Segui i nostri social

Economia

Coronavirus- fase 2: ecco cosa è previsto a livello nazionale. Si parla anche di turismo e si pensa a Pantelleria

Direttore

Pubblicato

-

Ieri, sono stati costituiti di lavoro, nel team di Vittorio Colao, ex amministratore delegato italiano di Vodafone e chiamato dal Premier Conte, per guidare gli esperti nella ripartenza dell’Italia durante e post Coronavirus.

Le squadre sono 5 e andranno ad affrontare la “fase 2”, occupandosi delle  attività produttive, socialità, mobilità, innovazione tecnologica, sanità.

Per la riapertura di industrie e uffici si procederà a scaglioni negli  orari di ingresso e di uscita. Questa idea tende ad evitare sopratutto assembramenti davanti a fabbriche e uffici.

La fase 2 dovrebbe iniziare  a partire dal 4 maggio, ma già tra lunedì 20, 27 aprile e la settimana successiva si valuterà di riaprire, con i protocolli, i settori produttivi più esposti alla concorrenza estera.

Bar e ristoranti potrebbero ripartire dal 18 maggio, ma con delle limitazioni ancora da congegnare.

Mentre per quanto riguarda il campionato di calcio dovrebbe ripartire il 31 di maggio ma a porte chiuse.

A Natale si tornerà al cinema e a teatro.

Ma le discoteche e stadi dovranno attendere fino a marzo 2021.

Turismo

Il Ministro del Turismo, Dario Franceschini, sta studiando un piano per mandare gli italiani in vacanza.

Nelle spiagge, al momento si pensa a ombrelloni e asciugamani a distanza di sicurezza, posate monouso per i ristoranti, e a un incentivo da 300 euro a famiglia, solo per chi  sceglierà località italiane, anche perchè si calcola che in tutta Italia mancheranno 25 milioni di stranieri, quest’estate.

A Pantelleria non vi sono gli stabilimenti balneari come in costiera romagnola e gli assembramenti sono difficilmente registrabili, a parte in alcune località, ma si stratta sempre di contesti liberi e senza bagnini che possano dare istruzioni e direttive.

L’immagine di copertine è del ristorante La Favarotta di Alessandro Gabriele.

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Economia

Fondo di progettazione, 40 milioni di euro per tutti i Comuni. Ecco quanto a Pantelleria, Lampedusa e Favignana

Redazione

Pubblicato

il

 Presidenza della Regione
In arrivo per i 391 Comuni della Sicilia i finanziamenti del Fondo di progettazione della Regione, che, come stabilito con l’ultima legge di stabilità, ammonta a 40 milioni di euro. Il decreto degli assessori alle Infrastrutture, Alessandro Aricò, e all’Economia, Marco Falcone, che stabilisce la ripartizione finale agli enti locali, ha ricevuto oggi il via libera anche dalla commissione Bilancio dell’Assemblea regionale siciliana.

«Si tratta di un’iniziativa fondamentale – dice Aricò – per sostenere le amministrazioni locali in un settore in cui, purtroppo, a volte si trovano in difficoltà per via degli uffici tecnici sguarniti. Grazie a queste somme potranno realizzare una progettazione di qualità per favorire la crescita e lo sviluppo dei territori nell’ottica della sostenibilità ambientale».

Le risorse sono ripartite per il 40 per cento in parti uguali e per il restante 60 per cento in proporzione alla popolazione residente. Il tetto massimo del contributo a ciascun Comune non può essere superiore a 200 mila euro. Approvato anche un contributo aggiuntivo di 300 mila euro per i Comuni in dissesto finanziario sciolti per mafia nell’ultimo triennio. Il decreto sarà pubblicato nei prossimi giorni sul portale istituzionale della Regione Siciliana. La tabella di ripartizione è disponibile al seguente

A Pantelleria

Per sapere il quantum per i singoli comuni:

indirizzo: https://www.regione.sicilia.it/sites/default/files/2024-02/Riparto%20fondo%20di%20progettazione%20dei%20Comuni%20siciliani.pdf

Leggi la notizia

Economia

Le città italiane per ore di luce: nell’index di Holidu Sicilia la più baciata dal sole

Redazione

Pubblicato

il

La classifica delle principali 50 città italiane per ore di sole medie mensili
Quali sono le città italiane dove è possibile godere del maggior numero di ore di
sole? E quali invece le meno illuminate? È sempre vero che al sud sia sempre più
soleggiato che al nord? Per far luce su tutto ciò, Holidu, uno dei maggiori portali di
prenotazione di case e appartamenti vacanza d’Europa, ha analizzato le principali 50
località italiane sulla base delle ore di sole medie al mese indicando, inoltre, anche il
prezzo medio delle case vacanze.

Posizione Città Regione

Fonte e classifica completa di posizioni e dati con la cartina interattiva dell’Italia disponibile alla
pagina: https://www.holidu.it/magazine/citta-italiane-ore-di-sole


Podio tutto isolano, seguono Andria e Pescara in top 5!

Sono le isole Sicilia e Sardegna a dominare questa speciale classifica: a risultare la
principale città italiana col maggior numero di ore di sole è, infatti,

  • Catania con 274,9 ore medie mensili di sole negli ultimi 12 mesi che precede di pochissimi decimali
  • Siracusa con 274,1 (le due città si sono scambiate le posizioni rispetto ai dati di 2 anni fa)
  • mentre medaglia di bronzo è Cagliari con 269,5 ore medie mensili di sole.
  • A completare la top 5 ci sono Andria (salita di 16 posizioni rispetto ai dati di due anni fa) e Pescara, le quali precedono
  • Roma al sesto, Bari al settimo (tutte e 3 in salita rispetto a due anni fa) e Palermo all’ottavo posto, stabile.
  • Chiudono la top 10 Sassari e Taranto, dove la città sarda è in salita di 4 posizioni mentre quella pugliese in discesa di 3 rispetto ai dati di due anni fa.

Sorpresa Torino all’undicesimo posto Che essere al nord non significhi necessariamente avere poco sole è confermatodalla presenza di Torino all’undicesimo posto: con ben 246,3 ore di sole medie mensili, in salita di ben 8 posizioni rispetto a due anni fa. Tra le altre città del
nord segnaliamo Brescia 20ma davanti a Bolzano.

A che posto si posizionano le altre grandi città?

La capitale si attesta a un ottimo sesto posto con 249,9 ore di sole, precedendo
di circa un’ora il capoluogo della Sicilia Palermo all’ottavo posto, Torino 11ma e
Napoli 13ma.
E Milano? Bisogna scorrere fino alla seconda metà della classifica per
trovare la città della Madunina: con 222,4 ore si attesta, infatti, al 33mo posto.
Ancora più in basso Firenze addirittura 41ma.

Quali le città in fondo alla classifica?

La bottom 5 vede Trieste e Prato appaiate con 208,5 ore e a seguire Campobasso,
tra le non settentrionali la città più in basso con 208,3 ore e al 48mo posto. A
chiudere la classifica ci sono invece Trento e Aosta rispettivamente con 198,5 e
170,6 ore di sole medie mensili.

Ma quanto costano le case vacanze in queste città in media all’anno?

Come da copione nessuna grande sorpresa tra le prime tre posizioni:
le città più care sono Venezia e Firenze con rispettivamente 267 € e 261 € con Roma terza a 260 € e Milano quarta con 249 €: sono queste quattro le uniche città a costare più di 200 € in
media a persona a notte.
Le 3 città più economiche sono anche le uniche sotto gli 80
€ e si tratta di Potenza con 78 €, Campobasso con 77 €, un euro in più di Giugliano
in Campania fino ad arrivare a Foggia che, con i suoi 70 € risulta essere la città
meno costosa tra quelle analizzate.

La classifica completa con le ore di sole medie mensili e i prezzi medi degli alloggi
per ciascuna città analizzata sono disponibili alla pagina:

https://www.holidu.it/magazine/citta-italiane-ore-di-sole

Leggi la notizia

Economia

Ance, Federica Brancaccio domani a Palermo

Redazione

Pubblicato

il

La presidente nazionale dell’Ance, Federica Brancaccio, incontrerà
domani a Palermo il Sistema regionale delle imprese dell’Ance Sicilia.
Gap infrastrutture, Ponte sullo Stretto, “Pnrr”, sicurezza sul lavoro,
Superbonus
e caro-materiali fra i temi in discussione.
Punto stampa alle ore 10 in via Alessandro Volta, 44

Palermo, 28 febbraio 2024 – La presidente nazionale dell’Ance, Federica
Brancaccio, incontrerà domani, 29 febbraio, a Palermo, il Sistema
regionale delle imprese edili dell’Ance Sicilia, presieduto da Santo
Cutrone. Fra i temi in discussione, il gap delle infrastrutture fra Nord
e Sud, il Ponte sullo Stretto, il “Pnrr”, il “Superbonus”, la sicurezza
sul lavoro e il caro-materiali.
Il punto stampa è previsto alle ore 10 presso la sede dell’Ance Sicilia,
in via Alessandro Volta, 44, a Palermo.
A partire dalle ore 12 Federica Brancaccio sarà poi in Ance Palermo, a
Palazzo Forcella De Seta, in Foro Umberto I, 21, per partecipare alla
premiazione delle imprese storiche e alle celebrazioni per gli 80 anni
dell’associazione provinciale del Capoluogo dell’Isola.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza