Segui i nostri social

Sanità

Mazara, partorire in sicurezza anche sotto pandemia: il corso “Accompagnamento alla nascita” all’Ospedale Ajello

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

Informare su come partorire in sicurezza anche durante la pandemia, chiarire dubbi, fornire sostegno ed incoraggiamento alle gestanti, sono alcuni fra gli obiettivi del nuovo corso di “Accompagnamento alla nascita”, che si svolgerà nell’ospedale Abele Ajello di Mazara del Vallo a partire da giovedì 22 settembre 2022.

Il corso, organizzato dalle ostetriche del Punto Nascita del presidio ospedaliero di Mazara del Vallo sotto la guida della coordinatrice ostetrica Francesca Napoli, si articola in 8 incontri in presenza ed è rivolto alle future mamme che si trovano almeno alla 30^ settimana di gestazione. E’ prevista la partecipazione di ginecologi, pediatri e anestesisti per affrontare le principali tematiche inerenti il parto ed il puerperio. Nel corso degli incontri, inoltre, saranno illustrate specifiche tecniche respiratorie di training autogeno ed esercizi che consentono il rilassamento muscolare per diminuire l’ansia e le sensazioni dolorose nella fase di travaglio.
Il primo incontro è previsto giovedì 22 settembre 2022 alle 15.30.
Per prenotare la partecipazione al corso è possibile contattare la coordinatrice ostetrica Francesca Napoli al n. 0923 677278/281 tutti giorni dalle 9 alle 13.

Da: Azienda Sanitaria Provinciale

Disclaimer

Questo contenuto è proprietà intellettuale della Nous Editore srls, senza tacito consenso ne è vietata ogni riproduzione, totale e parziale di testi e immagini, anche in forma di link

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sanità

Sanità, Giuliano (UGL): “Ecco cosa rimane del SSN: insufficienti personale e strutture per garantire assistenza”

Direttore

Pubblicato

il

“Sono impietosi alcuni numeri che il quotidiano L’Indipendente ha reso noti in un
articolo. Leggiamo di 111 ospedali pubblici e 113 pronto soccorso che, nel decennio
2010-2020, hanno chiuso per 37.000 posti letto persi. Nelle strutture c’è carenza di
personale e sono stimati in 29.000 i professionisti mancanti di cui oltre 4.300 medici. A
pagarne le spese, oltre ai lavoratori del settore, sono i cittadini costretti in molti casi a
rinunciare alle cure o a dover optare per la soluzione privata” dichiara il Segretario
Nazionale della UGL Salute Gianluca Giuliano. “È palese come i tanto attesi
investimenti previsti dal Pnrr che l’ormai ex Ministro della Sanità Speranza aveva
cavalcato come panacea e risoluzione dei problemi restano uno dei tanti misteri
irrisolti proposti da chi è rimasto seduto sulla chiglia di comando. Diminuzione drastica
dei servizi, cronica carenza di personale, strutture e mezzi obsoleti. Questo, come
denunciamo da tempo, è quel che resta del catastrofico quadro della sanità italiana
che inseguendo il miraggio dell’assistenza territoriale vede assottigliarsi sempre più le
fila degli operatori impegnati. Bisogna intervenire rapidamente, tronare a rendere
attrattive con la massima urgenza tutte le professioni sanitarie garantendo contratti al
pari con le altre nazioni europee e puntando con forza sulla formazione e
l’aggiornamento. Questo per evitare il collasso definitivo di un sistema ormai allo
stremo” conclude il sindacalista.

Leggi la notizia

Sanità

Covid, il ministro Speranza proroga di un altro mese l’obbligo di mascherina in Ospedali e strutture sanitarie

Redazione

Pubblicato

il

Proroga di un mese dell’obbligo di utilizzare le mascherine per lavoratori, utenti e visitatori delle strutture sanitarie, socio-sanitarie e RSA, comprese le strutture di ospitalità e lungodegenza, le residenze sanitarie assistenziali, gli hospice, le strutture riabilitative, le strutture residenziali per anziani, anche non autosufficienti. E’ questa, secondo quanto si apprende, la decisione del governo uscente guidato da Mario Draghi (ma ancora in carica per almeno altre 2-3 settimane), l’ultimo colpo di coda del ministro della Salute Roberto Speranza che firmerà oggi un’ordinanza di proroga di un mese. L’obbligo di mascherina non verrà invece prorogato per i mezzi di trasporto… 

di Peppe Caridi su Meteoweb.it

Leggi la notizia

Sanità

Trapani, dal 1 ottobre la settimana dell’allattamento al seno: Le iniziative dell’ASP

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

Latte materno: dal 1 ottobre al via settimana dell’allattamento al seno, le iniziative dell’Asp di Trapani.
Usato come nutrimento unico, l’allattamento al seno materno costituisce la fondamentale fonte di nutrimento per i bambini nei primi 6 mesi di vita.
Obiettivo della settimana dell’allattamento materno dal 1 al 7 ottobre 2022 è sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza e il valore dell’allattamento al seno, come azione di prevenzione semplice, economica ed efficace che soddisfa per intero i bisogni nutrizionali del bambino nei primi sei mesi, rinforza il legame affettivo tra madre e figlio, e in più ha effetti benefici per la mamma, provati da evidenze scientifiche.
L’Asp di Trapani, che aderisce alla campagna di comunicazione dell’assessorato regionale alla Salute, promuove l’allattamento al seno in collaborazione con la Prefettura e tutte le realtà istituzionali, amministrative e professionali di settore, le associazioni di volontariato, i club service del territorio per promuovere e sostenere l’allattamento, priorità di salute pubblica nell’ambito materno infantile.
Tra le iniziative previste nell’ambito della settimana dedicata all’allattamento materno, in particolare, sabato 1 ottobre, si svolgerà un convegno, “Agorà, la via Lattea”, al quale parteciperanno il commissario straordinario dell’Asp Vincenzo Spera, il prefetto, Filippina Cocuzza, Laura Giambanco e Simona La Placa, rispettivamente responsabile UOC di Ginecologia-Ostetricia e UOC di Neonatologia e TIN dell’ospedale S. Antonio Abate di Trapani, che hanno curato l’organizzazione dell’evento, Salvatore Incandela, Segretario Regionale AOGOI.
L’idea nasce dalla necessità di sensibilizzare tutta la popolazione e richiamare l’attenzione sul tema dell’allattamento materno in un’ottica multidisciplinare con il coinvolgimento diretto del sistema sanitario e dell’intera comunità sociale.
Nell’ambito della manifestazione, che si svolgerà nella Sala di rappresentanza della Prefettura di Trapani, in Piazza Vittorio Veneto, 1, alle 10, 00 sono previsti anche spazi espositivi, prove pratiche di allattamento e manovre di disostruzione pediatrica.
Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency