Segui i nostri social

Cronaca

Lampedusa e il lenzuolo per i 177 migranti sulla nave Diciotti

Direttore

Pubblicato

il

L’isola di Lampedusa, ieri sera, in maniera composta ha manifestato l’intenzione di accoglienza ai 177 migranti ospiti della nave Diciotti. Un lenzuolo bianco con la scritta ‘Lampedusa porto aperto’ e attorno una cornice di lumini accesi. Questo è il messaggio che dall’isola siciliana viene rivolto idealmente alla nave Diciotti della Guardia costiera, da 5 giorni al largo di Lampedusa con a bordo 177 migranti soccorsi e ancora senza un approdo. Lo striscione si trova di fronte al mare in piazza Castello, all’estremità della via principale di Lampedusa (via Roma). E’ un’iniziativa del ‘Forum Lampedusa Solidale’ che riunisce più associazioni sull’isola e ha attirato l’attenzione anche dei turisti che sono lì. Ora la foto è diventata virale sui social, in poche ore. Che non sia da sprone alla decisione sulle sorti di quelle 177 persone?

Disclaimer

Questo contenuto è proprietà intellettuale della Nous Editore srls, senza tacito consenso ne è vietata ogni riproduzione, totale e parziale di testi e immagini, anche in forma di link

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Economia

Turismo, la Regione sostiene 58 aziende in 4 fiere internazionali. Nella graduatoria una impresa di Pantelleria

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

Turismo, dalla Regione sostegno a 58 imprese per la partecipazione a quattro fiere internazionali

Un sostegno dalla Regione a 58 imprese siciliane nel settore del turismo per partecipare alle manifestazioni fieristiche internazionali TTG Rimini, WTM Londra, IBTM Barcellona e ITLM Cannes.

È stata pubblicata, infatti, la graduatoria delle aziende che hanno aderito all’avviso “Progetti di promozione dell’export destinati a imprese del settore turistico e loro forme aggregate individuate su base territoriale” del dipartimento regionale del Turismo, dello sport e dello spettacolo, finanziato con fondi del Po Fesr, che prevede la copertura da parte della Regione del costo dei servizi fieristici, in particolare della postazione (con le attrezzature) e degli appuntamenti.
 
«Finalmente gli aiuti alle imprese sono tornati tra le competenze dell’assessorato del Turismo – afferma l’assessore regionale al Turismo, Manlio Messina – costituendo un valore aggiunto per il supporto del settore che, negli ultimi anni, era stato inglobato tra gli aiuti generici delle Attività produttive senza una specifica collocazione. Con particolare orgoglio l’assessorato è riuscito a definire, in pochissimo tempo dal trasferimento delle competenze, tutti gli adempimenti connessi alla partecipazione delle imprese turistiche alle fiere internazionali, raccogliendo il particolare compiacimento da parte delle associazioni di categoria. Il brand “Sicilia” non solo potrà godere delle azioni di promozione e comunicazione messe in campo, ma anche del contributo che potranno apportare le imprese in questi prestigiosi appuntamenti col supporto dell’assessorato». 
 
È stata realizzata una graduatoria che include agenzie di viaggio e tour operator (con codice Ateco 79) e una per le strutture ricettive (codice Ateco 55) in modo da garantire la partecipazione ad almeno una fiera a tutte le aziende ammesse dall’avviso. Così, saranno 40 le imprese che parteciperanno alla TTG di Rimini (16 agenzie di viaggio e 24 strutture ricettive), in 8 andranno a Cannes (5 agenzie e 3 strutture), 14 a Londra (9 agenzie e 5 strutture) e 10 a Barcellona (6 agenzie di viaggio e 4 strutture ricettive).

Leggi la notizia

Sanità

Sicilia, Covid: contagi in aumento +23,56 per cento, a rischio adolescenti ed over 60

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

Nella settimana dal 26 settembre al 2 ottobre si registra un forte incremento delle nuove infezioni, con un’incidenza di nuovi positivi pari a 8029 (+23,56 per cento) ed un valore cumulativo di 167/100.000 abitanti. Il tasso di nuovi positivi più elevato rispetto alla media regionale si è registrato nelle province di Siracusa (247/100.000 abitanti), Messina (239/100.000 abitanti) e Catania (191/100.000).

Le fasce d’età maggiormente a rischio risultano quelle tra i 60 e i 69 anni (223/100.000), tra gli 11 ed i 13 anni (201/100.000) e tra i 70 e i 79 anni (194/100.000). Nuove ospedalizzazioni in lieve diminuzione. I dati relativi alla campagna vaccinale fanno riferimento alla settimana dal 28 settembre al 4 ottobre.

Nel target 5-11 anni, i vaccinati con almeno una dose si attestano al 25,69%. Hanno completato il ciclo primario. 68.109 bambini, pari al 22,10%. Gli over 12 anni vaccinati con almeno una dose si attestano al 90,78% del target regionale. Ha completato il ciclo primario l’89,45%. I vaccinati con terza dose sono 2.763.361 pari al 72,31% degli aventi diritto.

Dal 13 luglio è stata avviata la vaccinazione della quarta dose per gli over 60 anni e per le persone ad elevata fragilità over 12 anni, purché sia trascorso un intervallo minimo di almeno 120 giorni dalla terza dose o dall’ultima infezione successiva al richiamo (data del test diagnostico positivo).

Dal 7 settembre il Ministero della Salute ha autorizzato la somministrazione della dose booster con i vaccini m-RNA bivalenti Original/Omicron BA.1, agli over 60, alle persone di elevata fragilità e alle fasce di età over 12 anni in attesa della prima dose booster includendo anche operatori sanitari, ospiti e operatori delle strutture residenziali per anziani e per centodonne in gravidanza.

Dal 23 settembre è stato autorizzato l’utilizzo dei vaccini m-RNA per la variante Original/Omicron BA.4-5 per la quarta dose, su richiesta dell’interessato, a tutti i soggetti over 12 anni, dei vaccini m-RNA, aggiornati alle varianti BA.1 e BA.4-5, che abbiano ricevuto la terza dose da almeno 120 giorni. Dal 1 marzo sono state effettuate 115.876 somministrazioni di quarta dose di cui 111.364 ad over 60.

Leggi la notizia

Cronaca

Pantelleria, immediata esecuzione lavori al Cimitero di Scauri

Redazione

Pubblicato

il

PANTELLERIA, CIMITERO DI SCAURI: ORDINATA DAL SINDACO L’ESECUZIONE IMMEDIATA DEI LAVORI

L’Assessore Parisi: “Visto che dalla Protezione Civile Regionale e dalla Regione continua un silenzio assordante, iniziamo i lavori in somma urgenza, perché siamo stanchi di aspettare”

L’Assessore Ferreri: “Per i panteschi è una priorità andare a visitare i propri cari. È stata nostra priorità trovare una soluzione senza l’aiuto della Regione”

 

Lo scorso 3 ottobre, il Sindaco Campo ha firmato un’ordinanza, la numero 50, con la quale ordina “al Responsabile del Settore II di avviare ogni possibile procedura, anche di somma urgenza, per l’esecuzione immediata degli interventi di ripristino della funzionalità dell’infrastruttura viaria di accesso al Cimitero di Scauri”.

Oggi i lavori sono stati affidati e sono già in cantierizzazione.

L’ordinanza sindacale si è resa necessaria, come si evince nelle premesse, in quanto non avendo ricevuto riscontro da parte del Dipartimento Regionale della Protezione Civile alla richiesta di risorse per l’attuazione di un intervento di ripristino delle condizioni di normalità della strada di accesso al Cimitero di Scauri e considerando che le condizioni di pioggia intensa che si vengono a creare nella stagione autunnale potrebbero causare ulteriori danni all’infrastruttura e pericoli per la pubblica incolumità.

Pertanto, vista l’inerzia del Dipartimento, non restava altra strada che quella di procedere con ordinanza sindacale a seguito della quale l’Ufficio Tecnico ha provveduto ad affidare i lavori in somma urgenza.

L’esigenza di poter andare a visitare i propri cari ci è stata espressa moltissime volte dai panteschi in questo anno. È ovvio che sia importante per un’isola in cui la famiglia e il culto dei morti è tanto sentito,” dichiara l’Assessore ai Servizi Cimiteriali, Leonardo Ferreri.

Per questo, nonostante qualcuno pensi non sia così, è stata nostra priorità in questi mesi trovare una soluzione. Ancora una volta, come per il Castello, l’affidarci alla sensibilità e alla comprensione della Regione si è rivelato sbagliato, visto che di Pantelleria ancora una volta, dopo le passerelle, si sono dimenticati tutti. Noi no. Nelle more delle nostre possibilità, abbiamo inteso dare una risposta alla cittadinanza con le nostre sole forze e finalmente ce l’abbiamo fatta.”

Purtroppo, duole constatare ancora una volta l’assenza di risposte da parte della Regione, per il tramite del Dipartimento Regionale della Protezione Civile, riguardo le risorse necessarie alla risoluzione dei danni provocati dalle alluvioni che si sono registrate quasi un anno fa,” afferma l’Assessore ai Lavori Pubblici, Angelo Parisi.

Ancora una volta gli Enti locali si devono sostituire ad un organo regionale e risolvere i problemi creati dagli effetti dei cambiamenti climatici, anticipando con risorse di bilancio che in questo modo saranno sottratte ad altre iniziative, fin quando non verranno rimborsate con i tempi biblici che ahimè tutti conosciamo.

Questa situazione, naturalmente, ha creato non pochi disagi nella popolazione e nella comunità locale, in quanto un’importante infrastruttura quale un Cimitero non è stata accessibile per tutto questo tempo con le conseguenze che tutti possono immaginare.

Dopo le rassicurazioni arrivate all’indomani degli eventi che hanno prodotto i danni, si è assistito ad un silenzio assordante da parte degli organi regionali, così come avvenuto a seguito della tromba d’aria, per la quale i cittadini ancora aspettano di sapere dalla Regione se saranno rimborsati dei danni subiti. E siamo stanchi di aspettare”.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency