Segui i nostri social

Sanità

Disservizi per la Dialisi a Pantelleria: pazienti in attesa del nefrologo per la seduta. Lo sfogo del Sindaco – Video

Direttore

Pubblicato

-

E’ da oltre una settimana che dura una situazione difficile per il Centro Dialisi di Pantelleria, dovuta al pensionamento del medico primario preposto.

Oggi, inoltre, il medico era atteso da Palermo, ma intanto i pazienti  erano pronti per sottoporsi alla terapia, alle 8,30, come da appuntamento.

L’aereo dalla terraferma era previsto alle ore 11,30.

In questo preciso momento i due dializzati del turno di oggi sono attaccati alle macchine, dopo tre ore di attesa.

Si consideri che di panteschi bisognosi della dialisi su Pantelleria, sono 8 e si alternano nei giorni pari e dispari di mattina.

Questa situazione difficile si protrarrà fino a marzo 2022 secondo quanto dichiarato dal  Sindaco di Pantelleria, Vincenzo Campo, in un video in diretta, lampo,  dove sbotta: “E’ una vergona!”

Ecco il video:

 

 

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Ambiente

Marettimo, Guardia Costiera incontra alunni delle scuole nel Giorno della Cura della Persona e del Pianeta

Direttore

Pubblicato

il

LA GUARDIA COSTIERA DI MARETTIMO INCONTRA GLI ALUNNI
DELLE SCUOLE NEL GIORNO DELLA CURA DELLA PERSONA E

DEL PIANETA

In occasione dell’odierna ricorrenza nazionale dedicata alla “Cura della Persona e del
Pianeta”, gli alunni dell’Istituto comprensivo Statale Antonino Rallo “Isole Egadi” di
Marettimo, hanno fatto visita all’Ufficio Locale Marittimo – Guardia Costiera di
Marettimo, per riscoprire il valore alla cura delle persone, degli altri, della Città e del
pianeta in cui viviamo e, soprattutto, per portare una testimonianza diretta e concreta
del riconoscimento e ringraziamento ai militari della Guardia Costiera per la diuturna
attività svolta a presidio della salvaguardia della vita umana in mare, della difesa
dell’ambiente marino e del litorale costiero a favore di tutta la collettività.

I giovanissimi alunni della scuola dell’isola, accompagnati dalla responsabile del
Plesso di Marettimo, Docente Tiziana MAIORANA e dalla Docente Antonia Maria
RAMETTA, sono stati accolti dal Titolare dell’Ufficio, 1° Luogotenente Nocchiere di
Porto ROSANO Francesco e dal Comune scelto Nocchiere di Porto TRAPANI
Veronica, felicissimi per la visita ricevuta, che ha consentito di condividere la
quotidiana esperienza lavorativa con la curiosità e la voglia di apprendere degli
studenti.

Nel corso dell’incontro i giovani visitatori hanno avuto modo d’imparare i valori
dell’impegno, della dedizione e della volontà di attivarsi ogni giorno per la costruzione
di una società dove predominano i valori della pace, dell’uguaglianza, del rispetto dei
diritti della persona e dell’ambiente, con lo scopo di sviluppare una mentalità ed una
cultura del “costruire insieme”, capace di sconfiggere tutti gli altri valori negativi che
non devono mai prevalere, come: l’indifferenza, la rivalità, la discriminazione, la
povertà e l’inquinamento dell’ambiente marino e costiero.

Graditissima infine, è stata la poesia che gli alunni hanno dedicato al Corpo delle
Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, riguardante l’ambiente marino, dove è stato
messo in risalto il compito primario del Corpo, finalizzato alla salvaguardia della vita
umana in mare.

Leggi la notizia

Cronaca

Trapani, sequestri dei NAS in caseificio: sanzioni per 12mila euro

Redazione

Pubblicato

il

TRAPANI: SANZIONI E SEQUESTRI DEI NAS IN UN CASEIFICIO

I Carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Palermo, col supporto dei Carabinieri della Compagnia di Castelvetrano, nell’ambito dei controlli alle filiere lattiero casearie sul territorio, hanno eseguito ispezioni in attività commerciali della provincia di Trapani al termine delle quali sono stati sequestrati:
– 100 Kg. di ricotta congelata e zuccherata la cui produzione non è ricompresa fra la tipologia dei prodotti caseari autorizzati;
– 240 Kg. di formaggio stagionato recante il termine minimo di conservazione scaduto e per il quale non era stata indicata la “NON commercializzazione”, in difformità alle norme di autocontrollo basate sui principi del sistema HACCP.

Per le violazioni riscontate sono state inoltre comminate al responsabile sanzioni amministrative per complessivi 12.000 €.

Leggi la notizia

Sanità

Sanità, Giuliano (UGL): “Investire sugli operatori per garantire futuro migliore all’Italia”

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

 
“Le recenti parole pronunciate dal Ministro della Salute Orazio Schillaci sul futuro del SSN servono ad aprire un’ampia discussione. Restituire attrattività alle professioni sanitarie, su questo concordiamo in maniera assoluta, deve essere lo sforzo prioritario da compiere. E su questo tema crediamo serva un contributo ad ampio raggio che superi barriere ideologiche e pregiudizi. Può sembrare banale ripeterlo ma serve una programmazione finalizzata ad un reclutamento che coinvolga i giovani, altrimenti combattere le carenze degli organici e frenare la fuga di professionisti all’estero sarà una battaglia in cui si parte già sconfitti” dichiara il Segretario Nazionale della UGL Salute Gianluca Giuliano. “Il tema delle retribuzioni non potrà mai essere secondario. I fatti confermano che, oggi, l’Italia non riesce ad allinearsi alla media europea e le condizioni in cui i professionisti operano sono troppo spesso disagevoli. Aggiungiamo il tema della progressione delle carriere e della sicurezza, le aggressioni sono ormai all’ordine del giorno, ed è chiaro perché si fatichi a percorrere una china virtuosa che valorizzi le professioni sanitarie e potenzi in maniera adeguata gli organici. Senza un cambiamento di rotta sarà veramente complicato garantire un’assistenza di qualità ai cittadini. Investire sulla sanità, è bene ricordarlo, significa garantire un futuro migliore all’Italia.” conclude il sindacalista.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza