltrata entro il 27 marzo 2024.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza