Segui i nostri social

Cultura

Palermo – San Valentino, lo scrittore Giankarim De Caro presenta progetto “Codice Uomo Cambia – Menti”

Redazione

Pubblicato

-

San Valentino, lo scrittore Giankarim De Caro ospite dell’associazione “Un Nuovo Giorno” a Palermo. Letteratura, confronto con le istituzioni e presentazione ufficiale del progetto “Codice Uomo Cambia – Menti”

In occasione della celebrazione di San Valentino, giornata tradizionalmente dedicata all’amore, “Un Nuovo Giorno” affida alla letteratura il compito di ribadire il proprio impegno contro la violenza, in qualsiasi modo essa si manifesti: di genere, domestica, verbale e digitale.

E per farlo, sceglie un autore che, con le sue opere, scandaglia con una sensibilità non convenzionale e non comune il mondo femminile, schierandosi sempre con i più deboli, gli ultimi e gli emarginati.

Ovvero, quei soggetti di cui, da circa otto anni ormai, l’organizzazione di volontariato presieduta da Antonella Macaluso si occupa senza sosta, affrontando anche il delicato percorso del reinserimento sociale dei detenuti.

Lo scrittore è il palermitano Giankarim De Caro, che ha conquistato il pubblico italiano con quattro romanzi, tutti editi da Navarra: “Malavita”, “Fiori mai nati”, “Chianchieri” e “Agatina senza pensieri”.

Opere che, mercoledì 14 febbraio, saranno presentate nella sede operativa dell’associazione, in via Calcante 9, nel rione Marinella a Palermo.

Un’occasione per approfondire la produzione letteraria dell’autore e conoscere le attività che “Un Nuovo Giorno” svolge quotidianamente, anche grazie all’ausilio dei propri collaboratori e volontari.

“Amore non è mai sinonimo di  violenza – spiega Antonella Macaluso – e vogliamo dirlo anche nella giornata che celebra i sentimenti, sottolineando la necessità di scegliere sempre relazioni affettive sane e di riconoscere gli elementi tossici e la disfunzionalità che caratterizzano purtroppo molti rapporti e che non di rado sfociano in tragedie, atti criminali e femminicidi”.

Durante i lavori, che prenderanno il via alle 9:30, sarà inaugurato e presentato ufficialmente il progetto “Codice Uomo Cambia – Menti ”, incentrato sul supporto agli autori di violenza nelle relazioni interpersonali, anche in termini di prevenzione.

A moderare l’incontro sarà la giornalista Marianna La Barbera, che dialogherà con Giankarim De Caro in merito ai contenuti dei quattro libri.

L’evento vedrà inoltre gli interventi di  Rosi Pennino e Antonella Tirrito, assessori al Comune di Palermo, rispettivamente titolari delle Politiche di genere, delle Attività sociali, delle Pari opportunità e del Reinserimento sociale dei detenuti, dell’Innovazione, delle Politiche migratorie.

Di particolare rilievo, la presenza dell’equipe che si dedica ai percorsi per gli autori di atti di violenza in ambito affettivo, composta dalla counselor Aurelia Granà, dalle psicoterapeute Sara Lo Voi, Ornella Longo, Sonia Famà, Giulia Grillo e dal criminologo Nunzio Giangrande.

Cultura

Trapani, al via 1° laboratorio di scrittura creativa della “Fabbrica San Rocco”

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

Al via il primo laboratorio di scrittura creativa della “Fabbrica San Rocco”
Il corso sarà gratuito: aperte le iscrizioni. Si inizia venerdì 16 febbraio
Al via il primo laboratorio della “Fabbrica San Rocco”. Le numerose associazioni che compongo la “Fabbrica”, in accordo con la direzione del Museo San Rocco, presentano il primo laboratorio. Nel dettaglio il tema che sarà trattato è quello della “Scrittura creativa”.

Tutti gli incontri si svolgeranno il venerdì pomeriggio presso il Museo San Rocco a partire dalle ore 17 e fino alle ore 19. Il target del laboratorio è pensato per la fascia d’età superiore ai 14 anni. È forte la volontà di tutta la “Fabbrica San Rocco” di coinvolgere direttamente gli istituti scolastici superiori del territorio per creare una collaborazione diretta che possa portare giovani (e meno giovani) all’interno del Museo attraverso uno spazio di incontro, di confronto e di attività sinergiche a servizio della collettività.

Il laboratorio è totalmente gratuito, coloro che volessero partecipare possono scrivere alla mail fabbricasanrocco@gmail.com.

Di seguito il calendario completo degli appuntamenti.

Venerdì 16 febbraio – Introduzione al Laboratorio, scrittura giornalistica e scrittura creativa a cura di Francesco Tarantino (Nerd Attack)

Venerdì 23 febbraio – Fantasy e storytelling a cura di Phantasya Project

Venerdì 1° marzo – Editing e cura delle pubblicazioni a cura di Paolo Costa (Amnesty International)

Venerdì 8 marzo – Racconti e romanzi a cura di Gabriella Lipari

Venerdì 15 marzo – Poesia e contaminazioni a cura de I Ragazzi dei Salott

Leggi la notizia

Cultura

Lingua siciliana. Conferenza stampa su Manifesto di Bruxelles mercoledì 14 febbraio all’ARS con Lello Analfino e Salvo Piparo

Redazione

Pubblicato

il

L’eurodeputato Ignazio Corrao mette allo stesso tavolo Presidenza del Consiglio dei Ministri, Presidenza ARS, Regione Siciliana, Università, scuola e artisti. Appuntamento alle ore 10.00 in Sala Pio La Torre alla presenza delle autorità e degli artisti Lello Analfino e Salvo Piparo.

Palermo 12 febbraio 2024 – Il Manifesto sulla lingua siciliana sottoscritto a dicembre a Bruxelles tra università, artisti e associazioni prosegue la sua applicazione a livello istituzionale in Sicilia. Mercoledì 14 febbraio alle ore 10.00 all’Assemblea Regionale Siciliana in Sala Pio La Torre si terrà la conferenza stampa di presentazione dei nuovi provvedimenti e delle prossime tappe del Manifesto in Sicilia. 

La conferenza stampa fortemente voluta dal promotore del manifesto, ovvero l’eurodeputato Ignazio Corrao, vedrà la presenza del Presidente dell’ARS Gaetano Galvagno, dell’Assessore dell’istruzione e formazione professionale Girolamo Turano, dell’Assessore dei Beni Culturali e dell’identità siciliana Francesco Paolo Scarpinato, dei professori Giovanni Ruffino e Marina Castiglione (Università di Palermo), Alfonso Campisi (Università La Manouba di Tunisi) e Vito Lo Scrudato (Liceo Umberto I di Palermo), del dirigente della Presidenza del Consiglio dott. Aurelio La Torre e in rappresentanza del mondo artistico Lello Analfino e Salvo Piparo. 

 

“La nostra lingua – spiega Corrao – è classificata dall’UNESCO come ‘vulnerabile, è una lingua sostanzialmente in pericolo, che non si aggiorna con il passare del tempo e rischia di essere marginalizzata e dimenticata, nonostante la gigantesca ricchezza culturale che si porta dietro. Analogamente a quanto accade in altre regioni d’Europa con le lingue locali, il siciliano – che è elemento fondamentale dell’identità siciliana – va studiato, protetto e valorizzato”. 

“Da qualche mese – sottolinea ancora l’eurodeputato alcamese – è in atto qualcosa di nuovo, quasi rivoluzionario: si sta cercando di mettere insieme i tanti cultori del siciliano in un percorso comune, un percorso che unisce mondi variegati che ruotano attorno allo studio e alla dedizione nei confronti del nostro straordinario patrimonio linguistico”. 

“L’incontro con la stampa siciliana – prosegue – serve a far conoscere quanto abbiamo sottoscritto a Bruxelles qualche settimana orsono, comunicare i provvedimenti intrapresi e gli eventi futuri in Sicilia. Per la prima volta abbiamo messo attorno allo stesso tavolo docenti universitari, accademici, artisti, musicisti, attori, poeti, imprenditori, associazioni e rappresentanti istituzionali al fine di stabilire un percorso comune per la valorizzazione della lingua siciliana. In tale evento è stato presentato il ‘Manifesto per la tutela e la valorizzazione del patrimonio linguistico siciliano’, che contiene obiettivi e progetti concreti”.

La conferenza stampa presso l’ARS, organizzata insieme all’Università di Palermo, sarà l’occasione per fare il punto sui provvedimenti intrapresi per tutelare il siciliano e annunciare i prossimi passi di questo percorso da fare insieme, che intende perseguire l’applicazione della Legge Regionale n.9 del 2011, coinvolgere i vertici istituzionali siciliani e sviluppare attività formative e culturali nelle scuole siciliane.

“Spero in un trasversale sostegno della classe politica siciliana nelle future iniziative per la tutela e salvaguardia della lingua siciliana” – conclude Corrao. 

Leggi la notizia

Cultura

Taurianova Capitale Italiana del Libro 2024? Trapani e altre finaliste chiedono chiarimenti

Redazione

Pubblicato

il

Notizie su Trapani e provincia - Il giornale di Pantelleria

Città finaliste del concorso Capitale Italiana del Libro 2024 chiedono chiarezza al Ministero della Cultura – Comunicato congiunto

Il Sottosegretario Durigon ha annunciato la designazione di Taurianova come “Capitale Italiana del Libro 2024”, basandosi su un’anticipazione ricevuta dal Sindaco Biasi. Tale informazione è stata anche riportata da numerosi organi di stampa.
Tuttavia, al momento, non è stata fornita alcuna conferma ufficiale da parte del Ministro della Cultura Sangiuliano.
Le città finaliste, Grottaferrata, San Mauro Pascoli, Tito e Trapani, esprimono perplessità e sollevano interrogativi sulla regolarità del concorso, dato che la notizia sembra essere trapelata prima dell’ufficialità ministeriale.
La mancanza di chiarezza solleva dubbi sulla validità del processo decisionale, influenzandone negativamente la percezione. Le città finaliste chiedono una pronta e trasparente comunicazione da parte del Ministero della Cultura per garantire l’integrità del concorso.
In attesa di informazioni ufficiali, le città finaliste confidano nella correttezza e nell’imparzialità del ministero, affinché il concorso proceda in modo trasparente e giusto per tutte le comunità coinvolte.

Il conferimento del titolo di Capitale Italiana del Libro, di durata annuale, è stato istituito con Legge 13 febbraio 2020 n. 15. Il progetto della città a cui verrà conferito il titolo di Capitale italiana del libro 2024 verrà finanziato con 500.000 euro dalla Direzione generale Biblioteche e diritto d’autore erogati tramite il Centro per il libro e la lettura. Il conferimento ha la finalità di favorire progetti, iniziative e attività per la promozione della lettura, e avviene all’esito di un’apposita selezione, svolta secondo modalità definite dal decreto n. 398 del Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo del 10 agosto 2020.

  

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza