Segui i nostri social

Elezioni

Italia Viva: domenica 15 si vota a Catania e nel Calatino per eleggere i nuovi vertici politici

Matteo Ferrandes

Pubblicato

-

I candidati: l’uscente Giusy Infantino di nuovo per presiedere IV in provincia e Giovanni Mulè per “Catania città”

Domenica 15 ottobre, a Catania, in Corso Sicilia 64/A, ma anche a Mineo in via Attanasio 6 e a Caltagirone, in piazza Falcone e Borsellino 3/I, si voterà per eleggere coloro i quali avranno il compito di presiedere Italia Viva di “Catania città” e in tutta la provincia etnea, ruolo quest’ultimo che fino ad oggi  è stato ricoperto da Giusy Infantino che torna a ricandidarsi per coordinare ancora a livello provinciale il partito guidato in Sicilia da Davide Faraone e in Italia da Matteo Renzi. La ricandidata coordinatrice provinciale Giusy Infantino sottolinea che “il congresso è un momento di democrazia interna che provocherà anche tensione. Lo stesso Renzi ha dichiarato che ‘la democrazia interna fa paura solo a chi non ha voti e non avendo voti scappa dal confronto’. Mi auspico comunque che da lunedì si riparta tutti insieme per perseguire quelli che sono i miei obiettivi per la provincia di Catania. Si deve lavorare sull’organizzazione del partito, ma la cosa fondamentale è ritagliarsi uno spazio in un panorama politico “ complesso” quale è quello di Catania. La mia priorità sarà quella di dialogare con tutte le forze politiche, affermando però una propria autonomia politica. La classe dirigente di Italia Viva Catania ha le competenze anche tecniche per dare il proprio contributo allo sviluppo del territorio, iniziando anche dall’utilizzo dei fondi Pnrr. Ho sempre sottolineato l’importanza del contatto con i nostri territori e con i nostri cittadini. Dobbiamo aprire i circoli territoriali e comprendere i bisogni delle nostre comunità. È importante che ci sia una presenza di Italia Viva nelle amministrazioni locali. Questo partito, lontano dai populismi, è l’unico che può portare competenza e vicinanza alle comunità. Ed un elemento fondamentale che ha visto la mia scesa in campo – precisa Giusy Infantino -, è stato quello di dare voce al Calatino. Per troppo tempo questo territorio è stato messo ai margini di tutti i ragionamenti politici e di sviluppo. Molteplici sono le risorse e le competenze che vanno valorizzate e la mia candidatura – conclude Infantino -, oltre che a dare voce al Calatino, né sosterrà il piano di rilancio… Ho sempre sottolineato l’importanza del contatto con i nostri territori e con i nostri cittadini. Dobbiamo aprire i circoli territoriali e comprendere i bisogni delle nostre comunità. È importante che ci sia una presenza di Italia Viva nelle amministrazioni locali. Questo partito, lontano dai populismi, è l’unico che può portare competenza e vicinanza alle comunità”.”

Giuliano Mulè, che si candida invece a responsabile di IV per “Catania città”, dichiara che “il Congresso di domenica prossima è un appuntamento importante per Italia Viva non solo come strumento di partecipazione democratica, ma anche occasione per ritrovarci e contribuire alla Costruzione di un Centro, ormai condizione necessaria per arginare populismo e sovranismo e portare avanti l’azione riformista che ha caratterizzato il Governo Renzi. A livello locale cercheremo dunque di impegnarci in tal senso, mettendo in prima linea le problematiche cittadine e cercando di stimolare l’amministrazione a metterle a fuoco ed affrontarle con decisione e fermezza. Italia Viva dovrà sfruttare tutte le proprie risorse affinché si intervenga sulle questioni “calde” della città di Catania che sono sotto gli occhi di tutti: a solo titolo esemplificativo, si pensi alla tematica della sicurezza e della microcriminalità‘, la impellente questione della raccolta dei rifiuti, con annessi problemi legati alla pulizia ed al decoro urbano, nonché – ma non di minore rilievo – la questione legata ai servizi. La città di Catania, col proprio enorme potenziale in termini di

attrattività turistica, deve avere come esempio le più evolute città europee, per adeguarsi a standard soddisfacenti in termini di vivibilità e di sicurezza. Con entusiasmo – conclude Mulè – ho accettato la candidatura al Coordinamento della Città Metropolitana di Catania , metto con queste premesse e questi obiettivi la mia esperienza, il mio entusiasmo e i valori cattolico-liberali che da sempre mi contraddistinguono, a disposizione del progetto di Italia Viva.

Foto (da sx a dx) DAVIDE FARAONE, GIUSY INFANTINO, GIULIANO MULE’

Elezioni

Leali per Pantelleria congeda Angelo Fumuso e lui lancia una petizione

Redazione

Pubblicato

il

Riceviamo e pubblichiamo testualmente

Lanciamo una petizione per indicare quale opposizione serva all’isola

Il 16 Dicembre 2023 alle ore 08,43, Angela Siragusa, mi ha rimosso dalla chat di Leali per Lesa Maestà. Me ne  sono fatta una ragione ! Lo sapevo che venendo a pubblicare l’articolo (*) avrei avuta questa reazione.

Dopo due elezioni perse dal gruppo di Angela Siragusa, proporre il solito gruppo  e la solita capogruppo e futura candidata sindaco, mi era sembrata e mi sembra una proposta suicida. C’è di bisogno di rivisitare tutta l’opposizione e di proporre un nuovo gruppo .

In questo senso sono state le mie proposte di formare una coalizione di tutte le forze che hanno fatto parte della lista “ Leali “, per poi proporre un allargamento a tutta l’opposizione. Questa la mia grande colpa ! Questa è la lesa Maestà !

Creare una discussione su quale opposizione è più conveniente oggi  per l’isola !

Avevo proposto ai primi di Settembre una coalizione che comprendesse tutti i gruppi che componevano la lista elettorale, proposta che è stata approvata da tutta Leali, per poi subire diversi stop e go.

Abbiamo aspettato più di quattro mesi, dopo tanti stop e go, per fare una riunione generale e cinque, e per quella del direttivo sei..

C’è voluta un ‘azione dall’interno per indire il primo direttivo, invitando tutti i componenti. Insomma si camminava a spallate senza una condivisione completa per affermare un modus da coalizione. Me ne sono reso conto ed ho avanzato la proposta di una nuova coalizione !

Per non parlare delle tre mozioni che ho presentato per delle interrogazioni cadute nel silenzio per mesi.

Fin dai tempi della campagna elettorale abbiamo sempre chiesto ad Angela Siragusa di sciogliere un nodo : Leali è espressione di un gruppo o è una coalizione ? Nodo che si ripropone anche oggi nella gestione dell’opposizione : gruppo o coalizione? e quale coalizione? Il gruppo storico di Leali ? Una coalizione vera, coi componenti  della lista ? Oppure allargarla a tutte le forze dell’opposizione ?
Il problema sta tutto qui ! Il problema è solo di natura politica e non personale ! E’ questo il problema oggi ! il modo di intendere il nostro ruolo e chi deve rappresentare l’opposizione, visto che abbiamo perso le elezioni, anche per poco.
Il tema attuale oggi è quello di intercettare le aspettative, le istanze e le aspirazioni dei panteschi portandole all’attenzione del Consiglio Comunale (sia ai consiglieri di maggioranza che a quelli di opposizione) e all’attenzione dell’ attuale amministrazione.

Per questo chiedo a tutta la comunità Pantesca di esprimersi in merito. Leali rappresenta tutta l’opposizione o no ? Ci vuole una nuova opposizione ? E quale ?

 Questo è il senso della petizione.
Angelo Fumuso

* L’articolo cui fa riferimento Fumuso è il seguente

Lavoriamo x Pantelleria” Lavora per un opposizione forte e più rappresentativa
lavoriamoxpantelleria Scritto il 29 Novembre 2023  

Non possiamo fare opposizione seguendo vecchi schieramenti e vecchie logiche . Occorre un tavolo di coordinamento con i rappresentanti di tutte le forze politiche che non hanno vinto le elezioni.

“Alla fine aveva ragione Aurelio Mustacciuoli, finite le elezioni, la Lista “Leali per Pantelleria” , non avendo vinto, si è sciolta come coalizione. Anche perché non ha più senso di esistere come proposta di governo nella configurazione in cui si è presentata a queste elezioni.
Le prossime elezioni sono lontane e si vedrà nel tempo se emergeranno altre forze politiche, se si formeranno altre alleanze e se ci saranno altri candidati.

Fin dai tempi della campagna elettorale abbiamo sempre chiesto ad Angela Siragusa di sciogliere un nodo : Leali è espressione di un gruppo o è una coalizione ? Nodo che si ripropone oggi nella gestione dell’opposizione : gruppo o coalizione?
Il problema sta tutto qui ! Il problema è solo di natura politica e non personale ! E’ questo il problema oggi ! il modo di intendere il nostro ruolo d’opposizione, visto che abbiamo perso le elezioni, anche per poco
Il tema attuale è invece quello di intercettare le aspettative, le istanze e le aspirazioni dei panteschi portandole all’attenzione del Consiglio Comunale (sia ai consiglieri di maggioranza che a quelli di opposizione) e all’attenzione della attuale amministrazione.

“Lavoriamo per Pantelleria” a tal fine sta cercando la collaborazione di tutte le forze politiche e si sta interfacciando con i politici provinciali e regionali della propria area di riferimento. Inoltre continua a dialogare con i vecchi alleati della coalizione Leali per Pantelleria, pur occupando una diversa area nello scacchiere politico pantesco, che è quella centrale.
Per ottenere risultati più incisivi, tuttavia, propongo un tavolo di coordinamento con i rappresentanti delle forze politiche che non hanno vinto le elezioni, in particolare quelle del gruppo storico di Leali (PD e Pantelleria Popolare), “Progetto per Pantelleria” e i Cinque Stelle e la Nuova DC.
In caso contrario “Lavoriamo per Pantelleria” si muoverà autonomamente nell’interesse dell’isola e dei Panteschi.

Angelo Fumuso, Lavoriamo x Pantelleria”

 

Leggi la notizia

Elezioni

Elezioni sindacali unitarie, la Uil Pubblica Amministrazione di Palermo e Trapani conquista il primo posto

Redazione

Pubblicato

il

Elezioni sindacali unitarie, la Uil Pubblica Amministrazione di Palermo e Trapani conquista il primo posto con oltre il 48% di preferenze all’Ufficio Interdistrettuale dell’Esecuzione Penale Esterna. Eletti i funzionari Claudio Viola e Alessandra Lorefice

 

La Uil Pubblica Amministrazione è il primo sindacato, in termini di rappresentanza numerica, all’Ufficio Interdistrettuale dell’Esecuzione Penale Esterna di Palermo e Trapani.

Questo l’esito delle elezioni sindacali unitarie, che assegnano alla sigla un lusinghiero 48,38% : un risultato elettorale che raddoppia i seggi conquistati nella precedente tornata e il numero di iscritti.

Seguono CISL FP, FP CGIL e FLP, che hanno eletto un rappresentante ciascuno.

A evidenziare l’importanza del risultato sono Alfonso Farruggia e Gioacchina Catanzaro, rispettivamente segretario generale della UILPA Sicilia e segretaria generale della sigla a Trapani.

Nello specifico, la sigla sindacale ha conquistato due seggi su cinque: eletti, Claudio Viola e Alessandra Lorefice, giovani laureati da poco assunti, rispettivamente funzionario di servizio sociale nella sede di Palermo e funzionaria amministrativa nella sede di Trapani. 

“Il risultato – sottolineano i due segretari – è frutto di un impegno sindacale continuo, anche durante situazioni avverse quali l’emergenza sanitaria”.

“Senza dimenticare – precisano – che il primo posto conquistato rappresenta un riconoscimento del duro lavoro svolto nell’ambito di diverse vertenze sindacali”.

Le posizioni della UILPA, infatti, sono state costantemente riconosciute anche in varie vertenze giudiziarie.

“La vittoria, in luoghi di lavoro ora accorpati come sede elettorale – osservano –è un successo tangibile legato alla costante dedizione espressa dalla Uil Pubblica Amministrazione e riflette la fiducia che i dipendenti ripongono nei confronti della nostra organizzazione sindacale”.

“Esprimiamo gratitudine – proseguono– verso coloro che hanno scelto la UILPA e li invitiamo a essere parte attiva, oggi più che mai, del percorso di crescita dell’organizzazione sindacale”.

“Avvertiamo, certamente, la maggiore responsabilità affidataci – spiegano– e la necessità di intensificare ulteriormente l’impegno a tutela dei diritti dei lavoratori degli uffici di Palermo e Trapani”.

Alfonso Farruggia e Gioacchina Catanzaro manifestano particolare attenzione per alcune criticità quali la carenza di organico e i carichi di lavoro eccessivi.

“Affronteremo le sfide e le difficoltà quotidiane – concludono – con maggiore determinazione per garantire la salvaguardia dei diritti del personale : la UILPA guarda al futuro con speranza, nella consapevolezza di rappresentare una forza sindacale che aspira a un cambiamento generazionale positivo, nell’interesse esclusivo dei lavoratori”.

Leggi la notizia

Elezioni

Pantelleria, ecco come iscriversi all’Albo degli Scrutatori. L’avviso

Direttore

Pubblicato

il

Il Comune di Pantelleria ha emesso avviso pubblico per invitare i residenti ad iscriversi all’Albo degli Scrutatori dell’Ufficio Elettorale.
Di seguito il documento  che invita la cittadinanza ad una partecipazione attiva alla vita politica e amministrativa dell’isola.

Il documento integrale:

asph466811

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza