Segui i nostri social

Economia

Cambia ancora la bolletta del gas: ecco cosa aspettarsi

Matteo Ferrandes

Pubblicato

-


Che il Carovita stia sovrastando le nostre vite quotidiane ogni giorno sempre più drasticamente è un dato di fatto. La bolletta della luce per i mesi tra novembre 2021 e novembre 2022 segnerà un +91% rispetto ai dodici mesi equivalenti di 2020 e 2021. Quella del gas, invece, segnerà un +70,7%.

Dal 1° ottobre 2022 è stato adottato un nuovo metodo per calcolare il prezzo del gas nelle nostre bollette. Verrà del tutto rinnovato il metodo di aggiornamento precedente dei prezzi del GAS per le famiglie che sono ancora nelle condizioni del mercato tutelato (oggi circa 7,3 milioni di clienti domestici, su un totale di 20,4 milioni, pari a circa il 35,6%). Arera, l’autorità per l’energia, le reti e l’ambiente, introdurrà alcune misure a tutela dei consumatori e a garanzia della continuità delle forniture domestiche.

Il costo della bolletta del gas è determinato in genere da quattro voci:

  1. il costo delle materie prima;
  2. la spesa per il trasporto e la gestione del contatore;
  3. la spesa per gli oneri di sistema;
  4. le imposte;

Cosa è stato modificato nel concreto?

Arera in questo caso ha deciso di intervenire sulla spesa per la materia prima ovvero il gas. Anche per intercettare in modo immediato le eventuali iniziative nazionali ed europee che riguardano il contenimento dei prezzi, l’ente sopra citata ha deciso di non utilizzare più come riferimento le quotazioni a termine del mercato all’ingrosso, ma la media dei prezzi effettivi del mercato all’ingrosso Psv italiano, aumentando allo stesso modo la frequenza di aggiornamento del prezzo che diventa mensile, non più trimestrale.

Il nuovo metodo, legato alla situazione di emergenza, sarà in vigore fino al termine della tutela gas, ad oggi previsto a gennaio 2023, termine che l’Autorità ha chiesto più volte venga allineato a quello della fine del mercato tutelato elettrico, previsto per gennaio 2024.
 

Prezzo del gas con tariffe aggiornate ogni mese
Il prezzo gas non sarà più, come oggi, il “Ttf” (title transfer facility), il mercato di riferimento di Amsterdam, ma la media dei prezzi del mercato all’ingrosso italiano Psv.
Il Psv è l’hub italiano attraverso il quale avvengono le compravendite di gas, un sistema elettronico conosciuto come “punto di scambio virtuale” e gestito da Snam, l’azienda a partecipazione pubblica che si occupa della rete nazionale di gasdotti per il trasporto del gas.

Questo nuovo metodo, legato alla situazione di emergenza, sarà in vigore fino al termine della tutela gas, ad oggi previsto a gennaio 2023. Con il nuovo metodo di aggiornamento, il valore della componente materia prima per la tutela gas verrà pubblicato sul sito dell’Autorità all’inizio di ogni mese successivo al mese di riferimento. Quindi per le tariffe di ottobre, primo mese di entrata in vigore del nuovo sistema, avverrà all’inizio del mese di novembre.

 
L’intervento mira a rendere più sicure le forniture ai consumatori, soprattutto perché la disponibilità del gas risente, e non di poco,  della situazione geopolitica internazionale attuale. Il ricorso ad un meccanismo più dinamico di formazione del prezzo permetterà di non passare al consumatore tutti i costi di copertura del rischio e di trasferirgli invece i vantaggi derivanti da eventuali variazioni a cui i clienti possono far fin da subito affidamento e rimanere allo stesso tempo aggiornati.

 
Come hanno reagito i clienti?
Le reazioni degli utenti invece sono contrastanti e diverse. Per l’Unione nazionale consumatori (Unc) è davvero un’ottima notizia. “Accolte le richieste che facevamo da mesi all’authority. Ora però anche il governo deve fare la sua parte e intervenire immediatamente per rinviare la scadenza del mercato tutelato del gas prevista per il primo gennaio 2023, come chiede oggi Arera e ha già chiesto da mesi”, ha commentato il responsabile del settore energia di Unc.

Diverso invece è il parere del Codacons che si mostra contrariato alla decisione presa da ARERA in quanto questa viene considerata una scelta che non ripara affatto i consumatori dalle continue fluttuazioni dei prezzi che riguardano l’energia elettrica e il gas.

La decisione ha suscitato sicuramente tanta sorpresa e non poche critiche.  Ciò che è certo e molto grave è che Arera abbia deciso di fare un cambiamento e un aggiornamento così drastico e importante senza tener conto dell’opinione delle associazioni dei consumatori ma soprattutto senza neanche avere un confronto con chi rappresenta coloro che pagano le bollette.

La validità e i risultati di tale aggiornamento verranno visti sul campo una volta avviati, per capire se determinerà benefici o, come molti temono, svantaggi per le famiglie.
Una volta appurato il fatto che i prezzi del gas sono nettamente aumentati e ARERA ha cambiato il metodo per l’aggiornamento dei prezzi, può essere utile sapere che ogni famiglia con Isee inferiore a 8.265 euro o  a 20.000, nel caso in cui ci fossero almeno tre figli all’interno del nucleo familiare, può richiedere la riduzione sulle bollette del gas naturale della propria abitazione di residenza. La richiesta può essere effettuata presso i CAF della propria città o attraverso i CAF Online comodamente da casa.
 

Fonte:  https://www.prontobolletta.it/news/varizione-bolletta-gas/

Ambiente

Pantelleria, contributi a fondo perduto per smaltimento amianto

Direttore

Pubblicato

il

Contributo a fondo perduto per la rimozione e lo smaltimento di manufatti e materiali contenenti amianto nelle civili abitazioni

Il Comune di Pantelleria, tramite avviso pubblico di seguito riportato, rendo noto lo stanziamento di contributi a fondo perduto per lo smaltimento di manufatti di amianto.

Ecco l’avviso pubblico di riferimento

In copertina immagine dal web

Leggi la notizia

Ambiente

Agricoltura, 30 milioni del Psr Sicilia a florovivaismo e frutta in guscio: graduatorie pubblicate

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

Presidenza della Regione
Pubblicate dal dipartimento regionale dell’Agricoltura le graduatorie definitive dei Progetti integrati di filiera nei settori del florovivaismo e della frutta in guscio, a valere su fondi del Programma di sviluppo rurale 2014/2022, per un totale di circa 30 milioni di euro (15 milioni per ciascun comparto). 
 
Sono 6 i progetti ammessi a finanziamento per la “linea di intervento comparto florovivaistico” e altri 6 per il “comparto frutta a guscio” (mandorle, pistacchi, nocciole), mentre sono state escluse tre domande per ciascuna linea di intervento. I fondi serviranno a incentivare gli investimenti eco-compatibili, le tecnologie sostenibili, per favorire la competitività di questi settori e il raggiungimento di una qualità produttiva eccellente.
 
«Confermiamo l’impegno del governo regionale – dice l’assessore all’Agricoltura, Luca Sammartino – a sostenere le aziende agricole della Sicilia e a far crescere la competitività delle nostre produzioni, migliorandone la capacità di penetrazione nei mercati internazionali».
 
Le graduatorie definitive delle aziende ammesse e di quelle escluse sono pubblicate sul portale web istituzionale della Regione Siciliana ai seguenti link (comparto florovivaistico e comparto frutta a guscio).

Leggi la notizia

Cronaca

Pantelleria, richiesto intervento urgente Governo per disagi caro energia elettrica

Redazione

Pubblicato

il

E’ stata inoltrata una richiesta di intervento urgente per disagi caro energia elettrica Isola di Pantelleria, al Premier Giorgia Meloni, Al Ministro Infrastrutture Salvini, al Presidente Regione Siciliana Schifani, all’assessore reg. Di Mauro e al Sindaco Campo.

L’istanza così recita:

Gentilissimi Presidenti, Onorevoli Ministri, la presente missiva costituisce formale richiesta di intervento urgente, a causa del perdurare dell’insostenibilità dello scenario energetico, determinata dall’inarrestabilità del prezzo dell’energia elettrica che sta provocando difficoltà profondamente radicate nel tessuto economico e sociale dell’isola di Pantelleria.

L’allarmante scenario locale espone le nostre famiglie ad un reale rischio economico, riversandosi con evidenti difficoltà rispetto alla ripresa economica per l’intera isola.

Le bollette che stiamo ricevendo stanno mettendo in ginocchio molte famiglie e già si contano anche le realtà imprenditoriali a rischio chiusura per l’impossibilità di sostenere i nuovi costi dell’energia. Nonostante lo stanziamento di fondi del governo come sostegni economici, introdotto con la Legge di Bilancio, i risultati raggiunti non possono essere ritenuti sufficienti.

La situazione è ancor più grave se si considerano le spese giornaliere che le nostre famiglie sopportano, oggettivamente superiori rispetto al resto del paese: in primis perché

il costo del carburante e degli alimenti sono gravati dai costi di trasporto dalla terraferma, in secundis perché i residenti sono costretti a spostamenti continui verso la Sicilia per i tanti servizi che mancano sul territorio come la sanità.

La somma di queste componenti grava pesantemente sulla gestione del nostro bilancio familiare, specialmente su un territorio come il nostro dove il lavoro manca.

A Pantelleria l’unica società fornitrice dell’elettricità è la SMEDE Spa che a sua volta utilizza motori diesel per la produzione di energia. In questo scenario, il caro carburanti non aiuta sicuramente a risolvere i gravi disagi che stiamo vivendo e sopportando.

Nei mesi scorsi abbiamo chiesto ad ARERA una verifica delle tariffe esposte in bolletta e abbiamo ricevuto una risposta, allegata alla presente, che di sicuro non ci aiuta, specialmente oggi che la situazione si è aggravata. Per i motivi sopra esposti Vi chiediamo di trovare una soluzione percorribile che possa esserci di aiuto in tempi accettabili perché la situazione a Pantelleria è ormai ingestibile tanto quanto insostenibile.

Pantelleria, 29.01.2023

F.to Morgan Brignone – Consigliere Comunale e Coord. Fratelli d’Italia Pantelleria Giuseppe Palermo – Consigliere Comunale Lega per Salvini Premier Isola di Pantelleria G. Federico Tremarco – Coord. Comunale Lega per Salvini Premier Isola di Pantelleria Nicolò Barraco – Vice Coord. Comunale Lega per Salvini Premier Isola di Pantelleria Angelo Fumuso – Coord. Comunale Italia Viva Pantelleria Mariuccia Silvia – Componente Comitato Civico Luigi Fontanarosa – Componente Comitato Civico Michelangelo Lombardo – Componente Comitato Civico

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza