Segui i nostri social

Personaggi

Dal 10 novembre in radio e digitale “TACCHI A SPILLO”, nuovo singolo di Marcella Bella

Redazione

Pubblicato

-

Da venerdì 10 novembre in radio e in digitale “TACCHI A SPILLO”, il nuovo singolo di MARCELLA BELLA che anticipa l’album di inediti “ETNEA” in uscita l’1 dicembre. 

MARCELLA BELLA
è pronta a tornare in pista
con i suoi “TACCHI A SPILLO”!

DA VENERDÌ 10 NOVEMBRE IN RADIO E IN DIGITALE IL NUOVO SINGOLO
un inno alla libertà, all’emancipazione e all’autenticità

PRESAVE: https://marcellabella.lnk.to/tacchiaspilloPR

CHE ANTICIPA IL NUOVO ALBUM DI INEDITI “ETNEA”
IN USCITA L’1 DICEMBRE

È ATTIVO IL PRE-ORDER
https://marcellabella.lnk.to/EtneaPR

 

Un inno alla forza interiore, alla voglia di correre il rischio e alla bellezza della vita ricordandoci che, ad ogni passo, ci vuole equilibrio e stile… finalmente MARCELLA BELLA torna sulle scene musicali con “TACCHI A SPILLO” (pre-save: https://marcellabella.lnk.to/tacchiaspilloPR), il nuovo singolo in radio e in digitale da venerdì 10 novembre!

L’inedito segna il nuovo capitolo di una carriera straordinaria che ha catturato il cuore di molte generazioni: l’1 dicembre, infatti, esce in vinile e in maxi cd il nuovo album di inediti “ETNEA”.

L’album è disponibile in pre-order al seguente link: https://marcellabella.lnk.to/EtneaPR.

Nel nuovo singolo i tacchi a spillo sono una metafora della vita: rappresentano la fragilità, la forza e la tenacia che servono per affrontare le sfide e per rialzarsi dopo ogni caduta, sempre con eleganza. Un messaggio sociale che si cela dietro l’immagine di un capo d’abbigliamento senz’altro scomodo, che per molte persone può rappresentare libertà, emancipazione ed empowerment.

Un ritorno molto atteso in una veste completamente inedita con un brano che sorprende per sound e testo, una dimostrazione della continua evoluzione di Marcella Bella, della sua voglia di stupire e di mettersi ancora in gioco.

Il brano, che esce dopo 6 anni dall’ultimo album in studio “Metà Amore Metà Dolore”, è il primo a portare la firma con la nascente etichetta FFN Records di Federico Feyrsinger Nonato in collaborazione con Starpoint Corporation S.r.l. e BMG.

In concomitanza con l’uscita di “Etnea”, Marcella Bella sarà impegnata in un instore tour. Questi gli appuntamenti:

30 novembre ore 18.30 – Milano, Feltrinelli Duomo – Anteprima album;
4 dicembre ore 18.00 – Palermo, Feltrinelli Via Cavour;
5 dicembre ore 18.00 – Catania, Feltrinelli Via Etnea.

Marcella Bella ha iniziato la sua carriera musicale con piccoli concorsi in Sicilia e successivamente vincendo le selezioni regionali del Festival di Ariccia (poi squalificata in quanto tredicenne, sotto l’età richiesta da regolamento). Ha fatto il suo debutto al Festival di Sanremo nel 1972 con “Montagne verdi” ottenendo un notevole successo ed entrando nei cuori del pubblico. Nel corso degli anni, ha raggiunto il successo con brani come “Nessuno mai”, “Senza un briciolo di testa” e “Nell’aria”, quest’ultimo considerato un vero e proprio inno degli anni ’80 della musica italiana. Marcella fino ad oggi ha continuato a distinguersi come una delle artiste più influenti d’Italia, collaborando con importanti autori e cantanti e pubblicando oltre 300 canzoni con singoli di successo anche all’estero. Nel 2019, ha celebrato i suoi 50 anni di carriera con concerti con orchestra a Roma e Milano.

Cultura

Marcella Bella, è online il video del singolo “Tacchi a spillo”. Appuntamenti instore a Catania e Palermo

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

MARCELLA BELLA

È ONLINE IL VIDEO DEL NUOVO SINGOLO
“TACCHI A SPILLO”
https://youtu.be/CS2TZ49g2a4

 

L’1 DICEMBRE ESCE IN VINILE E IN MAXI CD
“ETNEA”
IL NUOVO ALBUM DI INEDITI

È ATTIVO IL PRE-ORDER
https://marcellabella.lnk.to/EtneaPR

 

Da oggi, giovedì 16 novembre, è online il video di “TACCHI A SPILLO”, il nuovo singolo di MARCELLA BELLA disponibile in digitale e in rotazione radiofonica.

https://youtu.be/CS2TZ49g2a4

Il videoclip, diretto da Marco Gradara e girato in studio, vede Marcella affiancata dai ballerini in tacchi a spillo in una coreografia dai passi decisi. Protagonista, insieme a Marcella, un’imponente silhouette rossa a forma di scarpa con tacco a spillo. Saper rimanere in equilibrio nella vita, ma anche inciampare e cadere nei momenti difficili conservando la volontà e la forza di sapersi rialzare è nel video, come nel brano, il tema centrale.

Il colore rosso, da sempre associato alla passione, assume in questo caso un importantissimo significato: il megafono, il guanto e le scarpe rosse sono i simboli con cui Marcella sostiene la lotta contro la violenza sulle donne.

Il nuovo album “Etnea”, il primo a portare la firma con la nascente etichetta FFN Records di Federico Feyrsinger Nonato in collaborazione con Starpoint Corporation S.r.l. e BMG, sarà disponibile dall’1 dicembre in digitale, in formato vinile e in formato maxi-cd. È attivo il pre-order: https://marcellabella.lnk.to/EtneaPR.

In concomitanza con l’uscita del disco, Marcella Bella sarà impegnata in un instore tour. Questi gli appuntamenti:

30 novembre ore 18.30 – Milano, Feltrinelli Duomo (Anteprima album);
4 dicembre ore 18.00 – Palermo, Feltrinelli Via Cavour;
5 dicembre ore 18.00 – Catania, Feltrinelli Via Etnea.

Marcella Bella ha iniziato la sua carriera musicale con piccoli concorsi in Sicilia e successivamente vincendo le selezioni regionali del Festival di Ariccia (poi squalificata in quanto tredicenne, sotto l’età richiesta da regolamento). Ha fatto il suo debutto al Festival di Sanremo nel 1972 con “Montagne verdi” ottenendo un notevole successo ed entrando nei cuori del pubblico. Nel corso degli anni, ha raggiunto il successo con brani come “Nessuno mai”, “Senza un briciolo di testa”, “Dopo la tempesta” e “Nell’aria”, quest’ultimo considerato un vero e proprio inno degli anni ’80 della musica italiana. Marcella fino ad oggi ha continuato a distinguersi come una delle artiste più influenti d’Italia, collaborando con importanti autori e cantanti e pubblicando oltre 300 canzoni con singoli di successo anche all’estero. Nel 2019, ha celebrato i suoi 50 anni di carriera con concerti con orchestra a Roma e Milano.

Leggi la notizia

Cultura

Paestum (SA), presentato il libro “Sarrastes” del nostro collaboratore Orazio Ferrara

Redazione

Pubblicato

il

Presentato il libro Sarrastes a Paestum

Nella mattinata di domenica 5 novembre a Paestum, nella luminosa Sala Velia dei padiglioni della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, è stato presentato, per la Sezione Archeoincontri, il libro:
“Sarrastes / Un popolo della Campania antica tra mito e storia” (D’Amico Editore), scritto dallo storico, nonché nostro collaboratore.

L’intervento del Sindaco di Nocera Inferiore Giovanni Maria Cuofano

Ha preso la parola per primo il sindaco di Nocera Superiore, Giovanni Maria Cuofano, che, dopo i saluti istituzionali, si è soffermato, ricevendo in questo passaggio del suo discorso un forte e sentito applauso da parte del pubblico, sull’annosa querelle dell’uso della dicitura di “agro nocerino- sarnese” o di “agro sarnese-nocerino”, auspicando che tutti i comuni della zona, superando un ormai gretto e datato campanilismo, adottino finalmente il termine unitario di “Valle del Sarno”. A seguire c’è stato il succinto e pregevole intervento di Giovanni Rescigno, Presidente della Pro Loco “Urbs Nuceria”.

La parola all’autore Orazio Ferrara

Poi è stata la volta dell’Autore che ha illustrato al pubblico, anche con l’ausilio di diapositive, alcuni punti nodali dell’opera, che peraltro potrebbero servire da spunti per ulteriori e più approfondite ricerche da parte di giovani studiosi.

La brillante relazione del Sindaco Vincenzo Salerno

Infine la brillante relazione finale di Vincenzo Salerno, stimato professore all’Università di Salerno. Ha moderato i lavori, con la simpatia e la verve di sempre, Domenico Barbati giornalista de Il Mattino.

Presente l’editore Vincenzo D’Amico e Maria Stefania Riso assessore del comune di Nocera Superiore che, con il suo instancabile attivismo, è stata il vero deus ex machina dell’intera iniziativa.

Tra il pubblico sono stati notati Vincenzo Cerrato Presidente della Pro Loco di Sarno e la nota archeologa Claude Albore Livadie, quest’ultima massima autorità nel campo degli studi sul villaggio fluviale protostorico di Longola.

Leggi la notizia

Cultura

Bagheria, dal 18 novembre Mostra d’Arte di Pino Errante e Massimo Oliveri. Conosciamo il pittore di Pantelleria

Direttore

Pubblicato

il

Il 18 novembre, a Bagheria, presso Villa San Cataldo in Via Papa Giovanni, si terrà alle ore 18.00, l’inaugurazione della Mostra d’Arte,  di Massimo Oliveri insieme al collega Pino Errante.

Oliveri, nella realizzazione delle sue opere ha usato che andranno in mostra tecniche varie, con l’uso  l’uso di acrilici, oli e tempere, raggiungendo sempre risultati davvero di grande impatto visivo ed empatico.

Palermitano classe 1966, “è sicuramente tra gli artisti contemporanei da tenere sott’occhio” come riferisce una critica, e questa mostra insieme a Ferrante, sarà una valida vetrina per conoscerne lo stile e ammirarne il piglio artistico tutto graziosamente siciliano.

La sua capacità e vena le ha manifestate da giovanissimo e all’arte ha poi dedicato la sua vita e la sua carriera. 

Diplomatosi all’Istituto D’arte a Palermo nel 1988, poi proseguì con delle collettive ed eventi vari facendo istallazioni artistiche.

Nel 1995 divenne Catalogatore Beni Artistici ed Architettonici a Bagheria a Villa Cattolica, catalogando un paio di quadri di Guttuso.
Seguendo l’istinto artistico, ha girato l’Italia, collezionando esperienze che lo hanno formato e aiutato ad affinare tecnica e stile.
Così, spaziando dalle madonne con la tecnica dei gessetti a sfumare con le dita nelle piazze, a dei murales in vari contesti strutturali; poi l’esperienza come designer da interni gli ha fatto sviluppare sensibilità nell’accostare i colori.
Il segreto dei suoi lavori? Un’ironia pungente e raffinata.

Per Oliveri l’arte è sperimentare continuamente, infatti nei suoi quadri esprime le sue sensazioni, trasmettendo al pubblico forti emozioni, ma anche gioco e ironia.

L’artista è di origine di Pantelleria, isola dove torna appena è libero dai suoi impegni molteplici, rifugiandosi nella sua casa di Khamma. Qui trova il contesto perfetto per creare e sprigionare il suo estro più intimo, quasi carnale.

Autore del logo del gemellaggio Città di Aprilia – Comune di Pantelleria e di sillogi poetiche di Caterina D’Aietti e molto altro ancora, Massimo Olivieri ha come complice della sua bravura la sua generosità nell’osservazione delle cose e delle persone, la naturalezza nell’approcciarsi all’arte e una verve inesauribile che si esprime nelle linee dolci e e morbide dei suoi pennelli.

 L’esposizione sarà visitabile fino al 26 novembre p.v.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza