Segui i nostri social

Comunità

Agricoltura, l’On. Lombardo (Facciamo Eco): “La Sicilia rischia di perdere 123 milioni di PSR.” Appello al ministro Patuanelli

Direttore

Pubblicato

-

 

Roma 15 aprile 2021 – “Le regioni del Sud del nostro Paese tra cui la Sicilia potrebbero perdere centinaia di milioni di euro di sostegno all’agricoltura a causa di un taglio proposto dal governo Draghi. Nello specifico la Sicilia potrebbe perdere oltre 123 milioni di euro di PSR, il programma di sviluppo rurale che diventa a questo punto fondamentale per la ripartenza dopo la crisi covid. Ho incalzato il ministro Patuanelli a fare marcia indietro”. A dichiararlo è il deputato nazionale di Facciamo Eco Antonio Lombardo che, con un’interrogazione e un question time chiede al governo di non tagliare questi fondi. “Sul tavolo del governo – spiega Lombardo – c’è la richiesta delle Regioni del centro – nord di adottare nuove regole per la distribuzione delle risorse destinate all’agricoltura. Una richiesta a quanto pare accolta dal governo Draghi in fase di negoziazione Stato – Regioni. Ho sottolineato al ministro Patuanelli però come questa rimodulazione costituirebbe una palese violazione che sfocerebbe certamente in infrazione europea dato che né Ministero né Regioni hanno la competenza per modificare il regolamento vigente che riguarda peraltro il cosiddetto periodo transitorio della programmazione 2021 – 2023. La risposta che ha dato il governo al nostro question time è parziale. La proposta delle regioni del Nord e del Ministro Patuanelli rappresenta una chiara e palese violazione del regolamento comunitario 2220/2020, che si trasformerebbe in infrazione comunitaria. Può un ministro violare palesemente un regolamento comunitario? Per questa ragione ho intenzione di esercitare tutte le funzioni istituzionali per scongiurare questo scippo per la Sicilia” – conclude Lombardo.

L’intervento in Question Time alla Camera dei deputati di Antonio Lombardo https://fb.watch/4T0yjN-Hzi/

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Sociale

Pantelleria, oggi Saverio Ferrito sarà nuovo diacono. Le congratulazioni dell’Amministrazione Comunale

Redazione

Pubblicato

il

L’Amministrazione Comunale si congratula con Saverio Ferrito per l’ordinazione diaconale. Le dichiarazioni del Sindaco D’Ancona.

L’Amministrazione Comunale di Pantelleria si congratula con Saverio Ferrito per la sua ordinazione Diaconale che avverrà oggi 23 giugno 2024 alle ore 18.30 presso la Chiesa Madre SS. Salvatore di Pantelleria.

La celebrazione sarà presieduta da sua Eccellenza Mons. Angelo Giurdanella, offrendo un momento di profonda spiritualità e significato per l’intera comunità.

“Siamo orgogliosi di avere un nuovo diacono nella nostra comunità,” ha dichiarato il Sindaco Fabrizio D’Ancona. “Saverio Ferrito rappresenta un esempio di dedizione e servizio per tutti noi. A nome dell’intera amministrazione comunale, gli auguriamo un cammino ricco di soddisfazioni e benedizioni.”

Leggi la notizia

Personaggi

Cristina Scuccia da oggi in radio e digitale con “Se avessi”

Redazione

Pubblicato

il

CRISTINA SCUCCIA

DA OGGI IN RADIO E IN DIGITALE

IL NUOVO BRANO

“SE AVESSI”

CHE LA VEDE PER LA PRIMA VOLTA ANCHE AUTRICE

 

Da oggi, venerdì 21 giugno, è in radio e disponibile in digitale “SE AVESSI” (AAR Music & Mu’s Anatomy – Distribuzione Universal Music Italia), il nuovo brano di CRISTINA SCUCCIA (https://aar.lnk.to/seavessi).

 

Prodotto da Elvezio Fortunato e False, “Se avessi” è un brano autobiografico scritto da Duffy (Alessio Marullo), False (Iacopo Falsetti) e, per la prima volta, Cristina Scuccia.

 

Cristina Scuccia ha deciso di affidarsi ai versi di una canzone per condividere tutte le emozioni provate, le domande poste e gli sfoghi personali scritti nel diario in un periodo molto delicato della sua vita, ovvero prima di decidere di lasciare la vita religiosa. Un viaggio interiore che porta alla luce aspetti di se stessa che non aveva mai esplorato, attraverso l’abbandono delle proprie certezze e la scoperta di nuove realtà e paure.

 

Nata nel 1988 a Vittoria (Ragusa) e cresciuta a Comiso (Ragusa), ha emozionato e sbalordito il pubblico fin dall’audizione per il talent show The Voice of Italy presentando la cover di “No One” di Alicia Keys e ottenendo con il video dell’esibizione più di 90 milioni di visualizzazioni su YouTube in una settimana. Nel corso dell’edizione del talent show di Rai 2 che l’ha vista trionfare, ha duettato con artisti del calibro di Ricky Martin e Kylie Minogue. Anticipato dalla cover di “Like a Virgin” di Madonna, a dicembre 2014 esce il suo primo album “Sister Cristina” (Universal Music Italia). L’anno seguente è nel cast di “Sister Act”, il musical diretto da Saverio Marconi che la vede vestire i panni di Suor Maria Roberta, mentre nel 2016 è tra i protagonisti di “Titanic – Il Musical”. Sempre nel 2016 partecipa alla Giornata mondiale della Gioventù in Polonia dove si esibisce davanti a più di 2 milioni di persone, sale sul palco dello stadio di Wroclaw a Breslavia (Polonia) per il concerto “Singing Europe” ed è nel cast del concerto di Natale al Lincoln Center di New York, evento benefico della diocesi di Brooklyn a sostegno del progetto Futures in Education. Insieme al cantante svizzero Patric Scott nel 2018 realizza una cover di “Hallelujah” di Leonard Cohen. Nello stesso anno pubblica il singolo “Felice”, che anticipa il suo secondo album dal titolo omonimo e che presenta dal vivo in occasione del JoyFest 2018 – Eucharist Seminars Festival a Giacarta. Sono più di 200 mila i giovani che hanno assistito al suo concerto in Brasile in occasione dell’Halleluya Festival 2018. A giugno 2019 sale sul palco del Congresso Internazionale Eucaristico ForrásPont a Budapest, mentre ad agosto 2021 partecipa al Festiwal Muzyki Chrześcijańskiej Jasna Góra a Częstochowa (Polonia). La sua voce arriva fino all’estero, dove viene ospitata in diverse trasmissioni televisive per parlare della sua profonda fede e della forte passione per la musica come The Voice e Le Grand Show de Calogero in Francia, Helene Fisher Show in Germania e Today Show negli Stati Uniti. Nel 2019 è tra i concorrenti del talent show americano The World’s Best in onda sulla CBS e della 14ª edizione di Ballando con le stelle in onda su Rai 1. Dopo aver lasciato la vita consacrata, è tornata a dedicarsi alla musica e a marzo 2023 ha pubblicato il brano “La Felicità È Una Direzione”. Ha partecipato alla 17ª edizione de L’isola dei Famosi (Canale 5), arrivando in finale. È stata caposquadra delle ultime edizioni di Io Canto Generation e di Io Canto Family (2024), in onda su Canale 5.

Leggi la notizia

Sociale

Oggi giornata mondiale del Rifugiato: al mondo oltre sono 100 milioni

Redazione

Pubblicato

il

Rimettiamo al centro delle iniziative politiche e di movimento la giornata mondiale del Rifugiato indetta dall’ONU
Oggi è la giornata mondiale del Rifugiato indetta dall’ONU. Sono oltre 100 milioni le persone che sono state costrette a lasciare i loro paesi per motivi di guerra, crisi climatiche e persecuzioni.

Il 2023 è stato caratterizzato da questo dato che evidentemente è in crescita e che registra nel frattempo molti morti in mare a causa di politiche restrittive dei governi europei e di un paese come l’Italia che negli ultimi anni ha attuato un giro di vita contro le ONG che fanno salvataggio in mare. Le ultime stragi risalgono a qualche giorno fa e i morti e dispersi nelle coste calabresi e a Lampedusa sono in aumento.

Tutte donne, uomini e minori che dovrebbero arrivare attraverso canali protetti perché possibili richiedenti asilo ed è per questo che la Giornata mondiale del Rifugiato deve essere al centro delle iniziative politiche e di movimento anche nei prossimi giorni.

Dobbiamo rimettere al centro la costituzione di una rete contro le politiche razziste e di morte. All’interno di questo quadro drammatico va ricordato che la nostra lotta contro la catena di sfruttamento lavorativi dei migranti deve continuare.

L’ultima drammatica notizia che ci deve indignare è la morte del giovane Satnam Singh, arrivato in Itala tre anni fa dal Punjiab. Singh lunedì mattina è stato schiacciato da un macchinario avvolgi- plastica a rullo.

Invece si essere soccorso è stato abbandonato ferito davanti la sua abitazione e in maniera macabra chi lo ha abbandonato gli ha messo accanto il braccio staccato dal macchinario. Immagini che ci raccontano un dramma umano che non ha aree di distinzione: dal nord al sud Italia i padroni sfruttano con la stessa violazione dei diritti e barbaramente.

Mobilitiamoci contro questi orrori sottolineando che la giornata mondiale del Rifugiato deve essere il momento in cui i diritti di migrare e di essere accolti come persone siano il dato concreto come sancisce la Convenzione relativa allo statuto dei rifugiati da parte dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Tania Poguisch, Circolo “Peppino Impastato” di Messina

Nicola Candido, Segretario regionale Sicilia

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza